Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Ricerca personalizzata

Benvenuto in ElectroYou,

la comunità dei professionisti e degli appassionati del settore elettrico. Scopri di più

Crea il tuo Blog

Pubblica le tue idee, le tue riflessioni ed i tuoi progetti nel tuo blog personale
Scopri come

Partecipa al Forum

Trova le risposte alle tue domande grazie agli altri utenti di ElectroYou
Vai al forum


I migliori articoli dai blog degli utenti

Foto Utente g.schgor, pubblicato 6 giorni fa, 360 visualizzazioni

Un recente argomento del Forum poneva il problema di riscaldare un oggetto fino ad una certa temperatura. Come frequentemente succede, l'argomento è stato interrotto dalla mancanza di partecipazione di chi ha posto la domanda. Essendo l'argomento di interesse generale, credo sia comunque opportuno un richiamo alla possibilità di utilizzare un modello elettrico di un sistema termico.

Rimandando a questo capitolo la definizione di capacità e resistenza termiche, si riporta il semplice modello elettrico

dove I rappresenta la potenza termica fornita (Pt), C la capacità termica del sistema (Ct)ed R la sua resistenza termica (Rt), mentre V rappresenta la temperatura raggiunta (θ). Il modello indica intuitivamente che quando V è =0 , tutta la I viene incanalata in C facendo crescere V, ma man mano questa cresce una parte sempre maggiore di I viene trasferita in R, finché tutta la I transita in R. V non cresce più e si ha una condizione stabile (fine del transitorio che ha il tipico andamento esponenziale a pendenza decrescente) E' evidente che più grande è R più alto sarà il valore finale di V. Al limite, con V infinito, la V cresce linearmente, senza limiti.

[...]

Foto Utente admin, pubblicato 8 giorni fa, 345 visualizzazioni

La macchina sincrona trifase è la principale sorgente della potenza elettrica trasmessa. Consideriamo per semplicità una macchina isotropa(a poli lisci) non satura. Una fase di si può schematizzare con il circuito equivalente costituito da un generatore ideale di tensione E0, il cui valore efficace dipende dalla corrente di eccitazione, in serie ad una reattanza Xs costante (reattanza sincrona). L'insieme di tutti gli altri generatori sincroni, in pratica l'intera rete, può essere visto come un generatore di tensione ideale a frequenza costante.

Lo schema di riferimento per una fase è dunque quello di figura. Nella rappresentazione di tensione e corrente si è adottata per la macchina la convenzione del generatore. La rete è di conseguenza vista dalla macchina come utilizzatore. Attraverso la sezione AB si ha il flusso delle potenze di scambio tra macchina e rete.

[...]

Foto Utente clavicordo, pubblicato 21 giorni fa, 541 visualizzazioni

Nel leggere la rivista on line Network World del 30 luglio scorso, mi sono imbattuto in un articolo il cui titolo mi ha colpito: Why TCP/IP is on the way out (Perché il TCP/IP sta per andarsene). Ora, chiunque abbia a che fare con le reti sa che il TCP/IP è in realtà una coppia di protocolli, che fa parte della "suite TCP/IP" su cui si basa tutta l’Internet. Pensare che la loro fine sia vicina stimola una certa curiosità verso ciò che dovrebbe sostituirli.

La prima formulazione del RLNC, ossia la versione random del network coding, compare anni dopo, nel 2013, con lavori svolti dalla succitata università danese in collaborazione con il prestigioso MIT (Massachusets Institute of Technology) e il Caltech (California Institute of Technology). L’argomento è abbastanza complesso e spiegarne i vari perché in profondità è certamente al di là dei miei scopi. Mi accontento di fornire un quadro generale di quello che potrebbe diventare un tema “caldo” in un futuro non lontano.

[...]

Foto Utente richiurci, pubblicato 25 giorni fa, 630 visualizzazioni

In questo articolo descrivo un paio di lavoretti molto più semplici della plafoniera LED da me realizzata e descritta in altro articolo: plafoniera a LED.

Si tratta di una banale lampadina da libro e una lampada da tavolo, entrambe acquistate molti anni fa e quindi in origine dotate di lampadina a incandescenza/alogena. Entrambi i "progetti" si basano non tanto sui calcoli teorici (molto semplici) ma sulla misura e caratterizzazione dei componenti disponibili, con soluzioni tecnicamente non proprio ortodosse ma all'atto pratico semplici ed affidabili.

La lampadina (nella foto dopo la modifica LED) in origine era alimentata da due ministilo (AAA) e portava una lampadina a incandescenza da 3V e pochi W (non ricordo esattamente quanti). Effettuai la modifica perchè le pile duravano poco e la luce era molto fioca. In quegli anni (almeno 5-6 anni fa) avevo acquistato sui ebay diversi LED discreti in package plastico, diametri 5-8-10 mm e angoli di emissione tra 40 e 140°. In questo caso decisi di usare il seguente LED bianco:

[...]

Foto Utente mario_maggi, pubblicato 25 giorni fa, 564 visualizzazioni

Non solo sensori wireless e batteryless, ma anche sistemi per comandare rele' bistabili in modalita' senza fili, o semplici LED che si illuminano a distanza quando si digita il numero dell'oggetto cercato.

La tecnologia RFID e' nota a tutti, sappiamo che e' usata principalmente per leggere un dispositivo di piccole dimensioni chiamato tag, e talvolta per scrivere su di esso, usando delle apposite radiofrequenze autorizzate dalle singole nazioni. Per chi volesse approfondire la conoscenza della tecnologia RFID, Wikipedia aiuta molto. Ci sono anche diversi siti specializzati, uno di questi e' italiano e presenta il piu' esteso database al mondo di tag RFID, filtrabile con molti parametri per ottenere solo i risultati desiderati. Alcuni tag hanno funzioni evolute, alcuni hanno anche una piccola batteria che oltre ad alimentare il tag alimenta anche il sensore.

[...]

Foto Utente carlomariamanenti, pubblicato 1 mese fa, 531 visualizzazioni

Chissà che cosa pensava Mariano in quella calda sera d'estate di dieci anni fa quando alle 21:10 del 19 Agosto 2004 ha premuto il pulsante del mouse sull'icona "Iscriviti" di Electroportal? E chissà come sarebbe ora ElectroYou se lui non avesse mai premuto il pulsante del mouse quella notte?

10 anni! Si, credo sia arrivato il momento di festeggiare il nostro amico mir!

Il suo profilo dice: "ElectroYouviano da tempo, ma da sempre appassionato per ciò che è "elettrico/nico", lavora come elettricista industriale".

Credo sia arrivato il momento di apportare alcune modifiche al testo: "Decano di ElectroYou, Artista nell'utilizzo di FidocadJ e autore di innumerevoli Articoli di Elettrotecnica abita in questa Comunità con grande spirito di condivisione e simpatica ironia; ha una grande passione per tutto ciò che è elettrico ed elettronico e per la buona birra".

[...]

Foto Utente TardoFreak, pubblicato 1 mese fa, 637 visualizzazioni

Lo scopo di questo articolo è di dare la possibilità ai microcontrollisti di avere un sistema per sviluppare su microcontrollori basati su ARM, nel particolare i Cortex-M3. Seguendo il forum da qualche anno non ho potuto notare il progresso di alcuni utenti che, partiti dai micro più semplici, hanno intrapreso un percorso di conoscenza che li ha portati a diventare dei microcontrollisti con "le palle quadre". Sono sicuro che ci sono molti talenti e sono altresì convinto che offrire degli strumenti per fare in modo che queste potenzialità possano concretizzarsi sia una cosa buona, un qualcosa che valga la pena fare.

I microcontrollori a 32bit sono il futuro. E' inutile girarci intorno, prima o poi lo sperimentatore evoluto dovrà fare il grande balzo e passare dagli 8/16bit ai 32 bit. Per chi ha sempre e solo lavorato con micro ad 8 o 16bit passare ai 32bit vuol dire scoprire un mondo nuovo, salire ad un livello di prestazioni non paragonabile a gli altri micro. Vuol dire rendersi conto di lavorare non con un microcontrollore ma con un vero e proprio computer. Inutile dire che una volta che ci si è impratichiti con questi oggetti sarà molto ma molto difficile riprendere ad utilizzare gli 8bit, proprio perché ci si abitua a macchine serie al punto che gli 8bit vengono poi visti e considerati poco più che giocattoli.

