Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Circuito a diodi

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utentecarloc, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteBrunoValente

0
voti

[1] Circuito a diodi

Messaggioda Foto Utentemarcoumegghiu » 28 giu 2011, 18:32

Salve ragazzi! Avrei bisogno di aiuto per un paio di esercizi con diodi, che proprio non riesco a fare, mi confondo troppo! è come se il mio inconscio li rifiutasse, tant'è che con argomenti e circuiti più consistenti come MOSFET e BJT riesco a cavarmela. Andando al dunque: del circuito in figura devo trovare i punti di lavoro dei diodi pensandoli come ideali in un caso e con caduta di tensione costante nell'altro. Non chiedo ovviamente lo svolgimento passo passo ma se mi potete dare qualche input. grazie!

Immagine
Avatar utente
Foto Utentemarcoumegghiu
527 2 8
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 185
Iscritto il: 2 ago 2010, 13:21

1
voti

[2] Re: Circuito a diodi

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 28 giu 2011, 18:58

Il modo a forza bruta con n diodi e` quello di provare 2^n configurazioni di chiuso/aperto e vedere qual e` l'unica compatibile con il fatto che se il diodo e` stato supposto aperto deve avere una tensione inversa ai suoi capi, mentre se e` stato supposto chiuso deve avere una corrente diretta che lo attraversa.

Cio` detto in alcuni casi ci si puo` semplificare la vita perche' tipicamente un diodo collegato con l'anodo al potenziale piu` alto di tutta la rete sara` in conduzione, come pure un diodo collegato con il catodo al potenziale piu` basso sara` in conduzione pure lui.

Fai i disegni con fidocad!
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
104,0k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 18475
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

0
voti

[3] Re: Circuito a diodi

Messaggioda Foto Utenteg.schgor » 28 giu 2011, 18:59

Scusa, ma dov'è la difficoltà? Se i diodi sono "ideali", la tensione
del catodo è anche quella dell'anodo (nella giusta direzione), quindi....
Avatar utente
Foto Utenteg.schgor
53,1k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 16145
Iscritto il: 25 ott 2005, 9:58
Località: MILANO

0
voti

[4] Re: Circuito a diodi

Messaggioda Foto Utentemarcoumegghiu » 28 giu 2011, 19:35

IsidoroKZ ha scritto:Fai i disegni con fidocad!

Ho visto dopo il topic di fidocad :(

g.schgor ha scritto:Scusa, ma dov'è la difficoltà? Se i diodi sono "ideali", la tensione
del catodo è anche quella dell'anodo (nella giusta direzione), quindi....

Quindi anzitutto il diodo con 0V in alimentazione (D3) se lo considero in conduzione o interdetto è uguale?

IsidoroKZ ha scritto: Cio` detto in alcuni casi ci si puo` semplificare la vita perche' tipicamente un diodo collegato con l'anodo al potenziale piu` alto di tutta la rete sara` in conduzione, come pure un diodo collegato con il catodo al potenziale piu` basso sara` in conduzione pure lui.


Quindi considero D2 e D1 in conduzione e D3 interdetto, trovo che la corrente che attraversa D2 è la somma della corrente che attraversa R1 ( i1=[2-(-5)]/12k) e la corrente che attraversa D1 ( i2=[2-(-10)]/[8k+10k])
Correggetemi se sbaglio..

Scusate ma non so usare latex per scrivere in linguaggio matematico
Avatar utente
Foto Utentemarcoumegghiu
527 2 8
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 185
Iscritto il: 2 ago 2010, 13:21

0
voti

[5] Re: Circuito a diodi

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 28 giu 2011, 19:45

Oltre alle correnti attraverso i diodi che hai assunto in conduzione, devi anche verificare che la tensione ai capi del diodo che hai assunto interdetto sia effettivamente tale da portare il diodo in interdizione.

Per i vari strumenti che puoi usare nei messaggi, guarda la guida galattica!
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
104,0k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 18475
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

1
voti

[6] Re: Circuito a diodi

Messaggioda Foto UtenteRenzoDF » 28 giu 2011, 21:06



Io direi che, visto:
a) che il punto a potenziale piu' alto della rete e' rappresentato dai 2V,
b) D2 non puo' che essere in conduzione in quanto A non puo' superare 2V
c) -10 e' il potenziale piu' basso e quindi D1 non puo' che essere conduttivo in quanto il suo anodo non puo' essere a livello inferiore
d) supponendo D3 scollegato, il potenziale di B puo' essere calcolato con un 2-10*2/3, e risultando negativo anche D3 e' conduttivo.
"Il circuito ha sempre ragione" (Luigi Malesani)
Avatar utente
Foto UtenteRenzoDF
52,8k 8 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 12476
Iscritto il: 4 ott 2008, 9:55

0
voti

[7] Re: Circuito a diodi

Messaggioda Foto Utentemarcoumegghiu » 28 giu 2011, 21:46

IsidoroKZ ha scritto:Oltre alle correnti attraverso i diodi che hai assunto in conduzione, devi anche verificare che la tensione ai capi del diodo che hai assunto interdetto sia effettivamente tale da portare il diodo in interdizione.

Per i vari strumenti che puoi usare nei messaggi, guarda la guida galattica!


Prometto che l'andrò a studiare quanto prima! anche perché mio malgrado, solo oggi ho ricordato l'esistenza di questo forum, altrimenti vi avrei rotto le scatole più spesso :lol:

RenzoDF ha scritto: Io direi che, visto:
a) che il punto a potenziale piu' alto della rete e' rappresentato dai 2V,
b) D2 non puo' che essere in conduzione in quanto A non puo' superare 2V
c) -10 e' il potenziale piu' basso e quindi D1 non puo' che essere conduttivo in quanto il suo anodo non puo' essere a livello inferiore
d) supponendo D3 scollegato, il potenziale di B puo' essere calcolato con un 2-10*2/3, e risultando negativo anche D3 e' conduttivo.


Perfetto! Grazie Renzo! Per fortuna ci ero arrivato anch'io a questa conclusione e mi hai dato modo di verificare. Quindi il ramo da D2 a -10V lo devo "spezzare" in due per il calcolo delle correnti...giusto?

Mi sento uno scemo a nn riuscire a fare mie queste cose banali :( soprattutto perché in fin dei conti si tratta si elettrotecnica, solo che quando faccio quella va bene, ma quando ci sono di mezzo circuiti elettronici vado in crisi...
Avatar utente
Foto Utentemarcoumegghiu
527 2 8
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 185
Iscritto il: 2 ago 2010, 13:21

1
voti

[8] Re: Circuito a diodi

Messaggioda Foto UtenteRenzoDF » 28 giu 2011, 21:54

marcoumegghiu ha scritto: Quindi il ramo da D2 a -10V lo devo "spezzare" in due per il calcolo delle correnti...giusto?

Scusa ma non riesco a capire il perche' dobbiamo "spezzarlo" :-)

marcoumegghiu ha scritto:Mi sento uno scemo a nn riuscire a fare mie queste cose banali

Qui l'aggettivo "banale" e' bandito ... e questo circuito non era per nulla "banale" :!:
"Il circuito ha sempre ragione" (Luigi Malesani)
Avatar utente
Foto UtenteRenzoDF
52,8k 8 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 12476
Iscritto il: 4 ott 2008, 9:55

0
voti

[9] Re: Circuito a diodi

Messaggioda Foto Utentemarcoumegghiu » 28 giu 2011, 22:15

RenzoDF ha scritto: Qui l'aggettivo "banale" e' bandito ... e questo circuito non era per nulla "banale" :!:

Forse il circuito in se non lo è, ma il diodo penso sia uno dei componenti elettronici più semplici e pure mi riesce meglio studiare un amplificatore MOSFET a singolo stadio che un circuito a diodi come questo..

RenzoDF ha scritto:Scusa ma non riesco a capire il perche' dobbiamo "spezzarlo" :-)


In effetti non ce n'è motivo, sono frasi di stanchezza/disperazione :lol:
Ma la corrente su D3 quindi come si trova? Perché, quindi, ai suoi capi ci sono 5V (0V all'anodo e -5V al catodo) ma non ci sono resistenze in serie per convertire questa tensione in corrente..
Avatar utente
Foto Utentemarcoumegghiu
527 2 8
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 185
Iscritto il: 2 ago 2010, 13:21

1
voti

[10] Re: Circuito a diodi

Messaggioda Foto UtenteRenzoDF » 28 giu 2011, 22:36

marcoumegghiu ha scritto:Ma la corrente su D3 quindi come si trova?

Una volti noti i potenziali di A e di B tutte le correnti le trovi con la legge di Ohm e il principio di Kirchhoff ai nodi.

marcoumegghiu ha scritto: Perché, quindi, ai suoi capi ci sono 5V (0V all'anodo e -5V al catodo) ma non ci sono resistenze in serie per convertire questa tensione in corrente..

:shock: Scusa se mi permetto ma questa frase e' a dir poco "allucinante" :-M

Se affermi cio', mi sa che non sei arrivato alla mia stessa conculsione ... e mi chiedo, ma leggete quello che vi si risponde? :-k
"Il circuito ha sempre ragione" (Luigi Malesani)
Avatar utente
Foto UtenteRenzoDF
52,8k 8 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 12476
Iscritto il: 4 ott 2008, 9:55

Prossimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 28 ospiti