Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Ricerca personalizzata

Linea illuminazione

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago, Foto UtenteMike

0
voti

[1] Linea illuminazione

Messaggioda Foto UtenteSilvanogio » 6 nov 2017, 11:19

Devo dimensionare una linea che alimenta un tratto di illuminazione all'interno di un parco.
Siccome non è soggetto al progetto da parte del perito devo arrangiarmi come tante volte succede a noi installatori.
La linea interrata è lunga 500 m ed ogni 20 metri andrà messo un palo con una lampada da 40 Watt, non so se devo dimensionare la linea come un carico totale finale pari alla somma dei corpi illuminanti oppure se devo calcolare un consumo di 40 watt ogni 20 metri.
Scusate la domanda che per voi Sara banale ma per me non lo è.
Esiste un programma per fare questi calcoli?
Avatar utente
Foto UtenteSilvanogio
20 2
 
Messaggi: 10
Iscritto il: 6 nov 2017, 8:32

2
voti

[2] Re: Linea illuminazione

Messaggioda Foto UtenteMike » 6 nov 2017, 11:49

Silvanogio ha scritto:
Siccome non è soggetto al progetto da parte del perito devo arrangiarmi come tante volte succede a noi installatori.

Guarda che nei casi in cui non c'è l'obbligo di progetto da parte di un professionista, non significa che non puoi incaricarlo del progetto.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
Avatar utente
Foto UtenteMike
50,1k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14176
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

2
voti

[3] Re: Linea illuminazione

Messaggioda Foto Utenteandreandrea » 6 nov 2017, 13:18

Oppure potresti chiedere ad un tecnico di tua fiducia di fare un dimensionamento veloce senza che sia necessariamente un vero e proprio progetto.
Comunque, se non sbaglio, avrai in tutto 25 lampade e ciascuna assorbe una corrente di circa 0,19 A.
Nel primo tratto di 20 metri avrai la corrente assorbita da tutte le lampade, circa 5 A, nel secondo scorrerà la corrente assorbita delle rimanenti 24 lampade e così via, sino ad arrivare all’ultimo tratto di 20 m dove avrai solo la corrente assorbita dall’ultima lampada.
L’unico problema potrebbe essere la caduta di tensione a fine linea, quando è capitato a me ho dimensionato scegliendo una sezione maggiore all'inizio linea per poi scendere di mano in mano che si va avanti.
Avatar utente
Foto Utenteandreandrea
1.165 1 4 6
Expert
Expert
 
Messaggi: 605
Iscritto il: 21 apr 2008, 13:26
Località: Genova

3
voti

[4] Re: Linea illuminazione

Messaggioda Foto Utenteiosolo35 » 6 nov 2017, 19:55

Immagino che il tecnico lo dovrai pagare tu….. Non conosco programmi gratuiti che ti possano aiutare…. Le formule di elettrotecnica però lo sono :mrgreen:
non ci sono problemi, ma solo soluzioni
Avatar utente
Foto Utenteiosolo35
37,2k 7 11 12
Master
Master
 
Messaggi: 3116
Iscritto il: 15 mar 2012, 15:34
Località: Trento

1
voti

[5] Re: Linea illuminazione

Messaggioda Foto UtentePiero Azzoni » 6 nov 2017, 20:16

il fatto che non sia obbligatorio il progetto timbricato non vuol dire che non sia debba fare un progetto

in assoluto non essendo obbligatorio un progettista timbromunito potrebbe fare il progetto chiunque

basta che sia capace

"arrangiarsi" fa parte di tutt'altro discorso
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
progètto s. m. [dal fr. projet, der. di projeter: v. progettare]. – 1. a. Ideazione, piano, proposta per l’esecuzione di un lavoro o di una serie di lavori: p. di bonifica; p. di nuove costruzioni, di nuovi impianti; il p. dell’ampliamento dell’autostrada; essere in p., di ciò che è in fase di progettazione, della cui realizzazione si sta concretando l’idea: è in p. la costruzione di una galleria sotto la collina; era in p. di abbattere la vecchia cinta di mura. b. Più genericam., idea, proposito più o meno definito, riguardo a qualcosa che si ha intenzione di fare o d’intraprendere: il p. di un viaggio all’estero; fare progetti di matrimonio; il p. è andato a monte, è fallito, è naufragato; che progetti hai per quest’estate?; hai qualche p. per stasera?; fare progetti; comunicare a qualcuno i proprî p.; mettere qualcuno a parte di un p.; lasciar mutare un p.; realizzare, abbandonare un p.; contrariare, ostacolare i p. altrui; avere in progetto (di fare) qualcosa, averne l’intenzione. c. Proposito vago, bizzarro, fantastico e difficilmente realizzabile: è un p. campato in aria; sono bei p., ma soltanto progetti; fa molti p. per il futuro; ho mille p. per l’avvenire; ha sempre tanti p. per la testa. d. P. di legge, testo, diviso in articoli e preceduto da una relazione introduttiva ed esplicativa, di una nuova legge di cui si auspica la promulgazione, e destinato a essere presentato, dai soggetti che la Costituzione abilita allo scopo, al Parlamento per la sua eventuale approvazione formale (detto più propriam. disegno di legge se presentato a una delle due Camere dal governo, proposta di legge se presentato da uno o più parlamentari o dai consigli regionali). 2. In ingegneria e architettura, il complesso degli elaborati (disegni, calcoli e relazioni) che determinano le forme e le dimensioni di un’opera da costruire (edificio, impianto, macchina, strada, ecc.), ne stabiliscono i materiali, il modo di esecuzione, le particolarità costruttive, i reciproci impegni tra committente e costruttore e ne stimano il costo (in alcuni casi vi è compresa anche una relazione sulla ricerca preliminare che ha determinato le scelte): p. di fattibilità, costituito da un’idea sommaria dell’opera; p. di massima (v. massima1, n. 2 b); p. definitivo o esecutivo, nel quale l’opera viene descritta, rappresentata e precisata in ogni sua parte, anche attraverso i disegni dei particolari costruttivi oltre alle piante, le viste e le sezioni con le relative quote. In ingegneria chimica, p. di processo, il progetto in cui si definiscono le operazioni del processo chimico con il dimensionamento delle singole apparecchiature e l’individuazione della distribuzione planimetrica. ◆ Dim. progettino; spreg. progettùccio; accr., fam., progettóne; pegg. progettàccio.

quando io ho deciso di scrivere questo messaggio più o meno inconsciamente
prima l'ho progettato, cioè ho pensato
- se avevo voglia di scriverlo
- cosa volevo dire
- quale fosse il modo migliore di esprimere ciò che volevo esprimere

poi, DOPO, l'ho scritto

dopo non l'ho riletto, questo lo faccio molto raramente
Avatar utente
Foto UtentePiero Azzoni
23,0k 4 7 11
---
 
Messaggi: 11634
Iscritto il: 4 set 2007, 17:32
Località: Terra

2
voti

[6] Re: Linea illuminazione

Messaggioda Foto Utenteandreandrea » 7 nov 2017, 15:57

... Non conosco programmi gratuiti che ti possano aiutare….

non mi sembra che Foto UtenteSilvanogio abbia chiesto di programmi gratuiti, comunque sia anche con un programma gratuito, ad esempio Tisystem, è possibile dimensionare una situazione come quella che ha illustrato.
Certo, occorre un po’ di dimestichezza con il software, ma è possibile.
(Questo a prescindere dallo sproloquio di Azzono)
Avatar utente
Foto Utenteandreandrea
1.165 1 4 6
Expert
Expert
 
Messaggi: 605
Iscritto il: 21 apr 2008, 13:26
Località: Genova

0
voti

[7] Re: Linea illuminazione

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 7 nov 2017, 16:15

andreandrea ha scritto:ad esempio Tisystem,

Sì, ma si fa prima con libreoffice calc.
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
5.145 2 4 6
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1639
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16

0
voti

[8] Re: Linea illuminazione

Messaggioda Foto Utenteandreandrea » 7 nov 2017, 16:20

Forse hai ragione, può darsi che si faccia prima, ma non è così immediato, perché devi introdurre dei valori, ad esempio resistenza e reattanza unitaria dei conduttori, che altri software hanno già incorporati, senza trascurare il dimensionamento del dispositivo di protezione.
Avatar utente
Foto Utenteandreandrea
1.165 1 4 6
Expert
Expert
 
Messaggi: 605
Iscritto il: 21 apr 2008, 13:26
Località: Genova

1
voti

[9] Re: Linea illuminazione

Messaggioda Foto UtenteMike » 7 nov 2017, 16:45

Con le tabelle della Guida al sistema Bassa Tensione della Schneider Electric sta ancora prima :mrgreen:
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
Avatar utente
Foto UtenteMike
50,1k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14176
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

4
voti

[10] Re: Linea illuminazione

Messaggioda Foto Utenteandreandrea » 7 nov 2017, 17:31

Bene, basta essere chiari.

L’utente Foto UtenteSilvanogio si è presentato in questi giorni nel forum (viewtopic.php?t=71425&p=738748#p738748) ricevendo alcuni messaggi di benvenuto e di incoraggiamento, poi alla sua prima richiesta è stato, a parere mio, un po’ canzonato, per non dire deriso.

Diversamente da come hanno fatto altri io ho proposto un aiuto, non certo il migliore, ma un semplice aiuto.

Poi, se la Guida al sistema Bassa Tensione della Schneider Electric è meglio di libreoffice calc, a sua volta meglio dell’uso di Tisystem non lo so, ma mi sta bene.

Però un conto è mandarlo a farsi un giro dai progettisti o a studiare le formule di elettrotecnica, un altro conto è aiutarlo, come avevo provato a fare io.

Quello che non capisco (e che non approvo) è l’ironia gratuita e la supponenza.
Scusate se sono stato sincero.
Avatar utente
Foto Utenteandreandrea
1.165 1 4 6
Expert
Expert
 
Messaggi: 605
Iscritto il: 21 apr 2008, 13:26
Località: Genova

Prossimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 19 ospiti