Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Ricerca personalizzata
Benvenuti al blog elettrico di admin. Visita il suo
Foto Utente

Elettrotecnica e non solo

Esplorare l'universo elettrico, fuori e dentro di noi.


Gli ultimi articoli di admin

pubblicato 2 mesi fa, 811 visualizzazioni

Questo articolo nasce come ampliamento della folle discussione sui generatori sincroni dove "è normale accettare scostamenti fuori dal mondo". In questo messaggio scrivevo di una escursione di 8 Hz (da 53 Hz a 45 Hz) presente nel transitorio di un gruppo elettrogeno quando passa da vuoto a pieno carico. Premetto subito che io non ho mai installato gruppi elettrogeni (sono un elettrotecnico da poco: un ex insegnante di scuola media superiore ora in pensione da oltre dieci anni e, come si sa, "chi sa fa e chi non sa insegna"). L'esperto a quel punto sentenziava che "se davvero a fronte di una variazione di carico il generatore variasse la frequenza di 8 Hz sarebbe un disastro". La mia affermazione si basava su un grafico presente in un testo affidabile, e per me la sentenza catastrofica dell'esperto, era esagerata. L'unica spiegazione che vi ho dato è che non aveva compreso di cosa si parlava (capita, non era la prima volta). In questo caso si stava discutendo di un transitorio da vuoto a carico e non di una situazione a regime permanente o di qualche piccola variazione di carico. Il grafico è il seguente

[...]

pubblicato 3 mesi fa, 477 visualizzazioni

Se Zelo mi colpì per una sua metafisica bruttezza, che in un certo senso giustificava il detto "A Zelo no ghè gnente de belo", Calto mi ha emozionato per una sua dignitosa armonia. Ci sono ragioni da ricercare nei miei geni, ma questo paesino comunica un atteggiamento sereno verso l’esistenza. Non ha pretese di verità, ma dimostra che, tralasciando di guardare dentro la nostra solitudine esistenziale, si possono trovare luoghi, cose, momenti in grado di regalarci una tranquillità positiva. Così è il silenzio verde, oggi bagnato dalla pioggia, di Calto, paesino cui si accede abbandonando la provinciale, aggrappato all’argine accarezzato dal Po che più volte ne ha lambito il culmine. Mai però, che io sappia almeno, si è accanito contro la graziosa chiesetta bianca di San Rocco che decora, con canonica e porticato bianchi, il suggestivo angolo della piazza. Nemmeno nella grande alluvione del novembre del 1951, quando tutti gli abitanti dei paesi della sinistra Po, da Melara a Calto, lasciavano le loro abitazioni, e molti, tra i quali anch'io bambino di tre anni, si rifugiavano in tende installate sull'argine maestro: la rotta era prevista imminente nell'ansa di Chiavecchino (el Ciaguìn) al confine tra Bergantino e Castelnovo Bariano, rotta che invece si verificò più a valle verso Occhiobello.

[...]

pubblicato 3 mesi fa, 830 visualizzazioni

Quando sono a corto di idee per articoli, come in questo periodo, e magari gli altri blogger di ElectroYou hanno altro da fare per cui la prima pagina non si rinnova, per non dare l'impressione che il sito sia fermo, ricorro ad esercizi di elettrotecnica ricavati dal forum che tengo in riserva anche per tenermi in esercizio. Gli esercizi sui transitori sono abbastanza laboriosi ed ai tempi dell'università mi creavano abbastanza grattacapi (ed anche adesso ad essere sincero); quindi costituiscono un buon allenamento e se non ci si allena è facile dimenticarsi qualche procedimento. Io li svolgo ancora a mano con il metodo tradizionale, sostituendo il regolo calcolatore con la calcolatrice elettronica, disegnando gli schemi con FidoCadJ e scrivendo le formule con LaTeX ( ad essere sincero con MathType ed incollandone il codice LaTeX sulla pagina). A volte verifico i risultati con un simulatore come LTSpice, prima della passeggiata con Wally. Spero che questo lavoro, che per me è in realtà un passatempo, possa essere utile a qualche studente che passa di qui.

