Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Ricerca personalizzata

Ma il problema sono gli evasori o i parassiti?

Topic show: società, politica, economia, filosofia, arte, scienze ecc.

Moderatore: Foto Utenteadmin

1
voti

[21] Re: Ma il problema sono gli evasori o i parassiti?

Messaggioda Foto UtenteMike » 13 set 2017, 13:19

WALTERmwp ha scritto:Io sono anche ignorante ma a me pare che nell'articolo dell'autore citato in [1] ci siano un sacco di banalità.
Non che sia rilevante e non vuol nemmeno essere allusivo, ma la sua cattedra è d'una Università Statale ?

Quando non si è in grado di demolire le idee si attaccano gli autori denigrandoli in maniera tale da neutralizzare anche le idee o peggio si attaccano gli autori sul piano personale o per la loro appartenenza politica, sociale, religiosa, ecc. Oppure si contestano la mancanza delle competenze, dei titoli accademici, del CV, ecc. Questa è una modalità molto usata da Goebells e comunque utilizzata da tutti i regimi, anche quelli democratici.
Se un'idea è valida, lo è indipendentemente dall'autore.

Comunque questo è il CV del prof. Carlo Lottieri
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
Avatar utente
Foto UtenteMike
46,7k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 13401
Iscritto il: 1 ott 2004, 17:25
Località: Conegliano (TV)

2
voti

[22] Re: Ma il problema sono gli evasori o i parassiti?

Messaggioda Foto UtentePiercarlo » 13 set 2017, 13:55

Mah, a furia di prendersela con i "parassiti" ci si dimentica che questi sono praticamente tutti il prodotto di un voto di scambio, legale o illegale che sia. E il sistema, in Italia, è applicato da sempre: ne è sintomo anche il fatto che, dagli italiani in genere (come popolo, non come singoli individui), l'amicizia stessa ha senso solo se "è utile": e si comincia dal basso e dal poco: "Hai una sorella? No? Allora ciao, stammi bene" (con lo "stammi bene" puramente opzionale).

Con un intero popolo che ragiona in gran parte secondo direttrici piattamente opportunistiche ogni dieci minuti su cinque, senza alle volte nemmeno essere capaci per gli altri almeno dell'empatia di cui è capace un gatto, che cosa volete che ci sia da aspettarsi quando entra in ballo la politica? Quando un imputato di corruzione (e tale perché denunciato da chi aveva tentato di corrompere, eccezione ormai rara) ebbe a dichiarare in un'intervista: "Mah, non capisco. Chi gliel'ha fatto fare? Cosa gli costava lasciarsi corrompere? Lo fanno tutti!", come si fa a pensare che, da un tal brodo "culturale" che imperversa in ogni angolo dell'Italia, possa venir fuori qualcosa di diverso da quello che poi viene effettivamente fuori? In un paese in cui vengono presi per "normali" capifamiglia che non hanno nessun pudore a vendere la o le figlie al primo potente pieno di soldi (e magari pure dell'età per fargli da nonno!), cosa credete che sia possibile aspettarsi?
Avatar utente
Foto UtentePiercarlo
19,3k 5 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5192
Iscritto il: 30 mar 2010, 18:23
Località: Milano

2
voti

[23] Re: Ma il problema sono gli evasori o i parassiti?

Messaggioda Foto Utentemir » 13 set 2017, 16:22

Mike ha scritto:I parassiti possono essere anche dei politici, i politici sono di sicuro dei parassiti.

Particolarmente quelli che della politica ne han fatto una professione ragion di vita sopravvivenza.
I circuiti sono controcorrente. Seguono sempre la massa
Avatar utente
Foto Utentemir
52,7k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 18983
Iscritto il: 19 ago 2004, 20:10

2
voti

[24] Re: Ma il problema sono gli evasori o i parassiti?

Messaggioda Foto Utentemir » 13 set 2017, 16:27

WALTERmwp ha scritto:purtroppo ci sono davvero molti riscontri, a tutti i livelli, a partire dalla rappresentanza locale per arrivare a quella nazionale (anche se vale sempre il detto del rumore della pianta che cade ...).
Però, a mio parere, come al solito, le generalizzazioni sono "pericolose"...

In questo caso,anche volendo non si può generalizzare, perché come anche te hai scritto, gli eventi forniscono riscontri chiari e netti di cosa sia stata capace di produrre la classe politica sino ad oggi: i loro interessi.
I circuiti sono controcorrente. Seguono sempre la massa
Avatar utente
Foto Utentemir
52,7k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 18983
Iscritto il: 19 ago 2004, 20:10

1
voti

[25] Re: Ma il problema sono gli evasori o i parassiti?

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 13 set 2017, 20:21

Mike ha scritto:Quando non si è in grado di demolire le idee si attaccano gli autori denigrandoli (...)
@Mike, non ci ho trovato nulla di granitico e non avverto la necessità di replicare puntualmente ad uno scritto di Lottieri da te proposto.
Anche fosse stato scritto da un Sartori, non è l'autore che mi porta a considerare l'articolo, lo commento per quello che trovo scritto, per quanto arrivo a comprendere.
Quando hai pubblicato il post l'ho letto ma, col senno di poi, me lo sarei potuto risparmiare: ha più il tono della propaganda.

Su passaggi di questo tipo ...
Mike ha scritto:(...) Sul piano storico-giuridico è interessante rilevare come la modernità abbia rovesciato i
principi morali tradizionali, che in linea di massima consideravano un sopruso le pretese dello sceriffo di Sherwood, e non già la resistenza popolare dei servi di fronte ai signori (...)
cosa vuoi che ti scriva ?
Se lui le cose le vede così e te le propone come se lo fossero mi pare manchi un pezzo dell'analisi: uno sguardo alla storia del paese, ciò che fa del paese quello che è.
La stessa "svista" contenuta nella citazioni di Milton Friedman che lui stesso cita.

Saluti
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
18,0k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5468
Iscritto il: 17 lug 2010, 17:42
Località: le 4 del mattino

3
voti

[26] Re: Ma il problema sono gli evasori o i parassiti?

Messaggioda Foto UtenteMike » 16 set 2017, 13:39

1. "La strada dove abita il governatore della Campania Vincenzo De Luca è un senso unico. Eppure sotto al divieto d’accesso c’è un avviso: «Eccetto forze di polizia», in virtù del quale la vettura di servizio di De Luca, condotta da un vigile urbano, può accedere evitando di fare un lungo giro dell’isolato" (Corriere della sera).
2. "La regola che impedisce di rubare, derivando dal principio di non aggressione, è a senso unico. Eppure sotto al divieto di rubare c'è un avviso: «Eccetto lo stato» in virtù del quale le agenzie statali, mediante apposite 'forze dell'ordine', posso appropriarsi di risorse altrui evitando la lunga e incerta trafila del chiedere un contributo volontario" (Giovanni Birindelli)
3. Le ragioni per cui le persone incapaci di pensiero autonomo nell'ambito delle scienze sociali (cioè la quasi totalità) si scandalizzano per quanto descritto al punto 1 (che ha comportato 5 giorni di prognosi per una ragazza investita) ma non si scandalizzano affatto per quanto descritto al punto 2 (che produce morte, distruzione, ansia, declino economico e danni su una scala talmente grande da non essere quantificabile), sono in buona parte spiegate nel capitolo 6 ("La psicologia dell'autorità") del libro di Michael Huemer "Il problema dell'autorità politica". (È un capitolo a parte che può essere letto anche indipendentemente dal libro).
http://www.libreriadelponte.com/
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
Avatar utente
Foto UtenteMike
46,7k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 13401
Iscritto il: 1 ott 2004, 17:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[27] Re: Ma il problema sono gli evasori o i parassiti?

Messaggioda Foto UtentePiercarlo » 16 set 2017, 13:51

Mike ha scritto:....3. Le ragioni per cui le persone incapaci di pensiero autonomo nell'ambito delle scienze sociali (cioè la quasi totalità) si scandalizzano per quanto descritto al punto 1 (che ha comportato 5 giorni di prognosi per una ragazza investita) ma non si scandalizzano affatto per quanto descritto al punto 2 (che produce morte, distruzione, ansia, declino economico e danni su una scala talmente grande da non essere quantificabile)...


L'investimento di una persona da parte di un veicolo è un fatto, il produrre da parte di uno Stato tutto quel po' po' di catastrofi che gli attribuisci è solo una tua opinione. I due fatti non sono confrontabili soprattutto perché il secondo fatto non è un fatto quanto il primo (uno Stato, di per sé, è SOLTANTO uno Stato che può anche non produrre un bel nulla).

Cerchiamo di non barare, grazie! :D
Avatar utente
Foto UtentePiercarlo
19,3k 5 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5192
Iscritto il: 30 mar 2010, 18:23
Località: Milano

1
voti

[28] Re: Ma il problema sono gli evasori o i parassiti?

Messaggioda Foto UtenteMike » 16 set 2017, 14:11

C'è chi guarda il dito e chi la luna.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
Avatar utente
Foto UtenteMike
46,7k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 13401
Iscritto il: 1 ott 2004, 17:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[29] Re: Ma il problema sono gli evasori o i parassiti?

Messaggioda Foto UtentePiercarlo » 16 set 2017, 14:51

Sarà pure che mi guardo solo il dito... Ma lo preferisco al guardare sulla Luna cose che sulla Luna semplicemente non ci sono. Forse sull'altra faccia ci sono ma hai voglia a vederle senza farti un bel viaggetto fin là! ;-)
Avatar utente
Foto UtentePiercarlo
19,3k 5 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5192
Iscritto il: 30 mar 2010, 18:23
Località: Milano

0
voti

[30] Re: Ma il problema sono gli evasori o i parassiti?

Messaggioda Foto Utentemir » 16 set 2017, 15:06

Piercarlo ha scritto:il produrre da parte di uno Stato tutto quel po' po' di catastrofi che gli attribuisci è solo una tua opinione

Dipende.Se dall'osservazione della Luna si passa all'osservazione della Terra, si possono notare delle realtà (Sanità,Istruzione,Sicurezza,Lavoro) che nella loro concretezza sono soggette a determinate impostazioni che la classe dirigente del paese (terzo elemento insieme al territorio ed ai cittadini che realizzano lo stato) partorisce attraverso le funzioni legislative.Pertanto più che di opinione si potrebbe anche considerare, stato di fatto. ;-)
Piercarlo ha scritto:è SOLTANTO uno Stato che può anche non produrre un bel nulla

Questo può essere uno stato di fatto. ;-)
Piercarlo ha scritto:Cerchiamo di non barare, grazie!

C'è poco da barare,purtroppo.
I circuiti sono controcorrente. Seguono sempre la massa
Avatar utente
Foto Utentemir
52,7k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 18983
Iscritto il: 19 ago 2004, 20:10

PrecedenteProssimo

Torna a Fuori tema

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti