Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Se volete fare impresa in Italia

Aggiornamenti, orientamento, lavoro, attività professionali, riviste, libri, strumenti EY, Tips and tricks, consigli e pareri generici

Moderatori: Foto Utenteadmin, Foto UtenteSjuanez

6
voti

[1] Se volete fare impresa in Italia

Messaggioda Foto Utentevenexian » 14 apr 2018, 12:55

Se volete fare impresa in Italia, leggete questa storiella.

La ditta alfa è un produttore di macchine utensili italiano. Ditta familiare che risale agli anni venti, passata dalle macchine a vapore, via via, fino alle CNC.

Circa dieci anni fa...

La ditta Alfa vende alla ditta Beta (azienda solidissima) una macchina utensile del valore di 500 kEuro.
Nel farlo si avvale dell'intermediazione del rappresentante sig. Rossi.
La ditta Beta versa l'anticipo di 100 kEuro alla ditta Alfa che produce la macchina.
La ditta Alfa consegna la macchina alla ditta Beta e riceve un secondo pagamento di 100 kEuro.
La ditta Beta, allo scadere dei termini, non paga il saldo.
La ditta Alfa chiede al sig. Rossi di intervenire, cosa che il Rossi fa prontamente, assicurando Alfa che il saldo verrà effettuato quanto prima.
La ditta Beta non paga.
La ditta Alfa si rivolge a uno studio legale e intima a Beta il saldo del debito.
La ditta Beta risponde che ha già saldato IN NERO al signor Rossi la somma di 100 kEuro e di aver ricevuto uno sconto per i restanti 200 kEuro a causa dei difetti (inesistenti) della macchina acquistata.
La ditta Alfa chiede spiegazioni al sig. Rossi che risponde con la lettera di interruzione del rapporto di collaborazione.
La ditta Alfa chiama in giudizio sia la ditta Beta, sia il sig. Rossi.

Dopo sei anni... sentenza definitiva.

La ditta Beta non deve nulla alla ditta Alfa perché ha ricevuto uno sconto ufficiale dal rappresentante della stessa.
Il signor Rossi è responsabile per la perdita causata alla ditta Alfa.
La ditta Alfa rinuncia alla causa verso il sig. Rossi perché nullatenente.

Passa un altro anno e...

L'Agenzia delle Entrate chiede alla ditta Alfa imposte, sanzioni e interessi per il maggior reddito dei 100 kEuro ricevuti in nero e non dichiarati.
La ditta Alfa si oppone in Commissione Tributaria e perde perché non in grado di dimostrare di non aver ricevuto il denaro dal sig. Rossi.
La ditta Alfa paga 100 kEuro per chiudere la controversia.

Passano sei mesi e...

La ditta Alfa dichiara fallimento.

Se a qualcuno di voi passasse per la testa di fare l'imprenditore...
Ultima modifica di Foto UtenteIanero il 14 apr 2018, 19:00, modificato 3 volte in totale.
Motivazione: Sostituito un Alpha con un Beta
Immagine
Avatar utente
Foto Utentevenexian
4.538 1 4 6
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 1510
Iscritto il: 13 mag 2017, 10:07
Località: Venezia (ma va?)

1
voti

[2] Re: Se volete fare impresa in Italia

Messaggioda Foto UtenteDarioDT » 14 apr 2018, 13:28

Poveri noi.
Dario
ƎlectroYou e non smetti mai di imparare!
Avatar utente
Foto UtenteDarioDT
4.375 3 7 13
Master
Master
 
Messaggi: 1094
Iscritto il: 16 apr 2012, 20:13
Località: Bari

1
voti

[3] Re: Se volete fare impresa in Italia

Messaggioda Foto Utenteattilio » 14 apr 2018, 13:29

In linea di massima è una "stortura" che esiste a tutti i livelli... estensione della voce "rischio d'impresa"... tuttavia mi pare che la tua storia sia fin troppo semplificata ovvero ho più di una sensazione che la ditta alfa qualche colpa ce l'abbia
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
57,3k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 8440
Iscritto il: 21 gen 2007, 14:34

2
voti

[4] Re: Se volete fare impresa in Italia

Messaggioda Foto Utentevenexian » 14 apr 2018, 14:26

attilio ha scritto:... estensione della voce "rischio d'impresa"...

Il rischio d'impresa, così come citato nei libri di microeconomia, è tale se può essere quantificato e reso parte della gestione. Nel nostro Paese, il rischio d'impresa è 'assoluto': chi fa l'imprenditore rischia tutto, ogni giorno, senza alcuna tutela. Visto in quest'ottica, perde il significato originale del termine.

attilio ha scritto:... tuttavia mi pare che la tua storia sia fin troppo semplificata...

Lo è... io la conosco per essere stato incaricato come CTP per la questione della difettosità del prodotto. Neppure io mi sono letto i dieci faldoni di cui è composta.

attilio ha scritto:...ovvero ho più di una sensazione che la ditta alfa qualche colpa ce l'abbia

Mah... vediamo le parti in causa:

1. Ditta Beta: ha pagato 300 ciò che vale 500 (scaricando solo 200). Mi pare sia un bel delinquente che ci ha solo guadagnato mettendosi d'accordo con il Rossi.

