Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Ricerca personalizzata

Quanto può essere complesso un programma per PLC?

PLC, servomotori, inverter...robot

Moderatori: Foto Utentecarlomariamanenti, Foto Utentedimaios

0
voti

[1] Quanto può essere complesso un programma per PLC?

Messaggioda Foto UtenteLaix » 28 ott 2017, 12:03

Ciao ragazzi ho acquistato un siemens logo ma per scrivere i programmi si utilizzando tutte funzioni semplici AND, OR, TIMER ecc... ma se io volessi controllare dei motori motori brushless? compro i driver ma poi come faccio a scrivere il software più stile programma C++ che disegni con funzioni basilari.
Non so se mi sono spiegato.
Ultima modifica di Foto UtenteWALTERmwp il 28 ott 2017, 17:56, modificato 2 volte in totale.
Motivazione: Spostato quì da Firmware e programmazione
Avatar utente
Foto UtenteLaix
10 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 55
Iscritto il: 3 giu 2017, 21:11

0
voti

[2] Re: Quanto può essere complesso un programma per PLC?

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 28 ott 2017, 13:36

Ciao @Laix, non hai esposto correttamente ma mi pare si sia capito.
Il Logo forse non è il migliore esempio se si vuole parlare di PLC.
Oggi il mercato offre molte alternative e la complessità dell'applicazione (del programma), generalmente, si accompagna alla fascia del prodotto (o delle schede utilizzate).
Ma anche con un PLC di livello inferiore è possibile sviluppare software sofisticato, poi magari si va incontro a limiti quantitativi e qualitativi della macchina.
Il linguaggio utilizzato può essere anche d'alto livello ma dipende, appunto, dalla marca e dal tipo di PLC.
Il controllo di una utenza (come un motore) può avvenire tramite un driver e questo, a sua volta, può ricevere comandi e riferimenti da un PLC che li invia attraverso una serie di fili cablati oppure in modalità "seriale", utilizzando un protocollo di trasmissione dati, tramite un bus di comunicazione.
Poi, dipendentemente dalla modalità di controllo vengono scelte le schede per il PLC e di conseguenza anche le funzioni(o routine) alle quali si ricorre.
E' quindi prevedibile che il codice, in tali circostanze, possa essere più sofisticato(e anche più complicato) di quanto si realizzaerebbe con poche istruzioni di base come quelle da te accennate.

Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
20,5k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6108
Iscritto il: 17 lug 2010, 18:42
Località: le 4 del mattino

1
voti

[3] Re: Quanto può essere complesso un programma per PLC?

Messaggioda Foto UtentePiero Azzoni » 28 ott 2017, 16:41

logo! NON è un PLC !!!
è un relè programmabile

come lo sono altri dispositivi di altri vendor della stessa famiglia

a parte la "semplicità", che è un elemento distorcente in questa analisi quantunque sia davvero un limite non lo è proprio concettualmente

altro è dire che esistono dispositivi di costo analogo al logo! che sono plc
Avatar utente
Foto UtentePiero Azzoni
22,9k 4 7 11
---
 
Messaggi: 11832
Iscritto il: 4 set 2007, 17:32
Località: Terra

1
voti

[4] Re: Quanto può essere complesso un programma per PLC?

Messaggioda Foto Utentemir » 28 ott 2017, 19:01

Sono d'accordo con Piero Azzoni, il LOGO non è un PLC bensì un relè programmabile, o meglio definito dalla stessa Siemens .. LOGO! è il modulo logico universale della Siemens. ;-)
Laix ha scritto:..compro i driver ma poi come faccio a scrivere il software più stile programma C++ che disegni con funzioni basilari.

Dai un'occhiata al manuale del LOGO, controllare azionamenti e programmare in C++ con LOGO .. :-k
I circuiti sono controcorrente. Seguono sempre la massa

-Per rispondere utilizza il tasto [RISPONDI] e non il tasto [CITA], grazie.-
Avatar utente
Foto Utentemir
55,7k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 19590
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10

0
voti

[5] Re: Quanto può essere complesso un programma per PLC?

Messaggioda Foto UtenteMassimoB » 29 ott 2017, 7:06

@Laix che esperienza hai di PLC e C++?
MCSA Windows Server 2012 R2 - Comptia A+
Avatar utente
Foto UtenteMassimoB
13,2k 6 12 13
Expert free
 
Messaggi: 3095
Iscritto il: 28 ott 2012, 9:56
Località: Milano

0
voti

[6] Re: Quanto può essere complesso un programma per PLC?

Messaggioda Foto UtenteStefanoSunda » 29 ott 2017, 12:51

ANNULLATO!
Avatar utente
Foto UtenteStefanoSunda
2.073 3 6 9
Master
Master
 
Messaggi: 1447
Iscritto il: 16 set 2010, 19:29

2
voti

[7] Re: Quanto può essere complesso un programma per PLC?

Messaggioda Foto UtenteMassimoB » 29 ott 2017, 14:29

Il Logo non è un PLC ma viene insegnato a scuola come tale poiché chi insegna spesso non sa nulla del mondo reale, tantè che spesso ho notato dagli stagisti che viene insenata tecnologia obsoleta e quindi inutile se non come esempio accademico.

L' OP sicuramente non è un professionista quindi è ovvio che vive delle nozioni che gli hanno insegnato,

ma poi come faccio a scrivere il software più stile programma C++ che disegni con funzioni basilari.


Questo spiega tutto.

Saluti
MCSA Windows Server 2012 R2 - Comptia A+
Avatar utente
Foto UtenteMassimoB
13,2k 6 12 13
Expert free
 
Messaggi: 3095
Iscritto il: 28 ott 2012, 9:56
Località: Milano

0
voti

[8] Re: Quanto può essere complesso un programma per PLC?

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 29 ott 2017, 19:45

Piero Azzoni ha scritto:logo! NON è un PLC !!! (...)
MassimoB ha scritto:Il Logo non è un PLC (...)
perché ?
Se sto all'acronimo non trovo alcuna incongruenza.
Se guardo il sito del produttore, è aggregato alle altre classi.
Se come PLC s'intende, non tanto quello ch'era una volta (tanti, tanti anni fa), ma lo status attuale e la tendenza, non mi pare che all'oggettino manchi l'emulazione dei fratelli più grandi.
Rispetto a questi è ovvio che lo confini ad un ambito molto ristretto, ma la sua funzione (PLC) mi pare la possa svolgere.
Se non lo si ritenesse degno della denominazione " Controller " lo si potrebbe classificare come PLM.
Adesso ci faccio una telefonata alla Siemens, ci faccio.

Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
20,5k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6108
Iscritto il: 17 lug 2010, 18:42
Località: le 4 del mattino

1
voti

[9] Re: Quanto può essere complesso un programma per PLC?

Messaggioda Foto Utentemir » 29 ott 2017, 21:45

WALTERmwp ha scritto:Se guardo il sito del produttore, è aggregato alle altre classi.

Il costruttore lo indica come:
LOGO!
Modulo logico per compiti di manovra e comando. Semplice automazione nell'industria, nell'artigianato e nella costruzione di edifici funzionali in sostituzione di apparecchi di manovra elettromeccanici.

mentre gli altri dispositivi, ovvero la serie S7 della SIMATIC sono definiti PLC.

Fidati Foto UtenteWALTERmwp, il LOGO non è un PLC, non può esserlo. ;-)
I circuiti sono controcorrente. Seguono sempre la massa

-Per rispondere utilizza il tasto [RISPONDI] e non il tasto [CITA], grazie.-
Avatar utente
Foto Utentemir
55,7k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 19590
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10

0
voti

[10] Re: Quanto può essere complesso un programma per PLC?

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 29 ott 2017, 22:11

Cosa c'è sul sito del produttore lo so, e ho anche specificato in quale categoria è rappresentato.
Cosa significhi l'acronimo, credo di saperlo, così come la funzione che caratterizza un dispositivo classificato come tale, ma potrei essere in errore.

mir ha scritto:(...) Fidati WALTERmwp, il LOGO non è un PLC, non può esserlo. ;-)
perché ?
Potresti spiegarmelo per favore ?

Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
20,5k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6108
Iscritto il: 17 lug 2010, 18:42
Località: le 4 del mattino

Prossimo

Torna a Automazione industriale ed azionamenti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti