Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Ricerca personalizzata

Verifica sbarra secondaria - trasformatori in parallelo

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto UtenteMASSIMO-G

0
voti

[11] Re: Verifica sbarra secondaria - trasformatori in parallelo

Messaggioda Foto UtenteEmanuele78 » 7 lug 2017, 14:00

JAndrea ha scritto:A me è sempre stato raccontato che pur nonostante il rispetto delle tre regole fondamentali (Vcc% - Indice orario - rapporto di trasformazione), il parallelo permanente è poco consigliato, perché si può avere corrente di circolazione o iniqua ripartizione del carico lo stesso.


Grazie per la tua osservazione, rispondo a te per rispondere a tutti.. Approfondendo, sulle guide blu di Tutto Norme, c'è un paragrafo che parla di casi tipo quello in esame.
Grazie comunque del tuo contributo!
Ciao
Avatar utente
Foto UtenteEmanuele78
132 1 2 8
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 471
Iscritto il: 15 mar 2010, 16:53

0
voti

[12] Re: Verifica sbarra secondaria - trasformatori in parallelo

Messaggioda Foto UtenteEmanuele78 » 7 lug 2017, 14:02

StefanoSunda ha scritto:La corrente nominale dei trafo:

I=\frac{S}{\sqrt{3}.U}=\frac{400^3}{\sqrt{3}.400}=577 A Corrente nom. Trafo 1

I=\frac{S}{\sqrt{3}.U}=\frac{800^{3}}{\sqrt{3}.400}=1154 ACorrente nom. Trafo 2


TRAFO 1 = 400 kVA
TRAFO 2 = 800 kVA

Carico di rete = 800 kVA trafo 2 + il 40% del trafo 1 = 960 kVA.
Il trafo 2 si prenderà 800 kVA e il trafo 1 si prenderà = 160 kVA.

I=\frac{S}{\sqrt{3}.U}=\frac{960^3}{\sqrt{3}.400}=1385 A Corrente del carico.


Il tuo ragionamento mi è chiaro ma, non stai trascurando lo sfasamento introdotto dal trafo stesso (Dyn11)?
Oppure sbaglio io a tenerne conto?
Grazie!
Avatar utente
Foto UtenteEmanuele78
132 1 2 8
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 471
Iscritto il: 15 mar 2010, 16:53

0
voti

[13] Re: Verifica sbarra secondaria - trasformatori in parallelo

Messaggioda Foto UtentePoirot » 7 lug 2017, 15:08

MASSIMO-G ha scritto:Se i due trafo hanno costruttori diversi , anche se le caratteristiche sono uguali e adatte al parallelo, meglio lasciare perdere


Intendi anche se hanno la stessa potenza?
Avatar utente
Foto UtentePoirot
2.579 1 3 5
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 846
Iscritto il: 1 ott 2008, 14:08

2
voti

[14] Re: Verifica sbarra secondaria - trasformatori in parallelo

Messaggioda Foto UtenteMASSIMO-G » 7 lug 2017, 15:49

Se i trafo di due costruttori diversi hanno potenze differenti sicuramente, ma avrei dei dubbi anche se di potenza uguale. I trasformatori di costruttori diversi non sono mai perfettamente uguali nonostante i bollettini di prova. Per metterli in parallelo è sempre meglio che li abbia costruiti la stessa azienda
Avatar utente
Foto UtenteMASSIMO-G
11,1k 6 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2435
Iscritto il: 20 set 2004, 7:31
Località: PIACENZA

1
voti

[15] Re: Verifica sbarra secondaria - trasformatori in parallelo

Messaggioda Foto UtenteStefanoSunda » 8 lug 2017, 10:58

1. La corrente nominale sul secondario sarà pari a 1200 kVA / ( 1.73 x 400 x 0.866) = 2'000 A ?

Se il cos f 0,86 è dato dal carico il calcolo va bene; ma non sembra:

Essendo cos (30°) = 0,866 (Dyn11 ovvero sfasamento di 30°)

Il cos f 0,86 ricavato da sfasamento angolare di 30° è sbagliato. Se vuoi conoscere la corrente nominale del trasformatore e come ho descritto sul mio post 6.

Non ho mai avuto due trafi di Potenza per fare la prova, ma chi mi presentava queste considerazioni era una persona con esperienza. E ve ne chiedo conferma.

Di solito un’azienda non compra a scatola chiusa perché ha i suoi tecnici con strumentazione adeguata che verificano, specialmente nei nuovi impianti è, il fornitore stesso che dimostra al cliente che i dati rilevati con i loro strumenti rispecchiano le targhe dei trasformatori; questo è accaduto a un collaudo, perché il fornitore aveva interesse a tenersi buono il cliente; con la fornitura di una trentina di trasformatori, e i tecnici dell’azienda (cliente) solo per controllare, se i dati tornavano.

