Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

2
voti

Shift Light / Indicatore di Cambiata

Indice

Cos'è

Questo circuitino serve soprattutto per andare in pista con la moto o la macchina, dove il regime di cambiata deve essere individuabile anke se si viene distratti dalla guida al limite. Oppure semplicemente per dare un tocco di originalità al vostro mezzo, utilizzandolo come indicatore di fuorigiri ad esempio...


Breve spiegazione

Ma cos'è un indicatore di cambiata o shift-light? è un piccolo attrezzino che vi permetterà di avere un segnale luminoso o acustico ad un determinato regime di giri. E' ampiamente utilizzato nelle competizioni, dove lo potete vedere dalle riprese dalle camere on-board:

  1. nella motogp è un piccolo cerchietto sopra la strumentazione che improvvisamente da dei flash distinguibili ma ravvicinati;
  2. nella formula 1 è una barra sul volantino che inizia ad illuminarsi con differenti colori ad un determinato regime di giri, e arrivato al fondo della sua scala si illumina di una forte luce bianca.

Purtroppo io non sono in grado al momento di progettare uno shift-light che abbia una progressione di luci, anche se ho un'altra idea per farlo e per ottenere un lampeggio tramite un altro integrato, per cui mi sono accontentato di quello che ho trovato.

Il circuito

Il circuito si basa sull'integrato LM2907, un convertitore frequenza->tensione adatto per la realizzazione di contagiri ad esempio.

Lo schema del circuito l'ho tratto dal relativo datasheet scaricabile quì: LM2907 DS


Ecco comunque lo schema di partenza:

Circuito Base dal DS

Circuito Base dal DS


Come si può vedere lo schema è veramente semplice: al piedino 1 dell'integrato va consegnato il segnale di frequenza e al posto di "LOAD" può essere messo tutto quello che si vuole, da un relè a dei led come nel nostro caso.

Ecco quindi il circuito che otteniamo:

Circuito_ShiftLight

Circuito_ShiftLight

I collegamenti dell'X1 sono:

  • 1. Vcc
  • 2. segnale
  • 3. massa


La parte evidenziata è un circuito di regolazione per led che ho tratto daun articolo presente sul sito: Qui

E' stata adottata questa soluzione in quanto su una moto o macchina accesa la tensione non è 12 V, come quella della batteria, ma poiché è sempre in corso la ricarica la tensione è più alta, e neppure stabile, perché può variare da 13,5 V fino a 15 V!! Di conseguenza regolare la corrente per i led in maniera stabile e sicura sarebbe stato impossibile...co tale schema maniera invece la corrente rimane stabile anche per grosse differenze di tensione di alimentazione...(avevo anche valutato l'utilizzo di un regolatore di tensione, ma a causa di una tensione di drop-out di 2 V si era reso impossibile adottare questa soluzione senza andare ad aumentare i rami dei led)

Potete scegliere qualsiasi colore dei Led per realizzarlo, a patto di conoscere la corrente ottimale di funzionamento e di dimensionare il regolatore per i led nella maniera corretta.

Personalmente ho optato per led bianchi ad alta luminosità con corrente di 25mA; il circuito è montato su una moto 2T con regime di intervento ai 12'000 giri/min (come limitatore di giri, ma grazie ad una semplice modifica si può alterare il regime di intervento in maniera efficiente per il funzionamento durante il rodaggio (in cui il regime di giri varia col numro di chilometri da circa 4'000 giri/min fino al suo massimo).

ecco quindi la

lista di componenti

per questa configurazione:

Simbolo componente Valore
R1=R2 4.7 kΩ
R3=R6=R9 10 kΩ
R4=R7 27 Ω
R5=R8 2,2 Ω
R10 1 MΩ Trimmer
C1 470 nF Elettrolitico
C2 10 nF
Q1=Q2=Q3=Q4 BC327
U$1 LM2907

Note

  1. C2 è disegnato come elettrolitico anche se non lo è, perchè sono un novizio e non ho trovato il componente giusto XD
  2. I transistor possono essere anche i BC337 ma bisogna fare una piccola modifica al circuito
  3. L' LM2907 può essere sia a 8 che a 14 pin. nel datasheet è disegnao a 8 e io l'ho disegnato a 14 per avere già le 2 configurazioni possibili.

Funzionamento

Il circuito preleva il segnale dalla centralina di accensione, rilevando la frequenza degli impulsi inviati alla candela.

La frequenza in input viene trasformata in una tensione proporzionale tramite l'integrato LM2907.

L' integrato contiene anche un transistor che, in questa configurazione, viene utilizzato come interruttore: quando la frequenza in entrata supera il valore di soglia stabilito dalla resistenza R e dal condensatore C, permette al transistor di condurre e viene alimentato il dispositivo collegatovi.

Nel nostro caso è una sequenza di led con il relativo circuito di alimentazione.

La resistenza R9 è una resistenza aggiunta al circuito per un motivo specifico che, per chi non ha studiato elettronica, non è così ovvio: a causa della cascata di transistor non sarebbe sempre assicurato un collegamento certo al collettore del transistor interno all'integrato, e ciò potrebbe portare a dei malfunzionamenti.

In definitiva è un circuito molto semplice, facilmente realizzabile e poco costoso (potrebbero costare di più i led del resto dell'elettronica...).

La mia attuale realizzazione

Ho realizzato il circuito su basetta millefori, con non poche difficoltà a causa della mia inesperienza col saldatore; ma dopo 4 transistor bruciati e un paio di tentativi di configurazione ecco il risultato:


Ehm...per quanto ci abbia provato questo è il meglio che sono riuscito a fare...


Lato componenti...

Lato componenti...

e lato saldature... (beh, non è proprio il massimo dell

e lato saldature... (beh, non è proprio il massimo dell'estetica...)

L'evoluzione (indispensabile) del progetto

Al momento è in attesa di un integrato nuovo con porta-integrati per evitare di bruciarlo nuovamente, nuovi condensatori e trimmer.

Verrà probabilmente anche aggiunto un sistema di filtraggio e pulitura del segnale tratto dal conosciuto schema per contagiri a led anke presente su Grix.it.


Spero di riuscire presto a realizzarlo su circuito stampato perché al momento è assolutamente inintegrabile su di una motocicletta...


Questo Articolo verrà comunque aggiornato quando verranno apportate le modifiche sopracitate e verrà montato sulla moto...

Ma di questo se ne parla a marzo.


CRESTUS
3

Commenti e note

Inserisci un commento

di ,

Ciao crestus, bell' articolo! Se quando avrai finito la progettazione ti dovesse servire un' aiuto per il disegno e la realizzazione del circuito stampato fammelo sapere..... ti aiuto più che volentieri! Magari contattami tramite MP che poi apriamo un topic. Ciao, David.

Rispondi

di ,

Certo, Crestus, che ci è gradito il tuo contributo. Si vede, ovviamente che sei agli inizi, ma hai tutto il tempo per migliorare e qui, in ElectroYou, troverai anche chi ti può dare in consigli migliori, sia per ottimizzare le prestazioni del circuito, sia per un'esecuzione dall'aspetto professionale.
Già questo tuo lavoro si è avvalso del contributo di ginfizz e questo ci fa piacere in qunanto la collaborazione tra i membri di ElectroYou è uno degli scopi di questo social netwrok tecnico.
Aspettiamo allora con interesse l'ingegnerizzazione del tuo progetto, che magari ci farai vedere anche in funzione in un bel video.

Ciao e Buon anno.

Rispondi

di ,

Come promesso sono riuscito finalmente a creare l'articolo!! spero sia di vostro gradimento....

Rispondi

Inserisci un commento

Per inserire commenti è necessario iscriversi ad ElectroYou. Se sei già iscritto, effettua il login.