Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Ricerca personalizzata

Cavo comando emergenza

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto UtenteMASSIMO-G

0
voti

[11] Re: Cavo comando emergenza

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 2 set 2017, 14:12

Mike ha scritto:penso che resistere al fuoco sia ben più gravoso per gli isolamenti rispetto ai getti d'acqua.

Sì certo, io vedo il problema in caso di incendio quando devono intervenire i pompieri con gli idranti: sul cavo già sollecitato dall'incendio si interviene con il getto d'acqua, penso che non sia garantito l'isolamento e che ci potrebbero essere dei teorici problemi di sicurezza per chi interviene.
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
4.307 2 3 6
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1394
Iscritto il: 10 dic 2014, 19:16

0
voti

[12] Re: Cavo comando emergenza

Messaggioda Foto UtentePiero Azzoni » 2 set 2017, 14:17

Foto UtenteGoofy ha scritto: sul cavo già sollecitato dall'incendio si interviene con il getto d'acqua, penso che non sia garantito l'isolamento e che ci potrebbero essere dei teorici problemi di sicurezza per chi interviene.
non dimenticare peò che non stiamo parlando di un cavo di potenza, magari pure con una corrente di guasto a terra elevata
stiamo parlando di un cavo di sgancio, nell'eventualità che vada verso terra i possibili danni e grave riduzione delle condizioni di sicurezza sono oggettivamenti limitati

pensa ad una lancia dei pompieri che inondi un'area e oltre ammassi immensi di metallo più o meno (siamo in condizioni limite) connesse a terra collega più o meno il cavo stesso a terra, magari mettendolo anche in cto/cto

conosciamo situazioni di rischio enormemente più grandi
Avatar utente
Foto UtentePiero Azzoni
21,4k 4 5 11
free expert
 
Messaggi: 9914
Iscritto il: 4 set 2007, 16:32
Località: Terra

0
voti

[13] Re: Cavo comando emergenza

Messaggioda Foto Utentealphabit » 2 set 2017, 14:26

Pero' se cosi fosse, cioé fosse pericoloso per i pompieri il cavo resistente al fuoco sarebbe una pessima soluzione impiantistica forse non ammessa dalle norme. Immaginiamo un incendio in un compartimento dove passano circuiti di sicurezza di un altro compartimento si dovrebbe scegliere se spegnere l incendio e quindi disattivare l alimentazione di sicurezza (magari di una sala operatoria) oppure lasciare bruciare il compartimento per non disattivare il circuito di sicurezza....un po assurdo direi...non trovate?
Avatar utente
Foto Utentealphabit
395 2 3 5
Expert
Expert
 
Messaggi: 704
Iscritto il: 20 mar 2007, 5:52
Località: Milano

0
voti

[14] Re: Cavo comando emergenza

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 3 set 2017, 7:41

Piero Azzoni ha scritto:non stiamo parlando di un cavo di potenza


Piero scusa con la pubblicazione differita dei tuoi post il botta e risposta si è un po' ingarbugliato.
Mi sembra che alphabit parlasse in generale, comprendendo anche i cavi di potenza, non solo quello di comando dello sgancio.

Chiaramente il cavo di sgancio basta che resista ... fino allo sgancio, poi i pompieri entrano e non c'è più niente in tensione.
Il problema, teorico, ci sarebbe per i cavi di energia che attraversassero un comparto e non venissero sganciati.
Il differenziale a monte risolve il problema di sicurezza per l'intervento dei pompieri ma aggrava quello della continuità di servizio per l'utenza di sicurezza a valle.

In sintesi: maledizione a chi ha pensato di non far girare fuori dalle balle i cavi ma fargli attraversare il comparto.
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
4.307 2 3 6
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1394
Iscritto il: 10 dic 2014, 19:16

0
voti

[15] Re: Cavo comando emergenza

Messaggioda Foto UtentePiero Azzoni » 3 set 2017, 8:12

hai ragione la collocazione del mio messaggio appare strana

hai pure ragione sulla considerazione sui cavi di potenza, io ero rimasto al quesito base

è chiaro che la norma dice che "devono resistere" ma una volta di più si dimostra che la buona ingegneria è sempre e comunque più importante delle norme stesse
se io uso un cavo resistente al fuoco ma lo poso passando attraverso varie aree che possono essere soggette all'incendio non ho fatto un buon lavoro
se al controrio in sede di ingegneria HO PRETESO dai colleghi civili che realizzassero pozzi e cavedi riversati solo a scopo di volume tecnico per cui "in linea di massima" esenti dal problema del fuoco per la semplice ragione che lì nulla brucia ho fatti un ottimo lavoro
purtroppo sai meglio di ma che esistono cattivi progettisti che pensano che basta seguire le norme e si è fatto un buono lavoro
" poso il cavo dove cazzo mi pare, TANTO RESISTE AL FUOCO "
OVVIO che la mia considerazione si moltiplica in termini di importanza quando il problema non è la posa di un "semplice" cavo di sgancio ma un cavo che alimenta l'area <3e> che deve essere alimentata dalla cabina 4 anche se ciò che gli sta intorno brucia
ma a quel punto io chiederei al pirla che l'ha rogettata perché non è passato altrove
- magari si poteva girare sul cortile, magari con un cavo direttamente interrato saltando le are <3a>, e <3c> che nulla hanno a che spartire con l'area critica, non valeva la pena di "risparmiare" 30 metri di linea
- magari si poteva alimentare dall'altre cabina che era ad analoga distanza operfino più lontano ma non introduceva rischi aggiuntivi
- magari si poteva, spesso l'ho fatto, dire al collega civile : "ha dimanticato il corridoio riservato con parati ad alta resistenza al fuoco PER ME, io l'ho messo e se lo ritogli mi incazzo"

insomma l'ingegneria è qualcosa di multidisciplinare, se ti ritiri a fare l'elettrotecnico puro e te ne freghi del resto non sei un progettista
pensa, se "giovanni" fosse meno bravo di "marco" e dimensionare i cavi e qualche volta "cannasse" di un size una linea si avrebbero line meno ottimizzate, ma il danno sarebbe irrilevante
ma di contro se ha la capacità di vedere ANCHE ciò che non sta nell'elettrotecnica ma nella pianta, nella struttura, nella logica della cose come progettista è migliore comunque
e questa la ragione che mi porta a volte ad incazzarmi, anche su questo sito, quando vedo i precisini che spaccano il capello in quattro su particolari che somigliano più a formalità che a contenuti dimanticando GIA' PERFINO NELLA LORO STESSA DESCRIZIONE, di considerare l'intorno

spero di essere stato chiaro e di non ver offeso nessuno giacchè a nessuno in particolare dei presenti questa considerazione è didicata
Avatar utente
Foto UtentePiero Azzoni
21,4k 4 5 11
free expert
 
Messaggi: 9914
Iscritto il: 4 set 2007, 16:32
Località: Terra

Precedente

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 13 ospiti