Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Ricerca personalizzata
Benvenuti al blog elettrico di Piercarlo. Visita il suo
Foto Utente

Audioelettronica

Gli ultimi articoli inseriti da Piercarlo


Gli ultimi articoli di Piercarlo

pubblicato 1 mese fa, 11 visualizzazioni

Il tema di come "suonano" gli amplificatori è, a partire dagli anni sessanta del secolo scorso (cioè da quando alla tecnologia valvolare si è affiancata anche a livello commerciale una valida alternativa a stato solido), un tormentone interminabile in cui vengono ribadite sempre le stesse posizioni più o meno soggettive (e preconcette) senza mai sostanziarle di motivazioni tecniche che diano senso e concretezza a queste stesse posizioni. O, le non molte volte in cui vi è un fondamento reale in termini di differenza di percezione acustica, vengono accampate "spiegazioni tecniche" che in realtà non solo non spiegano un bel nulla ma che fanno imbestialire chi, volente o nolente, dei retroscena tecnici di queste differenze ha cercato col tempo di trovare giustificazioni tecniche più sensate e sostanziose delle solite balle tipo "le valvole distorcono più di armoniche pari mentre i transistori vanno forte con le dispari".

[...]

pubblicato 3 mesi fa, 481 visualizzazioni

Nel primo articolo sul tema degli amplificatori audio (vedi) abbiamo visto come si dimensiona un piccolo finale (ispirato dallo schema di H.C. Lin, che lo propose per la prima volta nel 1956), piuttosto semplice ma non del tutto scontato da approfondire. Anche se dal punto di vista circuitale si tratta di un amplificatore non più usato e ormai sepolto nelle nebbie della storia, è stato però, mezzo secolo fa, anche un amplificatore realmente prodotto e commercializzato in moltissime varianti, che ha costituito quantomeno una tappa dello sviluppo nel tempo degli amplificatori audio a stato solido, che sono poi migliorati di pari passo con la tecnologia dei semiconduttori che, avviatasi decisamente sulla strada dell'utilizzo del silicio al posto del germanio già nella prima metà degli anni sessanta, ha reso poi via via disponibili transistori di segnale e di potenza sempre più performanti, affidabili e col tempo anche economici.

[...]

pubblicato 4 mesi fa, 1.348 visualizzazioni

Non sono (più) uno che scrive molto: in teoria dovrei curare un blog, che però langue da tempo ed è già fin troppo pieno di testi lasciati a metà per aver voglia di aggiungerne un altro che rischia di fare la stessa fine. Da una parte mi manca il tempo per completarli (anche da disoccupato, come sono al momento in cui scrivo) e dall'altra mi manca lo stimolo di un dialogo "vero" con chi mi legge (scrivere per sè stessi è molto utile alle volte perché aiuta a riordinare le idee... purché alla fine non sia proprio SOLO scrivere per sé stessi!). Ho deciso di riprovarci, almeno qui su EY, dopo aver costatato per l'ennesima volta che le famose "autostrade dell'informazione" che dovrebbero essere veicolate da internet portano a tutto TRANNE che a imparare e capire veramente le cose. Autostrade non verso il nulla, questo no, ma verso cose per cui un sentiero da bicicletta basta e avanza, altro che "autostrade". E per giunta, in questo caso, su un argomento, gli amplificatori audio, su cui, pur non essendo un "guru" (anzi!), credo di poter dire qualcosa.

[...]

pubblicato 5 anni fa, 1.168 visualizzazioni

Lo spunto per questo articolo mi è venuto dalla necessità di approntare per i miei problemi di udito una soluzione fruibile in tempi ragionevoli e a costi decisamente più accettabili rispetto alle analoghe soluzioni commerciali, il cui costo estremamente elevato è quasi per intero derivato dalla "necessità" di nascondere o camuffare le protesi "per non farle vedere", cosa di cui, onestamente, non me ne poteva importare di meno: l'ultima cosa di cui ci si deve vergognare sono i propri limiti fisici e di quanto serve per correggerli, siano essi occhiali, protesi, stampelle o altro. E questo a maggior ragione quando il "vergognarsene" porta ad esborsi assurdi di soldi (per rimanere in tema, si parla, per una buona coppia di protesi, di una spesa attorno ai 4000 euro una tantum più circa 400-500 euro di batterie all'anno: non delle più contenute insomma).

[...]

pubblicato 6 anni fa, 1.505 visualizzazioni

In questo precedente articolo abbiamo parlato del progetto del preamplificatore, concentrandoci sullo schema e sullo sbroglio del PCB. Ora invece, grazie ai nostri laboratori ben attrezzati e qualificati, proseguiamo l'opera montandone uno e documentando, tramite foto, i vari passaggi: dalla disposizione dei componenti alla saldatura, su scheda millefori. Come già scrivevo precedentemente, per un unico pezzo di così modeste dimensioni, non ha alcun senso pratico tentare di sviluppare ed incidere il PCB tramite fotoincisione e altre tecniche più datate lasciano il tempo che trovano, con un risultato non diverso dall'usare una piastra millefori. Nel tempo che si tenta di sviluppare la piastrina ed inciderla, oltre che poi forarla e rifinirla, si monta e collauda tranquillamente tutto il circuito. Nell'esempio pratico tenteremo di disporre i componenti esattamente come li abbiamo disposti sulla traccia progettata. Unica limitazione, non adremo ad applicare dei terminali a morsetto per evitare di sprecare inutilmente del materiale, visto che poi di questo PCB riempiremo unicamente i cassetti del nostro laboratorio.

