Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Ricerca personalizzata

grosso problema rifasatore

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto UtenteMASSIMO-G

0
voti

[21] Re: grosso problema rifasatore

Messaggioda Foto Utentepasso88 » 14 ago 2011, 19:02

Rivedere il valore CT al ribasso di 1 unità....
Probabilmente a valore eccedente al 25%, la lettura è coerente con la realtà, e la capacità di rifasamento è corretta


il CT dove lo trovo? come valori da modificare ho solo IL che è Ta/5 (100/5=20)

comunque a valle ho un altro misuratore lcd che monitora A, W, V e cosfi di ogni linea e quando non c'è nessun condensatore attivo il misuratore del rifasatore riporta lo stesso valore del misuratore a valle
Avatar utente
Foto Utentepasso88
13 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 171
Iscritto il: 3 ago 2011, 22:48

0
voti

[22] Re: grosso problema rifasatore

Messaggioda Foto Utenteelettro » 15 ago 2011, 20:11

Behh...probabilmente ambedue i TA sono tarati come CT al medesimo valore....
Io ho sempre utilizzato il sistema della triangolazione: pinza amperometrica, e indicazione di potenza assorbita del misuratore con carico lineare resistivo, tipo resistenza elettrica...i valori letti dalla pinza li collimo con quelli del display dell'analizzatore variando il CT, gli installatori fanno le divisioni e poi inseriscono il CT risultante...


Oppure, chiami un tecnico con l'analizzatore rete e valuti la causa della sovratensione.
Avatar utente
Foto Utenteelettro
803 3 5 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 2708
Iscritto il: 9 mar 2005, 18:23

0
voti

[23] Re: grosso problema rifasatore

Messaggioda Foto Utentepasso88 » 16 ago 2011, 8:53

grazie mille per l'aiuto intanto!!!!! :ok:
Avatar utente
Foto Utentepasso88
13 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 171
Iscritto il: 3 ago 2011, 22:48

0
voti

[24] Re: grosso problema rifasatore

Messaggioda Foto Utenteelettro » 17 ago 2011, 12:41

Beh...x un TA da 100A il 25% del valore con tolleranza fuori norma equivale a 25A+% errore....una bella corrente di lettura, e per il modulo rifasatore, un bel valore fasullo....
Avatar utente
Foto Utenteelettro
803 3 5 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 2708
Iscritto il: 9 mar 2005, 18:23

0
voti

[25] Re: grosso problema rifasatore

Messaggioda Foto Utentepasso88 » 17 ago 2011, 12:53

elettro ha scritto:Beh...x un TA da 100A il 25% del valore con tolleranza fuori norma equivale a 25A+% errore....una bella corrente di lettura, e per il modulo rifasatore, un bel valore fasullo....

infatti è quello che mi sono chiesto anche io il 25% di errore è parecchio!!! però ho letto che ci sono dei TA che hanno molta più precisione potrei andare a sentire da un rivenditore!
mi consigliate qualcosa e poi non è molto alto a 100? il mio consumo massimo è 30 kW
grazie!

ah questa mattina dopo aver riavviato il rifasatore a causa delle armoniche ho controllato il programma della apc dell'UPS e mi ha dato 2 errori per rumori eletrici e 110 blackout
Avatar utente
Foto Utentepasso88
13 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 171
Iscritto il: 3 ago 2011, 22:48

0
voti

[26] Re: grosso problema rifasatore

Messaggioda Foto Utenteelettro » 17 ago 2011, 20:17

Beh..potresti anche utilizzare una pinza amperometrica a vero TRMS x valutare se la corrente di linea a valle misuratore e coerente con quella degli strumenti....

Io ho dovuto variare il CT del mio strumento Contrel, poiché con correnti basse mi segnalava valori superiori..
Utenza BT 3 kW monofase.

I TA di misura, inseriti a quadro, devono leggere correnti piuttosto elevate sopra i 25% del valore di targa...con correnti basse, i valori letti sono sovrastimati...

Comunque, è meglio che chiami u perito a fai analizzare la rete.
Avatar utente
Foto Utenteelettro
803 3 5 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 2708
Iscritto il: 9 mar 2005, 18:23

0
voti

[27] Re: grosso problema rifasatore

Messaggioda Foto Utentepasso88 » 18 ago 2011, 7:24

si appenano tornato dalle ferie perché qua sono tutti via....cerco qualcuno con un analizzatore di rete perché il mio elettricista non sà nemmeno di cosa parlo...
Avatar utente
Foto Utentepasso88
13 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 171
Iscritto il: 3 ago 2011, 22:48

0
voti

[28] Re: grosso problema rifasatore

Messaggioda Foto Utenteelettro » 18 ago 2011, 17:11

Ricoda che, esiste anche il classico problema dell'effetto Ferranti sulle linee di alimentazione,

A casa di mia sorella, al tensione di rete è a circa 249VAC!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Avatar utente
Foto Utenteelettro
803 3 5 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 2708
Iscritto il: 9 mar 2005, 18:23

0
voti

[29] Re: grosso problema rifasatore

Messaggioda Foto Utentepasso88 » 20 ago 2011, 17:03

nella mia stalla il misuratore segna 405 sulle tre linee e 230 nella "monofase" (si chiama cosi??)
Avatar utente
Foto Utentepasso88
13 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 171
Iscritto il: 3 ago 2011, 22:48

0
voti

[30] Re: grosso problema rifasatore

Messaggioda Foto Utenteelettro » 22 ago 2011, 10:38

Beh...405....A...mah...forse 40.5A x fase con sistema trifase....

Scusa....comunque, con un voltmetro a quadro, verifica se la tensione concatenata sulle fasi è di fatto superiore al valore armonizzato di 400VAC....se superiore come media....siamo di fronte a un eventuale effetto ferranti, oppure a un problema di eccessiva potenza reattiva prodotta in loco.

Il valore VAC di 400 è di fatto il valore teorico, che si sa, non è quasi mai sostenibile in regime continuo dal fornitore energia, di solito si attesta sui 380 V.

Verifica i valori esatti.....

Se hai un analizzatore rete inserito a quadro, con lettura fattore di potenza, dovresti potere leggere se il valore 1 (fattore di potenza regolare, senza sfasamenti), oppure: valore negativo tipo - 0,9/capacitivo o 0,8 induttivo, e il valore totale del fattore di potenza, 1/0,9/0,7...etc etc....

E' chiaro che, con le ventole ed altro, non avrai un valore a 1, ma bensì un valore presumibile da 0,9/0,8...come fattore di potenza.
Se hai un sistema di rifasamento che eccede nella produzione di potenza reattiva erogata, avrai una sovratensione di rete il loco, in pratica, gli UPS andranno in allarme e conseguente protezione....

Una centralina rifasatrice automatica nova e programmabile, è auspicabile.....oppure, esistono costosi sistemi di livellamento/rettifica tensione di rete con trafo a torroide mobile con azionamento passo passo, peccato il prezzo....
Avatar utente
Foto Utenteelettro
803 3 5 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 2708
Iscritto il: 9 mar 2005, 18:23

PrecedenteProssimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 32 ospiti