Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Tester recinzioni elettrificate

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtenteBrunoValente, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utentecarloc, Foto Utenteg.schgor

0
voti

[141] Re: Tester recinzioni elettrificate

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 17 giu 2018, 11:55

Tu mi stai facendo questa domanda: se brucio un pezzo di carta trasformo tutta la sua energia immagazzinata in calore, il quale non è utilizzabile. Ma allora dove è finita quella energia?
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex

Io capisco le cose per come le scrivete. Per esempio: K sono kelvin e non chilo, h.z è la costante di Planck per zepto o per la zeta di Riemann e l'inverso di una frequenza non si misura in siemens.
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
74,1k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 8678
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

0
voti

[142] Re: Tester recinzioni elettrificate

Messaggioda Foto Utentevenexian » 17 giu 2018, 12:00

PietroBaima ha scritto:Tu mi stai facendo questa domanda: se brucio un pezzo di carta trasformo tutta la sua energia immagazzinata in calore, il quale non è utilizzabile. Ma allora dove è finita quella energia?

Beh, no. La mia domanda è

venexian ha scritto:l'energia che tu ritieni immagazzinata nel punto C del famoso diagramma, non può essere rappresentata dal prodotto BH, visto che in quel punto il prodotto è nullo. Allora, dov'è? Dato che proviene comunque da una quantità rappresentata in quel grafico, come mai non ve ne è traccia quando si giunge al punto C?
Immagine
Avatar utente
Foto Utentevenexian
5.633 2 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 2016
Iscritto il: 13 mag 2017, 10:07
Località: Venezia (ma va?)

0
voti

[143] Re: Tester recinzioni elettrificate

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 17 giu 2018, 12:05

PietroBaima ha scritto:No, perché sopra la temperatura di Curie, anche applicando un campo esterno che superi l'energia termica sull'orientamento dei domini, non è possibile comunque magnetizzare il materiale.


forse ricordo male, ma non è uno dei modi possibili per ottenere magneti permanenti?

Li si riscalda oltre Tc, e li si raffredda sottoponendoli a un forte campo magnetico.

D'altronde perfino nelle rocce magmatiche si osserva un lieve magnetismo residuo dovuto al campo terrestre

https://it.wikipedia.org/wiki/Paleomagnetismo

E forse del campo terrestre, per quanto debole, si dovrebbe tener conto quando si parla di energia e dove vada a finire, almeno a livello concettuale
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
26,4k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7146
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

Precedente

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot], Foto Utentemaxiteris e 25 ospiti