[...]

Foto Utente mir, pubblicato 1 mese fa, 284 visualizzazioni

Con il multimetro analogico, oltre le già viste misure di tensione ed intensità di corrente, è possibile eseguire un'ulteriore misura diretta e rapida su un componente elettrico ed in un circuito elettrico, ovvero quella della resistenza elettrica, espressa in ohm : Ω , a differenza della misura indiretta e meno rapida del metodo voltamperometrico.

La misura della resistenza può essere eseguita indirettamente applicando la legge di Ohm, la quale definisce il valore della resistenza incognita Rx attraverso il rapporto della caduta di tensione U misurata ai capi del resistore o del circuito in misura, e dell’intensità di corrente I che attraversa il componente ed il circuito.

A questo punto è chiara la necessità di realizzare un circuito che alimenti il nostro resistore o circuito sotto misura con una sorgente di alimentazione in corrente continua regolabile, ed un amperometro in serie per la misura dell’intensità di corrente ed un voltmetro inserito in derivazione per la misura di tensione, a monte o a valle dell’amperometro.

[...]

Foto Utente mir, pubblicato 1 mese fa, 438 visualizzazioni

(Sicurezza) nella 'misura elettrica' è un aspetto che non va sottovalutato,in quanto occorre aver presente che si sta eseguendo a tutti gli effetti "un lavoro elettrico" in prossimità di circuiti elettrici e/o parti attive con i relativi rischi elettrici per i quali vanno adottate le giuste procedure,come ad esempio quella di verificare il corretto funzionamento dello strumento prima di eseguire la misura,ed i DPI previsti con lo scopo di ridurre i possibili rischi elettrici. Questo aspetto avrei dovuto trattarlo nella prima parte di questa esposizione sul multimetro analogico,ma è pur vero che in questa parte la misura elettrica interessa la tensione ed intensità di corrente elettrica alternata,pertanto anche la ben nota tensione di rete (230 V 50Hz),che espone in genere maggiormente ad un rischio elettrico,per il quale non bisogna mai abbassare la guardia,come meglio suggerito in questo articolo, pertanto Attenzione!

[...]

Foto Utente paolo.carlizza, pubblicato 1 mese fa, 640 visualizzazioni

Da quando c'e' stato lo sviluppo intensivo dell'elettronica, a partire dagli anni '50 del secolo scorso, anche la tecnologia al servizio dell'uomo ha fatto passi da gigante e usando opportunamente scienze come la matematica, la fisica, l'astrofisica, l'uomo stesso e' riuscito ad utilizzare in maniera proficua anche lo spazio che si ritova immediatamente all'esterno del nostro pianeta, creando, oltre all'attivita' di lancio di vettori esplorativi nello spazio interplanetario, una rete di scambio dati, che ci da' molte piu' informazioni di prima, come, per esempio, le condizioni climatiche, biologiche e geografiche terestri, rilevazioni di diagnostica ambientale e l'instaurazione di difficili collegamenti televisivi. Ma c'e' di piu', anche mediante la creazione di una rete molto piu' particolarazzata, che da' informazioni precise sulle coordinate, dove un determinato oggetto si trovi, utilizzando collegamenti tra satelliti e ricevitori, atti allo scopo.

[...]

Foto Utente BONANG, pubblicato 1 mese fa, 389 visualizzazioni

L’ argomento veicoli elettrici (VE) diventa sempre più attuale per diversi motivi riconducibili alla emergenza ambientale, tenuto conto che il settore dei trasporti in Italia è responsabile di circa 1/3 delle emissioni di gas serra e che in Italia la domanda di mobilità sia per passeggeri che per le merci è in crescita continua. C’è inoltre il cronico problema di soddisfare i nostri bisogni energetici, che nei prossimi anni continueranno a dipendere fortemente dalle importazioni con severi risvolti economici e di sicurezza di approvvigionamento. Inoltre anche nel settore trasporti risulta basilare il concetto che il mezzo più efficace per perseguire gli obiettivi di sostenibilità ambientale in un’ottica di contenimento dei costi è l’efficienza energetica, consentita dalle continue innovazioni tecnologiche e dal virtuoso utilizzo delle risorse disponibili da parte di tutta la collettività.

