Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Ricerca personalizzata

Messa a terra impianto FV

Fonti energetiche e produzione e fornitura dell'energia elettrica.

Moderatori: Foto UtenteMike, Foto Utentesebago, Foto Utentemario_maggi

0
voti

[11] Re: Messa a terra impianto FV

Messaggioda Foto Utentegammaci » 11 gen 2018, 19:24

Giovepluvio ha scritto:
gammaci ha scritto:Ma sei sicuro che l'inverter sia privo di isolamento galvanico? Da un punto di vista circuitale la vedo strana ....
Voglio dire ... e di solito ... gli inverter moderni sono costituiti da un elevatore DC-DC (12-> 310) e da un ponte H che commuta questa tensione CC per farla diventare una AC "pseudosinusoidale". La topologia è intrinsecamente isolata dal trasformatore elevatore (push pull o single ended che sia).


Stai parlando di tutt'altro tipo di inverter rispetto a quelli per applicazioni fotovoltaiche.

Non direi, anche nel fotovoltaivo il DC/DC HV può usare un trasformatore alta frequenza, come ad esempio in questa AN TI http://www.ti.com/lit/wp/slyy102/slyy102.pdf
L'inverter è il solito ponte ma in HF, a cui segue un passa basso per avere una sinusoide perlomeno discreta - e relativo trasformatore se si vuole isolare - ma a questo punto immagino non serva granche isolare tutto l'ambaradan.
Sulla terra non mi pronuncio essendo ignorante delle norme vigenti. Certo mi chiedo - ma se metto tutto di plastica ? cosa resta se non le cornici ... Ma
O_/
Da soli conosciamo alcune cose.
In molti ne conosceremo molte di più.
Avatar utente
Foto Utentegammaci
3.743 2 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 1051
Iscritto il: 27 feb 2014, 11:20

1
voti

[12] Re: Messa a terra impianto FV

Messaggioda Foto UtenteGiovepluvio » 11 gen 2018, 20:33

gammaci ha scritto:Non direi, anche nel fotovoltaivo il DC/DC HV può usare un trasformatore alta frequenza, come ad esempio in questa AN TI http://www.ti.com/lit/wp/slyy102/slyy102.pdf


Certo, puoi usare quello oppure un'altra dozzina di architetture possibili. Il fatto che abbia trovato un disegnino su un paper TI non significa che quello sia lo standard de facto. Anzi, tipicamente l'isolamento HF è in un altro stadio del convertitore.
In ogni caso il mio precedente intervento voleva sottolineare questo:

gli inverter moderni sono costituiti da un elevatore DC-DC (12-> 310)


che è una cosa che con le applicazioni Fv non ci azzecca nulla.

a cui segue un passa basso per avere una sinusoide perlomeno discreta/


Anche qui direi nì... Non è che in rete inietti col contenuto armonico che ti pare.
Le cose sono un po' più complicate che nella classica applicazione tipo "inverter da auto da 200 W" che mi pare essere quella che hai in mente.
Avatar utente
Foto UtenteGiovepluvio
5.548 3 6 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2829
Iscritto il: 21 dic 2010, 0:10
Località: Mantova

0
voti

[13] Re: Messa a terra impianto FV

Messaggioda Foto UtentePiero Azzoni » 11 gen 2018, 20:39

state parlando di due mondi diversi
Foto UtenteGiovepluvioparla di veri impianti fotovoltaici
Foto Utentegammaci di giocattoli
Avatar utente
Foto UtentePiero Azzoni
22,2k 4 5 11
free expert
 
Messaggi: 10354
Iscritto il: 4 set 2007, 16:32
Località: Terra

1
voti

[14] Re: Messa a terra impianto FV

Messaggioda Foto Utentegammaci » 13 gen 2018, 16:10

Giocattoli ? No dai ... chiamiamoli piuttosto microfotovoltaici ;-) ... e ci sto lavorando in questi giorni in relazione ad un sistema antiallagamento per casa mia ... comunque questa è un'altra storia.

Relativamente al vero e al non vero sugli inverter - ma? La mia esperienza di lavoro sul fotovoltaico concerne la strumentazione necessaria alla cerificazione dei componenti, quindi simulatori solari camere UV forni caratterizzazione bypass data logger etc ... per gli inverter oltre al simulatore di campo PV LISN varie e anecoica per irradiati e condotti non ho visto. Inverter ne ho visti parecchi se non tutti, parlando anche con i progettisti mi son fatto una mia idea delle topologie usate/convenienti/necessarie.
Dal mio punto di vista i residenziali sono i "giocattoli", sopra i 100kW non esiste altra topologia che DC/DC in HF o MF seguito da uno stadio "unfolding" a SCR (o H ad IGBT) o parzializzatore PWM con relativo passa basso. La presenza del trafo isolatore non è sempre necessaria, ma vi sono alcuni paesi in cui il collegamento galvanico fra grid e campo è espressamente vietato. ...
Ciau' O_/
Da soli conosciamo alcune cose.
In molti ne conosceremo molte di più.
Avatar utente
Foto Utentegammaci
3.743 2 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 1051
Iscritto il: 27 feb 2014, 11:20

0
voti

[15] Re: Messa a terra impianto FV

Messaggioda Foto UtenteGiovepluvio » 17 gen 2018, 21:41

Come se fosse antani, quintana.

:mrgreen:
Avatar utente
Foto UtenteGiovepluvio
5.548 3 6 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2829
Iscritto il: 21 dic 2010, 0:10
Località: Mantova

Precedente

Torna a Energia e qualità dell'energia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti