Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Ricerca personalizzata

Componente su PCB termocoppia tipo K

Sensori, trasduttori, regolatori...

Moderatore: Foto UtenteDirtyDeeds

0
voti

[11] Re: Componente su PCB termocoppia tipo K

Messaggioda Foto Utentegammaci » 16 feb 2017, 17:52

Foto Utentemrc ha scritto:Se può essere utile ho trovato il seguente manuale, in cui è indicato come leggere e scrivere un TEDS chip:

https://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q= ... fg&cad=rja

Sembra che occorra un software apposito.

Ahh sicuro che ci vuole un software apposito ma non per la eprom in se stessa, che Maxim ti dice come fare a programmare, ma perché il contenuto sarà formattato secondo regole decise dal progettista (esistono norme apposite comunque ...) in maniera che il SW possa poi decodificare i dati ed usarli correttamente.
Una funzione di formattazione del TEDS a bordo dello strumento Foto Utentebalduzz :?: per caso hai notato se se ne parla da qualche parte :?:
Da soli conosciamo alcune cose.
In molti ne conosceremo molte di più.
Avatar utente
Foto Utentegammaci
3.710 2 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 1040
Iscritto il: 27 feb 2014, 11:20

0
voti

[12] Re: Componente su PCB termocoppia tipo K

Messaggioda Foto Utentebalduzz » 16 feb 2017, 20:23

gammaci ha scritto:
L'obiettivo di tutto ciò...

Mi sembrava di aver letto una domanda sul motivo di autocostruirselo e anche se il TDES fosse danneggiato (cancellata?). La curiosità è lecita.
Non ho voluto approfondire e ho dato per scontato che l'idea alla base fosse che quella minuscola schedina, con 3 componenti da pochi centesimi, non valeva la pena di pagarla decine di euro, soprattutto se l'intenzione è di averne molte!
Da parte mia direi che ho risolto, posso spiegare ai colleghi che è meglio che le comperino e si mettano il cuore in pace!! Domani quando li vedo glielo spiego.

Il mio obiettivo invece, come sempre, era quello di imparare qualcosa anche oggi e direi che grazie a voi lo ho raggiunto...
...tuttavia mi rimane un punto di domanda:
gammaci ha scritto:Ogni termocoppia (sensore) gestita via TEDS ha bisogno di una calibrazione i dati della quale vanno scritti nella eprom...
...Copiarlo su un'altra eprom è possibile ma inutile senza una ricalibrazione con il suo strumento host.

Quello che dici ha senso ma allora mi stavo chiedendo che senso ha che si possano acquistare solo le schedine, che dovrebbe essere quello che hanno fatto i miei colleghi visto che quella non è cablata a nessuna termocoppia? ?% :?:
Avatar utente
Foto Utentebalduzz
1.311 1 3 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 543
Iscritto il: 6 ott 2015, 8:59
Località: Brescia

0
voti

[13] Re: Componente su PCB termocoppia tipo K

Messaggioda Foto Utentebalduzz » 16 feb 2017, 20:29

gammaci ha scritto:ma perché il contenuto sarà formattato secondo regole decise dal progettista (esistono norme apposite comunque ...) in maniera che il SW possa poi decodificare i dati ed usarli correttamente.
Una funzione di formattazione del TEDS a bordo dello strumento Foto Utentebalduzz :?: per caso hai notato se se ne parla da qualche parte :?:

Non ho letto tutto il manuale, lo ammetto. Chiederò a chi lo usa anche se, visto le domande che mi hanno fatto, mi pare di poter dire che non lo hanno fatto nemmeno loro. ||O

Ma non è invece che i dati memorizzati nel TEDS servono semplicemente per gestire il segnale del pt1000? Questo spiegherebbe come possano darti una schedina scablata dalla sua TC. A quel punto il TEDS è legato solo al pt1000 e non alla TC. Sto dicendo boiate grosse?
Avatar utente
Foto Utentebalduzz
1.311 1 3 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 543
Iscritto il: 6 ott 2015, 8:59
Località: Brescia

0
voti

[14] Re: Componente su PCB termocoppia tipo K

Messaggioda Foto Utentegammaci » 16 feb 2017, 20:31

No ci sono delle norme, semplicemente o ci sarà una funzione di formattazione della schedina nuova a bordo dello strumento oppure le schedine rispettano IEEE 1451.4 e sono utilizzabili con qualunque sensore.
La schedina NON ha nulla a che fare con il circuito sensore, è l'host (lo strumento) che colloquia con essa per capire come deve calibrarsi con quel sensore per dare letture appunto calibrate.
Non so se mi spiego bene ...
Da soli conosciamo alcune cose.
In molti ne conosceremo molte di più.
Avatar utente
Foto Utentegammaci
3.710 2 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 1040
Iscritto il: 27 feb 2014, 11:20

0
voti

[15] Re: Componente su PCB termocoppia tipo K

Messaggioda Foto Utentebalduzz » 16 feb 2017, 22:04

gammaci ha scritto:Non so se mi spiego bene ...

Sono convinto che tu ti sia spiegato bene...sono io che sono un po' "duro".
Vediamo cosa ho capito: dici che essendo un amplificatore universale sul TEDS c'è scritto che il sensore collegato è una termocoppia piuttosto che un accelerometro o altro?
Quindi tutti i TEDS delle TC dovrebbero essere uguali tra loro e quelli p.es. degli accelerometri uguali tra loro?

O_/
Avatar utente
Foto Utentebalduzz
1.311 1 3 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 543
Iscritto il: 6 ott 2015, 8:59
Località: Brescia

0
voti

[16] Re: Componente su PCB termocoppia tipo K

Messaggioda Foto UtenteMarcoD » 16 feb 2017, 23:27

Non sono aggiornato da almeno 10 anni.
Forse dei PLC hanno un circuito e driver SW generico
che leggono dal SEDS il tipo di termocoppia per adoperare la funzione di linearizzazione corrispondente.
Anni fa sarebbe stata una funzione costosa risolta con un poco di attenzione da parte del configuratore del sistema SCADA e dell'installatore. Ora si può' mettere un sensore quasi a caso e l'apparato lo identifica. O_/
Avatar utente
Foto UtenteMarcoD
4.427 2 6 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 1433
Iscritto il: 9 lug 2015, 15:58
Località: Torino

2
voti

[17] Re: Componente su PCB termocoppia tipo K

Messaggioda Foto Utenteluxinterior » 17 feb 2017, 8:53

Non conosco TEDS ma qui c'è una semplice introduzione.
Quanto a produrre il circuito termocoppia meglio lascaire perdere .... bisogna misurare uV (microvolt) non è per niente banale Nonostante "la semplicità" apparente della scheda anche la tua la venderai allo stesso prezzo di quelle che comprano attualmente (...forse anche di più)
Da considerare nei costi:
Test rispetto normativa
Calibrazione del singolo pezzo.
Avatar utente
Foto Utenteluxinterior
1.432 1 4 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 678
Iscritto il: 6 gen 2016, 16:48

0
voti

[18] Re: Componente su PCB termocoppia tipo K

Messaggioda Foto Utentebalduzz » 17 feb 2017, 9:31

luxinterior ha scritto:Quanto a produrre il circuito termocoppia meglio lascaire perdere .... bisogna misurare uV (microvolt) non è per niente banale Nonostante "la semplicità" apparente della scheda anche la tua la venderai allo stesso prezzo di quelle che comprano attualmente (...forse anche di più)

Sono d'accordo sul lasciar perdere anche se sono per uso interno non per vendita. :ok:
Avatar utente
Foto Utentebalduzz
1.311 1 3 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 543
Iscritto il: 6 ott 2015, 8:59
Località: Brescia

Precedente

Torna a Sensoristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti