Pagina 1 di 1

Mosfet: controllo, driver, caratteristiche da tenere a mente

MessaggioInviato: 7 nov 2020, 20:05
da AleEl
Ciao a tutti.
Vorrei chiedervi informazioni e/o link e/o PDF con spiegazioni sui Mosfet, particolarmente su:

- Come pilotarli (P ed N channel), sia in ON-OFF a bassa frequenza (es. un interruttore), sia ad alta frequenza (kHz), sia in lineare (se possibile);
- Quando capire se serve un driver apposito e cosa dover guardare per determinare il driver opportuno da utilizzare;
- Come fare un driver per Mosfet;
- Accorgimenti vari quando si utilizza un Mosfet


Grazie in anticipo a tutti quelli che avranno voglia di aiutarmi e, in particolar modo, a chi si metterá a spiegarmi qualche punto di persona
Buona serata! :D

Re: Mosfet: controllo, driver, caratteristiche da tenere a m

MessaggioInviato: 8 nov 2020, 8:34
da g.schgor
Ecco qui un piccolo contributo.

Re: Mosfet: controllo, driver, caratteristiche da tenere a m

MessaggioInviato: 8 nov 2020, 10:10
da PietroBaima
AleEl ha scritto:- Come pilotarli (P ed N channel), sia in ON-OFF a bassa frequenza (es. un interruttore), sia ad alta frequenza (kHz), sia in lineare (se possibile);

Rispondere a questa domanda qui è impossibile, devi procurarti un testo di elettronica, anzi più di uno: prova a vedere qui.

AleEl ha scritto:- Quando capire se serve un driver apposito e cosa dover guardare per determinare il driver opportuno da utilizzare;

Questa è più facile:
Per pilotare un MOS serve fornire una certa carica alla capacità di gate in un certo tempo, che sarà il tempo in cui si vuole far commutare il MOS: per caricare quella capacità serve quindi una corrente che può essere anche di svariati ampere. Per scegliere il driver bisogna quindi dare un’occhiata al datasheet del MOS, trovare quanta carica serva per farlo commutare e decidere in quanto tempo si vuole farlo commutare. A questo punto si ha la corrente necessaria alla commutazione e si tratta quindi di scegliere un driver che possa fornirla e che sia adatto per funzionare alla tensione richiesta dal MOS (alta o bassa che sia).

AleEl ha scritto:- Come fare un driver per Mosfet;

Si tratta in genere di un amplificatore di corrente fatto con una coppia di BJT (uno per caricare e l’altro per scaricare la capacità di gate). Se devi pilotare un hi-side (MOS connesso all’alimentazione positiva) potresti dover fornire una tensione più alta dell’alimentazione. In questo caso di usano dei circuiti chiamati bootstrap.

AleEl ha scritto:- Accorgimenti vari quando si utilizza un Mosfet

Non farlo commutare troppo in fretta per non creare problemi di EMC e di innesco.
Non farlo commutare troppo lentamente per non farlo restare in zona attiva per troppo tempo, perché si sprecherebbe potenza inutilmente (e magari si rischia anche di fonderlo).
Non lasciare mai il gate flottante perché il MOS potrebbe commutare per effetto dei disturbi e magari anche distruggersi perché l’elettricità statica potrebbe essere la causa della perforazione del gate.

Per ora non mi viene in mente altro :D

Ciao
Pietro