Pagina 2 di 3

Re: Ripetitore di segnale di telecomando ad infrarossi

MessaggioInviato: 4 mag 2020, 20:27
da Frank1977

Re: Ripetitore di segnale di telecomando ad infrarossi

MessaggioInviato: 4 mag 2020, 20:53
da boiler
jervisbrown ha scritto:risolsero molto semplicemente

Si può risolvere in modo semplice o nel modo giusto.
A volte le soluzioni coincidono. Qui no.

Un circuito come quello che descrivi non discrimina tra luce ambientale e segnale del telecomando.
Questo vuol dire che il diodo è praticamente sempre in emissione.
Oltre al consumo di corrente inutile, si diminuisce il range dinamico.
Non sapendo dov'è il threshold del ricevitore nel condizionatore, il ripetitore potrebbe smettere di funzionare quando meno ce lo si aspetta.

Un altro problema è che i fianchi non vengono ricostruiti: e fronti di salita e discesa possono dilatarsi alla grande. In un'applicazione in cui la codifica dei dati avviene tramite la durata degli impulsi è una soluzione non proprio eccellente.

Boiler

Re: Ripetitore di segnale di telecomando ad infrarossi

MessaggioInviato: 4 mag 2020, 21:32
da Frank1977
E cosa proponi?

Re: Ripetitore di segnale di telecomando ad infrarossi

MessaggioInviato: 4 mag 2020, 22:52
da boiler
Qualcosa del genere:



EDIT: il segnale in uscita al demodulatore è invertito. Correzione piú avanti nel thread.

Il blocco di sinistra lo compri così fatto e finito, costa circa un euro.
Si occupa di ricevere il segnale e demodularlo.

Il blocco di destra è un 555 configurato come astabile a 38 kHz (lo schema lo trovi ovunque, anche dal salumiere). Il segnale demodulato dal ricevitore lo usi per pilotare il pin reset del 555.

E poi c'è il LED. Qualcosa dalle parti dei 950 nm.
Dall'usicta del 555 puoi prelevare al massimo 200 mA, che bastano anche per controllare la televisione del vicino di casa.

Se non funziona, hai scoperto una delle pochissime applicazioni che non lavorano a 38 kHz. In tal caso, con un po' di fortuna basta spostare la frequenza di lavoro del 555 a 36 kHz (i ricevitori di solito non sono a banda così stretta). Se continua a non funzionare, va sostituito anche il ricevitore. Se ancora non funziona, complimenti... hai una di quelle applicazioni (forse l'1%) che usa un altro standard.

Sei attrezzato per fare un po' di debugging al circuito se incontriamo problemi?

Se dici marca e modello dell'apparecchio vediamo se si può scoprire che standard usa.

Boiler

Re: Ripetitore di segnale di telecomando ad infrarossi

MessaggioInviato: 4 mag 2020, 22:58
da Frank1977
Hisense. Il modello del telecomando è y-h1-02(e)

Re: Ripetitore di segnale di telecomando ad infrarossi

MessaggioInviato: 4 mag 2020, 23:27
da boiler
A quanto pare va a 38 kHz.

https://github.com/ToniA/arduino-heatpu ... pumpIR.cpp
(linea 105)
Come per tutti i progetti basati su arduino, la documentazione fa cagare non esiste.

Boiler

Re: Ripetitore di segnale di telecomando ad infrarossi

MessaggioInviato: 4 mag 2020, 23:38
da Frank1977
Quindi come dovrei procedere? Con lo schema di sopra?

Ma il codice che citi è uno sketch di Arduino.

Re: Ripetitore di segnale di telecomando ad infrarossi

MessaggioInviato: 4 mag 2020, 23:48
da boiler
Frank1977 ha scritto:Quindi come dovrei procedere? Con lo schema di sopra?

Sì, ma c'era un errore. L'uscita del componente di Vishay è invertita rispetto a quel che pensassi.
Così dovrebbe funzionare:


Ma il codice che citi è uno sketch di Arduino.

E quindi?...

Boiler

Re: Ripetitore di segnale di telecomando ad infrarossi

MessaggioInviato: 5 mag 2020, 7:42
da Frank1977
Volevo solo capire come utilizzarlo
Il transistor tra l'alimentazione e i gnd è un NPN? La resistenza collegata a questo transistor da quanto? La resistenza sull'emettitore da quanto?

Per il 555 ho trovato come schema questo
https://elettronicasemplice.weebly.com/ne555-astabile.html

Re: Ripetitore di segnale di telecomando ad infrarossi

MessaggioInviato: 5 mag 2020, 9:00
da PietroBaima
boiler ha scritto:Come per tutti i progetti basati su arduino, la documentazione fa cagare non esiste.

E quando esiste, dopo averla letta, pensi che sarebbe stato meglio se non fosse mai esistita.