Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Ricerca personalizzata
16
voti

Segregare un quadro: qualche foto

Questo non vuole essere un vero e proprio articolo ma solo l’occasione per pubblicare qualche foto interessante. Al lavoro mi trovo spesso a scattare foto che a volte archivio insieme alla documentazione della commessa, invece altre volte, dopo averle utilizzate, le cancello semplicemente.
In questo caso avevo scattato le foto di un quadro durante la sua costruzione.
Il particolare che volevo mettere in evidenza, che in modo casuale è messo in risalto dalle immagini, è la segregazione del quadro.
Per forma di segregazione si intende la separazione fisica tra gli elementi caratteristici sul quadro: unità funzionali , sbarre e terminali per conduttori esterni.
La segregazione può essere metallica o non metallica e deve realizzare almeno una delle due condizioni seguenti:

  1. Protezione IPXXB contro i contatti con parti pericolose
  2. Protezione IP2X contro il passaggio di corpi solidi estranei

La forma di segregazione viene definita in funzione del grado di accessibilità che si vuole ottenere per la manutenzione, a ogni forma di segregazione è associabile un differente livello di fuori servizio del quadro in caso di manutenzione.

FORMA 1 – per qualsiasi tipo di attività è necessario mettere fuori servizio l’intero quadro

FORMA 2 – è possibile mantenere in tensione le sbarre generali

FORMA 3 – è possibile mettere fuori tensione solo l’unità funzionale interessata alla manutenzione

FORMA 4- è possibile mettere fuori tensione solo l’unità funzionale interessata alla manutenzione

L’allegato AA della norma CEI EN 61439-2 specifica in modo preciso le definizioni delle forme di segregazioni che possono essere:


FORMA 1 nessuna segregazione

FORMA 2 segregazione delle sbarre dalle unità funzionali cosi divisa 2A(terminali non separati dalle sbarre) 2B (terminali separati dalle sbarre)


FORMA 3 segregazione delle sbarre da tutte le unità funzionali + segregazione di tutte le unità funzionalitra loro + segregazione dei terminali per conduttori esterni dalle unità funzionali , ma non da quelli delle altre unità funzionali

cosi divisa 3A (terminali non separati dalle sbarre) 3B (terminali separati dalle sbarre)


FORMA 4 segregazione delle sbarre da tutte le unità funzionali + segregazione di tutte le unità funzionali tra loro + segregazione dei terminali per conduttori esterni associati con un’ unità funzionale dalle altre unità funzionali e loro terminali + i conduttori esterni che non necessitano di essere separati tra loro

cosi divisa 4A (terminali nella stessa cella associati all’unità funzionale) 4B (terminali non nella stessa cella associati all’unità funzionale)


La prima foto schematizza il circuito di potenza rappresentato su una sola fase dal programma CAD/CAM che serve a determinare la lunghezza e le lavorazioni(forature) necessarie alla costruzione della barratura.

Sviluppo Sbarre

Tale foto rende un’idea dello sviluppo del quadro (due generali + congiuntore).
Le altre foto illustrano il quadro tutto aperto (in teorica forma 1) e il quadro segregato(forma 3B). In realtà alcune parti sono ancora aperte per il trasporto(ad esempio in corrispondenza della giunta)

quadro segregato

quadro segregato

quadro senza segregazioni

quadro senza segregazioni

quadro senza segregazioni

quadro senza segregazioni

particolare interruttore generale

particolare interruttore generale

interruttore generale + congiuntore (aperto)

interruttore generale + congiuntore (aperto)

partenza interruttore aperto

partenza interruttore aperto

8

Commenti e note

Inserisci un commento

di ,

Interessante. In genere opero su power center già assemblati, da manutentare non ho mai avuto il piacere di vederne in fase di assemblaggio

Rispondi

di ,

Grazie dei complimenti, mia intenzione era mostrare qualche immagine senza scrivere molto. Anzi scrivendo molto poco. Il Cad non è un normale Cad che si utilizza negli studi tecnici (autocad o simili) ma è un software Amada legato alla punzonatrice personalizzato da Amada per noi anche per la lavorazione delle sbarre (integrate nel progetto della carpenteria del quadro)

Rispondi

di ,

Un articolo imperdibile per chi si sta avvicinando al settore. Posso chiedere con che software è stato fatto il circuito di potenza rappresentato? Le fotografie possono essere più chiare di mille parole, speriamo ve ne saranno altre.

Rispondi

di ,

Come detto dagli altri: interessante.

Rispondi

di ,

Interessante, anche per chi non è un "addetto ai lavori".

Rispondi

di ,

Le esperienze dirette con fotografie e spiegazioni sintetiche, sono gli articoli che preferisco. Ottimo lavoro Massimo.

Rispondi

di ,

Grazie Massimo, chiaro e istruttivo.

Rispondi

di ,

Interessante esempio pratico della varie forme di segregazione.....

Rispondi

Inserisci un commento

Per inserire commenti è necessario iscriversi ad ElectroYou. Se sei già iscritto, effettua il login.