Pagina 6 di 10

Re: LED alimentato a 230 V

MessaggioInviato: 11 nov 2017, 17:15
da TardoFreak
Urca! Che arrosto!

Re: LED alimentato a 230 V

MessaggioInviato: 12 nov 2017, 22:14
da SediciAmpere
TardoFreak ha scritto: funzionano anche bene (tu sei il primo che conosco che lamenta un malfunzionamento)

non conosci nessuno che abbia avuto problemi di affidabilità con questi prodotti da due Lire comprati su aliexpress????
:^o

due anni fa ne comprai 4 cavi USB ad un prezzo irrisorio (ma maggiore di 77¢): 2 non hanno mai funzionato, uno funzionava ma faceva contatto male e il quarto andava bene, ma si è guastato dopo pochi mesi...
io avrei paura a connettere un alimentatore da 77¢ alla rete

Re: LED alimentato a 230 V

MessaggioInviato: 12 nov 2017, 22:17
da TardoFreak
Ok, mi avete convinto: sono inaffidabili e insicuri.

Meglio il LED collegato direttamente al 220 V, certamente piu' sicuro, sicuro quanto un giocattolo. :ok:

Re: LED alimentato a 230 V

MessaggioInviato: 12 nov 2017, 22:27
da SediciAmpere
Per l'uso che deve farne Max, secondo me è più sicuro e anche molto più affidabile nel tempo

Re: LED alimentato a 230 V

MessaggioInviato: 12 nov 2017, 22:28
da TardoFreak
Mooolto piu' sicuro. :ok:

Re: LED alimentato a 230 V

MessaggioInviato: 13 nov 2017, 12:07
da BrunoValente
Basta isolarlo, ad esempio chiudendolo dentro una piccola scatola di plastica, dov'è il problema?
E' pericoloso né più né meno di tutte le cose autocostruite che funzionano a tensione di rete.
Ovviamente si presuppone che chi lo assembla non sia uno sprovveduto.

Re: LED alimentato a 230 V

MessaggioInviato: 13 nov 2017, 12:29
da Lancillotto
Concordo, inoltre i led attuali consumano molto meno di quelli di qualche anno fa, ho visto prodotti commerciali funzionanti da tempo 24/24 con il led (rosso) alimentato a 220 V da una semplice resistenza da 1/4w senza nessun diodo per l'inversa

Re: LED alimentato a 230 V

MessaggioInviato: 13 nov 2017, 12:40
da PietroBaima
Lancillotto ha scritto:Concordo, inoltre i led attuali consumano molto meno di quelli di qualche anno fa, ho visto prodotti commerciali funzionanti da tempo 24/24 con il led (rosso) alimentato a 220 V da una semplice resistenza da 1/4w senza nessun diodo per l'inversa

Come dicevo la cosa funziona se si usano i led rossi, verdi o gialli.
Niente da fare per i bianchi o blu.

Re: LED alimentato a 230 V

MessaggioInviato: 13 nov 2017, 14:07
da BrunoValente
Pietro però nelle absolute maximum ratings dei datasheet di quelli rossi comunque danno 5V di massima tensione inversa, evidentemente sarà un valore cautelativo ma io un diodo o un altro led in antiparallelo ce lo metterei comunque.

Re: LED alimentato a 230 V

MessaggioInviato: 13 nov 2017, 14:14
da PietroBaima
Sì, concordo con te.
A suo tempo mi ero chiesto come mai molti montassero solo LED + resistenza e il LED non si distruggesse in inversa. Poi avevo trovato interessante risposta nella tecnologia del dispositivo.
Sarà una mia fissa, ma mi dà soddisfazione capire perché un circuito funziona :mrgreen:

In ogni caso hai perfettamente ragione. Avevo trovato dei LED rosso+verde montati in antiparallelo nello stesso case e, con la resistenza in serie, facevo delle spie 230V gialle.
Mi piacevano perché non sfarfallavano e la luminosità, con 100 kohm in serie, 1/2 W era buona.