Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Ricerca personalizzata

Linea dati RS485 - Giunti e tipo di cavi

Telefonia, radio, TV, internet, reti locali...comandi a distanza

Moderatori: Foto UtenteDirtyDeeds, Foto Utentejordan20

0
voti

[1] Linea dati RS485 - Giunti e tipo di cavi

Messaggioda Foto UtenteEmanuele78 » 24 nov 2016, 14:51

Buongiorno a tutti,

perdonate le domande banali (non per me..).
Dovrei realizzare una linea dati RS485 tra diverse schede elettroniche (monitoraggio impianto fotovoltaico).
Il collegamento delle schede elettroniche è del tipo in serie e viene realizzato con entra esci di un cavo twistato e schermato (doppino). Le schede elettroniche risiedono all'interno dei quadri di campo.
Il manuale di prodotto mi consiglia di utilizzare un cavo Li2YCYv (TP) 2x2x0,5 mmq (significa che ci sono 4 fili, ovvero 2 coppie composte ognuna da due fili immagino..).

Quesiti:
1. Per risparmiare metri di cavo, vorrei realizzare il cablaggio in allegato, soluzione 1. Per poterlo fare però devo creare dei giunti.. è possibile realizzarli con dei semplici morsetti? o avrò problemi sul segnale?
2. Utilizzando più metri di cavo, la cosa più semplice sarebbe realizzare la soluzione 2.
Esistono cavi del tipo di cui sopra con un solo doppino? Ovvero Li2YCYv (TP) 1x2x0,5 mmq?

Grazie
PERCORSO CAVO BUS DATI.jpg
Avatar utente
Foto UtenteEmanuele78
132 1 2 8
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 471
Iscritto il: 15 mar 2010, 16:53

2
voti

[2] Re: Linea dati RS485 - Giunti e tipo di cavi

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 24 nov 2016, 16:03

Per i "giunti" non inventarti niente: quello che ti sembra funzionare oggi, domani sarà causa di chiamate per malfunzionamenti.
Le connessioni falle sui morsetti delle schede, controlla quello che le stesse prevedono (eventuali incompatibilità) e verifica la presenza/adozione delle resistenze di bilanciamento.
Per i cavi puoi verificare in rete, malgrado tu l'abbia chiesto qui, ma oltre al bipolare per supportare il segnale differenziale potrebbe rivelarsi utile (anche a posteriori) se non necessario un filo per il riferimento di zero (un riferimento comune).

Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
18,1k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5522
Iscritto il: 17 lug 2010, 17:42
Località: le 4 del mattino

1
voti

[3] Re: Linea dati RS485 - Giunti e tipo di cavi

Messaggioda Foto UtenteCarloCoriolano » 24 nov 2016, 19:47

Se le distanze tra i nodi sono notevoli, e tra conduttura e cavo il costo importante, puoi avere risparmio introducendo degli amplificatori di segnale da realizzare come giunzione a T. Senza però, non puoi fare le giunzioni a T.

Siccome in ogni caso la conduttura la devi fare, ed il cavo lo devi tirare, mi sembra inverosimile che ti costi molto utilizzare un doppio doppino, invece di uno solo.

Anzi, mi sembra indovinata la specifica del cavo indicato, che ti permette di fare entra-esci sui nodi senza T, od Y, dannosissime.

Negli impianti FV solitamente i baud rate in gioco sono ridicoli: 9600, 19200. Quindi non mi spaventerei di fare le giunzioni con qualunque tipo di morsetto. Al limite, invece di 32 nodi per ramo, riduci a 25 nodi, in modo da compensare le capacità parassite delle giunzioni. Però, solitamente si ha a che fare con meno nodi.
Il mondo è pieno di reti simili con devices interfacciati tramite connettori a vaschetta SUB-D, o RJ, o morsetti a molla e di qualunque altro genere, a dimostrazione che la rete è abbastanza robusta, soprattutto a bassa velocità. Più importante è la qualita del cavo e la presenza della terminazioni adeguate, che rimuovano l'energia riflessa. Il male peggiore di queste reti.
Avatar utente
Foto UtenteCarloCoriolano
1.428 3 4 7
---
 
Messaggi: 1043
Iscritto il: 24 mag 2016, 12:08

1
voti

[4] Re: Linea dati RS485 - Giunti e tipo di cavi

Messaggioda Foto UtentePiero Azzoni » 24 nov 2016, 20:49

la soluzione 1 è una schifezza e non funziona
                  Piero
Avatar utente
Foto UtentePiero Azzoni
21,6k 4 5 11
free expert
 
Messaggi: 10008
Iscritto il: 4 set 2007, 16:32
Località: Terra

1
voti

[5] Re: Linea dati RS485 - Giunti e tipo di cavi

Messaggioda Foto UtenteGabrieleb » 24 nov 2016, 21:06

Buona sera
Concordo con Piero Azzoni che la soluzione 1 potrebbe non funzionare.
Ma mi chiedo se il tratto di cavo che dall' ultima stazione ritorna al locale inverter è proprio necessario ?
In una 485 standard basterebbe terminare (intendo inserire le terminazioni) lì la rete.
Ho detto una stupidaggine ??

