Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Ricerca personalizzata

Alimentatore variabile da laboratorio

Attrezzature, tecniche e soluzioni per la costruzione di apparecchiature. Dal piccolo PCB fino al macchinario.
1
voti

[11] Re: Alimentatore variabile da laboratorio

Messaggioda Foto Utentemarco438 » 8 ago 2017, 17:01

Si la modifica puo' andare sia con due che con un solo transistor e a patto di una buona dissipazione.
Il trasformatore potrebbe essere da 24 V ma 60W sono pochi; per avere 4A in uscita ti serve un trasformatore da almeno 8A che, dopo ponte e condensatore, rendono 4.33A (meglio 10 - resa 5.55A - se deve essere usato per lunghi periodi).
marco
Avatar utente
Foto Utentemarco438
36,6k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 16353
Iscritto il: 24 mar 2010, 14:09
Località: Versilia

0
voti

[12] Re: Alimentatore variabile da laboratorio

Messaggioda Foto Utenteelektronik » 8 ago 2017, 17:05

allora potrei lasciare quello che ha 30v 400 watt. Mi sembrava che il tensione fosse un po alta perche sul ponte mi trovo 35v
Avatar utente
Foto Utenteelektronik
1.348 1 5 7
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 946
Iscritto il: 12 mag 2015, 21:26

0
voti

[13] Re: Alimentatore variabile da laboratorio

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 8 ago 2017, 17:09

Che cosa capita adesso se provi ad assorbire piu` di 3A?
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
96,4k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 17499
Iscritto il: 16 ott 2009, 23:00

0
voti

[14] Re: Alimentatore variabile da laboratorio

Messaggioda Foto Utenteelektronik » 8 ago 2017, 17:14

ciao IsidoroKZ, non so perche non ho fatto ancora la prova mi ci vorra qualche giorno, prima volevo capire da chi ne sa più di me di cosa potrebbe succedere.
Avatar utente
Foto Utenteelektronik
1.348 1 5 7
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 946
Iscritto il: 12 mag 2015, 21:26

0
voti

[15] Re: Alimentatore variabile da laboratorio

Messaggioda Foto Utentemarco438 » 8 ago 2017, 17:29

Il circuito che hai mostrato puo' reggere almeno per brevi periodi, correnti superiori a 3A; il dubbio sta nel trasformatore che, collegando un carico superiore , potrebbe tendere a surriscaldarsi ed a fornire solo quanto puo' :D
Potresti provare, per esempio, a collegare una lampada da auto da 55W e vedere se riesce ad accenderla almeno parzialmente e misurare la corrente in uscita con un tester.
Naturalmente fai una prova veloce.
O_/
marco
Avatar utente
Foto Utentemarco438
36,6k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 16353
Iscritto il: 24 mar 2010, 14:09
Località: Versilia

0
voti

[16] Re: Alimentatore variabile da laboratorio

Messaggioda Foto Utenteelektronik » 11 ago 2017, 9:52

MI viene un dubbio, ma oltre che a cambiare il transistor non dovrei cambiare anche la resistenza R5 con una da 0,1 Ohm e forse aumentare il valore di p1 da 500 a 1k ?
Avatar utente
Foto Utenteelektronik
1.348 1 5 7
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 946
Iscritto il: 12 mag 2015, 21:26

1
voti

[17] Re: Alimentatore variabile da laboratorio

Messaggioda Foto Utentemarco438 » 11 ago 2017, 10:15

Se metti un solo transistor piu' performante, il problema non si pone, tuttavia - considerate le tolleranze sui resistori di piccolo valore - non mi pare che la cosa sia cosi' importante.
Il potenziometro, lo lascerei come sta.
O_/
marco
Avatar utente
Foto Utentemarco438
36,6k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 16353
Iscritto il: 24 mar 2010, 14:09
Località: Versilia

0
voti

[18] Re: Alimentatore variabile da laboratorio

Messaggioda Foto Utenteelektronik » 11 ago 2017, 10:24

oggi mi metto all'opera, se vedete dei segnali di fumo sono i miei.... :lol: :lol: :lol:
Avatar utente
Foto Utenteelektronik
1.348 1 5 7
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 946
Iscritto il: 12 mag 2015, 21:26

0
voti

[19] Re: Alimentatore variabile da laboratorio

Messaggioda Foto Utentemarco438 » 11 ago 2017, 10:25

Aspetto novita'.
O_/
marco
Avatar utente
Foto Utentemarco438
36,6k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 16353
Iscritto il: 24 mar 2010, 14:09
Località: Versilia

0
voti

[20] Re: Alimentatore variabile da laboratorio

Messaggioda Foto Utenteelektronik » 11 ago 2017, 16:52

ciao marco438,
ho costruito l'alimentatore in questione che come già detto ne avevo costruito un altro con esito positivo. Oggi purtroppo l'esito e deludente anche se in amper va benissimo con una lampadina che a 12 v assorbe 1,70 circa e tenendola accesa per un bel po' il transistor rimane freddo al tatto, la cosa che mi fa schifo e che l'alimentatore scende di 1,10v e non capisco perché. Ho cambiato anche il transistor con un 2n3055 ma non cambia nulla, ho cambiato trasformatore, stessa cosa anche se provo a mettere la tensione a 15v scende a circa 11 v. questa cosa è strana.
Avatar utente
Foto Utenteelektronik
1.348 1 5 7
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 946
Iscritto il: 12 mag 2015, 21:26

PrecedenteProssimo

Torna a Costruzione, montaggio e riparazione

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti