Pagina 1 di 2

Punto di lavoro - graficamente

MessaggioInviato: 23 ago 2019, 14:15
da boggiano
Ciao,
ho questo esercizio da fare ma non riesco a comprendere come impostare la seconda funzione, quella del bipolo di destra.

Ho prima risolto il circuito analiticamente (giusto per avere un raffronto con il grafico)
I= -0.75 mA e V= 18.75 V

La prima retta del grafico l'ho impostata senza problemi ma, con la seconda, sono andato a tentativi perche' non mi tornavano i segni.

Se unisco i bipoli e imposto come verso di riferimento il verso orario, io farei:
V=-30 + 15 * I => I = (V + 30 ) /15

La prima l'ho costruita cosi' (vedendo dalla soluzione che mette: V=x e I=y) :

V = 15 - 5 * I
I = (15 - V) / 5
y = (15 - x) /5

Grazie

puntolavoro_graph.png
Grafico


puntolavoro.png
Esercizio

Re: Punto di lavoro - graficamente

MessaggioInviato: 23 ago 2019, 15:11
da RenzoDF
Direi che per rispondere basta scrivere:

V=E_1-R_1I

V=E_2+R_2I

non credi? ;-)

E non serve nessun calcolo numerico.

Re: Punto di lavoro - graficamente

MessaggioInviato: 23 ago 2019, 15:25
da boggiano
RenzoDF ha scritto:Direi che per rispondere basta scrivere:

V=E_1-R_1I

V=E_2+R_2I

non credi? ;-)


Ti ringrazio, ma se la prima mi e' chiara, la seconda:
V=E_2+R_2I
per nulla!

Se E2 eroga tensione verso l'alto, la caduta di tensione su R2 non dovrebbe essere di verso opposto?
(esattamente come nel primo caso!)
Sono proprio i "segni" che non riesco a capire.

Re: Punto di lavoro - graficamente

MessaggioInviato: 23 ago 2019, 15:52
da PietroBaima
Il segno dipende dalla convenzione che usi per la corrente.
Guarda lo schema elettrico: la corrente è entrante in R2 e uscente da R1.

Re: Punto di lavoro - graficamente

MessaggioInviato: 23 ago 2019, 15:53
da MarkyMark
Ciao, pensa di tagliare il circuito a metà e forzare la tensione alla porta di ciascuna delle due metà (scelgo di forzare la tensione semplicemente perché è la grandezza sull'asse delle ascisse). Ora prova a calcolare la corrente I in funzione di V per i due sottocircuiti.



Prossima volta schema in FidoCadJ please.

PS
Sovrapposto a Pietro :)

Re: Punto di lavoro - graficamente

MessaggioInviato: 23 ago 2019, 16:22
da boggiano
PietroBaima ha scritto:Il segno dipende dalla convenzione che usi per la corrente.
Guarda lo schema elettrico: la corrente è entrante in R2 e uscente da R1.


Ok, chiaro!
Continuavo a vedere tutto in verso oppure nell' altro: effettivamente, se la corrente va a SX a DX, la caduta di tensione su R2 e' nel verso opposto.


MarkyMark ha scritto:Prossima volta schema in FidoCadJ please.

Lo installo e ci provo!
Promesso! :ok:

Re: Punto di lavoro - graficamente

MessaggioInviato: 23 ago 2019, 16:39
da PietroBaima
boggiano ha scritto:Lo installo e ci provo!
Promesso! :ok:

Ohhh... finalmente uno che si adegua alle regole del forum senza fare mille polemiche, manco se FidoCadJ fosse un tool della NASA, come difficoltà d’uso.

Grazie :D

Voto meritato.

Inoltre, c’è da dire, che tutti coloro che iniziano ad usare FidoCadJ lo reputano un tool davvero semplice da usare e estremamente utile.

Il motivo per il quale si richiede, qui, di utilizzare questo programma è che i sorgenti del disegno divengono disponibili alla community, quindi non c’è bisogno di ridisegnare mille volte lo stesso schema, ma basta prendere il precedente e modificarlo.

Insomma, questa regola del forum (come anche tutte le altre, del resto) ha un suo preciso motivo di esistere.

Re: Punto di lavoro - graficamente

MessaggioInviato: 23 ago 2019, 19:19
da EdmondDantes
caratteristiche.png

Re: Punto di lavoro - graficamente

MessaggioInviato: 24 ago 2019, 7:58
da sebago
:mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: allora è la d) :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

Re: Punto di lavoro - graficamente

MessaggioInviato: 24 ago 2019, 12:37
da PietroBaima
sebago ha scritto::mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: allora è la d) :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

No, le risposte corrette sono la c) e la d), perché la retta con E2 deve avere una pendenza negativa, mentre quella con E1 positiva.
La d) è quindi corretta, ma lo è anche la c) poiché nel grafico c) viene riportato -E2, il quale diventa negativo per l’effetto del segno meno anteposto. (E2 è quello che è, se è negativo sarà sulle x negative, altrimenti su quelle positive e viene ovviamente invertito se viene ad esso anteposto un segno meno)
a) e b) invece non hanno le pendenze corrette e non possono essere quindi corrette.
Per discriminare fra c) e d) bisognerebbe quotare quindi il grafico.