Pagina 4 di 4

Re: Caricabatterie NiMh con LM317

MessaggioInviato: 9 lug 2019, 11:23
da richiurci
Ehhhh troppe domande...

Valutare lo stato di carica non è proprio banale, perché dipende anche da T ambiente e dalla "salute" (stato di salute SOH) delle celle.

Se rileggi il mio 1o articolo
https://www.electroyou.it/richiurci/wik ... rizzazione

trovi una tabella dove riporto alcune tensioni a varie correnti assorbite, a PILE CARICHE.

La caduta di tensione all'aumentare di I è inevitabile ed è legata alla R interna, quindi tende a peggiorare con l'età. Può essere usata per stimare quanto è degradata una cella.

Riguardo la scarica, di solito i costruttori forniscono una tensione minima... sotto la quale non si dovrebbe andare.

Le NiMH sono molto robuste, continuo a usare tranquillamente celle scese più volte a meno di 0,5V, come spiego nel 2o articolo in alcuni apparecchi le celle possono perfino andare in INVERSIONE di polarità.

Per farle durare di più un limite semplice che imporrei è fermare la scarica con tensione a 0,8-0,9V, anche senza considerare la corrente di scarica può bastare: a scariche elevate fermi la scarica prima che la cella si avvicini troppo alla scarica totale, con scariche lente se fermi a 0,8V avrai usato la capacità delle celle praticamente al 100%

Re: Caricabatterie NiMh con LM317

MessaggioInviato: 9 lug 2019, 11:34
da maubarzi
richiurci ha scritto:La caduta di tensione all'aumentare di I è inevitabile ed è legata alla R interna,

Si, questo me lo aspettavo, però i valori non mi quadrano.
La resistenza interna è attorno ai 20milli ohm (ordine di grandezza dei datasheet che ho trovato)
V = R*I = 0,02ohm * 0,3A = 6mV
Anche considerando una resistenza interna 10 volte più grande arrivo a 60mV, a me manca almeno 1/2V all'appello.
Per questo la domanda.
Batterie quasi nuove e in buono stato di salute.

Grazie per i feedback sui tuoi livelli di scarica, confermano quello che mi sto immaginando e che sto vedendo.

Per la carica, dovrei aver trovato un buon indicatore, però continuo con i test, perché più test faccio e più diventa attendibile, prima di affermare che è una conclusione definitiva.

Re: Caricabatterie NiMh con LM317

MessaggioInviato: 9 lug 2019, 13:24
da richiurci
mmmmm... la resistenza interna andrebbe valutata con batteria carica al 100%.

Se ho capito bene tu ti riferisci invece alla caduta di tensione con batteria più o meno scarica.

E' facile capire che se ti avvicini alla scarica totale la R interna che misuri è molto maggiore, per intenderci assorbendo corrente fino a scarica totale tu vai a percorrere il "ginocchio" dei grafici e oltre, fino a scendere a 1-0,8V o meno.

Ma se togli il carico anche una batteria scarica quasi al 100% tende a risalire intorno a 1,2V! E' per questo che misurare la tensione a vuoto è poco indicativo per stimare il valore di carica residua

Re: Caricabatterie NiMh con LM317

MessaggioInviato: 9 lug 2019, 14:02
da maubarzi
Si, assumevo fosse costante o scarsamente variabile e la assumevo prendendo i valori dai datasheet, ma invece non è così semplice.
Vero che a batteria scarica, se lasciata riposare un pelo, la tensione a vuoto torna a circa 1,2V, quindi è poco significativa, ma mi aspettavo che con un carico minimo, in poco tempo, tornasse a valori bassi più indicativi dell'effettivo stato di carica.

Comunque, ora mi sono fatto un'idea di massima, devo rendere tutto un po' più stabile, perché ora ho un po' di connessioni volanti per permettermi di fare modifiche e questo influisce non poco sulla precisione delle misurazioni.