Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Ricerca personalizzata

molti dubbi sul fotovoltaico

Fonti energetiche e produzione e fornitura dell'energia elettrica.

Moderatori: Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentemario_maggi

0
voti

[1] molti dubbi sul fotovoltaico

Messaggioda Foto Utentepasso88 » 18 gen 2012, 8:02

ciao a tutti so che è l'ennesima domanda sul fotovoltaico ma è una cosa che è sempre in evoluzione, ho contattato varie ditte ma ognuno tira l'acqua al suo mulino e ognuno dice cose differenti, io abito nella provincia di modena ho una azienda agricola con una vecchia stalla dove vorrei bonificare il tetto dall'ethernit e mettere i pannelli per produrre energia che consumo, non voglio guadagnarci ma solo risparmiare quella che uso in azienda che è circa 30000 kWh.
il tetto ha orientamento ovest che tende leggermente a nord, è inclinato ma non so l'agolo :oops: , sarebbe 10metri per 30 metri.
quindi i miei dubbi sono:
-una ditta mi ha consigliato di montare i suntech amorfi credo si chiamino anche multistrato, un altro mi ha detto di montarci i policristallino perché ora come qualità e prezzo sono i migliori,
-mi hanno detto che ci sono i contirbuti per la rimozione dell'amianto e l'incentovo per i pannelli europei, ma non sono comlabili quindi quale sarebbe il migliore?
-mi hanno anche detto (non tutti però) che un impianto superiore ai 20kw (circa 40Kw) ha l'obblico di cotrollare il contattore ogni 2 anni con una spesa di 2000€!!
-ultimo mio dubbio, io come gestore ho HERA che nella bolletta ha varie voci tra qui servizi di vendita che sono calcolati in base all'utilizzo di corrente questa voce quando autoprodurro l'energia elettrica mi verra scalata?
grazie mille ragazzi ormai siamo a fine mese e devo decidere che contratto firmare O_/ O_/
Avatar utente
Foto Utentepasso88
13 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 171
Iscritto il: 3 ago 2011, 22:48

1
voti

[2] Re: molti dubbi sul fotovoltaico

Messaggioda Foto Utentemaxxy » 18 gen 2012, 10:11

Posso dirti che come Progettista sono molto, molto "allergico" alle migliaia di venditori di impianti fotovoltaici che in questi anni si sono moltiplicati a dismisura totalmente impreparati dal punto di vista tecnico e legislativo con micro conoscenze che si limitano a fare due calcolini con i software in circolazione ed incollare figure ritagliate dai cataloghi con calcoli dei rendimenti che hanno del ridicolo.... D'altronde la torta da dividere è ghiotta e cani e poxci ci si buttano....

passo88 ha scritto:-una ditta mi ha consigliato di montare i suntech amorfi credo si chiamino anche multistrato, un altro mi ha detto di montarci i policristallino perché ora come qualità e prezzo sono i migliori

E' tutto da vedere se come qualità e prezzo sono i migliori, occorrerà fare un piccolo progettino per dimensionare il n° di pannelli occorrenti e da li il costo finale...

passo88 ha scritto:-mi hanno detto che ci sono i contirbuti per la rimozione dell'amianto e l'incentovo per i pannelli europei, ma non sono comlabili quindi quale sarebbe il migliore?

Vedi sopra...non sono nenache capaci di fare un bussines-plan come si deve? Certo, i sofware circolanti non prevedono tutte le casistiche e bisogna essere capaci a fare un bussines-plan come si deve!

passo88 ha scritto:-mi hanno anche detto (non tutti però) che un impianto superiore ai 20kw (circa 40Kw) ha l'obblico di cotrollare il contattore ogni 2 anni con una spesa di 2000€!!

Vedi sempre sopra....il 4° conto energia prevede che il gruppo di misura sia sempre a carico del fornitore di energia e quindi anche la sua manutenzione e taratura!
Ti hanno detto che oltre i 20 kW occorrerà anche interpellare l'UTF???? e che il tutto andrà nel calderone fiscale dell'attività?

passo88 ha scritto:-ultimo mio dubbio, io come gestore ho HERA che nella bolletta ha varie voci tra qui servizi di vendita che sono calcolati in base all'utilizzo di corrente questa voce quando autoprodurro l'energia elettrica mi verra scalata?

