Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Ricerca personalizzata

Sistemi di ricarica veloce in corrente continua

Tutti gli argomenti relativi ai veicoli elettrici

Moderatori: Foto Utentem_dalpra, Foto Utente6367

0
voti

[1] Sistemi di ricarica veloce in corrente continua

Messaggioda Foto Utente6367 » 30 mag 2014, 20:37

Il sistema Chademo è il sistema di ricarica veloce più diffuso al mondo. Introdotto nel 2009 in Giappone è utilizzato da Nissan, Mitsubishi, Peugeot, Citroen. In Europa conta più di 1100 stazioni di ricarica. Piano piano viene affiancato dal sistema "concorrente" CCS Combo2, sostenuto dai costruttori tedeschi e americani oltre che dall'Unione Europea che renderà obbligatorio il CCS Combo2 senza però proibire il Chademo. La soluzione più ragionevole saranno stazioni di ricarica multistandard con entrambi i connettori.

In questo articolo mostrano la diffusione geografica in Europa delle stazioni Chademo che riflette il reale interesse dei vari paesi nei veicoli elettrici.

http://insideevs.com/chademo-dc-fast-chargers-density-in-europe-map/

Ai primi posti i paesi nordici. Così così Germania e Francia, sorpassate anche da Spagna e Portogallo.
L'Italia... be' sta indietro.
Avatar utente
Foto Utente6367
15,0k 5 8 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5220
Iscritto il: 8 set 2005, 23:00

0
voti

[2] Re: Sistemi di ricarica veloce in corrente continua

Messaggioda Foto UtentePiero Azzoni » 30 mag 2014, 20:48

ti faccio una domanda difficile
partiamo da una considerazione che non richiede nemmeno una gran quantita' di intelligenza ma e' vera
un stazione di servizio una volta aveva benzina normale, benzina super e gasolio
la benzina normale non c'e' piu' ma i gasolii sono diventati due
per cui tre carburanti liquidi cui si aggiungono il gpl ed il metano

prescindiamo per un attimo sul confronto tecnico tra i vari sistemi di ricarica

secondo te guardando avanti nel medio (5 - 10 anni) quanti sono i possibili sistemi che potrebbero coesistere in una stazione di distribuzione di medie dimensioni ?

( altro sarebbe dire che da tecnico auspicheremmo [giustamente] UNO come altro e' fare una corretta analisi su quali siano i migliori )
                  Piero
Avatar utente
Foto UtentePiero Azzoni
21,4k 4 5 11
free expert
 
Messaggi: 9930
Iscritto il: 4 set 2007, 16:32
Località: Terra

0
voti

[3] Re: Sistemi di ricarica veloce in corrente continua

Messaggioda Foto Utente6367 » 30 mag 2014, 20:59

A medio termine sicuramente tre (in Europa). Lo si deduce dalle vendite e dai programmi dei diversi costruttori di auto per i prossimi anni. Il Chademo, il CCS Combo e la ricarica veloce in corrente alternata (quest'ultima utilizzata da un numero ridotto di veicoli). Le grandi reti di ricarica veloce che si stanno sviluppando in Europa appoggiano i tre sistemi (esattamente come fossero benzine e gasoli vari...).

A parte, però, c'è il Supercharger di Tesla che è un sistema proprietario non IEC esclusivo di Tesla. Tenuto conto del grande successo delle Tesla non giocherà un ruolo secondario.

Poi, quello che potrà succedere dopo, a lungo termine, oggi nessuno lo sa.
Avatar utente
Foto Utente6367
15,0k 5 8 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5220
Iscritto il: 8 set 2005, 23:00

0
voti

[4] Re: Sistemi di ricarica veloce in corrente continua

Messaggioda Foto UtentePiero Azzoni » 30 mag 2014, 22:24

quattro non e' un numero fuori dal mondo
l'infrastruttura elettrica e' una
vuol dire in pratica 4 unita' drive di potenza

correggimi se sbaglio
quello della tesla e' molto piu' "vorace"
ma non possiamo che qualche altro costruttore di classe che voglia queste prestazioni si associ
il dispositore di questa situazione come al solito non sara' la sola tecnica ma gli eventuali brevetti
quello di tesla e' unico di fatto o e' esclusivo ?

se partiamo da tre potremmo supporre che mentre qualcuno ne ne inventera' un quarto e' anche possibile che uno dei tre diventi pesantemente minoritario
e anche qui vale il discorso di sopra (secondo me)

certo che i costi di stazione sono altissimi !!!
con la benzina una stazione a 6 pompe e' grande
vai li' fai il pieno, paghi POI posteggi ti prendi il caffe e vai al cesso
con l'elettrico vai li' attacchi l'auto e la lasci li' .... anzi magari oltre quanto sopra devi pure fare un giro al market e collegarti ad internet
per cui un stazione con sei colonne e' molto piccola

... o sbaglio ?
                  Piero
Avatar utente
Foto UtentePiero Azzoni
21,4k 4 5 11
free expert
 
Messaggi: 9930
Iscritto il: 4 set 2007, 16:32
Località: Terra

2
voti

[5] Re: Sistemi di ricarica veloce in corrente continua

Messaggioda Foto Utenteattilio » 30 mag 2014, 22:34

Sono abbastanza profano di questo nuovo mondo che sembra lì lì per avverarsi sul serio, ma dico la mia.
Per l'uso medio (percorrenze medie) del cittadino medio, l'idea stessa di approvvigionarsi del "carburante" necessario è destinata a cambiare.
Fino ad oggi eri TU che dovevi andare alla pompa, con l'elettrico il discorso "dovrebbe" rivoluzionarsi.
La ricarica lunga la fai quando l'auto non ti serve, a casa tua. La ricarica veloce (soprattutto per coloro che macinano più km) la fai comunque cercando di sfruttare tempi morti della giornata quali pausa pranzo, visita al cliente, diciamo che immagino queste stazioni più come un autolavaggio rapido, con la sola differenza che il pienone non sarà al sabato ma spalmato lungo tutta la settimana.
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
55,4k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 8291
Iscritto il: 21 gen 2007, 13:34

0
voti

[6] Re: Sistemi di ricarica veloce in corrente continua

Messaggioda Foto Utente6367 » 30 mag 2014, 22:49

vuol dire in pratica 4 unita' drive di potenza


Di solito, nelle stazioni multistandard, l'unità di potenza DC è unica e condivisa dai due sistemi Chademo e CCS Combo con connettori e comunicazione con il veicolo separati. L'eventuali uscita AC, non utilizzando la parte di potenza, è separata e indipendente (condivide l'ingresso, il display, e la struttura della colonna). Ovviamente ci sono tutte le possibili varianti, anche stazioni che caricano due veicoli in DC assieme ma in realtà hanno unità di potenza separate.

quello di tesla e' unico di fatto o e' esclusivo ?


Sì. Esclusivo di Tesla. Tesla fa tutto: il veicolo, la stazione di ricarica e la sua gestione. E' la filosofia di Tesla, almeno per adesso. In futuro, chi lo sa?, le cose potrebbero cambiare. Le Tesla europee, comunque, possono caricare in AC da una colonnina comune sino a 10 o 20 kW, cosa che permette di non dipendere solo dalle stazioni Tesla, anche se 20 kW non è tantissimo per una Tesla.

e' anche possibile che uno dei tre diventi pesantemente minoritario


Sicuramente la ricarica veloce in corrente alternata a 43 kW. Però ha il vantaggio di costare poco la relativa stazione di ricarica, che può essere utilizzata a 20 kW da un gruppetto di modelli.

per cui un stazione con sei colonne e' molto piccola


E' tutto da scoprire.... Bisogna tenere conto che la ricarica veloce non copre l'esigenza della ricarica quotidiana che si farà in modo lento di notte, ma copre le necessità di percorrenza extra quando se ne presenta il bisogno.
Avatar utente
Foto Utente6367
15,0k 5 8 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5220
Iscritto il: 8 set 2005, 23:00

0
voti

[7] Re: Sistemi di ricarica veloce in corrente continua

Messaggioda Foto Utente6367 » 30 mag 2014, 23:09

http://insideevs.com/still-majority-evs-europe-chademo-inlet/

Altro interessante articolo che mette in evidenza la predominanza in Europa del sistema Chademo. In sostanza il 77% di tutti i veicoli ha un sistema di carica veloce, di questi il 68% è il sistema Chademo pari al 52% di tutti i veicoli. Segue a distanza la ricarica trifase AC a 43 kW (Zoe), il Supercharger Tesla e infine il CCS Combo2.
Va detto, però, che il sistema CCS Combo2 è sul mercato da pochi mesi: piano piano la differenza con il Chademo tenderà a diminuire.
Avatar utente
Foto Utente6367
15,0k 5 8 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5220
Iscritto il: 8 set 2005, 23:00

