Pagina 2 di 3

Re: Alimentare strip a 5 volt con 12 volt in PWM?

MessaggioInviato: 14 lug 2020, 12:35
da Toldo
AleEl ha scritto:
Insomma... Regolarle in PWM al 40% facciamo, senza circuiti LC, è un omicidio per le barre, oppure può comunque andar bene?


Ciao,
Ho già risposto nel primo post, ed altri utenti hanno confermato.
Conosco bene la tecnologia PWM e qualsiasi tecnica di dimmerazione, controllo, integrazione.

Se si vuole fare di testa propria, fai.. ma allora perché chiedere.

La dimmerazione PWM si applica in altre circostanze, non in questa maniera ai LED.

Anche se visivamente si ottiene una luminosità inferiore come se la strip LED fosse alimentata a 5VDC e non 12VDC, i picchi di corrente ci sono e non vengono limitati, quindi la striscia LED è destinata a bruciarsi rapidamente. Questi picchi di corrente sono dell'ordine di circa 20/30 volte superiori a quelli di targa del LED dato che il rapporto corrente/tensione non è lineare ma logaritimico.

Se invece invece la striscia LED che si sta utilizzando ha una limitazione in corrente con IC (non penso sia questo il caso), il concetto potrebbe cambiare, ma dipende come questo circuito IC nella striscia LED è progettato: non sono tutti uguali.

Re: Alimentare strip a 5 volt con 12 volt in PWM?

MessaggioInviato: 14 lug 2020, 13:17
da richiurci
beh però anche ragionare come se la "centralina" (della quale non sappiamo nulla) sia un PWM ideale è troppo restrittivo.

la centralina potrebbe essere già filtrata internamente, e comunque la corrente in uscita sarà limitata dal suo dimensionamento.

Se l'utente vuole rischiare un paio di strip LED non vedo grosse controindicazioni, per me il rischio maggiore resta quello di dover "cercare" (chissà come) il punto di lavoro.
Comunque un elettrolitico in uscita del PWM (quindi in parallelo alle strip) ridurrebbe i picchi di corrente delle strip (ammesso che lui li regga).

Per le due strisce in serie (soluzione più complessa ma più affidabile): uscita + della centralina al + della prima striscia, collegamento tra - della prima striscia e + della seconda, filo tra - della 2a e - della centralina

Re: Alimentare strip a 5 volt con 12 volt in PWM?

MessaggioInviato: 14 lug 2020, 16:03
da SandroCalligaro
Il condensatore non mi sembra una soluzione: se va bene, sposta il problema (sul driver e/o sul condensatore). Un R-C potrebbe essere una soluzione, ma se il filtro L-C non va bene, non vedo perché l'R-C sì.

Pioz ha scritto:La comodita' di sta roba rispetto al buck classico e' che puoi pilotare il MOS direttamente dall'uscita della centralina, perche' e' riferito agli 0V. Nell'altro caso lo switch sarebbe riferito ai 12V.
Quello che proponi è un buck che genera la differenza tra 12 e 5V, invece di generare 5V (basta disegnarlo in modo più "convenzionale")...
Se non è un problema avere il ritorno dei LED che non è collegato alla massa, nel buck si può mettere il MOSFET in basso ugualmente.

Re: Alimentare strip a 5 volt con 12 volt in PWM?

MessaggioInviato: 15 lug 2020, 15:28
da Pioz
Quello che proponi è un buck che genera la differenza tra 12 e 5V, invece di generare 5V (basta disegnarlo in modo più "convenzionale")...
Se non è un problema avere il ritorno dei LED che non è collegato alla massa, nel buck si può mettere il MOSFET in basso ugualmente.


Sinceramente ho cercato di complementare il circuito del buck girandolo, pero' non mi torna che generi 7V sul carico, secondo me devono essere sempre 5V.

Sinceramente non ho mai visto il buck con lo switch low side, ma potrebbe sicuramente essere una soluzione piu' elegante :D

Re: Alimentare strip a 5 volt con 12 volt in PWM?

MessaggioInviato: 15 lug 2020, 18:10
da drGremi
richiurci ha scritto:Comunque un elettrolitico in uscita del PWM (quindi in parallelo alle strip) ridurrebbe i picchi di corrente delle strip (ammesso che lui li regga).

Senza induttore? Si ma quel punto perché non mettere una resistenza serie alla strip e basta? Forse ho capito male ;)

Re: Alimentare strip a 5 volt con 12 volt in PWM?

MessaggioInviato: 15 lug 2020, 19:25
da richiurci
Si hai capito male perché una R serie dissiperebbe tutto in calore.

poiché parliamo di circuiti reali, quindi con PWM già parzialmete o totalmente filtrato, corrente erogabile non infinita ecc un condensatore in uscita male che vada, grazie a induttanze parassite e piccole R serie probabilmente presenti, trasformerebbe l'onda quadra (ripeto, ammesso sia tale)in un dente di sega e non arriverebbe sicuramente a 12V.

Re: Alimentare strip a 5 volt con 12 volt in PWM?

MessaggioInviato: 15 lug 2020, 21:01
da SandroCalligaro
Dipende dal driver.

Applicare un condensatore direttamente su qualcosa che è fatto per comportarsi come un generatore di tensione (se è regolato, lo approssima bene, fino ad una certa corrente) non è, a mio parere, una buona idea.

Re: Alimentare strip a 5 volt con 12 volt in PWM?

MessaggioInviato: 16 lug 2020, 8:42
da brabus
SandroCalligaro ha scritto:Dipende dal driver.

Applicare un condensatore direttamente su qualcosa che è fatto per comportarsi come un generatore di tensione (se è regolato, lo approssima bene, fino ad una certa corrente) non è, a mio parere, una buona idea.


È una pessima idea. :mrgreen:

Re: Alimentare strip a 5 volt con 12 volt in PWM?

MessaggioInviato: 16 lug 2020, 11:48
da lelerelele
richiurci ha scritto:non puoi mettere neanche un grosso elettrolitico in uscita al PWM?
Lo ritengo un suicidio.....

mettere un controllo PWM, con probabilmente un mosfet, che si trova in corto su un condensatore.NO?

io ho fatto una cosa del genere, anche se mi vergognavo, su una scheda gia fatta che però era controllata da BJT, funzionava, ma per me continua ad essere sbagliato.


per me la soluzione del buck è la migliore, se devo partire per forza da una tensione di 12V.

saluti.

Re: Alimentare strip a 5 volt con 12 volt in PWM?

MessaggioInviato: 16 lug 2020, 12:21
da richiurci
E' chiaro che l'OP cercava una soluzione semplice ma in ogni caso molto discutibile.

IMHO a volte si perdono di vista capacità e disponibilità di chi apre il 3d, per me proporre un buck o un circuito mediamente complesso per riutilizzare una strip e una centralina errata non ha molto senso, si farebbe molto prima a questo punto procurarsi driver e strip giusti per lavorare insieme.

Qui si cercava di riutilizzare col minimo sforzo roba a disposizione, già un LC era stato definito "fuori portata"...