Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Ricerca personalizzata

Resistenza di LED in parallelo per lavoro di tesi

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utentecarloc, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtenteBrunoValente, Foto UtenteIsidoroKZ

0
voti

[1] Resistenza di LED in parallelo per lavoro di tesi

Messaggioda Foto Utentemaffia » 2 gen 2018, 13:07

Buongiorno a tutti,
Avrei dei dubbi su alcune applicazioni andando ad utilizzare dei LED.
Sto facendo un lavoro di tesi nel quale devo andare a fare la caratterizzazione di una cella solare e come fonte luminosa mi hanno dato 10 LED connessi in parallelo (i LED singoli presentano una Vf = 3.3 V e una i = 20 mA).
Siccome per questo lavoro devo andare a variare la tensione in ingresso ai LED per poter avere una variazione di luminosità, mi hanno detto di inserire sia una resistenza limitatrice all'ingresso del parallelo (io avrei intenzione di utilizzare una tensione di alimentazione di 6V, quindi, considerando che la corrente totale che circola in tutti e 10 i LED è pari a 0.2 A abbiamo una R = 13.5Ω) e un trimmer.
I miei dubbi sono questi:
1) il calcolo della resistenza limitatrice è corretto? Se fosse sbagliato, come dovrei calcolarla? Perché, non avendo molta esperienza in questo campo, non vorrei fondere nulla...
2) di resistenza limitatrice ne devo usare solo una all'ingresso? O ne dovrei mettere una ad ogni LED?
3) quale trimmer dovrei usare? C'è un modo per capirlo?
4) leggendo articoli online ho visto che i LED connessi in parallelo non sono molto convenienti, perché, da quello che ho capito, il rischio che si brucino tutti è elevato; potrei continuare ad usarli così?
Avatar utente
Foto Utentemaffia
0 2
 
Messaggi: 1
Iscritto il: 20 dic 2017, 12:35

0
voti

[2] Re: Resistenza di LED in parallelo per lavoro di tesi

Messaggioda Foto UtenteTardoFreak » 2 gen 2018, 13:16

maffia ha scritto:... come fonte luminosa mi hanno dato 10 LED connessi in parallelo ...

:shock:
maffia ha scritto:... devo andare a variare la tensione in ingresso ai LED per poter avere una variazione di luminosità...

:shock:
"La follia sta nel fare sempre la stessa cosa aspettandosi risultati diversi".
"Parla soltanto quando sei sicuro che quello che dirai è più bello del silenzio".
Rispondere è cortesia, ma lasciare l'ultima parola ai cretini è arte.
Avatar utente
Foto UtenteTardoFreak
72,6k 8 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 15873
Iscritto il: 16 dic 2009, 10:10
Località: Torino - 3° pianeta del Sistema Solare

6
voti

[3] Re: Resistenza di LED in parallelo per lavoro di tesi

Messaggioda Foto Utentedadduni » 2 gen 2018, 13:25

Butto lì alcune idee che sono le stesse espresse da TardoFreak.
I led in Parallelo non sono una grande idea, le caratteristiche non sono perfettamente uguali neanche all'interno dello stesso lotto, variano con la temperatura e con l'invecchiamento e averli in parallelo non garantisce in nessun modo che assorbano la stessa corrente e che abbiano la stessa luminosità, qualcuno di questi potrebbe assorbire molta più corrente degli altri e da una parte lasciare gli altri "a secco" e dall'altra morire precocemente.

I led sono diodi quindi hanno una caratteristica tensione-corrente esponenziale vuol dire che a piccole variazioni di tensione corrispondono grandi variazioni di corrente e quindi di potenza (e di luminosità) questo vuol dire che non è una grande idea pilotare i led in tensione ma molto meglio in corrente soprattutto se si cerca un'escursione lineare si luminosità.
Il trimmer a cui stai pensando tu non dovrebbe essere semplicemente in serie ai led ma essere posto a comando di un generatore piltato di corrente, ogni led con la propria resistenza si divideranno equamente la corrente che questo generatore fornisce.

Davide
Avatar utente
Foto Utentedadduni
883 1 5 10
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 630
Iscritto il: 23 mag 2014, 15:26

0
voti

[4] Re: Resistenza di LED in parallelo per lavoro di tesi

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 2 gen 2018, 13:32

maffia ha scritto:1) il calcolo della resistenza limitatrice è corretto? Se fosse sbagliato, come dovrei calcolarla? Perché, non ?

E' corretto se 6V è la tensione massima, ma è sicuramente opportuno mettere una R per ogni LED (risposta al punto 2), quindi SE 6V è la tensione di alimentazione massima circa 130 Ohm in serie a OGNI LED

maffia ha scritto:3) quale trimmer dovrei usare? C'è un modo per capirlo?