0
voti

[8] Re: Sistemi di ricarica veloce in corrente continua

Messaggioda Foto Utente6367 » 31 mag 2014, 20:37

Continua la campagna di informazione dell'attivissimo consorzio Chademo in Europa. In seguito alla Direttiva europea che ha promosso il CCS Combo2, assicurano il mercato che il Chademo non è proibito e continuerà ad essere utilizzato assieme al CCS Combo2.
C'è da chiedersi come verrà applicata/interpretata la direttiva nei confronti del sistema Supercharger di Tesla: probabilmente verranno considerate stazioni private.

http://insideevs.com/future-chademo-multistandard-eu/
Avatar utente
Foto Utente6367
15,0k 5 8 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5220
Iscritto il: 8 set 2005, 23:00

3
voti

[9] Re: Sistemi di ricarica veloce in corrente continua

Messaggioda Foto Utentefpalone » 1 giu 2014, 5:31

Piero Azzoni ha scritto:un stazione con sei colonne e' molto piccola

Immaginiamo un centro commerciale tra qualche anno, ad esempio porte di Roma. Su 7000 posti immaginiamo che in futuro una cifra variabile tra il 50% ed il 100% siano occupati da colonnine di ricarica elettrica. Con i 62,5 kW attuali (che in futuro potrebbero aumentare se la tecnologia delle batterie si svilupperà) la potenza installata sarebbe tra 220 MW e 440 MW circa. Non stiamo parlando di potenze ingestibili per la rete di trasmissione, ma comunque vorrebbe dire penetrare con il 150 kV o il 220 kV fino a dentro il centro commerciale, quindi effettuare una distribuzione AT tra i vari settori del parcheggio ed infine una distrubuzione MT all'interno di ciascun parcheggio. Tutto questo senza pensare alle potenzialità di un sistema flessibile da 220 o 440 MW (regolazione di tensione, regolazione di frequenza...) installato in prossimità di un centro di carico.
Il problema è sicuramente uno dei minori legati alla diffuzione dell'auto elettrica, tuttavia la potenza assorbita dai sistemi di ricarica veloce richiede strutture di trasmissione e distribuzione fortemente inusuali rispetto a quelle attuali. Sicuramente è deformazione professionale, ma è uno dei problemi che mi affascina di più :D .
La ricarica lenta, essendo su scala domestica, quindi distributita e con potenze assorbite paragonabili al normale carico non ha questo impatto sull'infrastruttura di trasporto dell'energia. Quella veloce sì!
Andrebbe pensato quasi da zero un sistema di distribuzione: giusto per fare un esempio chi l'ha detto che per i grandi sistemi di ricarica veloce i livelli di tensione ac ottimali siano 400 V per la BT e 20 kV per l'MT?
Avatar utente
Foto Utentefpalone
6.295 3 7 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1643
Iscritto il: 26 dic 2007, 16:46
Località: roma

1
voti

[10] Re: Sistemi di ricarica veloce in corrente continua

Messaggioda Foto Utente6367 » 1 giu 2014, 10:15

fpalone ha scritto:Immaginiamo un centro commerciale tra qualche anno, ad esempio porte di Roma. Su 7000 posti immaginiamo che in futuro una cifra variabile tra il 50% ed il 100% siano occupati da colonnine di ricarica elettrica. Con i 62,5 kW attuali


Difficilmente un centro commerciale potrebbe investire così tanto in ricariche veloci.
In una visione ottimistica una percentuale significativa dei posti auto potrebbe essere dotata di ricarica lenta (3 kW, eventualmente 6 kW), offerta gratuitamente ai suoi clienti con il collaterale effetto di trattenerli più a lungo per fare spese.
La ricarica veloce, a pagamento, potrebbe riguardare un numero limitato di posti.
Avatar utente
Foto Utente6367
15,0k 5 8 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5220
Iscritto il: 8 set 2005, 23:00

Prossimo

Torna a Veicoli elettrici

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite