Pagina 7 di 8

Re: Chimica orbitali leganti metallo

MessaggioInviato: 14 gen 2019, 14:07
da Piercarlo
PietroBaima ha scritto:Il “biliardo quantistico” gioca con le regole delle onde. Capisco che non sia semplicissimo da immaginare.


Allora sostituiamolo con una piscina! :D ;-)

Re: Chimica orbitali leganti metallo

MessaggioInviato: 14 gen 2019, 14:27
da PietroBaima
La battuta è meno battutosa di quello che sembra :-)

Re: Chimica orbitali leganti metallo

MessaggioInviato: 14 gen 2019, 14:59
da Piercarlo
PietroBaima ha scritto:La battuta è meno battutosa di quello che sembra :-)


Lo so! :ok:

Re: Chimica orbitali leganti metallo

MessaggioInviato: 15 gen 2019, 22:46
da EdmondDantes
Poco profonda e... adattata :lol: :lol: , mi raccomando!

Re: Chimica orbitali leganti metallo

MessaggioInviato: 15 gen 2019, 22:51
da Piercarlo
Perché? La preferisci con moto ondoso in aumento? :mrgreen:

Re: Chimica orbitali leganti metallo

MessaggioInviato: 15 gen 2019, 23:07
da EdmondDantes
Si', forza 9 :mrgreen:
Foto UtentePietroBaima lo sa meglio di me...
E poi, io odio i tubi d'acqua, figuriamoci le piscine... =P~ =P~

Re: Chimica orbitali leganti metallo

MessaggioInviato: 20 gen 2019, 18:54
da maubarzi
PietroBaima ha scritto:Insomma, lo zero è irraggiungibile, ma si può superare meno infinito arrivando a più infinito (adesso Foto UtenteDirtyDeeds mi mena di brutto :mrgreen: )

E' un banalissimo buffer overflow!
Dio non gioca a dadi con l'universo... ci va giù di hacking ;-)

Re: Chimica orbitali leganti metallo

MessaggioInviato: 20 gen 2019, 19:30
da PietroBaima
:-)

Re: Chimica orbitali leganti metallo

MessaggioInviato: 9 mag 2019, 19:59
da stefanomonari
Ciao leggendo questo bel forum, sui superconduttori mi e' venuto da chiedere una cosa.
Visto che ci sono dei superconduttori che hanno realmente una resistenza nulla la legge di ohm e' ancora valida per i superconduttori? La differenza di potenziale non e' un qualcosa di fondamentale che permette di far circolare le cariche e quindi creare la corrente? In un superconduttore non c'e' bisogno di differenza di potenziale? Allora come circola la corrente ?Come si crea la corrente ?

Spero in risposte. Spero di non sembrare un tipo strano ma ragionando mi e' venuto di porre queste domande.

Buona serata

NB - Testo editato nella punteggiatura per migliorarne la leggibilità. Piercarlo

Re: Chimica orbitali leganti metallo

MessaggioInviato: 9 mag 2019, 20:41
da PietroBaima
Una persona che pone domande perché è curioso di apprendere non è un tipo strano, casomai è strano chi non lo fa :mrgreen:

Comunque, non ti serve scomodare i superconduttori per capire che può esserci una corrente senza una tensione. Questo succede anche in un conduttore "normale", quando la tensione è tale per cui il trasferimento di potenza dal generatore al carico "in cortocircuito" è trascurabile rispetto alla potenza persa sulla resistenza interna al generatore.
In genere si taglia corto e si dice che il generatore (o un circuito più complicato, che è comunque riconducibile, grazie al teorema di Thevenin ad un generatore di tensione con una R in serie) è in cortocircuito e quindi non vi è trasferimento di potenza verso il carico.

Queste sono considerazioni di tipo energetico, che ti permettono di estendere il comportamento ai superconduttori: la formazione delle coppie di Cooper termiche permette di violare il principio di esclusione (che è valido non solo per gli elettroni, ma per tutti i fermioni, più in generale e le coppie di Cooper non sono fermioni) e questo si vede, dal punto di vista macroscopico, con l'impossibilità per un superconduttore di assorbire energia elettrica e trasformarla in energia termica.
Dal punto di vista elettrico si ha l'annullamento della resistenza equivalente del conduttore.
Questo solo in continua però, la legge di Ohm è una legge valida solo in continua.
Se non sei in continua, a rigore, dovresti dire che la legge di Ohm è solo il primo termine di uno sviluppo in serie, ma questi effetti sono ampiamente trascurabili finché si resta in condizione di basso campo.
Non è più vero, per esempio, nel canale di un FET. In quel caso la legge di Ohm fa previsioni ampiamente errate perché nel canale di un FET non siamo certamente in condizioni di basso campo.

Per tornare al superconduttore, devi considerarlo come un pendolo senza alcun attrito: puoi dargli una certa energia iniziale e lui si metterà ad oscillare per sempre. Non esiste energia potenziale o cinetica ceduta da nessuna parte perché viene utilizzata per mantenere il pendolo in perenne oscillazione.

Allo stesso modo un cortocircuito non esiste davvero, anche in un superconduttore, il quale è un gruppo LC in grado di assorbire una certa energia e poi conservarla per sempre: esisterà tensione in qualche punto per qualche istante, poi solo corrente, poi solo tensione.

Nel nostro universo non possono esistere corto circuiti veri, cioè oggetti che non sono in grado di assorbire energia o cederne del tutto. Se vuoi approfondire la materia da studiare è termodinamica.

Quando parliamo di cortocircuiti intendiamo solo dire implicitamente che la potenza che assorbono (e trattengono o dissipano) è trascurabile rispetto ad altri componenti del circuito.

Ciao
Pietro