Pagina 1 di 1

Problema uscita ponte-H discreto

MessaggioInviato: 9 feb 2019, 0:06
da GiacomoLeandrini
Buongiorno/buonasera a tutti.
Sto lavorando ad un circuito ma durante la realizzazione mi sono imbattuto in un problema per il quale chiedo aiuto nella risoluzione.
Lo scopo di questo circuito è generare un segnale alternato ad onda rettangolare ad altissima tensione.
Prima di tutto chiedo se è possibile creare un dispositivo del genere o mi sto sbagliando dall'inizio.
Riporto qui sotto vari schemi per capire di cosa sto parlando:

Schema a blocchi:


Circuito:

Funzionamento ponte-H:



Il circuito è stato montato e risulta funzionante ma appena viene connesso il trasformatore(o qualsiasi carico) al ponte H la tensione Vbc cala a 0v. #-o
Come posso ovviare a questo problema? Servirebbe un buffer o un amplificatore di corrente? Dovrei inserire qualche protezione per l'induttanza del trasformatore? avete in mente qualche miglioria? :roll:
bisogna tenere conto che l'uscita Vab inverte la polarità.

Grazie a tutti.
scusate per eventuali errori e non esistate a chiedere chiarimenti se non mi sono spiegato bene(sicuramente è così :lol: ).

Re: Problema uscita ponte-H discreto

MessaggioInviato: 9 feb 2019, 0:43
da MarcoD
Benvenuto sul forum, e complimenti per il post ben illustrato.


generare un segnale alternato ad onda rettangolare ad altissima tensione.

Cosa intendi ? 100 V, 1000 V 10000 V ?
dipende dal trasformatori, ma con limite dovuti alla potenzav e alle perdite

Valore dei resistori?
Tensione alimentazione? 5 V?
Beta transistor 50?
Prova con un carico di 100 ohm
Hai un oscilloscopio?
Frequenza dell'onda quadra?
Sono su uno smart, al momento lo schema elettrico pare corretto, ma meglio verificare bene.
Manca un resistore in serie alla base del primo transistor a sinistra?

Numera i componenti sullo schema

Lo hai montato o solo simulato?
Misura le tensioni B risotto massa e C rispetto massa .

Re: Problema uscita ponte-H discreto

MessaggioInviato: 9 feb 2019, 10:45
da EcoTan
Il primo transistor a sinistra carica direttamente l'uscita del 555 con la sua Vbe, probabilmente nuoce al 555 e sicuramente ammazza il segnale per l'altro transistor.

Re: Problema uscita ponte-H discreto

MessaggioInviato: 9 feb 2019, 12:06
da GiacomoLeandrini
Basta! Devo ricominciare tutto da capo ho fatto troppi errori, grazie a tutti comunque per le risposte, pubblicherò un altro post in futuro riguardo al progetto.

Re: Problema uscita ponte-H discreto

MessaggioInviato: 9 feb 2019, 12:07
da GiacomoLeandrini
EcoTan ha scritto:Il primo transistor a sinistra carica direttamente l'uscita del 555 con la sua Vbe, probabilmente nuoce al 555 e sicuramente ammazza il segnale per l'altro transistor.


per non caricare l'uscita del 555 cosa mi consigli? un MOS?

Re: Problema uscita ponte-H discreto

MessaggioInviato: 9 feb 2019, 12:29
da EcoTan
Rimane comunque il problema di garantire un dead-time durante la commutazione del ponte. Personalmente uso un microcontrollore al posto del 555, certamente esistono sistemi più semplici ma non li conosco in dettaglio da poterli suggerire.

Re: Problema uscita ponte-H discreto

MessaggioInviato: 9 feb 2019, 16:48
da stefanodelfiore
Quando vuoi generare tensioni molto alte, a parte la pericolosità per la persona, la realizzazione di un buon trasformatore è cosa molto impegnativa.

Stefano

Re: Problema uscita ponte-H discreto

MessaggioInviato: 9 feb 2019, 18:01
da MarcoD
Non so resistere alla pulsione di esternare che questa discussione mi rende perplesso.
Io mi diverto a rispondere, ma ancora di più se ho indicazuione che i consigli sono stati serguiti e hanno portato a un buon risultato.

L'iniziatore della discussione si presenta bene, con testo sintatticamente e ortograficamente corretto e schemi in fidocadj.

Il circuito è stato montato e risulta funzionante ma appena viene connesso il trasformatore(o qualsiasi carico) al ponte H la tensione Vbc cala a 0v
Come fai a dire che è funzionante ? quale qualsiasi carico hai applicato?
Quanto è grosso il traformatore ? Quanto una ciliegia o come una mela ?
Che transistori adoperi?

Manca un resistore in serie alla base del primo transistor a sinistra?
Se hai letto il post dovresti rispondere:
E' vero, non l'ho riportato nello schema, ma l'ho correttamente montato (Peccato il problema persiste).
Provo a inserirlo e vi farò sapere il risultato (Speriamo che risolva il problema).

Invece risponde:
Basta! Devo ricominciare tutto da capo ho fatto troppi errori,


Ma alla fine chiede:
per non caricare l'uscita del 555 cosa mi consigli? un MOS?


La risposta più semplice è: metti quella benedetta resistenza (se manca)

EcoTan ha scritto:
Rimane comunque il problema di garantire un dead-time durante la commutazione del ponte.

E' vero: se in un ramo un transistor chiude prima che l'altro apra, si crea un cortocircuito transitorio,
che magari non crea danni, ma riduce il rendimento del circuito

O_/

Re: Problema uscita ponte-H discreto

MessaggioInviato: 9 feb 2019, 18:50
da BrunoValente
E' un generatore di onde quadre, quello che manca soprattutto sono le informazioni principali: frequenza, potenza e ampiezza dell'onda quadra che si desidera in uscita, senza conoscere questi dati che senso ha dare consigli?

Re: Problema uscita ponte-H discreto

MessaggioInviato: 9 feb 2019, 22:15
da GiacomoLeandrini
hahahahah ragazzi scusate, quando scrivo i post non riesco a dire tutto quello che dovrei dire e in più circuito non lo ho testato e progettato a dovere e quindi mi scuso con tutti, fra un po di tempo pubblicherò il post sul proseguimento, conterrà tutti i dati necessari e replicherò a tutte le risposte.
quando ho iniziato il progetto non pensavo neanche di fare calcoli, pensavo di fare tutto alla meglio e peggio, nonostante ciò adesso mi impegnerò a calcolare ogni corrente e ponderare ogni singolo componente, anche grazie ai vostri consigli, ed a testare e raccogliere tutti i dati AHAHAHAHAH.
Scusate ancora e ci risentiamo fra qualche settimana perché non ho mai troppo tempo da dedicare all'elettronica a mente lucida che ho sempre da studiare (è solo una scusa?)!
GRAZIE a tutti di nuovo.