Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

COMMUTAZIONE AUTOMATICA DI TENSIONE

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteBrunoValente, Foto Utentecarloc

0
voti

[811] Re: COMMUTAZIONE AUTOMATICA DI TENSIONE

Messaggioda Foto Utentegianniniivo » 26 gen 2022, 20:22

Etemenanki, il missile me lo aveva promesso Isidoro tornando dagli USA ma non ne ha più parlato e credo che non sia riuscito a nasconderlo bene all'aeroporto... :mrgreen:

La resistenza con il timer l'ho sempre inserita in tutti i miei alimentatori. Quelli di NE li ho realizzati tutti e li ho anche elaborati tutti, ma in realtà ho sempre realizzato cosine potenti ma poco protette e qualche volta ne ho scontato le conseguenze. Questo progetto invece parte con una base migliore e le successive integrazioni lo rendono anche sicuro.
Avatar utente
Foto Utentegianniniivo
3.436 4 9 12
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2127
Iscritto il: 5 feb 2019, 23:50

0
voti

[812] Re: COMMUTAZIONE AUTOMATICA DI TENSIONE

Messaggioda Foto UtenteEtemenanki » 26 gen 2022, 20:29

gianniniivo ha scritto:... non si potrebbe con un interruttore connettere al negativo la base dei finali come fa il CrowBar? ...


Credo che sarebbe meglio agire sull'L123 che pilota i finali piuttosto che brutalmente sui finali stessi, magari intervenendo sul pin 13 , che se messo a massa, anche solo con un NPN, puo funzionare come shutdown, l'unica cosa che non ricordo e' se si puo aggiungere anche un condensatore o una rete RC per ottenere una rampa alla riacensione, servirebbe fare delle prove per controllare non solo se sia possibile, ma soprattutto che la cosa non interferisca con il resto della regolazione di tensione (e probabilmente per sicurezza bisognerebbe anche pilotare la sezione di regolazione in modo che non "impazzisca" allo spegnimento, ma se si riesce ad aggiungere una rampa alla riaccensione, anche minima, la cosa dovrebbe essere ininfluente)

Vado a cena, buon'appetito a tutti :mrgreen:
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.
Avatar utente
Foto UtenteEtemenanki
2.029 2 4 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1377
Iscritto il: 2 apr 2021, 23:42
Località: Dalle parti di un grande lago ... :)

0
voti

[813] Re: COMMUTAZIONE AUTOMATICA DI TENSIONE

Messaggioda Foto Utentegianniniivo » 26 gen 2022, 20:34

Sarebbe da provare, anche se non capisco a cosa possa servire la partenza soft dell'uscita. In certi casi non potrebbe essere deleteria per il dispositivo da alimentare?

Devo assentarmi causa cena ma quando torno voglio fare qualche prova...
Un saluto e buon appetito...
Avatar utente
Foto Utentegianniniivo
3.436 4 9 12
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2127
Iscritto il: 5 feb 2019, 23:50

0
voti

[814] Re: COMMUTAZIONE AUTOMATICA DI TENSIONE

Messaggioda Foto Utentesetteali » 26 gen 2022, 20:39

Non finisce mai? :-) :-)
Ora ci mancava lo stop/start soft di Foto UtenteEtemenanki.
Già ha una partenza soft che ho sempre considerato pregiata e come Foto Utenteedgar mi aveva fatto notare che l'LM123 ha il pin disposto per questa funzione e che ha il condensatore per la rampa di partenza, ma anche questa è una cosa molto valida da inserire e se volete svilupparla fate pure, dico " volete " perché io non sono in grado ma se Bruno lo vuole inserire, anche dopo un meritato riposo, oppure @Etemenanki vuol mettere la sua idea.
Ma e spero che Ivo non se ne abbia a male, sfrutterei @Etemenanki per una realizzazione della PCB e mi scuso per questa entrata a piede teso, ma Ivo è tanto che dice che lo sbroglio di questo schema gli pare di non poterlo gestire e non sa se sia conveniente riprogettare tutto anche con due PCB ma con una disposizione dei componenti più razionale, anziché andare avanti da questo punto aggiungendo una PCB con la ragnatela che si intravede.
Questa è stato un mio pensiero perché ho letto le capacità di @Etemenanki nella realizzazione di PCB.

E riprendandomi dalle prime tre parole che ho scritto, io avevo già realizzato questo alimentatore in versione originale ed ero già partito per raddoppiarlo con un altro trasformatore per avere una tensione più alta, ma a questo punto rifarei il frontale e ci metterei questa ultima versione, o anche una versione successiva se ha altre idee interessanti da applicare prima della PCB.
Alex
Cerco Condensatori Variabili
https://www.facebook.com/Elettronicaeelettrotecnica
Il Mercatino di EY
<< vedi di pigliare arditamente in mano, il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
9.625 5 5 9
Master
Master
 
Messaggi: 4799
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

0
voti

[815] Re: COMMUTAZIONE AUTOMATICA DI TENSIONE

Messaggioda Foto UtenteBrunoValente » 26 gen 2022, 21:22

gianniniivo ha scritto:Un breve intervento per l'interruzione dell'uscita: non si potrebbe con un interruttore connettere al negativo la base dei finali come fa il CrowBar? Stupidaggine?


Etemenanki ha scritto:Credo che sarebbe meglio agire sull'L123 che pilota i finali piuttosto che brutalmente sui finali stessi, magari intervenendo sul pin 13 , che se messo a massa, anche solo con un NPN, puo funzionare come shutdown


Sì può fare in entrambi i modi.

Come sempre, però, prima di cercare una soluzione circuitale andrebbe definito per bene cosa davvero si vuole ottenere: lo scopo dovrebbe essere quello di spegnere l'uscita più rapidamente possibile per proteggere il carico al verificarsi di eventi nefasti come fumate varie, cortocircuiti accidentali, polarità invertita ecc.

Quindi la prima cosa da chiedersi è: all'attivazione dello stop, l'uscita dell'alimentatore deve isolarsi dal carico oppure lo deve cortocircuitare? ognuna di queste due possibili soluzioni ha pro e contro.

La prima va bene per carichi resistivi ma non per carichi capacitivi che conservano energia e che continuano a rimanere in tensione anche se l'alimentatore si isola e che quindi continuano ad alimentare per un certo tempo eventuali parti resistive che possono avere in parallelo.

Per carichi induttivi peggio ancora perché un distacco rapido provoca extra-tensioni che possono essere dannose.

La seconda va bene per carichi resistivi ma per carichi capacitivi provoca una sovracorrente che potrebbe essere pericolosa.

Per carichi induttivi invece l'energia si conserva e continua a circolare corrente per un tempo.....

Poi bisogna chiedersi se si vuole che la protezione intervenga efficacemente anche se cascasse il mondo oppure se non importa, se si optasse per il cortocircuito della base dei transistor con lo 0V, funzionerebbe ma non sempre: se si bruciano i finali non funzionerebbe. Un interruttore in serie o in parallelo all'uscita sarebbe più efficace, in genere la protezione crowbar fatta con gli SCR ha questo scopo e l'SCR si collega direttamente in parallelo all'uscita come rimedio drastico che vince su tutto, non sulla base dei transistor...
Avatar utente
Foto UtenteBrunoValente
36,0k 7 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7054
Iscritto il: 8 mag 2007, 14:48

0
voti

[816] Re: COMMUTAZIONE AUTOMATICA DI TENSIONE

Messaggioda Foto Utentegianniniivo » 26 gen 2022, 22:19

setteali ha scritto:… Ma e spero che Ivo non se ne abbia a male…


Figurati Alex, perché dovrei? Tra l’altro questa scheda, più che la conoscenza del programma, che ho già più volte utilizzato, richiede anche “occhio” sulla disposizione dei componenti è io ne ho poco. Poi tu vorresti realizzare con l’acido una PCB prototipo a singola faccia, e la realizzazione così si complicerebbe un po’ di più, e non solo per le dimensioni.

