Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Ricerca personalizzata

Differenziale alla base del montante

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto UtenteMASSIMO-G

0
voti

[21] Re: Differenziale alla base del montante

Messaggioda Foto UtenteMike » 28 ago 2017, 8:41

I condomini in effetti sono una cosa particolare, condividono lo stesso impianto di terra e la loro sicurezza è interdipendente dalla efficacia dei rispettivi differenziali. Probabilmente a livello statistico non c'è una casistica tale da ritenere necessario installare un differenziale di rincalzo alla base di ogni montante.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
Avatar utente
Foto UtenteMike
46,6k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 13382
Iscritto il: 1 ott 2004, 17:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[22] Re: Differenziale alla base del montante

Messaggioda Foto Utente6367 » 28 ago 2017, 10:25

atomorama ha scritto:Sotto i 300 mA non scattano (prove fatte venerdì)


Non so come tu abbia fatto queste prove ma a 300 mA deve scattare (altrimenti è guasto).

Difficile che intervenga a 300 mA e non a 299 mA.
Normalmente vengono tarati attorno a 200-250 mA.
Avatar utente
Foto Utente6367
14,8k 5 8 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5198
Iscritto il: 8 set 2005, 23:00

0
voti

[23] Re: Differenziale alla base del montante

Messaggioda Foto Utenteatomorama » 28 ago 2017, 11:46

6367 ha scritto:
atomorama ha scritto:Sotto i 300 mA non scattano (prove fatte venerdì)


Non so come tu abbia fatto queste prove ma a 300 mA deve scattare (altrimenti è guasto).

Difficile che intervenga a 300 mA e non a 299 mA.
Normalmente vengono tarati attorno a 200-250 mA.


Mi son spiegato male, chiaro che vicino alla soglia scatta.

Se ho una corrente di 30 mA no invece.
Avatar utente
Foto Utenteatomorama
565 1 3 7
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 764
Iscritto il: 1 gen 2015, 16:04

0
voti

[24] Re: Differenziale alla base del montante

Messaggioda Foto Utenteelettro » 28 ago 2017, 14:59

Riguarso il mio intervento e la mia somma sorpresa nel constatare l'azione congiunta di due differenziali in configurazione verticale con tipo S ed istantaneo, mi dedicai alla presa visione di alcuni documenti, tra cui questa curva che posto.
C'e' una zona di corrente di dispersione che è praticamente sovrapponibile tra i due modelli, di fatto ho constatato di persona questa facoltà statisticamente limitata ma probabile.
Allegati
diff_curve_selettivita.gif
Curve a confronto
Avatar utente
Foto Utenteelettro
803 3 5 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 2710
Iscritto il: 9 mar 2005, 18:23

1
voti

[25] Re: Differenziale alla base del montante

Messaggioda Foto Utenteattilio » 28 ago 2017, 17:17

elettro ha scritto:C'e' una zona di corrente di dispersione che è praticamente sovrapponibile tra i due modelli, di fatto ho constatato di persona questa facoltà statisticamente limitata ma probabile.

cioè dove? io non la vedo

hai avuto modo di testare il tempi di intervento di entrambi i differenziali a diversi valori di Id?
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
55,4k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 8288
Iscritto il: 21 gen 2007, 13:34

2
voti

[26] Re: Differenziale alla base del montante

Messaggioda Foto UtentePiero Azzoni » 28 ago 2017, 18:41

Foto Utenteelettro ha scritto:C'e' una zona di corrente di dispersione che è praticamente sovrapponibile tra i due modelli, di fatto ho constatato di persona questa facoltà statisticamente limitata ma probabile.
se avessi detto solo a parole che "la curva è sovrapponibile" tanti avrebbero avanzato seri dubbi, se ne sarebbe potuto parlare per svariati messaggi

ma hai pubblicato la curva !!!
per cui tutti hanno acquisito la certezza del contrario senza il minimo dubbio
Avatar utente
Foto UtentePiero Azzoni
21,4k 4 5 11
free expert
 
