Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Ridurre tensione alternata

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utentecarloc, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtenteBrunoValente

0
voti

[31] Re: Ridurre tensione alternata

Messaggioda Foto UtenteGirogiro » 17 apr 2020, 21:27

..guarda qui che funzione hanno le differenti correnti nelle ultime tra equazioni
e prova a sostituirle con le tue..
https://it.wikipedia.org/wiki/Autotrasformatore

..subito così a senso da parte mia ti direi che se fai percorrere l' avvolgimento secondario
da quella corrente rovesciata ci otterrai di annullare l' effetto delle spire del secondario
con parte delle spire del primario, come se i due avvolgimenti avessero annullandosi meno spire per ciascuno..
..dunque come fossero realizzati con delle spire inutili e quindi e non solo, con minor rendimento
dell' altra configurazione..

..ma detto proprio così "a senso!"
.. il confronto scolastico lo dovresti
fare con le formule anzi-citate! e lo dovresti ricercare da te perché il bello sta proprio
in quello!
Avatar utente
Foto UtenteGirogiro
128 1 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 265
Iscritto il: 20 gen 2020, 14:22

1
voti

[32] Re: Ridurre tensione alternata

Messaggioda Foto Utentemaxmix69 » 17 apr 2020, 22:21

Guarda sono tre formulette semplici semplici, ma non ho voglia di mettermi a fare calcoli. Se vuoi falli tu e poi mi spieghi, sono sempre aperto a nuovi scenari. Però ti dico una cosa che rilevo "a naso". Il primario dell' autotrasformatore si dimensiona in base alla tensione di alimentazione disponibile. In questo caso 230V. Per cui ho collegato il primario del trasformatore ausiliario alla sua giusta tensione di alimentazione e ho utilizato il secondario per sottrarre tensione al carico. Immancabilmente un polo del primario e del secondario di questo trasformatore ausiliario sono connessi insieme e quindi potrebbe essere definito autotrasformatore, come stiamo facendo. Ma collegarli come dici tu, in modo da ottenere un primario da 230V+20V=250V per poi alimentarlo a 230V a mio avviso e sempre "a naso" non è la soluzione migliore. Pure perché la tensione sottratta in uscita non sarebe più 20V, come voglio io, ma 18,4V. ;-)
Avatar utente
Foto Utentemaxmix69
60 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 165
Iscritto il: 6 lug 2013, 20:18

0
voti

[33] Re: Ridurre tensione alternata

Messaggioda Foto UtenteGirogiro » 17 apr 2020, 22:53

..e allora al peggio fanne pure uno da 210V alimentato a 230! per ottenerne 210..! :D
Avatar utente
Foto UtenteGirogiro
128 1 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 265
Iscritto il: 20 gen 2020, 14:22

0
voti

[34] Re: Ridurre tensione alternata

Messaggioda Foto Utentemaxmix69 » 17 apr 2020, 23:05

Opperbacco! E allora mi sa che parliamo di due cose diverse... Mi spieghi meglio cosa intendi? :-?
Avatar utente
Foto Utentemaxmix69
60 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 165
Iscritto il: 6 lug 2013, 20:18

0
voti

[35] Re: Ridurre tensione alternata

Messaggioda Foto UtenteGirogiro » 17 apr 2020, 23:35

..te l' ho già data la risposta! e l' avevi capita
Guarda sono tre formulette semplici

..aspettiamo l' intervento di qualcun altro poi semmai ne riparliamo........ :D

..io mi stanco son vecchiettoooooo!
Avatar utente
Foto UtenteGirogiro
128 1 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 265
Iscritto il: 20 gen 2020, 14:22

