Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Benvenuti al blog elettrico di admin. Visita il suo
Foto Utente

Elettrotecnica e non solo

Esplorare l'universo elettrico, fuori e dentro di noi.


Gli ultimi articoli di admin

pubblicato 10 giorni fa, 350 visualizzazioni

Ogni tanto mi arriva l'email di un mio ex allievo che si imbatte in EY, si accorge che io ne faccio parte e pensa di salutarmi. Di solito, per fortuna, dice che ha un bel ricordo di quegli anni lontani, che cominciano ad essere parecchi. La cosa mi fa piacere anche se, dentro me, è inevitabile un "Chissà se è sincero!". Lo spero ad ogni modo, nonostante io non sia molto entusiasta di quanto sono riuscito a comunicare e ad ottenere come insegnante. L'articoletto che propongo nasce da un episodio del genere. "Buongiorno Prof, si ricorda di me? Sono un suo ex allievo della metà degli anni novanta. Mi fa piacere ritrovarla su questo sito cui, se trovo tempo, proverò a partecipare. Ho un buon ricordo delle sue lezioni ed in particolare dei test di Elettrotecnica che ci proponeva come integrazione del voto orale. Li trovavo divertenti". Qualche volta l'allievo lo ricordo, altre no, purtroppo. Beh, in oltre trent'anni di insegnamento, facendo una media di 50 studenti nuovi ogni anno, sono più di 1500 quelli che dovrei ricordare. Ma dalla nostra memoria, forse assimilabile ad una RAM di lavoro, se non esercitata, si cancellano i dati inutilizzati. Io però conservo ancora, come memoria di massa, alcuni quaderni su cui preparavo le lezioni ed i compiti in classe, test compresi.

[...]

pubblicato 1 mese fa, 765 visualizzazioni

Con una certa regolarità arrivano nel forum quesiti sui problemi che si verificano con l'interruzione del neutro. La spiegazione dei fenomeni è un classico della teoria degli impianti trifase e si trova naturalmente in ogni libro nonché in internet. Anche su questo sito c'è già una mia risposta in proposito, di molti anni fa e questo articolo non è altro che una riedizione di quella risposta con qualche schema, qualche formula ed un esempio numerico.

Quasi tutte le distribuzioni monofase alimentate dall'ente distributore sono derivate da una linea trifase utilizzando il neutro. L'utenza monofase è derivata tra una fase ed il neutro. Il neutro della linea trifase costituisce il filo di ritorno comune per le diverse utenze monofasi distribuite sui tre fili. Il neutro è collegato al centro stella del trasformatore e tra le fasi ed il neutro c'è praticamente sempre la tensione stellata del sistema che è, come noto, la tensione concatenata U (tra fase e fase) del sistema trifase diviso la radice quadrata di tre. Questa è la tensione delle utenze monofasi, [Formula].

[...]

pubblicato 4 mesi fa, 1.368 visualizzazioni

Un utente è andato a ripescare nel forum un esercizio, di 10 anni fa, su un sistema trifase in cui compariva una strana potenza reattiva capacitiva assorbita da una fase in cui non c'era alcuna capacità. Ho pensato allora di riproporre quel tipo di esercizio per discuterlo con più dettagli di quanti apparissero nel topic antico. L'esercizio prevede un sistema di alimentazione trifase simmetrico, con generatori a stella senza distribuzione del neutro che alimenta un carico trifase equilibrato collegato a stella, ed un carico monofase derivato tra fase e fase. Si tratta di trovare le correnti erogate dai generatori e le potenze, attiva e reattiva, da essi erogate ed impegnate nelle fasi. Svolgeremo l'esercizio con quelle specifiche, ma anche considerando tensioni dissimmetriche e carico trifase squilibrato. Lo schema è il seguente

[...]