Messaggi: 9905
Iscritto il: 4 set 2007, 16:32
Località: Terra

0
voti

[27] Re: Differenziale alla base del montante

Messaggioda Foto Utenteelettro » 30 ago 2017, 9:42

Allora, le curve sono quasi coincidenti, a casa ne ho due di questi differenziali - uno per ogni unità immobiliare.
Ho provato anche a scambiarli, stesso risultato, sono Abb.
Non ho lo strumento per eseguire il test, ovvio - altrimenti eseguivo una verifica.
Mi apre ovvio, che trovare un componente che rispetta al millisecondo la curva di intervento, è solo una questione statisctica.
In pratica - se la corrente di dispersione istantanea è di 300mA vi è lo scatto ritardato a 150mS, ma se la corrente di soglia è poco superiore a 40mA, le cose cambiano.
Anche con un semplice strumento di prova a selettore e resistori 1% - si può verificare che differenziali della stesso valore, possono avere valori di intervento differenti, ma la normativa prevede delle tolleranze.
Se fossero tutti tarati con imperativo al mA e al mSec, i prezzi sarebbero ben diversi.
Avatar utente
Foto Utenteelettro
803 3 5 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 2710
Iscritto il: 9 mar 2005, 18:23

0
voti

[28] Re: Differenziale alla base del montante

Messaggioda Foto Utenteattilio » 30 ago 2017, 10:59

elettro ha scritto:le curve sono quasi coincidenti

ma dove??? ?%

elettro ha scritto:Mi apre ovvio, che trovare un componente che rispetta al millisecondo la curva di intervento, è solo una questione statisctica

non devono rispettare il millisecondo
non è statistica

un differenziale istantaneo [funzionante] ha un tempo massimo di intervento in funzione della sua Idn e della corrente differenziale di guasto a terra

un differenziale selettivo [funzionante] ha un tempo massimo di intervento in funzione della sua Idn e della corrente differenziale di guasto a terra, ma ha anche un tempo minimo di non intervento che è superiore al tempo di intervento massimo (ammesso) di un istantaneo

ovviamente per ottenere selettività "certa" è necessario che oltre al ritardo intenzionale anche la Idn del selettivo sia superiore a quella dell'istantaneo (almeno tre volte la stessa di solito)

se fosse una questione random di millisecondo in più o in meno, l'uso dei selettivi sarebbe del tutto aleatorio... invece [fortunatamente] non è così!

uno o entrambi i tuoi differenziali hanno dei problemi

se poi non hai lo strumento per eseguire la prova, devo pensare che la tua "verifica" è stata fatta mettendo brutalmente a terra una fase... sicuro non sia intervenuto la magnetica?
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
55,4k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 8288
Iscritto il: 21 gen 2007, 13:34

1
voti

[29] Re: Differenziale alla base del montante

Messaggioda Foto Utente6367 » 30 ago 2017, 11:03

elettro ha scritto:In pratica - se la corrente di dispersione istantanea è di 300mA vi è lo scatto ritardato a 150mS, ma se la corrente di soglia è poco superiore a 40mA, le cose cambiano.


Scusa, se la dispersion supera di poco 40 mA il selettivo da 300 mA sta impassibile.
Avatar utente
Foto Utente6367
14,8k 5 8 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5198
Iscritto il: 8 set 2005, 23:00

0
voti

[30] Re: Differenziale alla base del montante

Messaggioda Foto Utenteattilio » 30 ago 2017, 11:06

Foto Utenteelettro ha scritto:[..] ma se la corrente di soglia è poco superiore a 40mA, le cose cambiano.


Foto Utente6367 ha scritto:Scusa, se la dispersione supera di poco 40 mA il selettivo da 300 mA sta impassibile.


mi viene il dubbio che abbia scambiato ascisse e ordinate :roll:
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
55,4k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 8288
Iscritto il: 21 gen 2007, 13:34

PrecedenteProssimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 21 ospiti