0
voti

[36] Re: Ridurre tensione alternata

Messaggioda Foto Utentemaxmix69 » 17 apr 2020, 23:47

E vabbè... Tu dici che io avevo capito la tua risposta, secondo me invece tu avevi capito la mia di prima e la successiva, per cui rimaniamo ognuno con le sue convinzioni, tanto alla fine ho smontato il vecchio trasformatore e sto aggiungendo le spire da mettere in controfase. Non sto togliendo quelle in più perché i due secondari che mi servono sono coperti da un altro secondario da circa 10V che serve per far girare una ventola e non lo voglio svolgere, penso di essere stato già troppo fortunato con la resina che sono riuscito a togliere completamente senza rompere nulla.
Avatar utente
Foto Utentemaxmix69
60 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 165
Iscritto il: 6 lug 2013, 20:18

0
voti

[37] Re: Ridurre tensione alternata

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 18 apr 2020, 2:06

Evidentemente la resina era solo un pro forma per facilitare il fissaggio, meglio così :ok: ora dovrai adottare il sistema del piattello con rondella di gomma; avanti così e facci sapere se poi il risultato della operazione :-)
O_/
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
15,8k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 11184
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[38] Re: Ridurre tensione alternata

Messaggioda Foto UtenteGirogiro » 18 apr 2020, 4:37

maxmix69 ha scritto:E vabbè...


..rimandiamo ai posteri l' ardua sentenza :D ammesso che ce ne sia qualcuno che dopo l' insegnamento e gli esami online sappia ancora risolvere un problemone del genere.. :D

..io sinceramente non ci ho nemmeno provato ne ripensato non ho più l' età per competere con i problemi ricavandoci una emozione lo faccio per un passatempo inerziale ma senza troppo impegno ne convinzione credimi.. Però penso che il mio consiglio di risolvere teoricamente i problemi valga per chi sia più giovane di me e voglia imparare qualcosa da ogni discussione...mettendosi in gioco! .. Io non sono un elettronico ne un fisico ne un matematico, un misero ex elettricista da prima linea, quasi un funambolo, seppure con un vecchio diploma da perito elettrotecnico, diplomato con gli scioperi del 68 :D ...tuttavia mettendomi in gioco sui forum negli anni ho
rinfrescato molte cosettine e aggiunto molte idee sul mio curriculum e medaglie per molte battaglie vinte sul campo con gente sulla carta molto più preparata di me!


..ma se volete fatelo da giovani perché poi perderete gli ormoni... :D :D :D
Avatar utente
Foto UtenteGirogiro
128 1 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 265
Iscritto il: 20 gen 2020, 14:22

0
voti

[39] Re: Ridurre tensione alternata

Messaggioda Foto Utentemaxmix69 » 18 apr 2020, 13:26

claudiocedrone ha scritto:e facci sapere se poi il risultato della operazione :-)
O_/


Certamente, mi pare il minimo. :D

Girogiro ha scritto:Però penso che il mio consiglio di risolvere teoricamente i problemi valga per chi sia più giovane di me e voglia imparare qualcosa da ogni discussione...mettendosi in gioco!


Guarda, il problema teoricamente l'ho affrontato dal primo momento, forse ti sarà sfugito. Solo che io preferisco ridurre le formule all'osso e andare a braccia, così è più chiaro per tutti quelli che leggono. Poi se devo fare i calcoli mi metto con pazienza e li faccio, quando sono in grado. Quando non sono in grado tento di usare il simulatore, se nemmeno ci riesco comincio a chiedere in giro. Quando avevo tra i 15 e i 25 anni ho consumato risme intere di carta e scatoli di penne a fare i calcoli A MANO per costruire casse acustiche, amplificatori, automazioni industriali e altre cose. A volte mi aiutavo con la calcolatrice. Adesso che ho poco meno di cinquant' anni calcolare le cose con precisione mi scoccia, sopratutto se non è indispensabile. Pure perché non facendolo tutti i giorni quella volta che mi serve perdo tempo, non essendo più pratico. Comunque PER QUESTA VOLTA ti accontento, o almeno ci provo.

Nell'immagina allegata supponiamo, per semplicità, che il tutto funzioni in modo ideale, senza perdite. Sempre per semplicità ho supposto che il trasformatore funzioni con 1V per ogni spira e che il carico sia resistivo e costante. Per questo motivo, pure se siamo in corrente alternata, indicherò i W invece dei VA. Inoltre indicherò con l'asterisco il segno della moltiplicazione e con lo slash il segno della divisione.

