Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Ricerca personalizzata

grosso problema rifasatore

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto UtenteMASSIMO-G

0
voti

[11] Re: grosso problema rifasatore

Messaggioda Foto Utentepasso88 » 4 ago 2011, 20:27

mi dite intanto come calcolo il T.A.?
Avatar utente
Foto Utentepasso88
13 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 171
Iscritto il: 3 ago 2011, 22:48

0
voti

[12] Re: grosso problema rifasatore

Messaggioda Foto Utenteelettro » 4 ago 2011, 21:02

Si tratta di limitare l'effetto ferranti attraverso un modulo rifasatore automatico, che non produce energia reattiva in rete e non provoca la sovratensione.

Immagino sia un'azienda agricola o qualcosa del genere, la linea elettrica di allacciamento quanto dista dal trafo o cabina di zona....??? sicuramente si presenta una rilevante induttanza....
Avatar utente
Foto Utenteelettro
803 3 5 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 2708
Iscritto il: 9 mar 2005, 18:23

0
voti

[13] Re: grosso problema rifasatore

Messaggioda Foto Utentepasso88 » 4 ago 2011, 21:14

si ho ua azienda agricola, la mia cabina dista a circa un km, sono riuscito a riconoscerla bene perche hanno portato proprio una bel cavo dal mio contattore alla cabina in muratura
Avatar utente
Foto Utentepasso88
13 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 171
Iscritto il: 3 ago 2011, 22:48

0
voti

[14] Re: grosso problema rifasatore

Messaggioda Foto Utentepasso88 » 5 ago 2011, 7:43

ora voglio controllare il TA perché il display del rego mi dice 0,98 e un altro nel quadro elettrico dell'azienda mi segna 0.85 quindi voglio vedere come sono regolati entrambi. ho fatto un calcolo trovato in rete io dovrei avere un TA da 48
Avatar utente
Foto Utentepasso88
13 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 171
Iscritto il: 3 ago 2011, 22:48

0
voti

[15] Re: grosso problema rifasatore

Messaggioda Foto Utentepasso88 » 5 ago 2011, 11:54

ragazzi ho contollato il TA, si trova prima dell'interruttore genetale della stalla che poi dopo di esso dei cavi vanno al derivatore e altri vanno all'interruttore del rifasatore, credo sia tutto nella norma, non capisco perché nelle istruzioni c'è ne siano 2 uno prima dell'interruttore generale e un altro subito dopo l'interruttore generale...
un'altra cosa sopra al TA c'è scritto 100/5A significa che nella voce TI devo impostare 20??
ho letto che ci sono amperometri in classe a che sono più precisi è vero? il mio è un "saci" quali indicazioni devo avere per sapere se è di qualità?
Avatar utente
Foto Utentepasso88
13 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 171
Iscritto il: 3 ago 2011, 22:48

0
voti

[16] Re: grosso problema rifasatore

Messaggioda Foto Utentepasso88 » 5 ago 2011, 17:38

haimè....siete tutti andati in vacanza #-o
comunque ho anche un altro problema perché avendo un inverter su un motore elettrico da 5kw che fa spesso variazioni di velocità il rifasatore stacca e attacca spesso le batterie mi conviene dargli un tempo di risposta più lungo di 2 secondi??
Avatar utente
Foto Utentepasso88
13 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 171
Iscritto il: 3 ago 2011, 22:48

0
voti

[17] Re: grosso problema rifasatore

Messaggioda Foto UtenteStefanoSunda » 14 ago 2011, 10:30

comunque ho anche un altro problema perché avendo un inverter su un motore elettrico da 5kw che fa spesso variazioni di velocità il rifasatore stacca e attacca spesso le batterie mi conviene dargli un tempo di risposta più lungo di 2 secondi??
Dopo la disinserzione di un condensatore dalla linea, non si deve subito effettuare la nuova inserzione; ma bisogna attendere che la scarica sia avvenuta attraverso dei resistori previsti per tale scopo. Il tempo occorrente a scaricare completamente i condensatori dipende dall’esecuzione dell’impianto, detto tempo può essere ritenuto di 45 secondi circa.
Ancora è da aggiungere che, con una elevata ipercompensazione, (come è successo nel tuo caso) a causa delle armoniche, si possono avere delle dannose sollecitazioni dei condensatori. Ti consiglierei di far verificare l’impianto a uno veramente competente.
PS)a molte altre cose che hai chiesto non ti posso rispondere, bisognerebbe essere sul posto.
Avatar utente
Foto UtenteStefanoSunda
1.814 3 6 8
Master
Master
 