Nel nostro caso di emanuele78, è chiaro che al collaudo ci debba essere un tecnico capace, e con strumentazione adatta per controllare se i trasformatori possono essere connessi in parallelo senza che ci siano dannose correnti di circolazione.
Avatar utente
Foto UtenteStefanoSunda
1.854 3 6 9
Master
Master
 
Messaggi: 1346
Iscritto il: 16 set 2010, 18:29

0
voti

[16] Re: Verifica sbarra secondaria - trasformatori in parallelo

Messaggioda Foto UtenteEmanuele78 » 10 lug 2017, 14:13

StefanoSunda ha scritto:
1. La corrente nominale sul secondario sarà pari a 1200 kVA / ( 1.73 x 400 x 0.866) = 2'000 A ?

Se il cos f 0,86 è dato dal carico il calcolo va bene; ma non sembra:

Essendo cos (30°) = 0,866 (Dyn11 ovvero sfasamento di 30°)

Il cos f 0,86 ricavato da sfasamento angolare di 30° è sbagliato. Se vuoi conoscere la corrente nominale del trasformatore e come ho descritto sul mio post 6.

.


Il cosfi 0,86 è dato dal trasformatore Dny11, scusa se insisto ma vorrei capire, perché è sbagliato?
Il rifasamento avviene a valle della barra secondaria e pertanto sulla barra sarà presente quello sfasamento.
Ancora grazie per i tuoi preziosi interventi, ciao
Avatar utente
Foto UtenteEmanuele78
132 1 2 8
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 471
Iscritto il: 15 mar 2010, 16:53

0
voti

[17] Re: Verifica sbarra secondaria - trasformatori in parallelo

Messaggioda Foto UtenteStefanoSunda » 10 lug 2017, 17:48

Premessa la verifica che i due trasformatori abbiano le stesse caratteristiche (stessa Ucc=6%, entrambi con collegamento Dyn11, stesse tensioni prim./sec. 15000/400) per verificare se posso collegare le barre SECONDARIE esistenti, è corretto dire che:

Io ho capito che i dati di targa dei trafo sono uguali, però diversi in potenza. Oppure non è così e lo vuoi accertare se i dati sono giusti?
Avatar utente
Foto UtenteStefanoSunda
1.854 3 6 9
Master
Master
 
Messaggi: 1346
Iscritto il: 16 set 2010, 18:29

1
voti

[18] Re: Verifica sbarra secondaria - trasformatori in parallelo

Messaggioda Foto Utenteblusol » 11 lug 2017, 10:10

Qualcuno ha maggiori dettagli sul motivo per il quale è sconsigliato mettere in parallelo trasformatori di costruttori diversi?

Foto UtenteEmanuele78 stai facendo una confusione clamorosa, il trasformatore introduce uno sfasamento tra le tensioni al primario e quelle al secondario per motivi costruttivi e questo è indicato nel gruppo orario ma questo non impatta sul carico.
Supponendo di avere un carico puramente attivo al secondario del trasformatore, al primario del trasformatore tu troverei un assorbimento pari a questo carico puramente attivo più le perdite nel trasformatore che sono sia attive che reattive.
Avatar utente
Foto Utenteblusol
415 1 4
CRU - Account cancellato su Richiesta utente
 
Messaggi: 410
Iscritto il: 21 lug 2005, 16:02

0
voti

[19] Re: Verifica sbarra secondaria - trasformatori in parallelo

Messaggioda Foto UtenteEmanuele78 » 11 lug 2017, 11:29

blusol ha scritto:
Foto UtenteEmanuele78 stai facendo una confusione clamorosa, il trasformatore introduce uno sfasamento tra le tensioni al primario e quelle al secondario per motivi costruttivi e questo è indicato nel gruppo orario ma questo non impatta sul carico.
Supponendo di avere un carico puramente attivo al secondario del trasformatore, al primario del trasformatore tu troverei un assorbimento pari a questo carico puramente attivo più le perdite nel trasformatore che sono sia attive che reattive.


Ah ok, perdona l'ignoranza.. pensavo fosse uno sfasamento introdotto sul secondario.. :oops:

Grazie per il chiarimento!
Avatar utente
Foto UtenteEmanuele78
132 1 2 8
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 471
Iscritto il: 15 mar 2010, 16:53

0
voti

[20] Re: Verifica sbarra secondaria - trasformatori in parallelo

Messaggioda Foto UtenteEmanuele78 » 11 lug 2017, 11:31

StefanoSunda ha scritto:
Premessa la verifica che i due trasformatori abbiano le stesse caratteristiche (stessa Ucc=6%, entrambi con collegamento Dyn11, stesse tensioni prim./sec. 15000/400) per verificare se posso collegare le barre SECONDARIE esistenti, è corretto dire che:

Io ho capito che i dati di targa dei trafo sono uguali, però diversi in potenza. Oppure non è così e lo vuoi accertare se i dati sono giusti?


Hai capito bene, i dati di targa dei trafo sono uguali e diversi in potenza.
Purtroppo i produttori dei trasformatori non sono i medesimi e una delle due ditte produttrici ha chiuso.

Grazie ancora!
Avatar utente
Foto UtenteEmanuele78
132 1 2 8
Stabilizzato
Stabilizzato
 
Messaggi: 471
Iscritto il: 15 mar 2010, 16:53

PrecedenteProssimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 13 ospiti