Nel caso a sinistra ho un trasformatore con il primario connesso al generatore e il secondario connesso tra il generatore e il carico. Nota bene i pallini agli estremi degli avvolgimenti, indicano la fase elettrica degli stessi. Con il collegamento indicato cosa succede? Essendo il secondario in serie e in controfase con la tensione del generatore al carico arriva la differenza delle due tensioni, cioè 210V (230V-20V=210) e il secondario del trasformatore deve avere una potenza minima di 42W. Da dove escono i 42W? Semplice, il carico è da 100Ω, sottoposto ad una tensione di 210V scorre in esso una corrente di 2,1A (210V/100Ω=2,1A). Questa corrente è la stessa che attraversa il secondario da 20V per cui 20V*2,1A=42W.

Nel caso a destra abbiamo il nostro bravo trasformatore collegato secondo lo schema del classico autotrasformatore. Cosa succederà stavolta? Facciamo una semplice proporzione:
230V/250spire=XV/230spire
Dove XV è il numero incognito dei volt ai capi dell'avvolgimento da 230spire. Quindi, sviluppando la proporzione, otteniamo:
XV=(230V*230spire)/250spire=211,6V
Si vede subito che nell'avvolgimento da 20spire stavolta troviamo non più 20V, ma 18,4V (230V-211,6V=18,4V) ed è giusto, perché il tutto dovrebbe essere alimentato a 250V mentre noi lo stiamo alimentando a 230V. Cioè, abbiamo fatto un autotrasformatore con ingresso 250V ed uscita 230V e poi lo andiamo a sottoalimentare.
Nel carico scorrerà una corrente pari a 211,6V/100Ω=2,116A.
Calcoliamo la potenza necessaria minima dell'avvolgimento da 20spire. La premessa era che il tutto è in funzionamento ideale, senza perdite, per cui considero NULLA la corrente che scorre nel'avvolgimento da 230spire. Otteniamo:
18,4V*2,116A=38,9344W
che sono meno di quelli del caso a sinistra (che erano 42W). Per cui HO SBAGLIATO quando dicevo che con il collegamento a destra aumentavano le perdite, non avevo considerato che poi il tutto viene alimentato a tensione inferiore di quanto dovrebbe, cioè 230V invece di 250V. Però non tolgo al carico 20V, che è quello che volevo fare, ma solo 18,4V.
Inoltre c'è da fare un'altra considerazione: utilizzando un autotrasformatore VERO con il numero di spire adatto per essere alimentato in totale con 230V e presa intermedia a 210V (230spire totali divise in 210spire+20spire) otterrei gli stessi identici risultati del sistema adottato nella figura a sinistra, con la differenza di avere 20 spire di rame in meno che nella realtà (considerando poi pure le perdite) vuol dire appunto perdite, peso e soldi in meno. Ma l'autotrasformatore vero non lo avevo, per cui mi sono arrangiato e ho fatto i collegamenti come mi sembrava più logico.
Questi ultimi calcoli se vuoi li puoi fare tu, caro Girogiro, io dopo quelli di oggi sto bene per i prossimi due mesi :mrgreen: :mrgreen:
Allegati
IMG_20200418_115247-compressed.jpg
Avatar utente
Foto Utentemaxmix69
60 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 165
Iscritto il: 6 lug 2013, 20:18

0
voti

[40] Re: Ridurre tensione alternata

Messaggioda Foto UtenteGirogiro » 18 apr 2020, 17:01

..si hai ragione! ed hai capito anche che avevo sbagliato a pensare i versi delle correnti sottolineando di stare attento ai pallini... grazie!
Avatar utente
Foto UtenteGirogiro
128 1 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 265
Iscritto il: 20 gen 2020, 14:22

PrecedenteProssimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 28 ospiti