Gabriele
Avatar utente
Foto UtenteGabrieleb
110 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 111
Iscritto il: 22 ott 2009, 18:27

0
voti

[6] Re: Linea dati RS485 - Giunti e tipo di cavi

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 24 nov 2016, 21:29

Gabrieleb ha scritto:(...) Ho detto una stupidaggine ??
no, ma lo OP, a parte quei due disegni, immagino saprà con cosa ha a che fare e per quale motivo traccia quel percorso.

Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
18,1k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5522
Iscritto il: 17 lug 2010, 17:42
Località: le 4 del mattino

1
voti

[7] Re: Linea dati RS485 - Giunti e tipo di cavi

Messaggioda Foto UtentePiero Azzoni » 24 nov 2016, 21:31

la linea 485 se realizzata in rame funziona solo in struttura bus, il ring non funziona
a volte si posa la linea di comunicazione come se fosse un ring senza collegare una tratta che si rende disponibile per essere collegata in caso di danno di una delle tratte in servizio

ovvio che va terminata con resistenze in linea di massima tra i 100 e i 120 ohm, sarebbe bene verificare la corretta resistenza con l'oscilloscopio

la 485 ring può essere realizzata in fibra con l'avvertenza che la seriale del master deve essere una 485 4 fili (che non è la 422 !) e quella degli slave 2 fili

le derivazioni su una linea seriale, in particolare sulla 485 2 fili che è strutturalmente half dupllex sono deleterie perché creano echi tali da annullare il segnale base
quando sono indispensabili bisogna mettere un optoisolatore con lunghezza zero sul bus e terminare la derivazione opportunamente

i morsetti su una linea seriale sono dannosissimi, ci si collega SEMPRE direttamente sui morsetti del nodo !

in cavo di danno al cavo
- si taglia il cavo
- si sguaina per un piccolo tratto ribaltando lo schermo
- si predispone un tubo termoretraibile sui singoli conduttori e sulla guaina
- ci si organizza per rispettare il pasos della trefolatura
- si giunta i conduttori di testa, io uso la tecnica della crimpatura, qualcuno preferisce la saldatura
- si posiziona il tubetto termoretraibile sui singoli conduttori e ri retraggono
- si ricostruisce lo schermo e si collega elettricamente
- si isola con nastro lo schermo
- si posiziona la termoretraibile e si retrae
- ciò fatto solo per dare rigidità meccanica si mette grande quantità di nastro autoagglomerante, questo può anche essere posato ad minchiam ricordarsi dopo di scaldarlo almeno un poco

se si rispetta la procedura con cura anche all'oscilloscopio la rete appare integra

poi c'è qualcuno che fa le seriali con il 2x1,5, a magari al momento sembra pure che funzioni ......
                  Piero
Avatar utente
Foto UtentePiero Azzoni
21,6k 4 5 11
free expert
 
Messaggi: 10008
Iscritto il: 4 set 2007, 16:32
Località: Terra

0
voti

[8] Re: Linea dati RS485 - Giunti e tipo di cavi

Messaggioda Foto UtenteEmanuele78 » 25 nov 2016, 10:36

Gabrieleb ha scritto:Buona sera
Concordo con Piero Azzoni che la soluzione 1 potrebbe non funzionare.
Ma mi chiedo se il tratto di cavo che dall' ultima stazione ritorna al locale inverter è proprio necessario ?
In una 485 standard basterebbe terminare (intendo inserire le terminazioni) lì la rete.
Ho detto una stupidaggine ??
Gabriele


No, hai ragione, è un mio errore, lo schema corretto è il seguente.
Ho inserito anche una spiegazione (schema "multifilare") di cosa intendevo come caso 1.
Era un tentativo di risparmiare qualche centinaio di metri di cavo (invece di utilizzare sempre 2x2x0,5, avrei utilizzato un 1x2x0,5 nei tratti dove non mi serve il doppio doppino).

Lo schema postato è semplificativo del mio caso, in realtà ho una decina di nodi e in tutto la distanza tra i vari nodi è di circa 800 metri.
Mi sembra di capire che quindi la soluzione migliore e più semplice (in modo di non fare giunti) è quella di posare sempre 1x2x0,5 mmq.

Grazie a tutti per i Vs contributi!
Allegati
schema rev.1.jpg
Avatar utente
Foto UtenteEmanuele78
132 1 2 8
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 471
Iscritto il: 15 mar 2010, 16:53

0
voti

[9] Re: Linea dati RS485 - Giunti e tipo di cavi

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 25 nov 2016, 12:46

Emanuele78 ha scritto:(...) la soluzione migliore e più semplice (in modo di non fare giunti) è quella di posare sempre 1x2x0,5 mmq.(...)
per me no, però se si riduce a scelta consapevole, basta sapere quel che si fa.

Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
18,1k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5522
Iscritto il: 17 lug 2010, 17:42
Località: le 4 del mattino

0
voti

[10] Re: Linea dati RS485 - Giunti e tipo di cavi

Messaggioda Foto UtenteEmanuele78 » 25 nov 2016, 14:30

Perdona se insisto..quindi quale scelta suggeriresti, visto che la mia soluzione 1 sembrerebbe non andare bene?
Ultima modifica di Foto Utenteadmin il 25 nov 2016, 23:46, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: eliminata inutile citazione integrale del messaggio che precede
Avatar utente
Foto UtenteEmanuele78
132 1 2 8
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 471
Iscritto il: 15 mar 2010, 16:53

Prossimo

Torna a Telecomunicazioni

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti