Pagina 1 di 3

L' hFE di un transistor è stabile o può cambiare?

MessaggioInviato: 1 mag 2019, 12:54
da Daniel521
Come si comporta l'hFE di un transistor al variare della corrente che lo attraversa?

Per esempio, abbiamo un transistor BJT NPN generico in configurazione ad emettitore comune.

Prendiamo due valori di corrente Ic (vedi allegato):
Ic1 = 1mA
Ic2 = 500mA

L'hFE del transistor in questione rimane identica in entrambi i casi o varia?

Re: L' hFE di un transistor è stabile o può cambiare?

MessaggioInviato: 1 mag 2019, 13:03
da wruggeri
Come da regolamento, dovresti scrivere le formule e la simbologia in LaTeX e realizzare gli schemi in FidocadJ; inoltre, ti consiglio di includere un'immagine del modello che stai usando per il transistor.

Detto questo, se leggi il datasheet di qualsiasi transistor bipolare puoi trovare immediatamente la risposta alla tua domanda. Io, per semplicità, ti propongo quello del famosissimo 2N2222.

Re: L' hFE di un transistor è stabile o può cambiare?

MessaggioInviato: 1 mag 2019, 13:09
da Piercarlo
Se il transistor non viene fatto funzionare al di fuori dei suoi limiti costruttivi (elettrici e termici) che possono danneggiarlo, le sue caratteristiche (comprese Hfe) rimangono, a parità di tensione, corrente e temperatura di lavoro, stabili.

Re: L' hFE di un transistor è stabile o può cambiare?

MessaggioInviato: 1 mag 2019, 14:30
da PietroBaima
Daniel521 ha scritto:Come si comporta l'hFE di un transistor al variare della corrente che lo attraversa?

Cosa significa che la corrente attraversa l’hFE?

Re: L' hFE di un transistor è stabile o può cambiare?

MessaggioInviato: 1 mag 2019, 15:30
da donciccio
L'Hfe bisogna renderla stabile se si vuole che un transistor lavori bene,specialmente nei circuiti dove deve amplificare è assolutamente necessario che l'hfe rimanga stabile ed il perche non c'è bisogno di spiegarlo;ogni conduttore percorso da corrente tende a riscaldare,nei semiconduttori questo fenomeno è piu accentuato,con l'aumento della temperatura le caratteristiche intrinseche del transistor tendono a mutare,si verifica il cosiddetto fenomeno della deriva termica che se non viene opportunamente controllato porta alla distruzione del componente,ecco perche si fanno opportune reti di polarizzazione e se la superficie del trs non basta,si mettono le alette di raffreddamento

Re: L' hFE di un transistor è stabile o può cambiare?

MessaggioInviato: 1 mag 2019, 17:33
da gvee
Dice il Maestro:

IsidoroKZ ha scritto:"Meglio fidarsi di una serpe incazzata in seno piuttosto che del beta di un transistore"


:D

Re: L' hFE di un transistor è stabile o può cambiare?

MessaggioInviato: 1 mag 2019, 18:04
da BrunoValente
Tra componenti recanti la stessa sigla può essere molto diverso e varia tanto con la temperatura.

Re: L' hFE di un transistor è stabile o può cambiare?

MessaggioInviato: 1 mag 2019, 18:27
da EcoTan
Daniel521 ha scritto:Come si comporta l'hFE di un transistor al variare della corrente

Rimane fisso cioè "lineare" finché siamo lontani dalla saturazione e dalla interdizione.
Similmente si comportano il mu (amplificazione di tensione) dei triodi e la trasconduttanza (variazione corrente di uscita/tensione di ingresso) dei pentodi.
P.S. in effetti le variazioni nei transistor non sono sempre trascurabili, i grafici postati da Foto UtenteBrunoValente esemplificano una situazione completa.

Re: L' hFE di un transistor è stabile o può cambiare?

MessaggioInviato: 1 mag 2019, 21:56
da brabus
Appena inizia a passar corrente il transistor si scalda, variando immediatamente il proprio hFE.

Non credo di aver capito completamente il senso della domanda.

Re: L' hFE di un transistor è stabile o può cambiare?

MessaggioInviato: 2 mag 2019, 9:45
da BrunoValente
Sono grafici presi dal datasheet del BC556-9 dove si vede la dipendenza di hFE e hfe da Ic.

hFE(Ic)-hfe(Ic).png