Messaggi: 1326
Iscritto il: 16 set 2010, 18:29

0
voti

[18] Re: grosso problema rifasatore

Messaggioda Foto Utenteelettro » 14 ago 2011, 15:53

X i condensatori di rifasamento, a causa delle armoniche si possono creare delle sovratensioni, meglio scegliere una taglia superiore in tensione x sicurezza...


PS: i TA di misura, hanno di x se una precisione nell'ordine dell' 1/3%, dal 25% del valore di lettura fino a salire al 100%...di fatto se calcola il CT da impostare con la formula base di ha un valore che è indicativo solo dal 25% della lettura in corrente fino a salire al max..

Quindi, in pratica, al valore di riferimento di 25%, si ha una lettura sovradimensionata in corrente, un valore superiore a quello reale, forse x questo motivo, la centralina inserisce maggiore capacità di quella che in realtà serve, producendo energia reattiva eccedente e sovratensione, che di fatto attiva la protezione UPS...

Rivedere il valore CT al ribasso di 1 unità....
Probabilmente a valore eccedente al 25%, la lettura è coerente con la realtà, e la capacità di rifasamento è corretta.
Avatar utente
Foto Utenteelettro
803 3 5 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 2708
Iscritto il: 9 mar 2005, 18:23

0
voti

[19] Re: grosso problema rifasatore

Messaggioda Foto UtenteStefanoSunda » 14 ago 2011, 17:52

scusami ma cosa significa cadenzate bene
Significa che se hai tre batterie 5 – 10 – 10 kvar il regolatore dovrebbe eseguire queste combinazioni 5 – 10 – 15 – 20 – 25 kvar, si dovrebbe avere salti di 5 kvar, quindi più lineare, così non ti va fuori il tuo inverter. Verifica ogni batteria condensatore, affinché non ci sia qualche elemento fuori servizio… capità!
come mai effetto ferranti? ho letto un po' di info su questo effetto e si parla di km la mia stalla è lunga 50 metri
Non in questo caso. L’effetto ferranti è dato dalla capacità a causa della lunghezza della linea.
Avatar utente
Foto UtenteStefanoSunda
1.814 3 6 8
Master
Master
 
Messaggi: 1326
Iscritto il: 16 set 2010, 18:29

0
voti

[20] Re: grosso problema rifasatore

Messaggioda Foto Utentepasso88 » 14 ago 2011, 18:51

ogni 45 secondi?? qua ogni 10 secondi il rifasatore cambia condensatore, anche perché il motore con l'inverter sale e scende e poi qualche ventola si disinserisce per qualche secondo per far partire l'acqua per un 'ulteriore raffreddamento...comunque ora non va mai in capacitativo ho impostato a 0.92 e sembra che lavora bene...appena gli elettricisti tornano dalle ferie dovrei fare un giro e vedere se ne trovo uno competente, ma cosa dovrei chiedergli? perché se mi chiede qual è il problema non lo so bene nemmeno io...gli chiedo se mi fa una verifica dell'impianto perché a volte mi si creano delle sovrattensioni e armoniche??

ah ho controllato i condensatori e non sono né deformati né scoppiati, visto che il misuratore mi dà un valore mentr nell'ettichetta c'è scritto un altro valore se li misurassi io manulamente non faccio meglio? il problema è come faccio a misurarli? una normale pinza aperometrica basta? devono essere alimentati perché potrebbe poi essere pericoloso per me!?
Ultima modifica di Foto Utentepasso88 il 14 ago 2011, 19:07, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Foto Utentepasso88
13 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 171
Iscritto il: 3 ago 2011, 22:48

PrecedenteProssimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 23 ospiti