pubblicato 1 anno fa, 533 visualizzazioni

Non avevo uno scopo particolare quando, sette anni fa, avevo iniziato questo articolo. Era solo un modo per esercitarmi e divertirmi un po' con FidoCadJ. Sulle illusioni ottiche si trova già di tutto in internet, ed anche nel nostro sito c'è un articolo sullo stesso tema. Io ogni tanto ne ho realizzata qualcuna utilizzando, come detto, FidoCadJ. Preciso: le ho realizzate copiandole, non sono riuscito ad inventarne nemmeno una! Mi piacerebbe avere un po' di testa simile a quella di chi le inventa, ma mi debbo accontentare della mia :(. Però proprio mentre scrivevo questa premessa, mi sono detto: "Perché non incitare gli utenti di Electroyou ad inventarne qualcuna di originale?" Bene. Allora ecco l'occasione per lanciare il concorso:

[...]

pubblicato 1 anno fa, 1.484 visualizzazioni

Un discreto numero di utenti di Electroyou è costituito da studenti, i quali spesso chiedono aiuto per la risoluzione di esercizi. Generalmente sono svolti nel forum, preferibilmente con una interazione didattica tra l'esperto o gli esperti disponibili e lo studente. Pensavo, tempo fa, quando mi illudevo ancora che questo sito fosse apprezzato per il suo intento formativo, di raccoglierli ed organizzarli in modo da poter essere parte di un testo di Elettrotecnica di base, generato proprio dalla mia attività internettiana. Poi le cose vanno diversamente da come si sogna, sia perché l'impresa presenta obiettive difficoltà, sia perché intervengono fattori esterni che rallentano, se non fermano, lo sviluppo del sito, sia perché molti legami instauratisi si sfaldano e c'è sempre chi arriva ad insegnarti cosa fare e come farlo, liquefacendo la passione originaria, ma fondamentalmente perché manca la determinazione necessaria, e probabilmente anche la capacità per portarla a termine. Beh, insomma, tutta la pappardella iniziale vuol essere una premessa (magari con un messaggio subliminale) per giustificare il titolo di questo articolo in cui riporto alcuni degli esercizi raccolti dal forum.

[...]

pubblicato 1 anno fa, 1.420 visualizzazioni

Seguo ElectroYou da molti anni, da prima della mia data di iscrizione risalente al 2009. All'inizio non esisteva il forum e leggevo le prime domande-risposte a casa di un mio compagno di scuola, dopo lo studio pomeridiano, archiviando gli articoli più interessanti e che probabilmente conservo ancora in uno dei miei hard disk. Non ero ancora maggiorenne.

admin per me è stato come un professore; inconsapevolmente mi ha spronato a studiare e a capire questa disciplina antica, ma sempre attuale: l'elettrotecnica. Ho sempre avuto la passione per l'elettricità e la fisica, fin da bambino. Ricordo che una sera, avrò avuto circa 8 anni, giocavo con un palloncino leggerissimo e lo facevo svolazzare sopra un lampadario da tavolo con una bella lampadina ad incandescenza sporca ed inquinante. I miei libri di scuola elementare erano quasi in bianco e nero e stranamente contenevano anche paragrafi con parole scritte; sembra assurdo, lo so. Grazie a questi libri e ad una enciclopedia per ragazzi che avevamo in casa riuscii a comprendere quasi correttamente lo strano movimento del mio palloncino. Ma questa è un'altra storia.

[...]

pubblicato 1 anno fa, 2.280 visualizzazioni

Questo articolo nasce come ampliamento di quella definita da un utente folle discussione] sui generatori sincroni dove "è normale accettare scostamenti fuori dal mondo". Io scrivevo di una escursione di 8 Hz (da 53 Hz a 45 Hz) presente nel transitorio di un gruppo elettrogeno quando passa da vuoto a pieno carico. Premetto subito che io non ho mai installato gruppi elettrogeni (sono un elettrotecnico da poco: un ex insegnante di scuola media superiore ora in pensione da oltre dieci anni e, come si sa, "chi sa fa e chi non sa insegna"). L'esperto a quel punto sentenziava che "se davvero a fronte di una variazione di carico il generatore variasse la frequenza di 8 Hz sarebbe un disastro". La mia affermazione si basava su un grafico presente in un testo affidabile, e per me la sentenza catastrofica dell'esperto, era esagerata. L'unica spiegazione che vi ho dato è che non aveva compreso di cosa si parlava (capita, non era la prima volta). In questo caso si stava discutendo di un transitorio da vuoto a carico e non di una situazione a regime permanente o di qualche piccola variazione di carico. Il grafico è il seguente

[...]

pubblicato 1 anno fa, 528 visualizzazioni

Se Zelo mi colpì per una sua metafisica bruttezza, che in un certo senso giustificava il detto "A Zelo no ghè gnente de belo", Calto mi ha emozionato per una sua dignitosa armonia. Ci sono ragioni da ricercare nei miei geni, ma questo paesino comunica un atteggiamento sereno verso l’esistenza. Non ha pretese di verità, ma dimostra che, tralasciando di guardare dentro la nostra solitudine esistenziale, si possono trovare luoghi, cose, momenti in grado di regalarci una tranquillità positiva. Così è il silenzio verde, oggi bagnato dalla pioggia, di Calto, paesino cui si accede abbandonando la provinciale, aggrappato all’argine accarezzato dal Po che più volte ne ha lambito il culmine. Mai però, che io sappia almeno, si è accanito contro la graziosa chiesetta bianca di San Rocco che decora, con canonica e porticato bianchi, il suggestivo angolo della piazza. Nemmeno nella grande alluvione del novembre del 1951, quando tutti gli abitanti dei paesi della sinistra Po, da Melara a Calto, lasciavano le loro abitazioni, e molti, tra i quali anch'io bambino di tre anni, si rifugiavano in tende installate sull'argine maestro: la rotta era prevista imminente nell'ansa di Chiavecchino (el Ciaguìn) al confine tra Bergantino e Castelnovo Bariano, rotta che invece si verificò più a valle verso Occhiobello.

[...]

pubblicato 1 anno fa, 1.226 visualizzazioni

Quando sono a corto di idee per articoli, come in questo periodo, e magari gli altri blogger di ElectroYou hanno altro da fare per cui la prima pagina non si rinnova, per non dare l'impressione che il sito sia fermo, ricorro ad esercizi di elettrotecnica ricavati dal forum che tengo in riserva anche per tenermi in esercizio. Gli esercizi sui transitori sono abbastanza laboriosi ed ai tempi dell'università mi creavano abbastanza grattacapi (ed anche adesso ad essere sincero); quindi costituiscono un buon allenamento e se non ci si allena è facile dimenticarsi qualche procedimento. Io li svolgo ancora a mano con il metodo tradizionale, sostituendo il regolo calcolatore con la calcolatrice elettronica, disegnando gli schemi con FidoCadJ e scrivendo le formule con LaTeX ( ad essere sincero con MathType ed incollandone il codice LaTeX sulla pagina). A volte verifico i risultati con un simulatore come LTSpice, prima della passeggiata con Wally. Spero che questo lavoro, che per me è in realtà un passatempo, possa essere utile a qualche studente che passa di qui.

[...]

pubblicato 2 anni fa, 355 visualizzazioni

Giovanna, sabato 17 agosto 1996, aggredisce (verbalmente) Marisa per indurla ad una gita non a Bosco Mesola, come da lei proposto, ma ad Asiago. Questo incrina un po' i nostri rapporti: io, che non amo essere costretto a seguire un gruppo, amo ancora meno costringere un gruppo a seguirmi. Capacità che del resto non possiedo. Si parte domenica verso le otto e non alle sei e mezza, come programmato da Marisa: Serena, la figlia, è tornata alle quattro e mezza del mattino; dopo aver acceso i falò sull’Adige con il suo gruppo, ha dovuto accompagnare degli amici che accompagnavano a Padova un’amica che desiderava accompagnare a casa un’amica che aveva perso il treno, così ha fatto tardi.

[...]
1234567...>>

(90 pagine)


Chi sono

admin - profilo

Nome: Zeno Martini

Reputation: 178.456 9 12 17

Bio: Ingegnere elettrotecnico. Maturità classica. Laurea dell'Università degli Studi di Padova, 1974. Insegnante di Elettrotecnica fino al 2006. A suo tempo socio collaboratore e consulente di Microtec sas e Softel srl. Fondatore e conduttore del sito Electroportal, ora ElectroYou, insieme al figlio Nicolò, matematico e webmaster.

Web: http://www.electroyou.it/

I miei ultimi post dal forum

Vai al Forum


Cerca nel blog di admin