[...]

pubblicato 6 anni fa, 3.908 visualizzazioni

Questo articolo nasce da una delle tante occasioni che si presentano sul forum in cui viene richiesto, per gli usi più disparati, un preamplificatore di segnale audio. In questo caso si è trattato di un preamplificatore per pick-up di chitarra ma avrebbe potuto tranquillamente essere un preamplificatore per microfono, un piccolo "booster" di linea per adattare il livello di una sorgente più o meno "debole" (radio, registratore, lettori CD o digitali di vario genere) ad un amplificatore di potenza un po' "duro d'orecchi", ovvero tutte situazioni che richiedono, in sostanza, la stessa "cura".

Lo spunto di partenza è stato uno dei tanti (pessimi) circuiti audio pescati in rete e riproposti da un forumista in un thread che, grazie anche alla felice disposizione d'animo di uno dei coautori (Candy) che si è fatto carico di sviluppare una traccia di circuito stampato veramente di ottimo livello non solo tecnico ma anche estetico, si è poi evoluto in un preamplificatore vero e proprio, il cui schema elettrico è stato rifinito dall'altro coautore (Piercarlo, assai più pigro e dalla voglia di lavorare molto meno "calvinista" di quella di Candy ma che una volta tanto, spinto dal buon esempio di Candy, si è deciso ad alzarsi dalla sua cuccia e a darsi un po' da fare!) in modo da renderlo decisamente più flessibile e relativamente più "universale" di quanto era all'inizio. Il risultato di tutto questo buon daffare è quello che state leggendo! :-)

[...]

pubblicato 6 anni fa, 1.135 visualizzazioni

Qui di seguito vi è la traduzione dell'articolo scritto e pubblicato in inglese da DarwinNE su questo stesso forum " The mathematical symmetry of the differential pair", che illustra i vantaggi che comporta la rappresentazione matriciale degli stati degli ingressi e delle uscite nell'analisi di piccolo segnale di uno stadio differenziale simmetrico. Nonostante la traduzione non sia particolarmente "letteraria" (ahimè, per questo ci va la stoffa di traduttori di ben altro calibro che non il sottoscritto!), spero non solo che il risultato sia almeno utile ma anche di non essere stato troppo "infedele" al testo originale - Buona lettura! :-)

Piercarlo

In questo articolo vogliamo riesaminare con "occhio matematico" le classiche soluzioni analitiche di un circuito assai noto - lo stadio differenziale.

[...]
1

Chi sono

Piercarlo - profilo

Nome: Piercarlo Boletti

Reputation: 19.643 5 10 13

Bio: Dilettante (pigro) di elettronica analogica e amplificatori di bassa frequenza; eterno curioso autodidatta, perennemente insicuro su cosa fare da grande — SEMPRE IN CERCA DI IMPIEGO.

Web: http://piercarlo-audioelettronica.blogspot.it/

I miei ultimi post dal forum

  • Spazio

    le trovo soluzioni più verosimili. Purtroppo sono verosimili solo nei romanzi di fantascienza... I "motori a curvatura" naturali... 18:22

  • Spazio

    Giusto per puntualizzare: fosse anche possibile avvicinarsi alla velocità della luce, sarebbe comunque, in rapporto alle distanze da percorrere,... 18:22

  • Contributi alle imprese

    Spostato in "informazioni utili" 11:45

  • Blueborn: exploit Bluetooth

    "Per cortesia, mi consente una telefonata?" :mrgreen: 15:48

  • Carriera accademica - consiglio

    Argomento spostato in "magazine" per dargli adeguata visibilità. Il "fuori tema" andrebbe usato solo per altri generi di... 21:30

  • Bug Intel

    Ecco, una delle cose che mi preoccupano è proprio l'eventuale vulnerabilità di macchine industriali agli attacchi, anche perché le possibilità di... 14:24

  • Bug Intel

    Il che, CEO o non CEO, un po' di serietà la lascia presumere! :ok: 14:24

  • Bug Intel

    Una ennesima conferma che comodità (derivante in questo caso dalla velocità acquisita "saltando i semafori") e sicurezza non vanno... 14:24

  • Emulatore su OSX - Virtualbox

    Non serve. Il numero delle volte è definito dal contratto di licenza - che è intestato ad una persona ben precisa, sul cui account vengono... 22:23

  • Bug Intel

    https://security-center.intel.com/advisory.aspx?intelid=INTEL-SA-00088&languageid=en-fr In effetti sono comunque i meno anziani delle... 14:24

Vai al Forum


Cerca nel blog di Piercarlo