[...]

Foto Utente admin, pubblicato 1 mese fa, 346 visualizzazioni

Per varie ragioni non ho più molte cose da scrivere. La vita reale finisce per avere il sopravvento su quella virtuale. Quest'ultima poi è sempre più complicata, piena di possibilità così inimmaginabili da diventare incomprensibili, specialmente per chi è nell'età della rottamazione. Stavolta non è colpa di nessuno se ho continuato la raccolta dei disegni con FidoCadJ sparsi nel forum per auguri di buon compleanno, ricorrenze varie e commenti ad interventi particolari. Lo faccio nell'intento di stemperare certi toni che affiorano nei commenti su temi scottanti, quale ad esempio quello trattato dall'articolo sul No alla TAV, dove ho dovuto tagliare interventi inammissibili, indegni di una discussione civile, di un utente cui ho disattivato l'account anche su sua richiesta, una richiesta che comunque non era necessaria, vista la qualità dei commenti eliminati. Spero di non annoiare. In caso contrario portate pazienza e compatite chi forse ha esaurito le sue idee virtuali.

[...]

Foto Utente elettroigor, pubblicato 1 mese fa, 898 visualizzazioni

Ho provato a resistere, ma come vedete non ci sono riuscito: devo rispondere [2]. Secondo me l'argomento va affrontato nella sua complessità, e non solo giudicandolo per l'azione di uno stupido imbrattamuri. Come tutte le spese poi va valutata la sua effettiva utilità. Gli argomenti che intendo esporre sono pochi ma complessi; per fare questo approfitterò di vari studi fatti negli anni non solo da ambientalisti ma anche da economisti.

“L’alta velocità è tra le opere infrastrutturali più costose e criticate per gli elevati costi unitari rispetto a opere simili. Secondo gli studi, l’alta velocità in Italia è costata 47,3 milioni di euro al chilometro nel tratto Roma-Napoli, 74 milioni di euro tra Torino e Novara, 79,5 milioni di euro tra Novara e Milano e 96,4 milioni di euro tra Bologna e Firenze, contro gli appena 10,2 milioni di euro al chilometro della Parigi-Lione, i 9,8 milioni di euro della Madrid-Siviglia e i 9,3 milioni di euro della Tokyo-Osaka. In totale il costo medio dell’alta velocità in Italia è stimato a 61 milioni di euro al chilometro.

[...]

Foto Utente asdf, pubblicato 1 mese fa, 239 visualizzazioni

Il giorno 17 Giugno 2014 sono stati proclamati a Berlino gli European Inventor Award, giunti alla nona edizione, organizzata dall'EPO, che non è altro che lo European Patent Office, cioè l'ufficio europeo brevetti.

Il video dell'intera cerimonia è presente al seguente indirizzo : http://www.epo.org/learning-events/european-inventor/stream.html.

Tra i finalisti c'è stata anche l'Italia con Luigi Cassar, che ha guidato il gruppo del team di ricerca Italcementi, inserito tra i finalisti per aver concepito un particolare tipo di cemento "che mangia lo smog", e che utilizza il principio attivo TX Active®, come spiegato nei link e nel video di seguito :

Prodotti fotocatalitici; Luigi Cassar; [...]

Foto Utente m_dalpra, pubblicato 1 mese fa, 609 visualizzazioni

Pochi giorni fa viaggiando in auto mi è capitato di vedere una passerella pedonale sopraelevata nella quale il vandalo di turno si era divertito a fare la solita onnipresente scritta "NO TAV", scritta che ormai siamo abituati a vedere a qualunque manifestazione, anche in quelle che non hanno niente a che vedere con trasporti, ferrovie o ecologia. Ma questa volta si trattava di un vandalo più erudito del solito, non proprio l'ultimo della classe, visto che per fare in modo che gli automobilisti potessero vedere la scritta dal verso giusto dalla copertura in plexiglass della passerella, ha dovuto fare la scritta No TAV al contrario .

A questo punto vorrei domandare al vandalo : Ma se sei così intelligente da escogitare tale sistema pur di scrivere quel banale "NO TAV", perchè non usi la tua intelligenza per capire meglio la Ferrovia ad Alta Velocità ??

[...]
1234567...>>

(78 pagine)


Novità: PIERIN PIC18!

Entrate nel mondo dei microcontrollori con PIERIN PIC18, la scheda Open Source di ElectroYou e Sangon!

Utenti con più Reputation

  1. 1carlomariamanenti +896

    43,9k 5 10 13

  2. 2TardoFreak +1824

    52,7k 8 12 13

  3. 3trik84 +23

    23 2

  4. 4PietroBaima +550

    32,3k 6 10 13

  5. 5claudiocedrone +285

    4.827 3 5 7

  6. 6wlavita +10

    10 2

  7. 7Guerra +569

    23,3k 6 10 12

  8. 8DarwinNE +289

    13,4k 5 10 13

  9. 9Jackd +10

    10 2

  10. 10electriCarl +25

    25 3

  11. 11mir +534

    34,4k 8 12 13

  12. 12ElectroProvetto +31

    31 2

  13. 13ASIE +15

    15 2

  14. 14banjoman +358

    2.398 1 5 11

  15. 1519814 +28

    33 3

  16. 16richiurci +430

    1.627 1 5 13

  17. 17MassimoB +170

    7.791 4 12 13

  18. 18EcoTan +45

    1.238 3 11

  19. 19LiquidShark +33

    38 2

  20. 20patroclo +20

    20 1

  1. 1TardoFreak +1824

    52,7k 8 12 13

  2. 2WALTERmwp +938

    2.536 1 6 11

  3. 3carlomariamanenti +896

    43,9k 5 10 13

  4. 4marco438 +673

    27,5k 7 11 13

  5. 5Guerra +569

    23,3k 6 10 12

  6. 6PietroBaima +550

    32,3k 6 10 13

  7. 7mir +534

    34,4k 8 12 13

  8. 8g.schgor +500

    34,7k 9 12 13

  9. 9simo85 +495

    17,8k 5 11 13

  10. 10Attilio +470

    41,4k 9 12 13

  11. 11MauroBottizzo +451

    24,9k 7 12 13

  12. 12mario_maggi +449

    5.335 2 8 12

  13. 13richiurci +430

    1.627 1 5 13

  14. 14Piero Azzoni +416

    6.701 4 4 6

  15. 15RenzoDF +372

    42,0k 8 12 13

  16. 16banjoman +358

    2.398 1 5 11

  17. 17NinoAL +346

    805 1 8

  18. 18DarwinNE +289

    13,4k 5 10 13

  19. 19Mike +285

    23,4k 7 10 12

  20. 20claudiocedrone +285

    4.827 3 5 7

  1. 1TardoFreak

    52,7k 8 12 13

  2. 2carlomariamanenti

    43,9k 5 10 13

  3. 3RenzoDF

    42,0k 8 12 13

  4. 4Attilio

    41,4k 9 12 13

  5. 5DirtyDeeds

    39,9k 6 11 13

  6. 6g.schgor

    34,7k 9 12 13

  7. 7mir

    34,4k 8 12 13

  8. 8PietroBaima

    32,3k 6 10 13

  9. 9Paolino

    27,9k 8 12 13

  10. 10marco438

    27,5k 7 11 13

  11. 11MauroBottizzo

    24,9k 7 12 13

  12. 12asdf

    24,2k 8 11 13

  13. 13carloc

    24,1k 4 11 13

  14. 14Mike

    23,4k 7 10 12

  15. 15Guerra

    23,3k 6 10 12

  16. 16m_dalpra

    22,0k 4 10 12

  17. 17dimaios

    18,2k 5 10 12

  18. 18simo85

    17,8k 5 11 13

  19. 19DarwinNE

    13,4k 5 10 13

  20. 20brabus

    13,2k 2 9 13

Ultimi topics dal forum

Vai al Forum

Altri articoli degli utenti

Vedi tutti gli articoli degli utenti

Ultime attività degli utenti

Oggi

+5richiurci ha guadagnato 5 punti Reputation per un voto positivo al suo post Re: Macchina per il Taglio del polistirolo a filo caldo 38 secondi fa

