Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Ricerca personalizzata

relazione rischi fulminazione

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto UtenteMASSIMO-G

0
voti

[1] relazione rischi fulminazione

Messaggioda Foto Utentedavidex1914 » 5 ott 2017, 10:25

Salve, devo valutare il rischio fulminazione di una attività di estetica sita al piano terra di un fabbricato multipiano condominiale, edificato in adicaenza ad altri, sono tutti contigui, all'apparenza, senza l'esistenza di giunti tecnnici, e ho molti dubbi riguardo le richieste di informazioni del software Zeus di TNE che utilizzo allo scopo.

1) l'area di raccolta èd determinata dal volume dell'intero edificio condominiale o quella determinata dal complesso di edifici realizzati in adiacenza l'uno all'altro?

2) la destinazione prevalente da imputare è quella dell'attività o dell'intero fabbricato condominiale/complesso di edifici contigui?

3) le linee entranti sono quelle strettamente relative all'attività in esame o dell'intero fabbricato? Per esempio, l'attività è priva di impianto TV, ma il fabbricato condominiale è provvisto di antenna centralizzata

4) l'area esterna la devo definire? Si consideri che per l'attività in argomento non ci sono pertinenze, ma in adicenza c'è una gelateria con panchine e presenza di clienti sul maiciapiedi

5) nella pagina di definizione dei rischi R1 R2 R3 R4, i valori da imputare (valore immobile econtenuto, nupero persne presenti, tempo di permanenza etc) sono quelli strettamente inerenti l'attività o relativi all'intero fabbricato cui fa parte, o addirittura di tutti i fabbricati adiacenri?

Grazie
Avatar utente
Foto Utentedavidex1914
0 4
 
Messaggi: 22
Iscritto il: 6 nov 2014, 12:59

0
voti

[2] Re: relazione rischi fulminazione

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 5 ott 2017, 10:36

Secondo me (in attesa di sentire altre opinioni)

1) complesso di edifici realizzati in adiacenza l'uno all'altro
in assenza di compartimentazioni REI 120

2) la destinazione prevalente
la peggiore, se non dividi in zone

3) le linee entranti
intero fabbricato

4) l'area esterna la devo definire?
di solito è trascurabile.
Non devi proteggere i clienti della gelateria.

5) numero persone presenti, tempo di permanenza etc) sono quelli strettamente inerenti l'attività , sempre perché non è tuo incarico proteggere gli altri condomini
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
4.307 2 3 6
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1392
Iscritto il: 10 dic 2014, 19:16

1
voti

[3] Re: relazione rischi fulminazione

Messaggioda Foto Utenteiosolo35 » 5 ott 2017, 10:43

Se la struttura S coincide con un intero edificio B, le dimensioni da utilizzare per la valutazione di AD sono quelle proprie dell’edificio B. Se invece la struttura S non coincide con un intero edificio B, ma è solo una parte di esso, per la valutazione di AD possono essere usate le dimensioni di S anziché quelle dell’edificio B, purché siano verificate tutte le condizioni seguenti:
• la struttura S sia una parte verticale di B;
• B non sia un edificio con rischio di esplosione;
• S costituisca un compartimento antincendio REI 120 rispetto alle altre parti di B;
• la propagazione delle sovratensioni tra S e B lungo le eventuali linee comuni sia impedita dalla presenza, nel punto di ingresso delle linee in S, di idonei SPD o di interfacce isolanti.
non ci sono problemi, ma solo soluzioni
Avatar utente
Foto Utenteiosolo35
32,1k 7 11 12
Master
Master
 
Messaggi: 2942
Iscritto il: 15 mar 2012, 14:34
Località: Trento

0
voti

[4] Re: relazione rischi fulminazione

Messaggioda Foto Utentecalmo » 5 ott 2017, 17:25

ma ti hanno chiesto espressamente di fare questa verifica o è farina del tuo sacco ?

io personalmente utilizzerei la formula consigliata dall'oracolo Carrescia = si consiglia di interessare l'amministrazione condominiale al fine di ecc. ecc.

