Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Ricerca personalizzata

Riconoscere un guasto.

Progettazione collaborativa: dall'idea alla formazione del gruppo di lavoro per la realizzazione di un prodotto finito.

Moderatori: Foto UtenteDirtyDeeds, Foto Utentecarloc, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteDarwinNE, Foto Utentebrabus, Foto Utentedavidde

0
voti

[1] Riconoscere un guasto.

Messaggioda Foto UtenteBobo360 » 21 set 2017, 8:04

Buongiorno Ragazzi,
ho un questito, che può essere molto basilare, ma credo mi sia utile.

in un circuito elettronico, scheda PCB...
Per trovare un componente guasto, cerco di testare sempre ogni singolo compomente.
Come pe esempio nel post:
viewtopic.php?f=48&t=70783
ho trovato dei relay guasti, li trovati dandogli una tensione esterna e vedendo con un tester se commuta.

In generale verifico le resistenze, i diodi e tiristori (prova diodi) e condensatori (di solito li stacco, se collegato in modo particolare).

Mi chiedo ci sono altre tecniche, strumenti? che ne so dandogli tensione?

Grazie mille :ok: ;-)
Avatar utente
Foto UtenteBobo360
15 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 56
Iscritto il: 12 nov 2008, 11:55

1
voti

[2] Re: Riconoscere un guasto.

Messaggioda Foto Utentemir » 21 set 2017, 8:18

La ricerca di un guasto su di un circuito/dispositivo elettronico, richiede delle conoscenze di base di Elettronica (analogica,digitale..) e conoscenza specifica sul funzionamento del dispositivo in esame. Successivamente si può fare un'analisi del difetto, individuare la sezione interessata al guasto, ed eseguire le misure nei punti interessati con la strumentazione adatta.
In particolare nei circuiti elettronici, gli schemi elettrici forniti dal costruttore del dispositivo sono fondamentali nella ricerca del guasto, in quanto forniscono informazioni sul funzionamento del dispositivo, ed i valori di ampiezza delle misure da eseguire nei punti di interesse.
I circuiti sono controcorrente. Seguono sempre la massa

-Per rispondere utilizza il tasto [RISPONDI] e non il tasto [CITA], grazie.-
Avatar utente
Foto Utentemir
53,1k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 19066
Iscritto il: 19 ago 2004, 20:10

0
voti

[3] Re: Riconoscere un guasto.

Messaggioda Foto UtenteBobo360 » 21 set 2017, 8:24

Ok, grazie.

Non ho molta esperianza, conosco il funzionamento di molti componenti fondamentali.
Esperienza pratico/Teorica universitaria in ambito elettronico.
Mi ritengo chre ho una maggiore competenza elettrotecnica.

Purtroppo nel 90% dei casi, non riesco a reperire gli schemi.

Queste strumentazioni di cui parli, quali possono essere?

;-) ;-) ;-)
Avatar utente
Foto UtenteBobo360
15 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 56
Iscritto il: 12 nov 2008, 11:55

0
voti

[4] Re: Riconoscere un guasto.

Messaggioda Foto Utentemir » 21 set 2017, 17:57

Bobo360 ha scritto:Purtroppo nel 90% dei casi, non riesco a reperire gli schemi.

Sono, giustamente, disponibili ai centri assistenza autorizzati.
Bobo360 ha scritto:Queste strumentazioni di cui parli, quali possono essere?

Gli strumenti, sono quelli noti all'Elettrotecnico ed all'Elettronico ... Il multimetro analogico e digitale,l'oscilloscopio e altri strumenti ausiliari non meno noti, e comunque idonei a misurare le grandezze fisiche che governano i circuiti elettrici ed elettronici, quali appunto l'intensità di corrente, la tensione elettrica e i parametri di resistenza e capacità nonchè quelli idonei a visualizzare le forme d'onda di segnali e grandezze fisiche.
Nel mio lavoro ad esempio,la strumentazione che utilizzo quotidianamente è la pinza amperometrica ed il multimetro digitale, meno ma comunque utilizzato il PC con software dedicati.
I circuiti sono controcorrente. Seguono sempre la massa

-Per rispondere utilizza il tasto [RISPONDI] e non il tasto [CITA], grazie.-
Avatar utente
Foto Utentemir
53,1k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 19066
Iscritto il: 19 ago 2004, 20:10

0
voti

[5] Re: Riconoscere un guasto.

Messaggioda Foto UtenteBobo360 » 22 set 2017, 10:04

Ok, grazie.

nel mio caso specifico. Non risco ad alimentare questa scheda, perché fa parte di un inverter.
E sicuro che il guasto è qui. perché cambiando scheda, con una nuova, l'inverter funziona.

Ho trovato, secondo me, dei relay non funzionanti.
Sono quelli di colore bianco. Sono relay con bobina 9VDC e contatti di potenza a 16A.
Ho preso come valori importanti, oltre a quelli indicati:
-Switching capacity 4000 VA
-Coil power 360 mW
-Ambient temperature up to 85°C
-Rated frequency of operation with / without load 10 / 600 min-1

Ho allegato il datasheet.

mi sapreste consigliare un equivalente facilmente reperibile, anche se lo devo adattare?

Continuando con la diagnosi prove, li ho testati. alimentandoli a 9VDC.
Quelli sicuro non funzionanti, non davano segno di chiusura contatti. Circuito aperto.
Altri, alcune volte davano 80-189 OHM così, random. Se toglievo alimentazione e la ridavo subito, non davano chiusura contatti.
è sinonimo di non funzionalità?

Grazie O_/ ;-)
Allegati
SCHRACK_Datasheet_041083053001WG.pdf
(201.94 KiB) Scaricato 9 volte
Avatar utente
Foto UtenteBobo360
15 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 56
Iscritto il: 12 nov 2008, 11:55

0
voti

[6] Re: Riconoscere un guasto.

Messaggioda Foto Utentemir » 22 set 2017, 10:19

Bobo360 ha scritto:nel mio caso specifico. Non risco ad alimentare questa scheda, perché fa parte di un inverter.

Cosi, si va fuori tema dal titolo del thread,e si crea confusione, ti conviene aprirne uno specifico per il guasto che stai trattando, o se ne hai già aperto uno continuare su quello. ;-)
I circuiti sono controcorrente. Seguono sempre la massa

-Per rispondere utilizza il tasto [RISPONDI] e non il tasto [CITA], grazie.-
Avatar utente
Foto Utentemir
53,1k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 19066
Iscritto il: 19 ago 2004, 20:10

0
voti

[7] Re: Riconoscere un guasto.

Messaggioda Foto UtenteBobo360 » 22 set 2017, 10:20

Ok, provvedo, grazie.

Scusate.
Thread relativo al guasto indicato
Avatar utente
Foto UtenteBobo360
15 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 56
Iscritto il: 12 nov 2008, 11:55


Torna a Crowd Design

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti