Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Ricerca personalizzata
Benvenuti al blog elettrico di lillo. Visita il suo
Foto Utente

AK47

Sparare raffiche di ....;-)


Gli ultimi articoli di lillo

pubblicato 4 anni fa, 632 visualizzazioni

Per anni l'uomo si è impegnato a inventare nuovi giochi: fin dai tempi remoti la voglia di intrattenimento ha attivato i meccanismi celebrali delle persone. Senza alcun dubbio l'ingegno ha raggiunto il culmine con la nascita degli scacchi. Parecchie sono le controversie sulla nascita del gioco: una scuola di pensiero attribuisce l'origine del gioco ai cinesi, che lo chiamavano gioco dell'elefante, mentre sicuramente gli amanti delle leggende gradiranno l'origine secondo Malba Tahan citata nel suo L'uomo che sapeva contare :

Qualunque sia l'origine, è un gioco immortale, è un gioco di astuzia, genio, tattica. E per dirla alla Garry Kasparov: "Il gioco degli scacchi è lo sport più violento che esista". Non sto a spiegarvi come si gioca. Immagino che parecchi lo sappiano fare, e parecchi no. I parecchi no possono scrivere su un qualsiasi motore di ricerca la parola scacchi e trovare uno dei tanti siti che spiegano come muovere i vari pezzi e quant'altro. Scoprirete che non è così difficile. Ma neanche tanto facile ;) Chiunque può impugnare una pistola e sparare, ma chi ci dice che il signor chiunque colpirà il bersaglio? Questa è una delle cose più affascinanti di questo gioco: non basta imparare i movimenti dei pezzi, ma ci vuole strategia e esperienza, spesso bisogna essere subdoli, e spesso imparare a sacrificare.

[...]

pubblicato 5 anni fa, 449 visualizzazioni

...in continuo aggiornamento...

Durante gli studi si trovano tante equazioni, che descrivono fenomeni, cose, o che dimostrano qualcosa. proviamo a descrivere con un equazione un uomo:

mentre quella di una donna risulta:

"Quali scienze dovrebbero apprendere per diventare buoni governanti? Per iniziare secondo te quale?"

"Quella comunissima che distingue l'uno, dal due e il tre: intendo insomma la scienza dei numeri e del calcolo. Perché non è forse vero che in ogni arte e in ogni altra scienza ne fanno uso?"

Platone da La Repubblica

Se sei depresso, stai vivendo nel passato. Se sei ansioso, stai vivendo nel futuro. Se sei in pace, stai vivendo nel presente.

Lao Tsu

La bellezza non è niente, la bellezza non dura. Non lo sai quanto sei fortunato tu, a essere brutto, ché se a qualcuno gli piaci, così sai che è per qualche cosa d'altro.

[...]

pubblicato 5 anni fa, 1.348 visualizzazioni

Una domanda, che, chi è alle prime esperienze di studi elettrotecnici, si pone, è l'utilità della corrente o della tensione alternata. Sarà noto praticamente a tutti che i nostri elettrodomestici, almeno la maggior parte, necessita di una fonte di alimentazione (la presa) capace di fornire ai loro morsetti (la spina) una tensione alternata sinusoidale. D'altro canto i nostri cellulari, o comunque la maggior parte delle diavolerie elettroniche, necessitano di una fonte di alimentazione continua, fornita da una batteria. Si intuisce quindi come a seconda delle esigenze venga usata una o l'altra forma di alimentazione. Onde divagare, lascio scoprire queste interessanti considerazioni, attraverso la lettura del seguente articolo:D.C. vs A.C. by admin Un'altra domanda di chi è alle prime armi è: ma tutti i principi utilizzati per la risoluzione delle reti in regime stazionario, continuano a valere in regime alternato? La risposta è si.

[...]

pubblicato 5 anni fa, 1.397 visualizzazioni

Le relazioni esistenti tra tensione e corrente nei bipoli e nelle reti, sono valide in ogni istante: nota l’evoluzione nel tempo di una delle due grandezze, si può, in ogni istante, determinare l’altra in maniera univoca. Nei precedenti articoli si sono considerate, prevalentemente, grandezze costanti nel tempo, sia perché possono schematizzare un gran numero di circuiti reali, sia perché consentono un’agevole trattazione algebrica. Quando le grandezze variano con una legge qualsiasi nel tempo, le relazioni sono differenziali, cioè descrivono il loro modo di variare tramite legami che coinvolgono le grandezze stesse e le loro variazioni (differenze) nel tempo. La soluzione matematica delle equazioni che ne derivano, non è semplicissima. Opportune trasformazioni matematiche consentono però di utilizzare metodi algebrici. Un caso molto importante, è relativo ad un andamento particolare delle grandezze elettriche nel tempo, rappresentabile con la funzione che in matematica è detta sinusoidale.

[...]

pubblicato 5 anni fa, 2.231 visualizzazioni

Nell'articolo precedente sono stati esaminati metodi matematici, per l'analisi dei circuiti complessi, in un certo senso molto astratti. Sono metodi potenti che si prestano ad essere automatizzati mediante linguaggi di programmazione. Sfugge però a chi li utilizza la struttura, come dire, intima della rete. Noi in genere non abbiano la capacità di trattare contemporaneamente una notevole quantità di dati, e, se non riusciamo a limitarli raggruppandoli, ci è facile smarrire il senso dei procedimenti di elaborazione e ci risulta difficile una valutazione consapevole e viva dei risultati ottenuti. Certamente gli algoritmi collaudati di soluzione ci rassicurano, ma è molto importante avere una conoscenza ravvicinata delle strutture circuitali. I concetti ed i metodi discussi in questo articolo, hanno il pregio di ridurre un insieme complesso ad una struttura più semplice, più controllabile perché più comprensibile, individuando in essa i parametri essenziali per il suo uso globale, liberi dalla necessità di una conoscenza dettagliata delle articolazioni interne.

[...]

pubblicato 5 anni fa, 4.494 visualizzazioni

In questo articolo e nel successivo, tratteremo circuiti elettrici semplici e complessi (reti), discutendone i principali metodi di soluzione. Si farà riferimento a reti lineari, costituite da bipoli le cui caratteristiche (R, L, C, E, I0) non dipendono dai valori di tensione e corrente. Nella realtà le reti di distribuzione dell'energia, così come i circuiti elettronici, sono tutt'altro che lineari. Ma uno studio in prima approssimazione ci permette di considerarli tali, senza incorrere in grossolani errori. Risolvere una rete significa determinare il valore di ogni corrente e di ogni tensione. Quando si conoscono gli elementi costitutivi ed i loro collegamenti, i due principi di Kirchhoff forniscono il numero di equazioni necessario.

[...]

pubblicato 5 anni fa, 1.578 visualizzazioni

Prendiamo un phone e colleghiamolo alla presa. Abbiamo appena preso un bipolo, e abbiamo fatto in modo che interagisse con un sistema elettrico. Che cos'è quindi un bipolo? E' un componente, o un insieme di componenti riconducibili a uno equivalente, collegato al resto del circuito in due punti soltanto, detti morsetti. I bipoli sono definiti in base al legame tra la tensione ai loro capi e l'intensità di corrente che li attraversa. Espliciteremo quindi, come si era accennato alla fine del precedente articolo, la funzione I=f(V) o la sua inversa, V=g(I) discutendone anche la matrice energetica.

Si può immaginare di ricavare il legame applicando al bipolo una tensione nota variabile e misurare la corrente assorbita con un amperometro ideale, oppure iniettare nel bipolo un'intensità nota e misurare la tensione con un voltmetro ideale, elaborando successivamente la tabella di valori di tensione e di corrente.

[...]

pubblicato 5 anni fa, 430 visualizzazioni

Questo articolo, insieme ad altri che seguiranno, raccoglie gli esercizi presenti nel mio vecchio Corso di Elettrotecnica di base, che lillo ed io stiamo "rivisitando" per i motivi specificati nell'abstract dell'articolo di apertura.

Per le nozioni teoriche fare riferimento ai seguenti articoli

Elettrotecnica Elementare EE-1: Tensione e corrente EE-2: Bipoli fondamentali

I dati di targa di una vecchia lampada ad incandescenza erano [Formula], . Il filamento di tungsteno, era lungo [Formula] e misurando la sua resistenza a si trovava un valore di [Formula].Determinare la sezione del filamento, la temperatura di funzionamento, il consumo in joule per un funzionamento di , il costo relativo sapendo che quello di [Formula] era di 0,2 euro.

[...]

pubblicato 5 anni fa, 3.015 visualizzazioni

Come ogni forma di vita intelligente, EY ha subito nel corso degli anni parecchie evoluzioni, la famiglia si è allargata, e i mezzi informatici a nostra disposizione hanno permesso al sito un salto di qualità non indifferente. Admin ben 10 anni fa, ha scritto un corso di elettrotecnica, un corso che ha cambiato il mio modo di studiare. Non ero ancora iscritto a EY quando mi trovai di fronte quelle pagine: chiare, concise, quasi ciniche, che chiarivano di clic in clic i miei atroci dubbi elettrotecnici. A distanza di 10 anni dalla loro stesura, durante una discussione del forum, ho percepito il desiderio di Admin di voler rivedere il corso, e redigerlo nuovamente utilizzando due dei più potenti mezzi adesso a disposizione del sito: LaTeX e FidocadJ. Per quel che mi riguarda sono loro, insieme a una serie di utenti d'elitè, a rendere EY unico. Sotto la linea guida del gran capo, eccovi riproposto il miglior corso virtuale di Elettrotecnica di Base che il web possa ospitare.

[...]

pubblicato 5 anni fa, 1.407 visualizzazioni

Qualcuno ricorderà che qui si era parlato di un interessante convertitore statico, cerchiamo di aggiungere qualcosa.Generalmente questo tipo di convertitori alimenta carichi quali motori, in corrente continua nella fatti specie.La configurazione descritta nel primo articolo descrive quindi un chopper che alimenta un motore, il cui funzionamento prende il nome di motore in marcia avanti (MMA). D'altronde non è altro che il normale funzionamento di un motore, il chopper ci serve a regolare il valor medio di tensione sul carico, metodo primo nella regolazione della velocità. Nei motori assieme alla regolazione della velocità sarebbe molto utile disporre di un sistema di frenatura (elettrica), attuabile all'atto pratico invertendo il verso della corrente. Operazione impossibile se disponiamo solo di questo circuito, in quanto la disposizione dei dispositivi di potenza impedisce un inversione di corrente. Se invertiamo le posizioni di diodo e BJT otteniamo quello che è un

[...]

Chi sono

lillo - profilo

Nome: Roronoa Lillo

Reputation: 14.556 6 12 13

Bio: anarchico, con problemi di alcool e droga...relativamente instabile, solitario e imprevedibilmente infantile.

Web: http://www.electroyou.it/lillo/blog

I miei ultimi post dal forum

  • Definizione impianto elettrico Speciale

    E perché poi sarebbero speciali rispetto all'illuminazione o a una linea in alta tensione? secondo me certi appellativi nascono nella notte dei... 08:56

  • Definizione impianto elettrico Speciale

    leggendo il quesito di Cescu30 mi sembra che lui si riferisse non agli ambienti speciali , ma agli impianti speciali intesi come ad esempio... 08:56

  • Perchè negativo dell'alimentatore a massa e non batteria

    quando frequentavo le superiori, c'era un mio grande amico, attualmente informatico DOC presso un azienda nella Capitale, che già all'epoca ci... 10:18

  • Dimensionamento Protezione differenziale

    Io credo che la taglia da scegliere sia di 300mA dato che le correnti di dispersione dei 3 ventilatori costituiscono una terna di correnti... 09:55

  • Arco elettrico e innesco in atex

    Secondo voi è un affermazione corretta? si. 19:25

  • Tensioni pericolose

    Poi, secondo me su questo argomento si incorre spesso in un equivoco di fondo: esatto, ma sono sicuro che nessuno dei partecipanti è intercorso... 10:34

  • Tensioni pericolose

    non ricordo se ti ho detto la mia opinione nell'altro 3D, ma la ripeto: alla base vi è un concetto comune, ovvero l'apertura del circuito, ma è... 10:34

  • Auguri a..

    come al solito in ritardo...auguri isidorokz :D 08:33

  • Tensioni pericolose

    Cos'è che non ti convince nell'usare l'impedenza d'anello in TT? dico la mia: l'impedenza di anello in un sistema TN fa riferimento a un... 10:34

  • Linea illuminazione

    per il dimensionamento puoi fare riferimento a quanto detto da andreandrea , cha ha considerato la seguente formula: I=\frac{P}{V\cos \varphi}... 13:34

Vai al Forum


Cerca nel blog di lillo