fare la verifica sulle fulminazioni per un edificio che contiene tante unità di cui non sai niente non è affatto facile e non hai nessuno che ti possa sottoscrivere i dati di progetto relativi ad altri ........
inoltre farai molta fatica a considerare l'estetista porzione di edificio a se stante, perché dovresti avere pareti rei 120 che dalla base (intendendo il piano interrato es. con un autorimessa comune) arrivino fino in cima al tetto e tengano separata l'attività dalle altre unità, senza poi contare gli impianti interni che possono sconfinare in altre unità (servizi comuni ecc.) e quindi SPD a destra e a manca

io nella relazione sottolinerei l'importanza della verifica al fine di conseguire la regola dell'arte ma lascierei il cerino in mano di qualcun altro
Avatar utente
Foto Utentecalmo
145 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 183
Iscritto il: 3 ott 2007, 11:55

0
voti

[5] Re: relazione rischi fulminazione

Messaggioda Foto Utentedavidex1914 » 6 ott 2017, 15:55

Salve, non devo fare la verifica alla fulminazione dell'intero fabbricato condominiale, ma di una attività commerciale parruccheria/estetica, sita al piano terra di un fabbricato condominiale costruito contiguamente ad altri, ai quali è unito, non si scorgono giuti tecnici tra l'uno e l'altro.
Visto che nell'attività in questione vi entrano la linea elettrica (ma il contatore è all'interno della attività e non in vano condominiale), quella telefonica, non il cavo antenna che pur giu fin giù, essendo provvito il condominio di antenna centralizzata, mi sono sorti i dubbi che ho espresso nell'apertura del post.
Avatar utente
Foto Utentedavidex1914
0 4
 
Messaggi: 22
Iscritto il: 6 nov 2014, 12:59

0
voti

[6] Re: relazione rischi fulminazione

Messaggioda Foto Utentelillo » 6 ott 2017, 16:26

per quale malsano motivo stai valutando il rischio R4 in una parrucchiera/estetista?
sempre se ho ben capito.
te lo ha esplicitamente chiesto il committente?
Avatar utente
Foto Utentelillo
14,6k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2658
Iscritto il: 25 nov 2010, 10:30
Località: Nuovo Mondo

0
voti

[7] Re: relazione rischi fulminazione

Messaggioda Foto Utentecalmo » 6 ott 2017, 19:57

ok ma sopra e sotto la parrucchiera cosa c'è ?
ed inoltre a destra e a sinistra ci sono pareti REI 120 ?

se hai altre untà non puoi fare il calcolo relativo alla sola parrucchiera, ti consiglio di leggere la norma CEI 81-10 e vedere bene in quali casi puoi conisederare una parte di struttura a se stante per poter fare il calcolo solo su quella e non su tutto......

p.s. lascia stare il rischio "4" fatti firmare una rinuncia espressa
Avatar utente
Foto Utentecalmo
145 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 183
Iscritto il: 3 ott 2007, 11:55

0
voti

[8] Re: relazione rischi fulminazione

Messaggioda Foto Utentedavidex1914 » 7 ott 2017, 21:42

salve, sotto la parruccheria c'è il il piano di campaga, sopra appartamenti, ai lati altre attività commerciali facenti parte dello stesso fabbricato condominiale, il fabbricato condominiale è contiguo ad altri.
Pareti REI 120 non ce ne sono.
La valutazione del rischio R4 non me l'ha chiesta il committente, la faccio per completare la tabella e fare andare avanti il software. Ma se si può omettere, sia facendo firmare un documento specifico al committente, sia inibendo la finestra di calcolo di "Zeus" ....
Grazie
Avatar utente
Foto Utentedavidex1914
0 4
 
Messaggi: 22
Iscritto il: 6 nov 2014, 12:59

1
voti

[9] Re: relazione rischi fulminazione

Messaggioda Foto Utentecalmo » 8 ott 2017, 8:21

premesso quanto sopra che di fatto è proprio quello che supponevo:

1) se proprio devi fare il calcolo..... non puoi farlo per la sola parrucchiera ma devi farlo per l'intero edificio.

2) per non considerare il rischio 4 devi spuntare in zeus le componenti di rischio relative al rischio 4

ad ogni modo torno a dire, il calcolo di fulminazione presuppone di conoscere a fondo la norma CEI 81-10 almeno la parte 2, ti consiglio di leggerla bene perché mi sembra che hai le idee poco chiare e non puoi pensare di ottenere tutte le infomazioni nel forum rischieresti comunque di sbagliare in altri passaggi.
Avatar utente
Foto Utentecalmo
145 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 183
Iscritto il: 3 ott 2007, 11:55


Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 21 ospiti