[...]

pubblicato 5 mesi fa, 320 visualizzazioni

Giovanna, sabato 17 agosto 1996, aggredisce (verbalmente) Marisa per indurla ad una gita non a Bosco Mesola, come da lei proposto, ma ad Asiago. Questo incrina un po' i nostri rapporti: io, che non amo essere costretto a seguire un gruppo, amo ancora meno costringere un gruppo a seguirmi. Capacità che del resto non possiedo. Si parte domenica verso le otto e non alle sei e mezza, come programmato da Marisa: Serena, la figlia, è tornata alle quattro e mezza del mattino; dopo aver acceso i falò sull’Adige con il suo gruppo, ha dovuto accompagnare degli amici che accompagnavano a Padova un’amica che desiderava accompagnare a casa un’amica che aveva perso il treno, così ha fatto tardi.

[...]

pubblicato 1 anno fa, 818 visualizzazioni

Ho deciso di raccogliere in un articolo alcuni degli esercizi sul sistema trifase che, di tanto in tanto, sono proposti da studenti. Generalmente sono svolti nel forum dialogando con lo studente, per una didattica mirata a far comprendere i concetti ed i metodi usati; sovente sono portati a termine ma a volte possono rimanere in sospeso, magari perché lo studente preferirebbe la soluzione completa subito, più che sforzarsi nel dialogo. Ma il forum non è un servizio di pronto intervento risolutivo per esercizi d'esame, ma deve essere concepito come il luogo in cui si deve poter arrivare alla soluzione con l'aiuto di qualcuno che ha un po' più di esperienza. In ogni caso alla fine può essere utile un riepilogo e questo articolo ha tale scopo.

[...]

pubblicato 1 anno fa, 841 visualizzazioni

"Ho sempre coltivato, fin da ragazzo, la passione per l'elettronica e la tecnologia. Attualmente in pensione, posso finalmente dedicarmi con piu' tempo a questo hobby". Così si presentava Marco Morlacchi nel suo profilo EY per il quale sceglieva il nickname di Marco438. Si era iscritto il 24/03/2010, alle 14:09 e quattro minuti dopo postava il suo primo post.

Marco iniziava così la sua partecipazione a questo spazio dove avrebbe trovato il modo di condividere la sua passione per l'elettronica. Il maggior numero degli oltre sedicimila post inviati, riguarda proprio i consigli che lui amava dare a chi si affacciava, con umiltà e voglia di imparare, a quel mondo che tanto lo aveva affascinato per tutta la sua vita. Il valore dei suoi messaggi sta proprio nella costruzione che progredisce con il thread. Isolarli in genere non è possibile. Egli amava costruire con l'interlocutore un percorso che lo portasse a realizzare una scheda elettronica, in modo da trasmettere l'emozione da lui tante volte provata nel vederla alla fine svolgere le funzioni desiderate. Era questo il bello dell'elettronica, come dirà anche in un suo messaggio.

[...]

pubblicato 1 anno fa, 686 visualizzazioni

Per risolvere qualsiasi rete lineare è sufficiente risolvere il sistema di equazioni ricavate con i principi di Kirchhoff. Reti anche molto semplici, danno luogo facilmente ad un numero di equazioni eccessivo per essere affrontato manualmente e la cui soluzione è poco utile per la comprensione del funzionamento della rete. E' naturalmente il metodo affidato ai computer nei vari simulatori, ma il computer non sente il bisogno di capire il circuito, e non si scoraggia di fronte ad una marea di equazioni, non si stanca nel risolverne il sistema e non commette nemmeno errori di distrazione e la sua velocità di calcolo non è nemmeno lontanamente paragonabile alla nostra. Noi, che siamo molto più lenti dei computer, ma, per il momento, ancora molto più fantasiosi e creativi, abbiamo bisogno di non perderci in calcoli lunghi, noiosi, anonimi che nella maggior parte dei casi finiamo per sbagliare, ma di calcoli semplici su reti semplici che ci permettano di comprendere la funzione delle varie parti e dei componenti. Per questo si ricorre a diversi metodi di analisi delle reti: potenziali di nodo, correnti di maglia, sovrapposizione degli effetti, generatore equivalente. Ne esistono altri che tendono però ad essere dimenticati, ma che possono rivelarsi moto utili oltre che eleganti.

[...]

pubblicato 1 anno fa, 1.183 visualizzazioni

Qualcuno ha scritto nel forum, riferendosi a me ed a come impiego il tempo ora che sono in pensione, dopo che avevo risposto con un po' di ironia (troppa forse? inopportuna? inesistente? non so..) ad un suo post: "mi rendo conto che è brutto non avere un ***** da fare"1 . In effetti può esistere il problema; ripensando un po' al mio mestiere, ai trent'anni volati, di cui mi resta....cosa? (pensavo qualcosa di utile per quanto faccio ora, ma... sembra di no), e sfogliando il mio computer, ho trovato quanto avevo scritto quel giorno, più di undici anni fa.

Ringrazio per prima cosa tutti per la “festa” organizzata in questa occasione. Anche se per carattere l’avrei evitata, devo dire, onestamente, che mi ha fatto piacere.

[...]

pubblicato 1 anno fa, 750 visualizzazioni

Questo articolo più che un articolo didattico o tecnico, potrebbe essere un capitolo della storia di ElectroYou, uno di quelli in cui mi chiedo il senso di questa attività, che cosa cercano veramente gli utenti con la loro partecipazione, cos'è realmente un utente, fino a che punto arriva la coscienza di sé e delle proprie conoscenze, qual è la percentuale di sincerità che ciascuno mette in gioco per gli altri e per se stesso. Forse esagero nelle considerazioni extratecniche e mi lascio troppo trasportare da sensazioni sgradevoli che si uniscono a un'incertezza congenita nel perseguire le scelte più opportune: che fare quando riscontro in un utente una caparbia volontà di contrasto confusa ed infondata per quelle che sono le mie capacità di comprendere? Quali sono i miei errori? Ecco con questo articolo, in cui continuo a sostenere una mia posizione relativa ad un certo argomento, evidenziando quelle che, sempre per me, sono le incongruenze dell'interlocutore che mi contrasta, vorrei cercare di comprenderli, sia quelli tecnici che non, con l'aiuto di chi avrà la pazienza di leggerlo.

[...]

pubblicato 1 anno fa, 992 visualizzazioni

Il titolo dell'articolo è quello del capitolo 4 del libro di Roger Penrose, "La strada che porta alla realtà" ed il contenuto, oltre agli spunti offerti dal libro di Penrose, contiene qualche mio ricordo personale come studente e come insegnante.

Come ex studente desidero ricordare il professor Ubaldo Richard ordinario di Analisi matematica per il corso di Ingegneria dell'Università di Padova, ai miei tempi. Le sue erano lezioni sempre affascinanti ed i numeri complessi vi aggiungevano proprio qualcosa di magico. Le parole scelte con cura e precisione, il modo elegante di spiegare e raccontare, sapevano trascinare lo studente dentro il mondo matematico popolato dai grandi che lo hanno edificato. Le aule del Paolotti erano affollatissime e quando iniziava la lezione, come per incanto, ogni rumore spariva: lo spettacolo iniziava. Per l'occasione sono andato a rivedere i miei antichi appunti di Analisi I dalle sue lezioni.

[...]
1234567...>>

(89 pagine)


Chi sono

admin - profilo

Nome: Zeno Martini

Reputation: 173.224 9 12 17

Bio: Ingegnere elettrotecnico. Maturità classica. Laurea dell'Università degli Studi di Padova, 1974. Insegnante di Elettrotecnica fino al 2006. A suo tempo socio collaboratore e consulente di Microtec sas e Softel srl. Fondatore e conduttore del sito Electroportal, ora ElectroYou, insieme al figlio Nicolò, matematico e webmaster.

Web: http://www.electroyou.it/

I miei ultimi post dal forum

Vai al Forum


Cerca nel blog di admin