Assolutamente no, tu continuerai a pagare la tua bolletta come se non avessi l'impanto montato al netto degli autoconsumi ovviamente, successivamente con il meccanismo dello Scambio.

Il mio consiglio è quello di rivolgerti ad un Professionista serio più che ai venditori circolanti in circolazione.....

Ognuno è un genio.
Ma se si giudica un pesce dalla sua abilità di arrampicarsi sugli alberi,
lui passerà tutta la sua vita a credersi stupido.
- Albert Einstein
Avatar utente
Foto Utentemaxxy
2.048 2 6 8
Master
Master
 
Messaggi: 1182
Iscritto il: 13 nov 2008, 9:08

0
voti

[3] Re: molti dubbi sul fotovoltaico

Messaggioda Foto Utentemaxxy » 18 gen 2012, 11:39

Una cosa che purtroppo sento spesso dai vari conoscenti che provano a farsi fare dei preventivi dai venditori a cui mi chiedono consigli sul prezzo o se la soluzione proposta ha senso è che vengono proposti impianti da 3 kWp..... alla mia domanda: perché proprio 3 kW???????? Avranno effettuato un calcolo sui consumi annuali ?? Ma Noooooooo, perché il contratto con il fornitore di energia elettrica è da 3 kW !!!!!!!!!!! ?% ?% ?% ?% ?% ?%

Non aggiungo altro.....

Ognuno è un genio.
Ma se si giudica un pesce dalla sua abilità di arrampicarsi sugli alberi,
lui passerà tutta la sua vita a credersi stupido.
- Albert Einstein
Avatar utente
Foto Utentemaxxy
2.048 2 6 8
Master
Master
 
Messaggi: 1182
Iscritto il: 13 nov 2008, 9:08

0
voti

[4] Re: molti dubbi sul fotovoltaico

Messaggioda Foto UtenteGiovepluvio » 18 gen 2012, 12:10

Concordo con tutto quello che ha detto Maxxy. Faccio solo una precisazione: l'aspetto fiscale è da vedere. Se l'azienda agricola è soggetta a reddito dominicale potrebbe avere influenza trascurabile. Ovviamente questo però nulla cambia rispetto agli obblighi nei confronti dell'Agenzia delle Dogane (verifiche, tarature, registri ecc...).

Concordo comunque col consiglio già espresso: la cosa miglieore è affidarsi ad un professionista che tuteli dalle speculazioni dei soliti furbetti che, nel settore, sono ahimé parecchi.
Avatar utente
Foto UtenteGiovepluvio
5.323 3 6 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2764
Iscritto il: 21 dic 2010, 0:10
Località: Mantova

0
voti

[5] Re: molti dubbi sul fotovoltaico

Messaggioda Foto Utentepasso88 » 18 gen 2012, 20:19

ringrazio molto tutti per le risposte anche sopratutto maxxy!!!
si esatto il problema è che è un settore dover c'è molto margine e molti ci marciano sopra, non è facile scegliere una ditta seria, il mio elettricista è quello che non sà come funzionano i contributi eternit mentre un'altra ditta che mi sembra seria che ha fatto varie opere mi diceva che appunto sopra i 20 kWh ogni 2 anni bisogna tarare il contattore :shock:
ma il bello che alla fine ogni venditore mi ha fatto il suo preventivo con pannelli differenti (amorfi e policristallino q-cell) e ognuno ha un prezzo al kW di 2250€
io comunque ho un consumo di circa 30000kw e mi serviremme almeno un impianto da 25/30kwh ma non voglio pagare qui 2000€ per la taratura del contattore :shock:
maxxy nessuno mi ha mai parlato dell'UTF di cosa si tratta?
comunque come azienda agricola fiscalmente non dovremmo avere problemi
quindi per semplificarmi la vita mi consigli di stare sotto i 20kw?
grazie ancora
Avatar utente
Foto Utentepasso88
13 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 171
Iscritto il: 3 ago 2011, 22:48

0
voti

[6] Re: molti dubbi sul fotovoltaico

Messaggioda Foto UtenteGiovepluvio » 18 gen 2012, 22:47

Per un consumo di 30.000 kWh/anno un impianto da 25/30kWp di potenza installata non è sufficiente se l'obiettivo è quello di azzerare (sfruttando i contributi derivanti dalla vendita dell'energia) la spesa per la bolletta energetica.

UTF è acronimo di ufficio tecnico di finanza, ora Agenzia delle Dogane. E' l'ente che si occupa di sorvegliare gli assolvimenti fiscali in materia di accise. Con un impianto di potenza >20kW bisogna seguire alcune regole tra cui la tenuta del registro di produzione per il calcolo delle accise da versare e il pagamento dei diritti di officina elettrica annuali.

Per quanto riguarda il contatore non si tratta di taratura ma di verifica della stessa, che è una cosa diversa. Non biennale ma triennale o quinquennale a seconda del tipo di contatore (a meno che le cose siano cambiate di recente). La verifica della taratura può costare al massimo qualche centinaia di euro, non di certo 2000.
Avatar utente
Foto UtenteGiovepluvio
5.323 3 6 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2764
Iscritto il: 21 dic 2010, 0:10
Località: Mantova

0
voti

[7] Re: molti dubbi sul fotovoltaico

Messaggioda Foto Utentepasso88 » 19 gen 2012, 11:11

ok questa mattina mi sono studiato per bene i preventivi con il piano economico, alla fine grazie ia contributi del GSE si guadagna qualcosina perché senò ci sarebbe un ammontare di spese incredibile...e anche per l'energia io in totale la pago 18 centesimi mentre me la pagherebbero 15 centesimi...mi viene voglia di lasciare perdere tutto... #-o #-o :cry:
poi dovrei chiedere i soldi in banca e con i tassi che ci sono ora c'è da piangere
Avatar utente
Foto Utentepasso88
13 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 171
Iscritto il: 3 ago 2011, 22:48

0
voti

[8] Re: molti dubbi sul fotovoltaico

Messaggioda Foto UtenteGiovepluvio » 19 gen 2012, 13:34

Si guadagna qualcosina??
Sicuro di avere dei documenti affidabili e di averli compresi appieno? Scusa se mi permetto ma le Tue conclusioni mi sembrano un po' "strane". Forse non Ti hanno spiegato bene come funzionano le cose.
Avatar utente
Foto UtenteGiovepluvio
5.323 3 6 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2764
Iscritto il: 21 dic 2010, 0:10
Località: Mantova

0
voti

[9] Re: molti dubbi sul fotovoltaico

Messaggioda Foto Utentepasso88 » 20 gen 2012, 13:17

ok ragzzi mi stò facendo coraggio, è venuto un ragazzo che rappresento una ditta chiamata EKOS (la conoscete?) loro montano solo pannelli e altri impianti per energie rinnovabili, hanno l'1% degli impianti in italia (mi ha detto) comunque mi ha confermato che convengono i 5 cent per la rimozione del' ethernit, mi hanno detto che non ci sono spese fisse ogni anno solo se voglio, mi offrono a 60€/anno il telecontrollo e mi monterebbero i monocristallino che a parer loro sono il top
che ne pensate?

grazie
Avatar utente
Foto Utentepasso88
13 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 171
Iscritto il: 3 ago 2011, 22:48

0
voti

[10] Re: molti dubbi sul fotovoltaico

Messaggioda Foto UtenteMaximilianII » 20 gen 2012, 13:36

Attenzione al monocristallino, ha si una potenza erogata per unità di superficie maggiore del multicristallino ma soffre di più dell'effetto LID (Light Induced Degradation) una veloce decrescita della potenza erogata, data principalmente da una decrescita della Isc, il fenomeno avviene i primi giorni di utilizzo in campo, poi si stabilizza e rimane costante.
In percentuale il LID sul mono è circa del 6% mentre sul multi è circa 3%.
Alcune industrie di produzione celle adottano contromisure nel cell processing per inibire questo effetto, verifica in caso con il tuo progettista installatore se questo vale anche per la marca di pannello che ti vuole proporre.
Saluti
Avatar utente
Foto UtenteMaximilianII
25 4
 
Messaggi: 49
Iscritto il: 19 gen 2012, 16:41

Prossimo

Torna a Energia e qualità dell'energia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti