Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Tester recinzioni elettrificate

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtenteBrunoValente, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utentecarloc, Foto Utenteg.schgor

0
voti

[51] Re: Tester recinzioni elettrificate

Messaggioda Foto Utenteelektronik » 13 giu 2018, 21:47

BrunoValente ha scritto:Questo schema corrisponde alla mia descrizione sommaria in [50], credo siano fatti tutti più o meno così.

Siamo tutti d'accordo se dico che per la misura della tensione in uscita non sono adatti i voltmetri HV in continua del tipo descritto in [25]?

si la descrizione che avevi fatto era corretta e i circuiti più o meno come principio sono tutti uguali, c'è anche un condensatore 1000- 2000v che ha un ruolo importante in questo circuito e spesso e quello che si rompe, poi c'è la bobina alta tensione, Raramente ho trovato bruciato l'SCR. Io non avendo studiato elettronica non so dare una spiegazione tecnica.
Avatar utente
Foto Utenteelektronik
2.719 3 5 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 1559
Iscritto il: 12 mag 2015, 22:26

0
voti

[52] Re: Tester recinzioni elettrificate

Messaggioda Foto UtenteSediciAmpere » 13 giu 2018, 22:33

BrunoValente ha scritto:
Siamo tutti d'accordo se dico che per la misura della tensione in uscita non sono adatti i voltmetri HV in continua del tipo descritto in [25]?

Ci sono i diodi
Le persone sagge parlano perché hanno qualcosa da dire.
Le persone sciocche perché hanno da dire qualcosa.
Avatar utente
Foto UtenteSediciAmpere
844 1 5 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 999
Iscritto il: 31 ott 2013, 15:00

1
voti

[53] Re: Tester recinzioni elettrificate

Messaggioda Foto UtenteBrunoValente » 14 giu 2018, 9:58

Con riferimento allo schema [60] il funzionamento dovrebbe essere il seguente, cerco di spiegarlo in modo che possa risultare abbastanza comprensibile anche a chi non ha molta dimestichezza con l'elettronica.

scossa2.jpg


IC1 contiene un oscillatore ad onda quadra e una catena di divisori, i componenti a sinistra nel disegno definiscono la frequenza dell'oscillatore la cui uscita è il pin 9 e in particolare il potenziometro serve a regolare la frequenza, con quei valori la frequenza si aggira intorno a qualche kHz.

L'uscita 9, dove è presente l'onda quadra di qualche kHz, comanda Q1 che pilota TR1 sul cui secondario sono presenti impulsi ampi qualche centinaio di volt alla stessa frequenza dell'onda quadra, il diodo D1 li raddrizza e il condensatore C3 quindi si carica ad una tensione (continua) di qualche centinaio di volt.

Q2, che è un SCR, è spento, quindi tra anodo e catodo non conduce, perciò, essendo il primario di TR2 isolato da massa da Q2, C3 non vede alcun carico e non si scarica.

L'uscita 9 di IC1 dove c'è l'onda quadra, oltre ad essere collegata tramite R3 alla base di Q1, è anche collegata internamente all'integrato all'ingresso di una catena di divisori la cui uscita è al pin 1.

Al pin 1 è quindi presente ancora un'onda quadra ma ad una frequenza molto più bassa di quella al pin 9: la catena di divisori divide per 4096, quindi se l'onda quadra al pin 9 è di qualche kHz, quella al pin 1 è di qualche frazione di Hz, cioè è formata da impulsi che si susseguono al ritmo di qualche secondo.

I fronti di salita degli impulsi presenti sul pin 1, che si susseguono quindi al ritmo di qualche secondo, innescano (accendono) Q2 che conducendo tra anodo e catodo mette in parallelo il primario di TR2 al condensatore C3 carico a qualche centinaio di volt.

Appena Q2 va in conduzione succede che C3 si scarica bruscamente sul primario di TR2 e questo provoca un andamento oscillatorio della corrente di scarica (forse a qualche centinaio-migliaio di Hz) dovuto alla combinazione dell'induttanza del primario di TR2 con la capacità di C3.

Durante la scarica con andamento oscillatorio di C3 sul primario di TR2, al secondario si produce una tensione oscillatoria la cui ampiezza delle oscillazioni può raggiungere inizialmente qualche migliaio di volt ma che si riduce rapidamente man mano che C3 perde energia, orientativamente può estinguersi in qualche decimo di secondo.

Ricapitolando:

Q1, pilotato dall'onda quadra a qualche kHz, provvede a caricare continuamente C3 a qualche centinaio di volt, invece Q2, pilotato dai fronti dell'onda quadra a bassa frequenza che si susseguono distanziati di qualche secondo, fa scaricare C3 sul primario di TR2 e questo provoca una tensione oscillatoria ad alta tensione e di breve durata al secondario di TR2 connesso al recinto che si produce ad ogni fronte di salita dell'onda quadra a bassa frequenza, quindi gli impulsi ad alta tensione sono separati da un tempo di qualche secondo.

Regolando T1 si varia la frequenza dell'onda quadra di partenza, questo non comporta alcun effetto sul funzionamento di Q1 e quindi sulla carica di C3, ha invece effetto sul tempo che separa gli impulsi che accendono Q2, quindi T1 serve a regolare il ritmo delle scariche.

Probabilmente il rumore che si avverte, che può sembrare quello di un relè, invece è emesso da TR2 che durante l'impulso è percorso da una forte corrente.
Avatar utente
Foto UtenteBrunoValente
30,1k 6 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5827
Iscritto il: 8 mag 2007, 14:48

1
voti

[54] Re: Tester recinzioni elettrificate

Messaggioda Foto Utentevenexian » 14 giu 2018, 11:49

BrunoValente ha scritto:Appena Q2 va in conduzione succede che C3 si scarica bruscamente sul primario di TR2 e questo provoca un andamento oscillatorio della corrente di scarica (forse a qualche centinaio-migliaio di Hz) dovuto alla combinazione dell'induttanza del primario di TR2 con la capacità di C3.

Io credo che l'impulso sia singolo. Il circuito LC ha un diodo in serie (L'SCR attivo).
Immagine
Avatar utente
Foto Utentevenexian
5.628 2 4 7
Master
Master
 
Messaggi: 2015
Iscritto il: 13 mag 2017, 10:07
Località: Venezia (ma va?)

0
voti

[55] Re: Tester recinzioni elettrificate

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 14 giu 2018, 11:58



:mrgreen:
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex

Io capisco le cose per come le scrivete. Per esempio: K sono kelvin e non chilo, h.z è la costante di Planck per zepto o per la zeta di Riemann e l'inverso di una frequenza non si misura in siemens.
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
73,7k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 8618
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

0
voti

[56] Re: Tester recinzioni elettrificate

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 14 giu 2018, 12:01

Mi piacerebbe capire come si valuta la sicurezza di scariche impulsive, se esiste qualche norma in proposito o semplicemente si applicano le solite curve relative all'elettrocuzione.

A prescindere dal tipo di scarica (oscillante o impulsiva ma comunque di breve durata) poiché gli impulsi di scarica successivi sono distanti credo si possa ipotizzare che ogni ciclo il condensatore si carica pienamente.

L'energia della singola scarica è quindi quella immagazzinata in C3 tolte le perdite, non trascurabili ma che in caso di umidità o pioggia possono ridursi molto.

Quindi è l'energia in C3 a determinare la sicurezza del sistema?
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
26,1k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7062
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

0
voti

[57] Re: Tester recinzioni elettrificate

Messaggioda Foto Utentestefanob70 » 14 giu 2018, 12:51

Minuto 2:30... e 3:43 (:OO:) (:OOO:)
Allegati
IMG_20180614_133556.png
ƎlectroYou
Avatar utente
Foto Utentestefanob70
13,2k 5 11 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 2744
Iscritto il: 14 lug 2012, 13:14
Località: Roma

0
voti

[58] Re: Tester recinzioni elettrificate

Messaggioda Foto UtenteBrunoValente » 14 giu 2018, 13:03

venexian ha scritto:
BrunoValente ha scritto:Appena Q2 va in conduzione succede che C3 si scarica bruscamente sul primario di TR2 e questo provoca un andamento oscillatorio della corrente di scarica (forse a qualche centinaio-migliaio di Hz) dovuto alla combinazione dell'induttanza del primario di TR2 con la capacità di C3.

Io credo che l'impulso sia singolo. Il circuito LC ha un diodo in serie (L'SCR attivo).

Giusta considerazione
Avatar utente
Foto UtenteBrunoValente
30,1k 6 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5827
Iscritto il: 8 mag 2007, 14:48

0
voti

[59] Re: Tester recinzioni elettrificate

Messaggioda Foto Utenteelektronik » 14 giu 2018, 13:18

Si Foto UtenteBrunoValente l'impulso e singolo, Il condensatore in linea di massima da sempre la stessa energia, Il circuito ha un paletto che va a terra e un conduttore che va ai fili o fettucce conduttrici, poi tutto dipende da una buona terra nel senso che con una terra asciutta e poco conduttrice la scarica e minore che se la terra è umida, difatti con recinzioni lunghe dei paletti di terra se ne mettono diversi.
Avatar utente
Foto Utenteelektronik
2.719 3 5 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 1559
Iscritto il: 12 mag 2015, 22:26

0
voti

[60] Re: Tester recinzioni elettrificate

Messaggioda Foto UtenteBrunoValente » 14 giu 2018, 14:09

Comunque indipendentemente dalla forma dell'impulso, che a causa del diodo SCR dovrebbe essere singolo, l'energia contenuta nel condensatore non è affatto detto che si riversi tutta su chi si appoggia al recinto, vi sono tante perdite e dispersioni...

Se il circuito compreso di recinzione fosse senza perdite e se durante la scarica nessuno toccasse il recinto, certamente l'energia contenuta nel condensatore non avrebbe dove andare: se non vi fosse l'SCR l'oscillazione non sarebbe smorzata e durerebbe un tempo infinito, cioè transiterebbe continuamente dal condensatore all'induttore e viceversa, con la presenza dell'SCR invece L'energia passerebbe dal condensatore all'induttore nel primo quarto di ciclo dell'oscillazione e poi tornerebbe al condensatore nel secondo quarto di ciclo caricandolo ad una tensione uguale a quella iniziale ma di segno opposto e poi tutto si fermerebbe fino alla scarica successiva a causa del diodo interdetto in serie.
Avatar utente
Foto UtenteBrunoValente
30,1k 6 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 5827
Iscritto il: 8 mag 2007, 14:48

PrecedenteProssimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot], Google Feedfetcher e 35 ospiti