In generale non si possono usare i trimmer ma soprattutto non hai spiegato cosa dovresti farci col trimmer

maffia ha scritto:4) leggendo articoli online ho visto che i LED connessi in parallelo non sono molto convenienti, perché, da quello che ho capito, il rischio che si brucino tutti è elevato; potrei continuare ad usarli così?


meglio di no. I LED in parallelo vengono usati ma solo dai costruttori (per ottenere LED più potenti) parallelando chip molto simili.
Parallelando LED comprati singolarmente è effettivamente probabile che durino ben poco
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
17,3k 6 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5318
Iscritto il: 2 apr 2013, 15:08

0
voti

[5] Re: Resistenza di LED in parallelo per lavoro di tesi

Messaggioda Foto UtenteFedhman » 2 gen 2018, 14:08

maffia ha scritto:Sto facendo un lavoro di tesi nel quale devo andare a fare la caratterizzazione di una cella solare


Tesi universitaria? Triennale, magistrale? Quale facoltà?
O tesina delle superiori?

Per uniformare la luminosità dovresti alimentare ogni led con un generatore di corrente, oppure realizzare una o più serie di led ciascuna col suo generatore di corrente.
I don't fight weather - Woodrow W. Smith
Avatar utente
Foto UtenteFedhman
4.690 1 8 13
Master
Master
 
Messaggi: 436
Iscritto il: 4 giu 2013, 13:05
Località: Augusta Taurinorum

1
voti

[6] Re: Resistenza di LED in parallelo per lavoro di tesi

Messaggioda Foto UtenteBrunoValente » 2 gen 2018, 16:25

Se disponessi di una tensione più elevata sarebbe meglio, così potresti montarli in serie, solo così assicureresti la stessa corrente a tutti in maniera semplice, altrimenti saresti costretto a controllare la corrente su ognuno, che significherebbe una resistenza per ogni led o un controllo attivo di corrente su ogni led.

La luminosità dei led va linearmente o quasi con la corrente che li attraversa, assolutamente non con la tensione ai loro capi che non è affatto proporzionale alla corrente, però se ti occorre controllare la luminosità con una certa precisione, credo non basti controllare la corrente e che occorra un feedback con un sensore ottico tarato.
Avatar utente
Foto UtenteBrunoValente
27,0k 6 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5312
Iscritto il: 8 mag 2007, 13:48

0
voti

[7] Re: Resistenza di LED in parallelo per lavoro di tesi

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 2 gen 2018, 16:45

oddio...forse capisco solo ora...ma i 10 LED servirebbero ad illuminare la cella per caratterizzarla?

Ma allora come MINIMO servirebbero dati molto dettagliati su essi...e su quelli si lavora.

Potrebbe convenire alimentarli con la corrente alla quale sono caratterizzati, e poi accenderne 1, 2 3...10 per avere luminosità variabile su 10 step
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
17,3k 6 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5318
Iscritto il: 2 apr 2013, 15:08

1
voti

[8] Re: Resistenza di LED in parallelo per lavoro di tesi

Messaggioda Foto Utentevenexian » 2 gen 2018, 16:49

maffia mi perdonerà la domanda un po' banale, ma la luce di un LED è adatta per caratterizzare una cella fotovoltaica? A me sembra che gli spettri di emissione e di cattura non si sposino affatto bene. Vedere qualcosa si dovrebbe, ma non mi pare si possa definire 'caratterizzazione' una cosa che non ha nulla a che vedere con la realtà.
Avatar utente
Foto Utentevenexian
2.059 3 5
Expert
Expert
 
Messaggi: 589
Iscritto il: 13 mag 2017, 9:07

0
voti

[9] Re: Resistenza di LED in parallelo per lavoro di tesi

Messaggioda Foto UtenteMarcoD » 2 gen 2018, 18:11

Forse per caratterizzare la cella si potrebbe usare una lampadina alogena, magari da 12 Vac,
mi pare 5 W, usata nei faretti.
Rispetto al LED, dovrebbe avere uno spettro più simile a quello solare
Quanto è grande (che superfice ha) la cella ?
O_/
Avatar utente
Foto UtenteMarcoD
4.606 2 6 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 1510
Iscritto il: 9 lug 2015, 15:58
Località: Torino

1
voti

[10] Re: Resistenza di LED in parallelo per lavoro di tesi

Messaggioda Foto UtenteFedhman » 4 gen 2018, 16:52

venexian ha scritto:maffia mi perdonerà la domanda un po' banale, ma la luce di un LED è adatta per caratterizzare una cella fotovoltaica?


Dipende anche dai LED. Per dirne una, in giro vendono lampade da fotografia a LED, con temperatura di colore variabile a piacere
I don't fight weather - Woodrow W. Smith
Avatar utente
Foto UtenteFedhman
4.690 1 8 13
Master
Master
 
Messaggi: 436
Iscritto il: 4 giu 2013, 13:05
Località: Augusta Taurinorum

Prossimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 22 ospiti