Pagina 1 di 3

indicatore clipping audio

MessaggioInviato: 17 mag 2015, 21:49
da danielealfa
ciao a tutti e buona sera.
ho un amplificatore a valvola per cuffia ed io volevo munirlo di un indicatore(led) che mi indicasse il punto del clipping.
io in rete ho trovato questo che mi sembra semplice
il mio ampli e' alimentato a 24 volt vcc.
se volessi usare un integrato solo che ic potrei usare?un lm358 andrebbe bene?
il diodo zener all uscita del lm 741 a cosa serve?
scusate la mia ignoranza ..

Re: indicatore clipping audio

MessaggioInviato: 18 mag 2015, 12:29
da gill90
CIao,
il circuito dovrebbe fare il suo, occhio però che funziona solo per il clipping della semionda positiva. Direi che un qualunque OPAMP general purpose possa andare, tuttavia siccome l'operazione effettuata qui è un confronto è meglio usare comparatori (LM311 ad esempio).
Lo zener in uscita all'OPAMP non fa altro che fissare la tensione a 5.1V in caso di attivazione del LED: se non clippa l'uscita dell'OPAMP è alta, per cui non c'è tensione ai capi del LED e questo non si illumina; se invece clippa la tensione in uscita dell'OPAMP si porta a 0V (circa), la caduta sullo zener è 5.1V e il circuito equivalente è



Per cui la corrente è I_L=\frac{15-5.1}{470}\approx21mA.

Re: indicatore clipping audio

MessaggioInviato: 18 mag 2015, 19:38
da danielealfa
grazie della tua ottima spiegazione,
io vrrei farlo sia per la semionda negativa che quella positiva, ma ho solo la +24 e gnd come tensione
e tutti quelli che ho visto hanno bisogno della tensione duale.
si puo' fare in modo di averle entrambe con la tensione che ho a disposizione ?

Re: indicatore clipping audio

MessaggioInviato: 18 mag 2015, 21:05
da gill90
Beh per farlo su tutte e due le semionde dovresti metterci a monte un circuito raddrizzatore a doppia semionda (di cui trovi tanti esempi su EY o in rete), tuttavia se non vuoi appesantire ulteriormente il circuito ti consiglio di lasciarlo anche così: in fondo se il clipping avviene "in positivo" è molto probabile che lo faccia anche nella parte negativa del segnale, per cui pur non essendo totalmente rigoroso un circuito come quello da te indicato dovrebbe comunque riconoscerti quasi tutti i casi di clipping.

Re: indicatore clipping audio

MessaggioInviato: 18 mag 2015, 21:16
da BrunoValente
Direi che sia già sensibile ad entrambe le semionde perché in ingresso c'è un duplicatore, il valore della tensione raddrizzata che arriva al potenziometro corrisponde a quello picco-picco del segnale.

Lo zener dovrebbe servire ad evitare che il led possa rimanere debolmente acceso quando l'uscita va alta, non essendo l'operazionale del tipo rail to rail

Re: indicatore clipping audio

MessaggioInviato: 18 mag 2015, 22:08
da danielealfa
ok allora usero' questo, e come integrato usero' un lm311 come mi hai suggerito.
un ultima domanda, se io al posto del led devo mettere un transistor, tipo un bc337, oltre alla resistenza sulla base da 10k, occorre anche lo zener per evitare che il transistor possa fare scorrere un po' di corrente?

Re: indicatore clipping audio

MessaggioInviato: 18 mag 2015, 22:18
da danielealfa
ho notato che gli ingressi del lm311 a confronto del ua741 sono invertiti , e i pin dell' alimentazioni sono rispettivamente per lm 311 1 positivo e 8 gnd per l uscita pin 7
a parte la diversa piedinatura sono il circuito resta uguale o sbaglio?

Re: indicatore clipping audio

MessaggioInviato: 18 mag 2015, 22:35
da danielealfa
dato che mi serve doppio, sia per il canale destro che per quello sinistro , potrei usare un lm393?

Re: indicatore clipping audio

MessaggioInviato: 18 mag 2015, 23:11
da BrunoValente
Sì, direi che l'LM393 vada bene.
Con l'LM393 puoi evitare lo zener perché ha le uscite open collector ma devi aumentare il valore della resistenza in serie al led a 680 ohm.

Re: indicatore clipping audio

MessaggioInviato: 19 mag 2015, 12:58
da BrunoValente
Attenzione al verso del primo elettrolitico che è sbagliato, devi girarlo, a meno che non vi sia una componente continua positiva nel segnale di ingresso.

Se non lo sai o se non hai modo di verificare metti due elettrolitici da 2.2uF in anti serie al posto di quello di ingresso.

Se ho capito bene ci collegherai un ampli per cuffia che quindi potrebbe erogare un segnale insufficiente per quel circuito.

Dovresti quindi verificare che l'ampiezza da picco a picco del massimo segnale indistorto di ingresso al circuito superi almeno 12-13V, altrimenti la corsa del potenziometro risulterebbe insufficiente per far scattare il comparatore e non riusciresti a regolarlo.

Se l'ampiezza massima del segnale in ingresso è insufficiente allora puoi rimediare aumentando il valore della resistenza da 3k3, in modo da abbassare il valore di soglia di quanto serve per centrare il campo di regolazione del potenziometro sul massimo segnale.