Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Ricerca personalizzata

I magnagati

Notizie scientifiche e non, comunicazioni, auguri, AAA cercasi, vendo, compro, piccoli racconti, curiosità, idee, fantasie ecc. Un fuori tema soft, senza argomenti scottanti

Moderatori: Foto Utenteadmin, Foto UtentePaolino

0
voti

[71] Re: I magnagati

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 7 mar 2018, 13:27

Franco abbiamo anche da bambini sensibilità differenti...

Mia sorella si divertiva a staccare le zampe alle farfalle e vederle che non riuscivano a posarsi :shock:

Mio fratello si divertiva a sparare col fucile a piombini agli uccelli, e un po' anche io (anche perché non li beccavamo mai)...

A volte, specie da bambini o ragazzi, ci si lascia trascinare dagli altri.

Gatti non ne mangiavamo comunque :D
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
24,2k 6 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6971
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

2
voti

[72] Re: I magnagati

Messaggioda Foto Utentefpalone » 7 mar 2018, 14:16

Franco012 ha scritto:Ma davvero eravate così "cattivi" da piccoli?

i bambini possono spesso essere crudeli... Golding ne "il signore delle mosche" ne da un bell'esempio...
Avatar utente
Foto Utentefpalone
8.850 4 7 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1893
Iscritto il: 26 dic 2007, 17:46
Località: roma

6
voti

[73] Re: I magnagati

Messaggioda Foto Utenteadmin » 7 mar 2018, 14:40

Mio nonno era cacciatore. Mio zio pure.
Per mio nonno cacciare era addirittura una lavoro per procurare il cibo.
D'inverno un piatto che nonna preparava erano i passerotti. Non ricordo più se arrosto od in umido. Comunque ne occorrevano un certo numero per farne un pasto.

Oltre alle doppiette, in casa c'era una carabina ad aria compressa. Un bambino di dieci anni come me la poteva usare.
Una mattina decisi di provare a dare il mio contributo per la specialità che nonna sapeva cucinare.
Presi la carabina e dopo aver gettato briciole di pane sulla neve (una volta d'inverno nevicava anche in pianura: non ricordo un inverno senza neve) mi appostai dietro la porta socchiusa ad aspettare l'arrivo di qualche passero.
Quelli che arrivavano si guardavano intorno con circospezione, rapidamente beccavano il pane e volavano via.
I miei colpi andavano a vuoto: non ero bravo come l'amico Alfio che diceva di prenderne decine.

Ma finalmente riuscii anch'io a colpirne uno.

Il passerotto che saltellava attento di qua e di là, si riversò improvvisamente immobile sulla neve che, vicino alla sua testina, si arrossò del suo sangue.

Mi avvicinai per raccoglierlo mentre la felicità di averlo colpito scompariva.

Il suo piacere di aver trovato il cibo si era tramutato nella perdita della sua vita.
I graziosi saltelli rapidi ed il levarsi gioioso in volo padrone dell'aria, erano annullati per sempre.
Ero stato io a fermare la sua gioia di saltellare, di volare, di vivere.

La bellezza della vitalità era stata sostituita da un corpicino immobile e da un rivolo rosso sulla coltre bianchissima.

Non sparai più.
Non diventai un cacciatore come mio nonno.

Eppure non sono diventato vegetariano.
Avatar utente
Foto Utenteadmin
173,2k 9 12 17
Manager
Manager
 
Messaggi: 11350
Iscritto il: 6 ago 2004, 13:14

1
voti

[74] Re: I magnagati

Messaggioda Foto UtenteTardoFreak » 7 mar 2018, 14:46

Nessuno che parla dei pesci?
Avete mai tirato a bordo un tonnetto o una gallinella?
"La follia sta nel fare sempre la stessa cosa aspettandosi risultati diversi".
"Parla soltanto quando sei sicuro che quello che dirai è più bello del silenzio".
Rispondere è cortesia, ma lasciare l'ultima parola ai cretini è arte.
Avatar utente
Foto UtenteTardoFreak
73,3k 8 12 13
-EY Legend-
-EY Legend-
 
Messaggi: 15959
Iscritto il: 16 dic 2009, 11:10
Località: Torino - 3° pianeta del Sistema Solare

0
voti

[75] Re: I magnagati

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 7 mar 2018, 14:50

Zeno la tua assomiglia ad altre storie raccontate, come la mia in [32].

Uccidere in prima persona, anche tramite uno strumento a distanza come il fucile o un cane, presuppone comunque a mio avviso una discreta dote di cinismo.

Non credo sia ipocrisia, addirittura siamo cinici quando si scatenano guerre e si uccidono esseri viventi, basta non avere la sensazione di contribuire direttamente all'uccisione.

Forse (i miei ricordi non bastano) nonostante ai tempi dei nonni fosse più "normale", anche allora non tutti in famiglia erano ugualmente disponibili ad uccidere l'animale da mangiare.

Riguardo i pesci, sarà perché sono "muti" e meno intelligenti ma in generale suscitano meno empatia, soprattutto quelli piccoli, anche se vederli boccheggiare fa pena.

Certo è diverso con pesci enormi, o peggio con cetacei.

Io da ragazzo mi divertivo ad assistere alle scene di caccia tra le mie tartarughine e i pesci rossi, e devo ammettere che a pensarci non mi sento sadico neanche ora.. le contraddizioni del pensiero
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
24,2k 6 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6971
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

1
voti

[76] Re: I magnagati

Messaggioda Foto UtenteStefanoSunda » 7 mar 2018, 15:33

Ricordo che quando andavo alla ricerca di lumache, con mia figlia Patrizia ancora piccola, di nascosto le prendeva dalla busta e le ributtava via di nascosto dal sottoscritto. Quando io la scopri, mi disse: poverine lasciale vivere! Capii la sua sensibilità… risposi: e va bene, che vivano tutte, e svuotai anche la busta con le lumache rimaste.
Avatar utente
Foto UtenteStefanoSunda
2.073 3 6 9
Master
Master
 
Messaggi: 1447
Iscritto il: 16 set 2010, 19:29

0
voti

[77] Re: I magnagati

Messaggioda Foto Utentemir » 7 mar 2018, 17:44

TardoFreak ha scritto:Nessuno che parla dei pesci?

E' un piatto ch emi tocca da vicino,probabilmente perché vivo a 10' dal mare.
Non sono un pescatore,seppur a suo tempo ho provato il gusto e la tecnica della pesca, anche notturna, ma richiede passione e pazienza, e mi sono reso conto che non fa per me,non per questo non apprezzo i tagliolini allo scoglio o l'orata al cartoccio ..o in alternativa un buon risotto alla pescatora e due scampi di contorno .. purtroppo non posso mangiare il fritto, ma garantisco che la frittura di pesce merita .. :mrgreen: .. il pesce con le spine è il più buono, ma il fastidio se si becca una spina mi frega ...pertanto tendo ad evitarlo .. :D
Comunque sia pesci a parte .. :D .. amo il mare per la sua naturale bellezza e il senso di pace e immenso che sa trasmettere, fortunatamente le giornate in cui apprezzare i momenti migliori che offre il mare stanno arrivando .. ;-)
I circuiti sono controcorrente. Seguono sempre la massa

-Per rispondere utilizza il tasto [RISPONDI] e non il tasto [CITA], grazie.-
Avatar utente
Foto Utentemir
55,7k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 19590
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10

2
voti

[78] Re: I magnagati

Messaggioda Foto UtenteStefanoSunda » 7 mar 2018, 17:49

Questo fatto che vi racconto è accaduto veramente nella mia adolescenza. Quello che non mi perdono è quello di non aver preso le difese di quel povero cavallo, perché ero molto piccolo - ogni tanto affiorano alla mente questi ricordi.
Poesiola
Cavallino e l’aguzzino.
Ricordo ancora, di un cavallo, maltrattato, mentre nei filari, trascinava l’aratro, con fatica, perché non era nutrito, abbastanza. Mangiava solo paglia, anziché paglia mischiata con fave, per avere più forza. Tu non capivi suoi comandi, non avevi colpa se gli ordini erano sbagliati: a sinistraaa, a destraaa, dannazione! E via colpi. Per tutta la giornata si continuava così, che tormento per te, dover sopportare quella tortura. E non bastava, al rientro in stalla, eri impaziente di mangiare qualcosa, e bere, il tuo padrone non voleva ancora perché ti doveva togliere i finimenti che portavi addosso, venivi anche percosso con una trave di legno, di quelle che servono per i tetti. L’aguzzino non aveva riflettuto che avevi portato a casa dei denari, per sfamare la sua famiglia. Un giorno per il cavallino arrivò la sua liberazione, fini il supplizio, l’avevano portato al mattatoio. L’aguzzino al ritorno porto in famiglia un incarto della sua carne, che nessuno della famiglia mangio. Solo l’aguzzino si saziò.
Stefano Sunda
Avatar utente
Foto UtenteStefanoSunda
2.073 3 6 9
Master
Master
 
Messaggi: 1447
Iscritto il: 16 set 2010, 19:29

6
voti

[79] Re: I magnagati

Messaggioda Foto UtenteTardoFreak » 7 mar 2018, 20:31

La gallinella appena pescata grida. Il grido assomiglia a quello di un bambino, per questo motivo viene chiamata così.
Il tonnetto, appena in barca, scodinzola per 3 o 4 secondi e poi non si muove più, consapevole che la sua vita è finita.
Non è vero che con i pesci non c'è empatia, basta fare un'immersione con le bombole, fermarsi sul fondo ed aspettare. I pesci sono curiosi, si avvicinano, ti toccano, e se c'è un predatore in giro formano una palla intorno a te che sei grosso e non pericoloso, per trovare protezione.
Con i polpi è un piacere giocarci ed in quei momenti si apprezza l'enorme intelligenza di quelle creature.

Questo per dire che non si dovrebbe spostare il discorso sull'empatia ma rimanere con i piedi per terra. Gli animali si mangiano, è bene sapere come e dove vivono, è importante riconoscere che, per diventare cibo, sono privati della loro vita. Questo impone una grande responsabilità quando si mangiano: niente deve essere sprecato e bisogna ringraziarli per il loro sacrificio.
Secondo me questo è il metodo giusto per rispettarli ed onorarli.

P.S.: la cosa più tragica per un VERO cacciatore è di ferire l'animale perché lo si condanna alla sofferenza. Infatti gli animali feriti vanno seguiti a tutti i costi ed abbattuti il prima possibile. Un mio amico cacciatore ha colpito una cerva a 550 metri di distanza dopo averla mirata per un'ora e un quarto. Ho mangiato di quella carne con gran gusto sapendo cosa stavo mangiando, e gli ho fatto i complimenti perché ha usato un solo colpo (7mm Rem. Mag.)colpendola all'aorta: due passi ed era a terra. Quelli che invece mi fanno andare in bestia sono quei deficienti che fanno provare agli amici (inesperti) che feriscono solo l'animale condannandolo ad una sofferenza disumana. A questi barbari va tutto il mio disprezzo.
"La follia sta nel fare sempre la stessa cosa aspettandosi risultati diversi".
"Parla soltanto quando sei sicuro che quello che dirai è più bello del silenzio".
Rispondere è cortesia, ma lasciare l'ultima parola ai cretini è arte.
Avatar utente
Foto UtenteTardoFreak
73,3k 8 12 13
-EY Legend-
-EY Legend-
 
Messaggi: 15959
Iscritto il: 16 dic 2009, 11:10
Località: Torino - 3° pianeta del Sistema Solare

0
voti

[80] Re: I magnagati

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 7 mar 2018, 21:25

Non sapevo di gallinella e tonnetti...ovviamente il discorso sull'empatia era solo una mia considerazione, la distanza genetica e di intelligenza dai pesci è oggettivamente maggiore che dai mammiferi.
Ciò non esclude che quando ti avvicini a loro nel loro ambiente tutto cambia e la distanza si riduce.

Riguardo i cacciatori io non li giudico moralmente, lo ritengo solo un modo anacronistico per divertirsi e procurarsi il cibo.
Un modo anche crudele...perché il tuo amico prima di diventare così bravo avrà dovuto imparare, e poi molta caccia si fa coi pallino non col colpo singolo.

Comunque ovviamente ci sono cacciatori e cacciatori, e la maggior parte comunque "a modo loro" rispettano e tutelano ambiente ed animali
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
24,2k 6 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6971
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

PrecedenteProssimo

Torna a Magazine: notizie, presentazioni, annunci e molto altro

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti