Pagina 5 di 18

Re: Video electroboom

MessaggioInviato: 7 nov 2018, 10:26
da venexian
@EdmondDantes
Senti, io sono certo sia tutto un micidiale malinteso.
Né tu, né Ianero siete gli ultimi infatuati di Tesla che passano di qui per caso, siete persone di scienza e non ci possono essere visioni divergenti su una questione tanto banale come questa.

Stiamo parlando di flusso concatenato... è argomento per sedicenni che frequentano un istituto professionale!!!!!

Re: Video electroboom

MessaggioInviato: 7 nov 2018, 10:29
da PietroBaima
Calma...

siamo tecnici e tecnici dobbiamo restare.
I tecnici non sono avvocati, che devono avere ragione a qualunque costo contro l’avversario.
I tecnici discutono fra di loro per promuovere una soluzione di gruppo che spieghi il comportamento della natura.

Ianero, guarda bene quale superficie viene considerata, fino all’inizio della coppia twistata.
Se manca il campo elettrico o il magnetico, non posso avere trasmissione di potenza, non altro.

Ritorniamo on topic e cerchiamo, insieme, di spiegare questo fenomeno.

Re: Video electroboom

MessaggioInviato: 7 nov 2018, 10:29
da EdmondDantes
Carissimo non venire a citarmi il flusso concatenato. Se leggi bene l'ho scritto in uno dei miei post.
Io ho tutto chiaro. E questa volta abbandono sul serio.

Re: Video electroboom

MessaggioInviato: 7 nov 2018, 10:31
da EdmondDantes
Foto UtentePietroBaima il problema è a monte: non aver chiaro la legge di Faraday-Neumann-Lenz.
La trasmissione di potenza arriva dopo qualche centinaio di pagine

Re: Video electroboom

MessaggioInviato: 7 nov 2018, 10:32
da arkeo2001
Posso rilanciare la mia similitudine in un caso più visualizzabile?

Pensavo a una funzione di una variabile che assume valore costante in un certo intervallo [b,c] e zero al di fuori. Ora considero un intervallo [a,d] che contiene il precedente (ovvero a<b<c<d). Se si calcola l'integrale definito tra a e d il valore è diverso da zero. Ma se scelgo un intervallo [x0,x0+dx] contenuto in [a,b) oppure (b,d] e calcolo l'integrale definito, in questo caso vale zero.

A me sembra che la situazione sia identica.

E' chiaro che una formulazione locale non può contenere l'informazione sull'intero dominio. Ora la cosa si è complicata perché si è sovrapposto un fatto fisico, ovvero è impossibile produrre un campo solenoidale con un sottodominio all'interno in cui valga zero. Ma questa è fisica e non matematica, e come è noto è delicato passare da una situazione alla sua modellazione.

Re: Video electroboom

MessaggioInviato: 7 nov 2018, 10:35
da venexian
EdmondDantes ha scritto:Carissimo non venire a citarmi il flusso concatenato. Se leggi bene l'ho scritto in uno dei miei post.
Io ho tutto chiaro. E questa volta abbandono sul serio.

Mi spiace di averti offeso, non era mia intenzione (*).

Questo significa che allora non ho ancora capito di cosa si stia discutendo.


(*) Mai potrei immaginare che tu non abbia chiaro il concetto di flusso concatenato. Proprio per questo motivo non capisco!

Re: Video electroboom

MessaggioInviato: 7 nov 2018, 10:35
da PietroBaima
Sono sicuro che tutti qui abbiano ben chiara quella legge, o almeno chi giocava a buttare pietre nello stagno per vedere le onde concentriche da piccolo dovrebbe riuscire a farsi una idea molto chiara del problema, su cosa gioca un ruolo importante e su quale conduttore o coppia di conduttori raccoglie cosa.

Re: Video electroboom

MessaggioInviato: 7 nov 2018, 10:38
da Ianero
Facciamo così: prendiamo per ora una superficie sola, quella con bordo rosso, come in [32].
Io direi che i campi sono questi:



Forse sbaglio qui.

Re: Video electroboom

MessaggioInviato: 7 nov 2018, 11:00
da PietroBaima
non sbagli, ma supponi di avere il voltmetro in centro, come da configurazione del problema.Che tensione riporterebbe?

Re: Video electroboom

MessaggioInviato: 7 nov 2018, 11:02
da Ianero
PietroBaima ha scritto:ma supponi di avere il voltmetro in centro

Non ho capito. Il voltmetro ha bisogno di misurare una tensione di un punto rispetto ad un altro. Quali sono i due punti a cui fai riferimento?
Inoltre tale tensione stavolta dipende dal percorso che collega i due punti in questione.