Un utente ha votato positivamente il post Re: Macchina per il Taglio del polistirolo a filo caldo 38 secondi fa

+5Mike ha guadagnato 5 punti Reputation per un voto positivo al suo post Re: DiCo e Diri. 5 minuti fa

Un utente ha votato positivamente il post Re: DiCo e Diri. 5 minuti fa

+5DarwinNE ha guadagnato 5 punti Reputation per un voto positivo al suo post Re: provare valvola 12AU7 (ECC82) 9 minuti fa

Un utente ha votato positivamente il post Re: provare valvola 12AU7 (ECC82) 9 minuti fa

+20BrunoValente ha guadagnato 20 punti Reputation per 4 voti positivi a Re: provare valvola 12AU7 (ECC82) 9 minuti fa

4 utenti hanno votato positivamente il post Re: provare valvola 12AU7 (ECC82) 9 minuti fa

+10Attilio ha guadagnato 10 punti Reputation per 2 voti positivi a 2 posts 14 minuti fa

Un utente ha votato positivamente il post Re: DiCo e Diri. 14 minuti fa

Un utente ha votato positivamente il post Re: DiCo e Diri. 14 minuti fa

+5andreandrea ha guadagnato 5 punti Reputation per un voto positivo al suo post Re: DiCo e Diri. 18 minuti fa

Un utente ha votato positivamente il post Re: DiCo e Diri. 18 minuti fa

+5core ha guadagnato 5 punti Reputation per un voto positivo al suo post Re: livello gpl auto 18 minuti fa

Un utente ha votato positivamente il post Re: livello gpl auto 18 minuti fa

claudiocedrone ha taggato babbucciodonosor nel post Re: livello gpl auto 18 minuti fa

claudiocedrone e EcoTan hanno aggiunto una risposta all'argomento livello gpl auto 18 minuti fa

+5edgar ha guadagnato 5 punti Reputation per un voto positivo al suo post Re: Misure in temperatura da uscire pazzi! 27 minuti fa

Un utente ha votato positivamente il post Re: Misure in temperatura da uscire pazzi! 27 minuti fa

dadduni ha cancellato il suo nome un'ora fa

+5mir ha guadagnato 5 punti Reputation per un voto positivo al suo post Re: Mio fratello si iscrive D: un'ora fa

Un utente ha votato positivamente il post Re: Mio fratello si iscrive D: un'ora fa

+5flori2 ha guadagnato 5 punti Reputation per un voto positivo al suo post Re: enel mercato libero un'ora fa

Un utente ha votato positivamente il post Re: enel mercato libero un'ora fa

+5carlomariamanenti ha guadagnato 5 punti Reputation per un voto positivo al suo post Re: Mio fratello si iscrive D: 2 ore fa

Un utente ha votato positivamente il post Re: Mio fratello si iscrive D: 2 ore fa

spud, mir e EcoTan hanno aggiunto una risposta all'argomento Incroci SMD 2 ore fa

BrunoValente ha aggiunto una risposta all'argomento provare valvola 12AU7 (ECC82) 2 ore fa

Un utente ha votato positivamente il post Re: Oggi voglio creare e per farlo devo gestire. 2 ore fa

Un utente ha votato positivamente il post Re: Ottocentomila preciso preciso ... 3 ore fa

Pinoc67 ha aggiunto una risposta all'argomento martelletto con elettrocalamita 3 ore fa

EcoTan ha creato l'argomento Incroci SMD 3 ore fa

+5Jollybrawn ha guadagnato 5 punti Reputation per un voto positivo al suo post Re: Alimentatori: la corrente in uscita, con quale sigla è r 3 ore fa

Un utente ha votato positivamente il post Re: Alimentatori: la corrente in uscita, con quale sigla è r 3 ore fa