Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Ricerca personalizzata

Interruttore differenziale

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto UtenteMASSIMO-G

0
voti

[11] Re: Interruttore differenziale

Messaggioda Foto Utenterosino » 6 feb 2014, 11:43

Scusa Foto Utentepaolo a m
non avevo visto il tuo post; stavo scrivendo mentre hai risposto.
Vedo però che siamo della stessa opinione :ok: .
La saggezza non può essere trasmessa. La saggezza che un saggio tenta di trasmettere suona sempre simile alla follia.
Hermann Hesse - Siddharta
Avatar utente
Foto Utenterosino
3.511 2 6 10
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 1964
Iscritto il: 11 gen 2010, 12:18
Località: Treviso (TV)

0
voti

[12] Re: Interruttore differenziale

Messaggioda Foto Utentepaolo a m » 6 feb 2014, 11:48

:ok: :D
Avatar utente
Foto Utentepaolo a m
3.697 1 2 4
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1314
Iscritto il: 23 apr 2008, 7:55

1
voti

[13] Re: Interruttore differenziale

Messaggioda Foto Utentegiuly1986 » 6 feb 2014, 11:57

Grazie a tutti per il contributo.
Avatar utente
Foto Utentegiuly1986
10 2
 
Messaggi: 12
Iscritto il: 7 mar 2012, 8:24

0
voti

[14] Re: Interruttore differenziale

Messaggioda Foto Utenteattilio » 6 feb 2014, 15:28

Foto Utentegiuly1986 ha scritto:l'elettricista sostiene che è perfettamente a norma [...]

Ti e` andata anche bene.
Sono memore di settaggi sui trimmer di regolazione dei valori di corrente differenziale e di ritardo di intervento regolati a... piacere! Piu` interviene il rele` piu` i trimmer vengono ruotati in senso orario fino a che nel peggiore dei casi viene escluso pure il toroide #-o

Certo che estremizzando il concetto espresso dall'elettricista, regolando il ritardo al valore di 1we (1 settimana) il tutto sarebbe stato comunque a norma, visto che la Idn non veniva modificata...
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
54,9k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 8201
Iscritto il: 21 gen 2007, 13:34

0
voti

[15] Re: Interruttore differenziale

Messaggioda Foto Utentegiuly1986 » 6 feb 2014, 21:51

In effetti è cosi.... poi ascolti il telegiornale e senti dell'ennesima persona rimasta uccisa durante un temporale a causa delle dispersioni di impianti trascurati o manomessi da persone poco competenti come questo.
Avatar utente
Foto Utentegiuly1986
10 2
 
Messaggi: 12
Iscritto il: 7 mar 2012, 8:24

0
voti

[16] Re: Interruttore differenziale

Messaggioda Foto Utenteivano » 7 feb 2014, 21:56

e quello sarebbe un elettricista?
Avatar utente
Foto Utenteivano
515 3 4
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 869
Iscritto il: 7 set 2004, 21:27
Località: appiano gentile

0
voti

[17] Re: Interruttore differenziale

Messaggioda Foto UtenteVanDerGraaf » 24 ago 2017, 16:17

Scusate se riapro nuovamente questa discussione, ma trovandomi nelle condizioni di dover intervenire in fretta, vi chiedo di chiudere un occhio e di aiutarmi a tirare le somme di quanto avete disscusso:

Dopo sopralluogo si è verificato che l'impianto di illuminazione esterna di un sitema TT con apparecchiature in classe I è dotato di un solo dispositivo differenziale di tipo tarabile in tempo e corrente ... e per quanto visto questo dispositvo non funziona piu.

- per quanto detto dalla 413.1.4.2 e anche gentilemnte riportato da Rosino a [10] i dispositivi tarabili in tempo si possono usare "Per ottenere selettività con i dispositivi di protezione a corrente differenziale nei circuiti di distribuzione è ammesso un tempo di interruzione non superiore a 1 s." ergo un impianto come sopra se concepito con un solo differenziale tarabile (e NON impostato in maniera che intervenga istantaneamente) è fuori norma .

- per quanto detto dal commento della 413.1.4.2 "I dispositivi di protezione a corrente differenziale,sia di tipo generale sia di tipo S, sono adatti per assicurare la protezione contro i contatti indiretti nei sistemi TT." quindi mi è possibile rientrare nella regola dell'arte per quanto riguarda i contatti indiretti e contemporaneamente rispondere alle esigenze della continuità sostituendo il diff tarabile gusto con un dispositivo di protezione differenziale di tipo S (cioè il commento fa una specie di deroga e dice che posso utilizzare un dispostivo che non è propio istantaneo ma nemmeno tarabile ) anche se questo non ha a valle dispostivi diff di tipo generali ma è coordinato con Re.



Concordate?
Avatar utente
Foto UtenteVanDerGraaf
28 1 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 140
Iscritto il: 28 giu 2011, 16:31

2
voti

[18] Re: Interruttore differenziale

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 24 ago 2017, 18:28

Sì concordo per gli S, possono andare bene (se c'è qualche motivo valido per usarli).
Non concordo sul fatto che un differenziale tarato sia sempre da escludere come protezione di linea terminale (bisogna valutare i tempi di intervento ammessi dalla curva di sicurezza, che non ricordo e dovrei andare a rivedere)
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
3.861 2 3 6
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1274
Iscritto il: 10 dic 2014, 19:16

3
voti

[19] Re: Interruttore differenziale

Messaggioda Foto Utente6367 » 24 ago 2017, 22:11

I differenziali di tipo S vanno bene per la protezione dai contatti indiretti anche in TT. Non ci sono dubbi. Vanno bene quelli tarabili tarati a delta(t) = 0,06 s che corrispondono ai tipo S.
Avatar utente
Foto Utente6367
13,8k 5 8 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 4994
Iscritto il: 8 set 2005, 23:00

0
voti

[20] Re: Interruttore differenziale

Messaggioda Foto UtenteVanDerGraaf » 25 ago 2017, 8:28

Buon giorno

ringrazio Goofy ... molto gradita una conferma che l'interpretazione di quel commento dell' art. 413.1.4.2 consenta di utilizzare il tipo S in tutti i le parti del sistema TT e quindi anche come unica protezione dai contatti indiretti sulle masse dei circuiti terminali come nel mio caso.
Il motivo per cui ho preso in considerazione di utilizzare l' S è il fatto che la misura della Re è altissima (è stata fatta una misura di terra globale ) e posso scegliere solo l' Idn di 0,1 o 0,03.... spero di salvare capra e cavoli (sicurezza e continuità) proteggendo con un differenziale S 0,1A... ( non volendo scomodare i riarmanti o i dispositivi ad alta immunità).

Ringrazio 6367 per lo spunto molto interessante... purtroppo non ho materiale che mi dia riscontro che impostare il valore di tempo di non intervento di 0,06s renda equivalente un diff tarabile ad un tipo S ai sensi del commento all' art 413.1.4.2, ho solo il manuale G.Conte dove la caratteristica t/I non mi permettono di trarre le stesse conclusioni ... molto gradito sarebbe il suggerimento di qualche riferimento.
Insomma anche se è una soluzione ottima, inquanto non si altera l'impianto preesistente, mi pare di litigare ancora con quell'articolo della 64-8.
Avatar utente
Foto UtenteVanDerGraaf
28 1 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 140
Iscritto il: 28 giu 2011, 16:31

PrecedenteProssimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 27 ospiti