Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Ricerca personalizzata

Temporizzatore con fotocellula o fotoresistenza

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utentedavidde, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto Utentecarloc, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteRenzoDF, Foto Utentegiorgio25760

0
voti

[1] Temporizzatore con fotocellula o fotoresistenza

Messaggioda Foto Utenteancarano » 17 nov 2012, 18:49

Ciao a tutti

Mi occorre un circuito ( alimentazine 9/12 volt ) comandato da una fotoresistenza o fotocellula posta a intimo contatto con una comune lampadina spia (di quelle piccole a luce rossa presenti su lavatrice, forno, caldaia a gas, tostiera, scaldabagnio ecc.. )

Quando la spia si accende, la fotoresistenza o fotocellula rileva lo stato e permette di eccitare un piccolo rele (con contatto normalmente chiuso ) per un tempo regolabile da 5 a 15 secondi per poi diseccitarlo nuovamente. Se la spia si riaccende, la fotoresistenza/fotocellula rivela lo stato e il circuito ripete il ciclo suddetto .

Questo per un massimo di 4/5 volte dopo di chè viene inibita la funzione del circuito e il relè resta sempre diseccitato ( contatto normalmente chiuso ) .

Grazie !!!!!!!!!!!!!!!!
Avatar utente
Foto Utenteancarano
0 3
 
Messaggi: 44
Iscritto il: 25 mar 2010, 13:37

0
voti

[2] Re: Temporizzatore con fotocellula o fotoresistenza

Messaggioda Foto Utentesimo85 » 17 nov 2012, 19:03

La soluzione è un monostabile, devi specificare se retriggerabile o no.

Si può fare con un 555 o con porte logiche.

RTFM | RTFDS
simo
Avatar utente
Foto Utentesimo85
17,8k 5 11 13
free expert
 
Messaggi: 7173
Iscritto il: 30 ago 2010, 3:59

0
voti

[3] Re: Temporizzatore con fotocellula o fotoresistenza

Messaggioda Foto Utenteancarano » 17 nov 2012, 22:45

Purchè funzioni cosi come mi serve , vanno bene tutte le soluzioni.

Grazie x la rapida risposta
Avatar utente
Foto Utenteancarano
0 3
 
Messaggi: 44
Iscritto il: 25 mar 2010, 13:37

0
voti

[4] Re: Temporizzatore con fotocellula o fotoresistenza

Messaggioda Foto Utenteancarano » 19 nov 2012, 16:38

Goan, rispondimi per favore

sul "retriggerabile" o meno, mi devi scusare ma non so neanche cosa significhi.

Ho studiato elettronica circa 30 anni fa quando si usciva dall'era delle valvole.........

Mi fai avere, per cortesia, uno schemino semplice semplice ?


Grazie 1000
Avatar utente
Foto Utenteancarano
0 3
 
Messaggi: 44
Iscritto il: 25 mar 2010, 13:37

0
voti

[5] Re: Temporizzatore con fotocellula o fotoresistenza

Messaggioda Foto Utentesimo85 » 19 nov 2012, 16:45



Non te lo postai perché era tardi e mi sono dimenticato..
Datasheet 40106B.

La tensione di alimentazione del 40106 deve essere la stessa a cui è collegato l'emettitore del PNP, quindi V_\text{dd}. Puoi alimentare tutto a 9 o 12 V.

Forse ci sarebbe da aggiustare il valore di PT1..

RTFM | RTFDS
simo
Avatar utente
Foto Utentesimo85
17,8k 5 11 13
free expert
 
Messaggi: 7173
Iscritto il: 30 ago 2010, 3:59

1
voti

[6] Re: Temporizzatore con fotocellula o fotoresistenza

Messaggioda Foto Utentesimo85 » 19 nov 2012, 17:01

ancarano ha scritto:sul "retriggerabile" o meno, mi devi scusare ma non so neanche cosa significhi

Retriggerable significa che se durante la temporizzazione l'impulso o il segnale di entrata di input si ripete, la temporizzazione continua ricominciando dall'inizio.

Per esempio, se hai dimensionato il circuito per una temporizzazione totale di 10s, e dopo 3s dal suo inizio dai solo un altro impulso di ingresso, la temporizzazione complessiva sarà di 13s.

RTFM | RTFDS
simo
Avatar utente
Foto Utentesimo85
17,8k 5 11 13
free expert
 
Messaggi: 7173
Iscritto il: 30 ago 2010, 3:59

0
voti

[7] Re: Temporizzatore con fotocellula o fotoresistenza

Messaggioda Foto Utenteancarano » 19 nov 2012, 20:26

Quindi il circuito che mi proponi farà la seguente funzione, quando si accende la lampada spia, andrà ad illuminare la fotoresistenza che attivirà il circuito in modo da eccitare il relè che dopo un determinato
tempo ( secondi ) si disecciterà .

Se poi , a relè diseccitato , la lampadina spia resta spenta il reè resta diseccitato mentre se questa si riaccende il circuito ripete il suo ciclo .

Giusto ?

Grazie
Avatar utente
Foto Utenteancarano
0 3
 
Messaggi: 44
Iscritto il: 25 mar 2010, 13:37

0
voti

[8] Re: Temporizzatore con fotocellula o fotoresistenza

Messaggioda Foto Utentesimo85 » 19 nov 2012, 20:59

Quando la spia illumina la LDR, la tensione di ingresso sul primo inverter "va giù". L'ingresso passa dallo stato logico 1 a 0.

Detto ció l'output passa a stato logico 1 (V_\text{OH} \approx V_\text{dd}), C1 si carica subito grazie al diodo 1N4148 che si trova polarizzato direttamente.

Anche se l'output #1 va a stato logico basso, C1 non si scarica subito perché D1 è interdetto, quindi si scarica attraverso la resistenza R2 e PT1 fino a quando la tensione ai suoi capi scende al di sotto della tensione \text{V}_\text{T-} dell'inverter #2.

Fino a quando la tensione su C1 (ingresso #2) è superiore o uguale a \text{V}_\text{T+}, il PNP collegato sull'output #2 attraverso la RB, è acceso, e di conseguenza anche il relè.

Forse c'è da rivedere i valori di R2 e PT1.. Comunque ti consiglio prima di fare delle prove con la LDR...

RTFM | RTFDS
simo
Avatar utente
Foto Utentesimo85
17,8k 5 11 13
free expert
 
Messaggi: 7173
Iscritto il: 30 ago 2010, 3:59

0
voti

[9] Re: Temporizzatore con fotocellula o fotoresistenza

Messaggioda Foto Utenteancarano » 20 nov 2012, 14:27

Grazie,

provo e ti faccio sapere
Avatar utente
Foto Utenteancarano
0 3
 
Messaggi: 44
Iscritto il: 25 mar 2010, 13:37

0
voti

[10] Re: Temporizzatore con fotocellula o fotoresistenza

Messaggioda Foto Utenteancarano » 20 nov 2012, 14:28

RB CHE VALORE HA ?
Avatar utente
Foto Utenteancarano
0 3
 
Messaggi: 44
Iscritto il: 25 mar 2010, 13:37

Prossimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Feedfetcher e 16 ospiti