Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Ricerca personalizzata

Icc impianto fotovoltaico lato AC

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMike, Foto Utentesebago, Foto Utente6367, Foto UtenteMASSIMO-G

0
voti

[1] Icc impianto fotovoltaico lato AC

Messaggioda Foto UtenteSuPREmEBoXTeR » 3 ott 2011, 15:53

Devo realizzare un impianto fotovoltaico da 10,56 kW, con inverter direttamente trifase, già con le protezioni di interfaccia.
All'uscita dell'inverter devo decidere il cavo e la protezione da metterci.
Pensavo a un magnetotermico differenziale.
Il punto è che per verificare il cavo al corto c. dovrei sapere quale corrente Icc considerare.
Credo che quella proveniente dall'inverter (di poco magg. di quella nominale) non sia da considerare, perché secondo me in caso di corto il contributo più grosso arriverà direttamente dalla rete BT e non dall'impianto fotovoltaico.
Una volta nota la Icc nel punto di consegna (che dovrebbe essere 6 kA), come devo determinare la Icc ne vari punti?
La Icc a inizio linea mi serve a scegliere il potere di interruzione?
La Icc a fine linea mi serve per controllare che entri davvero in funzione la protezione magnetica?
Con quale valore di Icc devo controllare (Icc^2)*t<(KS)^2?
I valori di K dipendonao dal materiale dell'isolante, mentre il tempo da prendere in considerazione dove lo leggo sui diagrammi dell'interruttore in corrispondenza di Iccmax? Ma poi posso installare solo quel tipo di interruttore?
Avatar utente
Foto UtenteSuPREmEBoXTeR
0 2
 
Messaggi: 9
Iscritto il: 6 lug 2011, 13:24

0
voti

[2] Re: Icc impianto fotovoltaico lato AC

Messaggioda Foto UtenteSuPREmEBoXTeR » 4 ott 2011, 9:02

Se qualcuno può aiutarmi, perfavore me lo dica. E' molto urgente.
Grazie.
Avatar utente
Foto UtenteSuPREmEBoXTeR
0 2
 
Messaggi: 9
Iscritto il: 6 lug 2011, 13:24

0
voti

[3] Re: Icc impianto fotovoltaico lato AC

Messaggioda Foto UtenteEmanuele78 » 4 ott 2011, 16:17

Per la Icc generata dall'inverter, solitamente qs è un dato fornito dal costruttore.
La somma delle due Icc ti serve a individuare il potere di interruzione dell'interruttore.
L'interruttore dovrà ovviamente attivarsi con entrambe le icc (inizio e fine linea).
La formula la devi verificare con la Icc max nel peggiore dei casi.
I tempi li vedi sulla scheda tecnica dell'interruttore, puoi anche utilizzare il grafico dell'interruttore (che trovi sempre sui manuali).
Avatar utente
Foto UtenteEmanuele78
49 1 2 7
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 311
Iscritto il: 15 mar 2010, 16:53

0
voti

[4] Re: Icc impianto fotovoltaico lato AC

Messaggioda Foto UtenteEmanuele78 » 4 ott 2011, 16:19

scusa mi correggo, non è vero che la somma delle due Icc ti serve a individuare il potere di interruzione dell'interruttore... e dipende da dove metti l'interruttore, vicino all'inverter o vicino al contatore di scambio del distributore?
Avatar utente
Foto UtenteEmanuele78
49 1 2 7
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 311
Iscritto il: 15 mar 2010, 16:53

0
voti

[5] Re: Icc impianto fotovoltaico lato AC

Messaggioda Foto UtenteSuPREmEBoXTeR » 4 ott 2011, 19:50

Allora: da quanto riesco a capire, se il cavo è protetto dal sovraccarico, allora basta verificare solo la Icc a monte, che è la max.
Ho messo più di un interruttore: uno subito dopo la fornitura enel, uno nel quadro generale dell'edificio e uno nel quadro ac vicino l'inverter.
Per la Icc ho trovato una tabella che in funzione della Icc presunta nel punto di allaccio enel ti permette di calcolare la Icc in funzione della lunghezza e sez del cavo. Applicando questa tabella in cascata, ho determinato la Icc all'interruttore del QG, che mi viene già minore di 4,5 kA.
Di li in poi non ho più fatto la verifica perché credo che un interruttore più piccolo non ci sia.
Come cavo ho considerato dal QG al QAC dell'inverter un 6mmq, che dovrebbe andare più che bene considerando che gli interruttori del QG e QAC sono da In=20A.
La il contributo dell'imp. fotovoltaico alla Icc sul lato AC subito dopo l'inverter l'ho ignorato, visto che si parla di 19 A trifase, contro dei kA.
Spero di aver operato bene (è la prima volta).
Una domanda: secondo te dovrei mettere nel QG un magnetotermico con differenziale di tipo B o me lo posso risparmiare e accontentarmi di un AC?
Grazie mille.
Avatar utente
Foto UtenteSuPREmEBoXTeR
0 2
 
Messaggi: 9
Iscritto il: 6 lug 2011, 13:24

0
voti

[6] Re: Icc impianto fotovoltaico lato AC

Messaggioda Foto Utentemaxxy » 5 ott 2011, 8:59

SuPREmEBoXTeR ha scritto:La il contributo dell'imp. fotovoltaico alla Icc sul lato AC subito dopo l'inverter l'ho ignorato, visto che si parla di 19 A trifase, contro dei kA.
Spero di aver operato bene (è la prima volta).

Hai operato benissimo anche perché la Icc dell'inverter è una frazione della Icc della rete....

SuPREmEBoXTeR ha scritto:Una domanda: secondo te dovrei mettere nel QG un magnetotermico con differenziale di tipo B o me lo posso risparmiare e accontentarmi di un AC?
Grazie mille.

[-X il differenziale di tipo AC è ASSOLUTAMENTE da escudere

C'è da fare delle distinzioni che nascono dal metodo costruttivo dell'inverter e solo per impianti <20 kW:

Se l'inverter ha il trasformatore di isolamento a bassa frequenza la protezione dai contatti indiretti (in configurazione TT) è demandata ad un interruttore differenziale di tipo A
Se invece l'inverter è senza trasformatore o con a bordo uno ad alta frequenza allora si aprono due strade:
1) Se il costruttore fornisce un documento dove nero su bianco dichiara,certifica e si prende la responsabilità che l'inverter per costruzione non può iniettare in rete componenti continue (tipo SMA o power-one ad esempio) può essere protetto da un differenziale di tipo A
2) Se il costruttore non fornisce tale documentazione o è vaga o incerta...non hai alternativa devi necessariamente installare un differenziale di tipo B
O_/

Ognuno è un genio.
Ma se si giudica un pesce dalla sua abilità di arrampicarsi sugli alberi,
lui passerà tutta la sua vita a credersi stupido.
- Albert Einstein
Avatar utente
Foto Utentemaxxy
2.038 2 6 8
Master
Master
 
Messaggi: 1182
Iscritto il: 13 nov 2008, 9:08

0
voti

[7] Re: Icc impianto fotovoltaico lato AC

Messaggioda Foto UtenteSuPREmEBoXTeR » 5 ott 2011, 10:14

Grazie mille.
Secondo te l'inverter powerone aurora trio PVI 10 kW trifase, mi da la garanzia che dicevi tu sulla corrente continua iniettata in rete?
Da quale certificazione lo posso rilevare in maniera oggettiva?
Io ho a disposizione il manuale del 10-12 kW e in esso c'è una pagina in cui si parla della protezione differenziale integrata nell'inverter, che a quanto leggo, dovrebbe essere ridondante e sensibile a tutte le componenti di corrente verso terra. Comunque è sotto forma di nota e non di dichiarazione.
Poi specifica che: "il dispositivo integrato protegge il sistema dai soli guasti verso terra che si verificano a monte dei morsetti AC dell'inverter verso il lato DC dell'impianto fotovoltaico. Le correnti di dispersione che possono verificarsi nel tratto AC compreso tra il punto di prelievo/immissione e inverter, non sono rilevate e necessitano di un dispositivo di protezione esterno. E' consigliabile l'utilizzo di una protezione magnetotermica di classe C e corrente nominale 40A e protezione differenziale di classe A oppure AC con corrente di intervento di 300mA ...".
Da quanto capisco potrei evitare l'interruttore diff. di tipo B e metteci un AC, ma secondo te mi devo fidare?
Grazie mille per il conforto. :D
Avatar utente
Foto UtenteSuPREmEBoXTeR
0 2
 
Messaggi: 9
Iscritto il: 6 lug 2011, 13:24

0
voti

[8] Re: Icc impianto fotovoltaico lato AC

Messaggioda Foto Utentemaxxy » 5 ott 2011, 10:47

Ah bhe se è un power-one ti rendo io disponibile la dichiarazione...e anche se c'è scritto che basta un diff AC io metterei sempre un A!

PS
Prova a cercare sul sito del produttore se hanno qualcosa di più aggiornato...
Allegati
Aurora_Protezione_Differenziale_Sept-2008_IT[1].pdf
(98.4 KiB) Scaricato 76 volte

Ognuno è un genio.
Ma se si giudica un pesce dalla sua abilità di arrampicarsi sugli alberi,
lui passerà tutta la sua vita a credersi stupido.
- Albert Einstein
Avatar utente
Foto Utentemaxxy
2.038 2 6 8
Master
Master
 
Messaggi: 1182
Iscritto il: 13 nov 2008, 9:08

0
voti

[9] Re: Icc impianto fotovoltaico lato AC

Messaggioda Foto UtenteSuPREmEBoXTeR » 5 ott 2011, 17:04

Grazie maxxy :ok:

Vorrei chiederti un'altra cosa.
Ho visto che molte volte nei quadri elettrici inn genere mettono il differenziale e molte altre solo il magnetotermico.
Ora l'idea che mi sono fato è questa: se ho un interruttore differenziale a monte potrei anche evitare di metterne altri sotto di lui per le linee a valle (a meno di non voler realizzare una qualche selettività).
Se ad un'utenza devo portare il PE, già per il solo fatto di avere nello stesso corrugato o nello stesso cavo il conduttore PE insieme alle fasi, devo metterci a monte un differenziale. Giusto? Tutto questo ovviamente se ho un TT, perché se avessi un TN dovrebbero bastare i magnetotermici.
Mi confermi? :oops:
Ciao
Avatar utente
Foto UtenteSuPREmEBoXTeR
0 2
 
Messaggi: 9
Iscritto il: 6 lug 2011, 13:24


Torna a Impianti elettrici e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 17 ospiti