Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Ricerca personalizzata

Nuovo su programmazione PLC

PLC, servomotori, inverter...robot

Moderatori: Foto Utentecarlomariamanenti, Foto Utentedimaios

0
voti

[1] Nuovo su programmazione PLC

Messaggioda Foto UtenteCarlo3802 » 8 mar 2018, 0:49

Ciao mi chiamo Carlo, sono nuovo in questo forum. Forse non sto postando nella sezione corretta scusate.

Dopo molto tempo ho deciso di tornare a studiare o meglio implementare la mia carriera con qualche certificato. Ho trovato questo forum e spero voi ragazzi riusciate ad aiutarmi o meglio chiarirmi qualche idea.

Mi stavo interessando alla Programmazione PLC o come tecnico PLC (non so quale sia la differenza scusate l’ignoranza). Ho una laurea breve in Ingegneria delle telecomunicazioni e ricordo qualcosa circa questo argomento su teoria dei circuiti, teoria dei sistemi, ADC/DAC conversion, filtri e tutto quello che c’era di inerente riguardo la trasmissione dei segnali via etere e cavi. Non sono sicuro la mia conoscenza passata e offuscata potrebbe aiutarmi.

Brevemente mi sto chiedendo le seguenti domande:
1) Ne vale la pena intraprendere questo cammino? C’e’ lavoro in questo campo la’ fuori??
2) Sara’ questo il futuro? Nel senso che con l’automazione che pian piano aumentera’ nelle fabbriche, le macchiene continueranno ad essere programmate con questo metodo? O ci saranno linguaggi piu’ avanzati o diversi forse come Java ed altri
3) Qual e’ il vostro miglior consiglio da esperti che fareste ad un incompetente come me? (sono accettate anche frasi tipo lascia stare sei ignorante e non ne vale la pena:)
4) Dovro’ seguire un corso online perche’ lavoro part-time ora, ma non ho idea di quale scegliere e quanto spendere. Da premettere che vivo e lavoro negli USA (mi sono spostato qui 6 anni fa) e nelle mie intenzioni ci sarebbe anche di lavorare in Italia nel futuro. Ho dato un’occhiata su eMagister, ma i prezzi variano e di tanto. Sarei comunque interessato a fare un corso qui anche se online (la reputo come una carta in piu’ da giocare) e quindi ho trovato questo https://www.plctechnician.com/program-costs at George Brown college at 1700$. Cosa pensate?? Cosa suggerite??
5) Ultima domanda, ma forse piu’ importante, da dove inizio??

Apprezzero’ tanto qualsiasi tipo di consiglio (like cambia idea e fai qualcos altro:) E’ un po’ difficile ora per me tornare a fare un corso di mezzo anno o qualcosa del genere quando hai 40 anni, ma ho pensato di incrementare le mie possibilita’ di trovare lavoro.

Grazie infinite in anticipo
Avatar utente
Foto UtenteCarlo3802
0 2
 
Messaggi: 1
Iscritto il: 25 gen 2018, 21:13

2
voti

[2] Re: Nuovo su programmazione PLC

Messaggioda Foto UtentePiero Azzoni » 8 mar 2018, 10:20

Foto UtenteCarlo3802 ha scritto:Mi stavo interessando alla Programmazione PLC (...)ricordo qualcosa circa questo argomento su teoria dei circuiti, teoria dei sistemi, ADC/DAC conversion, filtri e
parti male
Brevemente mi sto chiedendo le seguenti domande:
1) Ne vale la pena intraprendere questo cammino?
sicuramente si
C’e’ lavoro in questo campo la’ fuori??
si
ma attenzione, non come pensi tu
2) Sara’ questo il futuro? Nel senso che con l’automazione che pian piano aumentera’ nelle fabbriche, le macchiene continueranno ad essere programmate con questo metodo?
quela metodO (sbagliato il singolare !) ?
O ci saranno linguaggi piu’ avanzati o diversi forse come Java ed altri
sei fuori taglio
3) Qual e’ il vostro miglior consiglio da esperti che fareste ad un incompetente come me?
il proocesso, il processo e dopo ancora, E PRIMA ANCORA, il processo
5) Ultima domanda, ma forse piu’ importante, da dove inizio??
dal processo[quote]

prima risposte brevi e di corsa, poi il discorso completo

ci sono varie visioni sulla programmazione del PLC ma fondamentalmente si possono racchiudere i tre filoni
- la visione elettrotecnica
- la visione informatica
- la visione strumentistica

la visione elettrotecnica appartiene al passato, ipotizza che si possano usare PLC in luogo di logiche discrete
è da cassare

lavisione informatica è al contrario molto importante, il PLC è sempre più inserito in sistemi complessi che iteragiscono tra loro
- il plc stand alone diventa un'accezione
- le seriali , FINALMENTE, stanno tramontando
- sempre più il layer di comunicazione si basa su ethernet
- le problematiche di sicurezza divengono sempre più importanti quantunque è importante rilevare che sono totalmente diverse dalle problematiche tipice dei sistemi gastionali
ne consegue che attualmente le problematiche informatiche che fino a 10 anni or sono potevano essere QUASI ignorate devono imperativamente divenire la seconda preoccupazione di chi programma plc

la visione strumentale era dominante nel passato e rimane dominante nel futuro
la ragione è perfino banale
si può discutere lungamente su quale sia il linguaggio adatto per controllare e dominare "tal cosa" ma mai potrà essere messo in discussione il modello su cui "tal cosa" funziona
i programmatori che antepongono il linguaggio e le "esigenze" del plc al processo da controllare sono cattivi programmatori
i veri programmatori antapongono di principio la conoscenza del processo al linguaggio di programmazione
Avatar utente
Foto UtentePiero Azzoni
23,0k 4 7 11
---
 
Messaggi: 11861
Iscritto il: 4 set 2007, 17:32
Località: Terra


Torna a Automazione industriale ed azionamenti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti