Pagina 1 di 3

Problemi di base coi transistor : un esempio

MessaggioInviato: 25 ott 2018, 17:46
da Chiara96
Salve,
come da oggetto ho (più di) un problema coi transistor e vorrei sottoporvi un problema tratto dal libro dell' Impallomeni "Corso di Elettrotecnica ed Elettronica Vol. 2 - Ed. Hoepli" a pag. 350.

Premessa: essendo il mio primo messaggio su questo forum non sono pratica e non son riuscita a trovare il modo per inserire i pedici per cui adotterò la seguente convenzione:
    V(AB) = Tensione tra i punti A e B
    V(RX) = Tensione ai capi della resistenza RX
    i(K) = corrente entrante nel polo K ovvero nella resistenza K

Di seguito dovrebbe comparire il circuito su cui ho delle difficolta (comunque invio in allegato la rappresentazione di tale circuito):

npn-CE.jpg
npn-CE.jpg (16.78 KiB) Osservato 942 volte


Ecco cosa dice l'autore e cosa invece non capisco:

Per analizzare il funzionamento del circuito, si ipotizzi che sia VCC >> Vg (dove Vg è la tensione di soglia della giunzione pn)

1) VBB < Vg
In questa situazione la giunzione BE non conduce, in quanto si ha certamente V(BE) < Vg .
La giunzione CB risulta polarizzata inversamente, a causa della polarità del generatore VCC.
In questa situazione il BJT è in interdizione, per cui si ha sostanzialmente i(C) = 0 per ogni V(CE) > 0.
In particolare si avrà, per il nostro circuito,
i(C) = 0 e V(CE) = VCC

2) VBB >= Vg
La giunzione BE si polarizza direttamente e inizia a condurre. La corrente di base vale:
i(B) = (VBB −Vg ) / RB

A questo punto sorgono le mie perplessità:
la giunzione risulta certamente (diciamo così va) polarizzata direttamente ma questo è sufficiente per dire che conduce?
Io direi di no, perché affinché la giunzione BE possa condurre direi piuttosto che occorre
V(BE) = VBB - V(RB) >= Vg ==> occorre che VBB >= Vg + V(RB) e non solo, come detto dall' autore, VBB >= Vg


L'autore poi prosegue con ragionamenti che riesco a seguire.

Qualcuno ha voglia di darmi una mano ?
Probabilmente sto facendo degli strafalcioni e a voi potrà sembrare una domanda banalissima ma sto iniziando con l'elettronica, non siate crudeli.
Grazie comunque,
Chiara

Re: Problemi di base coi transistor : un esempio

MessaggioInviato: 25 ott 2018, 17:58
da EdmondDantes
Riesci ad allegare l'immagine senza usare siti esterni?

Quando rispondi, vai nella scheda invia allegato, in basso. Fai sfoglia, scegli il file e poi premi aggiungi file. Poi ti spiego come scrivere le formule.

Re: Problemi di base coi transistor : un esempio

MessaggioInviato: 25 ott 2018, 18:09
da arkeo2001
EdmondDantes ha scritto:Riesci ad allegare l'immagine senza usare siti esterni?

Quando rispondi, vai nella scheda invia allegato, in basso. Fai sfoglia, scegli il file e poi premi aggiungi file. Poi ti spiego come scrivere le formule.


Cosa ti è successo? :D Non ti ho letto sempre così ecumenico :)

Re: Problemi di base coi transistor : un esempio

MessaggioInviato: 25 ott 2018, 18:10
da EdmondDantes
Questa mattina ho visto una luce, ma credo che durerà poco: come vedi anche questo e' scomparso. :mrgreen:

Re: Problemi di base coi transistor : un esempio

MessaggioInviato: 25 ott 2018, 18:28
da MarcoD
Benvenuta nel forum.

Anche se non sono un teorico, provo a risponderti:
Mi sembra una disquisizione di "lana caprina" :-)

Io direi di no, perché affinché la giunzione BE possa condurre direi piuttosto che occorre
V(BE) = VBB - V(RB) >= Vg ==> occorre che VBB >= Vg + V(RB) e non solo, come detto dall' autore, VBB >= Vg


Quanto scrivi è corretto, ma se si suppone che la corrente Ib sia piccola (quasi zero) all'inizio della conduzione, la caduta di tensione V(RB) è quasi zero, e il tutto coincide con la condizione VBB >= Vg

Con un modello più complesso del transistor, mi pare che la Vg non sia costante
(si approssima a 0,2 V per i tr al germanio e 0,6 o 0,7 V per quelli al silicio),
ma sia una funzione logaritmica della corrente nella base.

O_/

Re: Problemi di base coi transistor : un esempio

MessaggioInviato: 25 ott 2018, 19:23
da venexian
Chiara96 ha scritto:tratto dal libro dell' Impallomeni "Corso di Elettrotecnica ed Elettronica

Per me il problema è tutto qui: prima di affrontare l'elettronica, bisogna conoscere l'elettrotecnica...

Re: Problemi di base coi transistor : un esempio

MessaggioInviato: 26 ott 2018, 1:34
da Cibachrome
venexian ha scritto:Per me il problema è tutto qui: prima di affrontare l'elettronica, bisogna conoscere l'elettrotecnica...


Quel libro tratta prima l' elettrotecnica e poi l' elettronica.

Re: Problemi di base coi transistor : un esempio

MessaggioInviato: 26 ott 2018, 6:42
da venexian
Cibachrome ha scritto:Quel libro tratta prima l' elettrotecnica e poi l' elettronica.

Pensavo si capisse, ma vedo che devo specificare.

Prima di affrontare l'elettronica, bisogna conoscere l'elettrotecnica.

Non sono andato a guardare quel libro, ma prima di affrontare la polarizzazione di un transistor mi pare che in passato ci fossero gli esami di 'elettrotecnica' e di 'dispositivi elettronici', seguiti solo poi da 'elettronica 1' e 'elettronica 2'. Esami separati, ognuno con i propri (plurale) testi. Resto basito dall'idea che in un solo testo venga trattato tutto o gran parte dell'argomento.

Il commento segue la constatazione che l'OP, pur affrontando correttamente l'analisi della polarizzazione, trova difficoltà proprio nella soluzione di una banale maglia con un generatore una resistenza e un diodo. Mi sembra evidente che la parte 'elettrotecnica' del testo 'elettrotecnica + elettronica' non sia stata sufficientemente digerita.

@Chiara96
Il mio consiglio è di ripartire da un po' più indietro. Se ti porti dietro dubbi sulla soluzione di un circuito con una singola maglia, affrontare l'analisi dei circuiti elettronici potrebbe diventare un incubo.

Re: Problemi di base coi transistor : un esempio

MessaggioInviato: 26 ott 2018, 6:57
da EdmondDantes
È un testo di scuola media superiore.
Il fatto che sia trattata anche l'elettrotecnica non implica che sia stata studiata.

Re: Problemi di base coi transistor : un esempio

MessaggioInviato: 26 ott 2018, 7:09
da venexian
Ah, già più comprensibile.

Però, se non ricordo male, anche all'ITIS le materie elettrotecnica e elettronica erano un tempo separate, addirittura in anni diversi. Adesso non è più così?

Qualcuno che ha fatto l'ITIS elettronica e che adesso ha i capelli bianchi può confermare?

Edit: confermo. Anni fa ho sottratto con con un piccolo inganno a un collega (poco amante dei libri...) i suoi testi dell'ITIS e ci sono tre volumi (e che volumi...) separati. Elettrotecnica, Elettronica 1 e Elettronica 2.