Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Ricerca personalizzata

Eccesso di progresso e progresso inutile

Topic show: società, politica, economia, filosofia, arte, scienze ecc.

Moderatore: Foto Utenteadmin

3
voti

[1] Eccesso di progresso e progresso inutile

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 24 apr 2015, 10:40

Ciao a tutti.

Provo a iniziare questo nuovo 3d in seguito alla pubblicazione recente di un articolo da parte di Foto Utentem_dalpra

http://www.electroyou.it/m_dalpra/wiki/ ... necessario

L'argomento è vastissimo, voglio cominciare esponendo alcune mie convinzioni.

Uno dei motivi alla base di molti eccessi è la eccessiva economicità del petrolio e dei suoi derivati!

Si, secondo me tutti ci lamentiamo del prezzo dei carburanti, ma in realtà dovrebbero costare ancora di più. Stiamo bruciando in pochi decenni risorse che hanno impiegato milioni di anni a formarsi.

Da questa economicità deriva una serie di abusi che caratterizzano il mondo, soprattutto la parte occidentale a dire il vero. Questo perché ad oggi la nostra economia è basata principalmente sul petrolio.

Un altro motivo alla base di molti eccessi è la ricerca del massimo profitto. Spesso alcuni prodotti o soluzioni (tecniche ma non solo) oltre ad un beneficio (non sempre) per l'utente hanno l'obiettivo di aumentare il guadagno per l'imprenditore (legittimo), a volte al costo di una riduzione della forza lavoro impiegata (un opo' meno legittimo).

Questi sono due spunti iniziali per aprire il discorso, cominciamo a parlare degli eccessi inutili che ognuno di noi percepisce?

Ovviamente.... mi aspetto che molti non siano d'accordo già con queste prime due affermazioni...
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
15,0k 6 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 4610
Iscritto il: 2 apr 2013, 15:08

7
voti

[2] Re: Eccesso di progresso e progresso inutile

Messaggioda Foto UtenteGuerra » 24 apr 2015, 10:53

La linea che divide l'eccesso dall'utilità è molto discutibile e soggettiva.
"Le domande non sono mai indiscrete. Le risposte lo sono a volte"
Per qualche dollaro in più
Avatar utente
Foto UtenteGuerra
33,5k 6 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 4734
Iscritto il: 14 apr 2010, 15:38

0
voti

[3] Eccessive dimensioni dei veicoli

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 24 apr 2015, 11:10

Infatti, sicuramente cambiano da persona a persona i limiti delle due aree.

Ma FORSE in alcuni casi tutti potremmo ammettere un eccesso, al quale magari non vogliamo rinunciare per pigrizia o per "precauzione" ingiustificata o egoistica.

Provo con un primo esempio che a me sembra calzante, le dimensioni dei veicoli per trasporto privato

Negli ultimi anni c'è stata una progressiva crescita di peso e dimensioni delle automobili.

Alla base ci sono esigenze sacrosante, in particolare quella di aumentare la sicurezza. Quindi strutture a deformazione programmata (si chiamano così?), airbag, barre antiintrusione ecc ecc

tutte cose che aumentano peso e ingombro delle auto.

MA... è sempre così?

Io "odio" abbastanza i SUV, ma in generale mi sembra che tutte le auto ora siano eccessivamente grandi, anche solo per motivi estetici. Se ricordo bene la mia Astra Sport Tourer del 2010 è lunga 4,70 m!

E dimensione (specie altezza) e peso dei SUV sono perepite come aumento della sicurezza da parte dei possessori. Sicurezza PROPRIA che però va a scapito degli altri automobilisti e dei pedoni.

E' progresso questo? E' progresso comprare un'auto enorme e 4x4 solo per sentirsi più sicuri fregandosene delle implicazioni?

Mi riferisco ovviamente a buona parte dei possessori di auto enormi (compresa la mia Astra) che viaggiano poi quasi sempre col solo conducente e in città (non su piste innevate come in alcune pubblicità...)
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
15,0k 6 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 4610
Iscritto il: 2 apr 2013, 15:08

4
voti

[4] Re: Eccesso di progresso e progresso inutile

Messaggioda Foto Utenteattilio » 24 apr 2015, 12:03

non sono intervenuto nell'articolo di Marco, però è un tema che incuriosisce,
bisogna capire con quali occhi si vuole vedere il progresso o il "progresso inutile", se con quelli di tecnici, o con altri mille punti di vista, perché le cose possono cambiare e pure di parecchio

subito dopo, capire cosa facciamo nel nostro quotidiano per conviverci o per "combatterlo",
ricordo che nel "Lo zen e l'arte della manutenzione della motocicletta" di Pirsig, questo concetto veniva affrontato nei capitoli iniziali, parallelamente a quello della qualità, ma poi si entrava nella metafisica e ricordo che le prime due volte non ci capì una beata... la terza così così

se poi estendiamo l'argomento a livello planetario è ovvio che le differenze tra progresso utile e progresso inutile, assumeranno proporzioni molto rilevanti

restando nella nostra cultura geografica, un esempio di progresso inutile per i francesi (o per i fiamminghi in genere forse, non lo so) sembra essere il bidet, quanto tempo occorrerebbe a ciascuno di noi per farne a meno?

nella vita in famiglia, quindi con le ripercussioni indirette dovute alle reazioni degli altri componenti, le maggiori sensazioni di disagio le ho vissute quando i recipienti d'acqua del condominio sono rimasti a secco per tre giorni, e quando è andata via la corrente per più di tre ore,

direi che fin quando non si venga privati del progresso acquisito, a cui siamo quasi inconsapevolmente abituati, è facile dire che potremmo farne a meno

poi è evidente che non sempre il progresso è vettore o veicolo di supporto ai bisogni fondamentali dell'essere umano, certe volte esso sembra fine a se stesso, con la conseguenza che si acquisiscono abitudini, comportamenti e una cultura, che fa di bisogni prima assenti o secondari, dei bisogni prioritari...
[ad esempio ora, anzi, spesso mi trovo a scrivere su questo sito... internet, prima non c' era eppure c' era qualcos'altro da fare, eppure ho scoperto che è un po' come fumare, i primi giorni quando smetti sono i più difficili, poi pian piano il corpo e la mente si abituano...]

...ma anche questa, che piaccia o no, è evoluzione e pazienza se tra pochi anni, i nostri figli non sapranno più cambiare una ruota bucata o se si sentiranno persi trovandosi in una città che non conoscono senza la disponibilità del GPS,

insomma, siamo circondati di cose che si propongono di facilitare le nostre azioni e di concederci raggi d'azione sempre maggiori, più tempo libero, più possibilità di viaggiare, più potere, più controllo, a volte questa è un illusione ben disegnata a dire il vero, ma tant'è...

chi vuole o ha voluto tutto ciò? il progresso stesso credo
quando il massimo stato di benessere è raggiunto, si inizia a pensare al superfluo, quando anche il superfluo è migliorato e fruibile alla maggioranza dei ceti, allora sarà diventato una priorità e il progresso punterà sempre verso nuove mete... è la natura dell'uomo

sulla questione economica inutile ripetermi, il giudizio è lapidario: dove non ci sono affari da fare...

una risposta più seria io non ce l'ho
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
55,4k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 8288
Iscritto il: 21 gen 2007, 13:34

1
voti

[5] Re: Eccesso di progresso e progresso inutile

Messaggioda Foto UtenteSjuanez » 24 apr 2015, 13:13

Sono abbastanza d'accordo con ognuno di voi. Poi una volta che abbiamo appurato che il progresso è anche sviluppo, allora penso sia pacifico che "lo sviluppo è libertà" (A. Sen).

Purtroppo, credo, non si potrà mai avere solo la parte buona del progresso senza effetti collaterali. Sarò felice di essere smentito in futuro, ma se guardo al passato vedo che questo non è mai accaduto.

Se vogliamo essere più precisi e spostare il discorso sul piano economico, dove progresso significa grosso modo maggiore ricchezza e possibilità di far fronte a bisogni sempre più futili (a cui però è sempre più difficile rinunciare), la faccenda diventa molto più filosofica e pure più interessante suppongo.

Si può notare, infatti, che non esisterebbe progresso tecnologico senza interesse economico. Almeno a come è organizzato ora il genere umano.

Un salutone.
Avatar utente
Foto UtenteSjuanez
11,3k 5 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3502
Iscritto il: 18 mar 2015, 12:48

0
voti

[6] Re: Eccesso di progresso e progresso inutile

Messaggioda Foto Utenteangel99 » 24 apr 2015, 13:30

Il primo esempio di progresso inutile è il fuoco.
L'uomo viveva, mangiava e si riproduceva anche prima.
Avatar utente
Foto Utenteangel99
3.503 1 4 11
Master
Master
 
Messaggi: 1173
Iscritto il: 23 gen 2015, 18:39

0
voti

[7] Re: Eccesso di progresso e progresso inutile

Messaggioda Foto UtenteGuerra » 24 apr 2015, 13:33

Sei desolante nei tuoi interventi.
Non capisco perché tu intervenga comunque ovunque.
"Le domande non sono mai indiscrete. Le risposte lo sono a volte"
Per qualche dollaro in più
Avatar utente
Foto UtenteGuerra
33,5k 6 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 4734
Iscritto il: 14 apr 2010, 15:38

2
voti

[8] Re: Eccesso di progresso e progresso inutile

Messaggioda Foto Utenteangel99 » 24 apr 2015, 13:38

Non più desolante di te con i tuoi. Questo ne è un esempio.
Evidentemente non hai capito la sottile logica dietro quelle parole. Non preoccuparti, non era immediato comprenderla.
Avatar utente
Foto Utenteangel99
3.503 1 4 11
Master
Master
 
Messaggi: 1173
Iscritto il: 23 gen 2015, 18:39

0
voti

[9] Re: Eccesso di progresso e progresso inutile

Messaggioda Foto Utenteiosolo35 » 24 apr 2015, 13:56

mi collego al concetto del prezzo dei carburanti espresso da Foto Utenterichiurci, sembrerà strano, anch'io non so se c'è un collegamento, ma qui in provincia di Trento è stata fatta un'indagine sul traffico che passa da una nota strada statale che porta verso Trento negli ultimi non ricordo se 3 o 4 mesi c'è stato un notevole incremento di passaggi di autovetture nelle ore di punta quando esempio l'anno scorso si erano (durante le ore di punta dei pendolari) verificati dei cali, ora mi chiedo, a cosa sarà dovuto? confrontandomi con me stesso ho pensato che una netta diminuzione dei prezzi dei carburanti possa aver contribuito all'aumento del traffico invece di usare una macchina comune ad un gruppo di persone ogni individuo usa la sua
non ci sono problemi, ma solo soluzioni
Avatar utente
Foto Utenteiosolo35
32,1k 7 11 12
Master
Master
 
Messaggi: 2942
Iscritto il: 15 mar 2012, 14:34
Località: Trento

0
voti

[10] Re: Eccesso di progresso e progresso inutile

Messaggioda Foto UtenteSjuanez » 24 apr 2015, 14:01

iosolo35 ha scritto:[..] ho pensato che una netta diminuzione dei prezzi dei carburanti possa aver contribuito all'aumento del traffico invece di usare una macchina comune ad un gruppo di persone ogni individuo usa la sua


Al netto delle altre variabili che non possiamo conoscere, la tua deduzione è più che ragionevole. Direi che è anche interessante immaginare quante persone siano "attente all'ambiente" quando il carburante costa tanto e diventino improvvisamente meno attente quanto costa meno. Le debolezze del genere umano!
Avatar utente
Foto UtenteSjuanez
11,3k 5 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3502
Iscritto il: 18 mar 2015, 12:48

Prossimo

Torna a Fuori tema

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti