Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Ricerca personalizzata
5
voti

Blockchain : un fattore significativo per il solare in UK

Continua il mio contributo alla diffusione della cultura "informatica" sulla tecnologia Blockchain, certamente più coinvolgente e proiettata al futuro rispetto alle sempre più barbose e pesanti normative sugli impianti. In Italia di Blockchain se ne parla ancora poco, ma nei siti in lingua inglese si trovano tantissime notizie da ogni parte del mondo e sempre più interessanti. Questa volta sono riuscito a scovare alcuni articoli che spiegano iniziative collegate alle fonti rinnovabili oppure ai distributori di energia elettrica. Eccon quindi ad esempio la crittovaluta Solarcoin, che rimborsa chi si è installato un impianti fotovoltaico, una sorta di incentivo in valuta digitale. In attesa di approfondire l'argomento, vi propongo la traduzione di una intervista che è stata fatta ad uno dei fondatori di Solarcoin.


Indice

Premessa

Creata nel gennaio 2014, SolarCoin è una moneta digitale che premia le persone per l'utilizzo di energia solare. Con una fornitura di monete destinate a durare 40 anni, l'obiettivo della fondazione è quello di incrementare l'uso di energia elettrica solare in tutto il mondo, premiando i produttori di elettricità solare.
Si prevede che l'iniziativa possa generare 97.500 terawattora di energia elettrica da fonte solare.
Per altre info si può consultare solarcoin.org, oppure Wikipedia.org/Solarcoin
Solarcoin è una valuta digitale sviluppata in modo Open Source. Il valore in tempo reale (il cambio) si può trovare nel sito http://coinmarketcap.com/currencies/solarcoin/


Solar-Cell_Post.jpg

Solar-Cell_Post.jpg


Blockchain a ‘potentially significant enabler’ for solar in the UK

Da Cryptocoinsnews.com

La tecnologia Blockchain potrebbe dare un apporto “potenzialmente significativo” per gli impianti solari nel Regno Unito, attraverso diversi settori, è l'opinione del co-fondatore di SolarCoin, Francois Sonnet.
Parlando al sito internet Solar Power Portal sul futuro della tecnologia solare ad un mese dal Managing European Solar Assets che si terrà a Londra il 24 e 25 Aprile, Sonnet ha detto che la blockchain potrebbe trovare numerosi settori di applicazione, in particolare nella gestione della produzione industriale (operations management) e nel trading di energia in modalità peer-to-peer.

“Con la Blockchain si possono registrare dati di qualsiasi tipo. Possono essere pagamenti, relativi all'energia solare, o dati energetici. Nella misura in cui lo si utilizza, può essere un volano per l'industria dell'energia solare” Sonnet ha inoltre evidenziato che la fluidità delle informazioni su una Blockchain è molto più elevata rispetto ad altri sistemi, fattore fondamentale per le reti peer to peer che si occupano di dati elettrici.
Ma mentre il potenziale c'è, Sonnet la vede lontana da comprendere e necessaria di legislazione affinché ne venga facilitata l'adozione.

La Blockchain

Nata da Bitcoin ed adottata da tutte le altre valute digitali come Solarcoin, la tecnologia blockchain è costituita da un database condiviso che raccoglie dati automaticamente e li distribuisce tramite "blocchi" concatenati in sequenza temporale, permettendo transazioni tra gli individui senza passare per un server centrale ed in modo molto semplice e veloce.

Lo scorso dicembre, la startup Electron, con base in UK, ha creato una piattaforma basata sulla blockchain di Ethereum, con la quale è stato dimostrato che i fornitori di energia elettrica potrebbero performare 20 volte più velocemente rispetto ad oggi, simulando i dati provenienti da 53 milioni di punti di misura.

Link Utili

1

Commenti e note

Inserisci un commento

di ,

Fantastico, altro che il brontosauro GSE! La tecnologia Blockchain avrà un impatto paragonabile ad internet!

Rispondi

Inserisci un commento

Per inserire commenti è necessario iscriversi ad ElectroYou. Se sei già iscritto, effettua il login.