Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Ricerca personalizzata
12
voti

Il Giorno Prima del Giorno Prima...

...DELL'ESAME DI STATO, OF COURSE


Arriva. Incombente, inesorabile, inevitabile (ma questo, per chi l'ha "evitato", non è mica un bene...).
Ma sì, si parla proprio dell'ESAME DI STATO delle scuole superiori, quello che un tempo si chiamava Esame di Maturità, la cui denominazione è stata vituperata e messa al macero da orde di psicologi.
Ma non divaghiamo, ché il tempo è tiranno.
Ho pensato che forse avrebbe fatto piacere a qualche studentello di passaggio che si appresta a sostenere la seconda prova di TPSEE per Elettrotecnici (“Tecnologie e Progettazione di Sistemi Elettrici ed Elettronici”, mica lo potevano continuare a chiamare “Impianti Elettrici”…), vedere qualche esempio di simulazione risolta di seconda prova.
Ho perciò deciso di mettere a disposizione quelle che ho fatto nella mia classe, non prima però di ricordare alcune cose ai giovani virgulti:
Consigli per l’esame:

  1. Leggere bene il testo, in tutte le sue parti
  2. Individuare i punti fondamentali richiesti per lo svolgimento e le procedure ad esso necessarie
  3. Stimare e programmare un tempo di esecuzione dei vari punti, controllando il rispetto dei tempi assegnati
  4. Svolgere passo per passo quanto espressamente richiesto
  5. Se un punto risulta di difficile esecuzione, non intestardirsi su di esso ma – se è possibile – passare al punto successivo, rimandando in seguito l’analisi del precedente.
  6. Curare (ma senza eccessi) il proprio “benessere fisico”, portando con sé quanto occorre per svolgere la prova senza andare incontro a imprevisti intoppi: bottiglia d’acqua, panino, barrette di cioccolato…
  7. Naturalmente, ultimo ma non ultimo, assicurarsi dalla sera prima di avere con sé tutto l’occorrente: penna, matita, gomma, riga/squadretta, calcolatrice, manuale tecnico e documento di identità
  8. Sono ammessi i santini: Sant’Antonio (“de su fogu”) e la Madonna delle Grazie in primis.


Consigli per la lettura dei file:

  • Non spaventatevi se li vedete “enormi”, nessuno pretenderà che stiliate una valanga di pagine: nello scrivere ho voluto far sì che essi costituissero anche un utile ripasso delle cose studiate quest’anno
  • Non studiateveli “a memoria” (oltretutto sarebbe impossibile): leggeteli senza patemi d’animo, fissando l’attenzione più sul procedimento che sulle formule (che oltretutto dovreste conoscere ma comunque si trovano sul Manuale)



In ogni caso, un grandissimo in bocca al lupo!

File pdf

12

Commenti e note

Inserisci un commento

di ,

Ottimi consigli, quanto avrei voluto un professore come te a scuola! Dovrebbero fare un esame ad hoc e far insegnare solamente a chi è capace di farlo con passione e non per scaldare una cattedra!

Rispondi

di ,

Ulteriore conferma di quanto ho espresso nel Tuo precedente articolo. Grande. Grazie per la lettura.

Rispondi

di ,

Bravo Sebago!

Rispondi

di ,

Guarda , anno dopo anno mi convinco che i ragazzi che vengono qui sono migliori di me alla stessa età. Svegli e non ignoranti come spesso vengono descritti dai mass media (la scuola superiore ormai non forma piu è il mantra politico/giornalistico in vigore attualmente). Invece noto che l'istruzione tecnica funziona, merito dei professori come Sebastiano, non è assolutamente da buttare come ci vogliono fare credere. I ragazzi che hanno appena finito lo stage da noi hanno cablato cassetti di MCC e fatto tante altre cose che vedevo li appassionavano molto. Uno , a un certo punto, si è rotto una mano giocando a pallavolo ma ha voluto continuare a venire ugualmente . Pian piano , con i suoi tempi, montava morsettiere , collegava cariche di batterie di rifasamento in quadri di rifasamento automatico ect. . Secondo me è stato molto utile per loro. Poi vedo tutti i professori tecnici (come Sebago) molto appassionati e desiderosi di fare sempre meglio per i propri allievi, insomma il quadro della scuola che ne ricavo mi sembra ottimistico

Rispondi

di ,

Grazie Massimo. Confermo quanto hai detto: quest'anno ho fatto il Tutor per l'attività di alternanza scuola-lavoro (seppure tra le mille difficoltà di una normativa "fantasiosa"), e tutte le aziende hanno dato valutazioni estremamente positive sui ragazzi. Anche questi ultimi erano soddisfattissimi (al punto che si sono lamentati che è durata troppo poco, ma questo è comprensibile...).

Rispondi

di ,

interessante.....è bello che qui ci siano professori come Sebastiano e Nunziato. Tra l'altro hanno appena finito da noi lo stage due ragazzi dell'Isii (ex itis) locale. Tutti parlano male della scuola ma sono stati bravi e hanno lavorato tanto e mi sembra di capire che erano soddisfattissimi. La scuola tecnica non è cosi mal messa come si evince invece dai giornali

Rispondi

di ,

tutti troppo buoni, ma scusate se apprezzo in particolare i ringraziamenti degli alunni di nunziato...

Rispondi

di ,

Ah Sebastiano se ti avessi avuto come Professore, è dall'amore con cui scrivi che si misura la tua bravura come docente; sono in effetti un pochino geloso dei tuoi studenti. Un abbraccio, -carlo.

Rispondi

di ,

Un Grazie a Te sebago da parte mia e dei miei allievi

Rispondi

di ,

Bravo professore! Materiale di primissima scelta e ... razione k per studenti. Ringrazio a nome degli studenti la buona volontà e la passione dimostrata, prof. Goddi.

Rispondi

di ,

Ti sei scordato il consiglio 42: niente panico. P.S. In bocca al lupo a tutti i maturandi. ;)

Rispondi

di ,

Un Grazie Enorme a Admin Zeno, senza il quale mi sarei perso nella formattazione di questo articoletto ad usum pueris (locuzione latina che significa: ricordatevi che è rivolto ai ragazzotti...).

Rispondi

Inserisci un commento

Per inserire commenti è necessario iscriversi ad ElectroYou. Se sei già iscritto, effettua il login.