Quanto a realizzare una nuova scheda onnicomprensiva, che potrebbe sembrare la soluzione migliore sul piano del cablaggio, avrebbe comunque dei pro e contro; diventerebbe quasi obbligatorio realizzare alimentatori con il duplicatore (i cinesi stampano minimo 5 PCB). Per converso, non completando la scheda con i componenti di duplicazione si tratterebbe di lasciare vuota mezza scheda che comunque avrebbe il suo ingombro.
Insomma, non saprei dare una valutazione univoca è inconfutabile. Magari si potrebbe discutere anche di quale soluzione adottare.

Una soluzione alternativa sarebbe realizzare una nuova scheda per l’alimentatore, magari migliorandola e una scheda per il duplicatore, prevedendo i collegamenti tra schede mediante qualche tipo di flat cable e relativo connettore, in modo rendere facile l’aggiunta anche successiva o dietro ripensamento del duplicatore, oppure evitare il duplicatore risparmiando anche spazio.
Ne abbiamo già fatto cenno ma questo alimentatore non deve per forza erogare 1kW, 80V o 20A. con qualche piccola modifica può avere prestazioni anche più “ecumeniche”.

@Bruno, non sono sicuro di avere compreso il funzionamento del SCR in parallelo all’uscita. Dovrebbe provocare un corto? Quindi far saltare un fusibile?
Avatar utente
Foto Utentegianniniivo
3.436 4 9 12
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2127
Iscritto il: 5 feb 2019, 23:50

0
voti

[817] Re: COMMUTAZIONE AUTOMATICA DI TENSIONE

Messaggioda Foto UtenteBrunoValente » 26 gen 2022, 22:35

gianniniivo ha scritto: non sono sicuro di avere compreso il funzionamento del SCR in parallelo all’uscita. Dovrebbe provocare un corto?


gianniniivo ha scritto:Quindi far saltare un fusibile?

Ni, se l'alimentatore funziona farebbe intervenire la regolazione di corrente, se i transistor sono in corto farebbe intervenire le protezioni in ingresso all'alimentatore, fusibile o magnetotermico...
Avatar utente
Foto UtenteBrunoValente
36,0k 7 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7054
Iscritto il: 8 mag 2007, 14:48

0
voti

[818] Re: COMMUTAZIONE AUTOMATICA DI TENSIONE

Messaggioda Foto Utentegianniniivo » 26 gen 2022, 22:57

Ah!
Mi sembra un po brutale. Fare un corto su 20A mi preoccuperebbe un po'... :D :mrgreen:
Avatar utente
Foto Utentegianniniivo
3.436 4 9 12
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2127
Iscritto il: 5 feb 2019, 23:50

0
voti

[819] Re: COMMUTAZIONE AUTOMATICA DI TENSIONE

Messaggioda Foto Utentegianniniivo » 27 gen 2022, 0:09

Comunque, Bruno, se dovesse occorrere un grosso SCR io ne avrei un paio di questi (due bellissimi bulloni da 30) :mrgreen:
Avatar utente
Foto Utentegianniniivo
3.436 4 9 12
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2127
Iscritto il: 5 feb 2019, 23:50

0
voti

[820] Re: COMMUTAZIONE AUTOMATICA DI TENSIONE

Messaggioda Foto UtenteBrunoValente » 27 gen 2022, 14:47

gianniniivo ha scritto:Comunque, Bruno, se dovesse occorrere un grosso SCR io ne avrei un paio di questi (due bellissimi bulloni da 30) :mrgreen:

Di quelli ne ho qualcuno anch'io... meglio lasciarli nel cassetto :-)
Avatar utente
Foto UtenteBrunoValente
36,0k 7 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7054
Iscritto il: 8 mag 2007, 14:48

PrecedenteProssimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 74 ospiti