2. Rossi: ha guadagnato 100 in nero. Piccolo delinquente prima, piccolo delinquente dopo. Resta solo il guadagno.

3. Agenzia delle Entrate: ha incassato 100, ma dal contribuente sbagliato. Di certo non andava dal Rossi, già soggetto di tutti i possibili atti esecutivi. E' andata dove era più facile batter cassa. Non esprimo giudizi per paura di possibili repressioni...

4. Alfa: ha fatto una macchina perfetta, l'ha consegnata in tempo, ha pagato le commissioni a Rossi, ha pagato avvocati, periti di parte e di ufficio, le spese processuali, le imposte... ha pure pagato sanzioni interessi e imposte su soldi mai visti. Ha pure pagato il TFR ai dipendenti e poi è fallita.

Però è vero, una colpa ce l'ha: voler fare impresa in questo Paese.
Immagine
Avatar utente
Foto Utentevenexian
4.538 1 4 6
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 1510
Iscritto il: 13 mag 2017, 10:07
Località: Venezia (ma va?)

0
voti

[5] Re: Se volete fare impresa in Italia

Messaggioda Foto Utenteattilio » 14 apr 2018, 14:49

Se io acquisto un impianto di spessore credo che in caso di malfunzionamenti e/o anomalie ci sarebbe traccia di contestazione o richieste di intervento "in garanzia" mirate a risolvere i problemi.
C'erano?

E se c'erano... io tecnico ditta alfa che mi reco c/o cliente a constatare mi accorgo subito se il problema o i problemi ci sono e sono reali oppure se... [ci siamo capiti]
e laddove non ci fossero non me ne andrei senza un verbale firmato ambo le parti... non sta ne in cielo ne in terra lo so... motivo per cui avrei invitato anche il signor Rossi giusto per giocare a carte scoperte

Questo è solo uno degli aspetti, in assenza di segnalazioni questo doveva essere un punto a favore per alfa

Rimangono tutte le altre storture di un apparato giudiziario, ma non solo, forte con i deboli e debole con i forti (o forse meglio dire con i furbi)

Conosco più di una società fallita per motivi analoghi, quindi purtroppo non possiamo neanche parlare di caso isolato
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
57,3k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 8440
Iscritto il: 21 gen 2007, 14:34

0
voti

[6] Re: Se volete fare impresa in Italia

Messaggioda Foto Utentevenexian » 14 apr 2018, 15:06

attilio ha scritto:Se io acquisto un impianto di spessore credo che in caso di malfunzionamenti e/o anomalie ci sarebbe traccia di contestazione o richieste di intervento "in garanzia" mirate a risolvere i problemi.
C'erano?

Bella domanda...

Saprai certamente che in caso di difetti riscontrati su una macchina, l'acquirente deve darne notizia al venditore entro otto giorni dalla scoperta. Detta così, mi sembra una cosa più che ragionevole. Però, c'è un però... La legge stabilisce che tale informativa può essere anche verbale.

In tribunale, il sig. Rossi, chiamato come teste dalla ditta Beta, potendo testimoniare perché al momento della deposizione non era più collaboratore della ditta Alfa, dichiarava sotto giuramento che innumerevoli volte era stato chiamato per i continui malfunzionamenti della macchina e che, pur avendo sempre riportato la cosa alla ditta Alfa, la stessa se ne era lavata le mani senza mai intervenire e costringendolo a praticare un consistente sconto al cliente...

Il giudice rifiutava la richiesta di perizia tecnica sulla macchina, richiesta dalla ditta Alfa, perché lo sconto praticato dalla stessa era prova inoppugnabile dell'ammissione dei difetti.

Grandioso, vero?
Immagine
Avatar utente
Foto Utentevenexian
4.538 1 4 6
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 1510
Iscritto il: 13 mag 2017, 10:07
Località: Venezia (ma va?)

0
voti

[7] Re: Se volete fare impresa in Italia

Messaggioda Foto Utenteattilio » 14 apr 2018, 15:14

venexian ha scritto:Grandioso, vero?

:-|

In questo paese è più facile... [omissis] che...


Edit

La cosa più assurda o scandalosa nell'era dell' IoT è che tutto ciò possa essere gestito (legalmente) a livello verbale
Ma chi ci crede?
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
57,3k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 8440
Iscritto il: 21 gen 2007, 14:34

2
voti

[8] Re: Se volete fare impresa in Italia

Messaggioda Foto Utentevenexian » 14 apr 2018, 15:30

attilio ha scritto:Ma chi ci crede?

Nessuno, neppure il giudice. Lui però applica il Codice e se ne lava le mani. Il suo stipendio (e che stipendio...) lo prende per questo.
Immagine
Avatar utente
Foto Utentevenexian
4.538 1 4 6
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 1510
Iscritto il: 13 mag 2017, 10:07
Località: Venezia (ma va?)

4
voti

[9] Re: Se volete fare impresa in Italia

Messaggioda Foto UtenteGuidoB » 14 apr 2018, 18:48

E dopo tutto questo dovremmo ancora aver fiducia nello Stato e la sua "Giustizia".

Sono anni che io non ci credo più.

Poi ci chiediamo perché tanti per precauzione trasferiscono i loro soldi (guadagnati legalmente, dichiarati e tassati) in Svizzera e altrove. Fanno bene.
Big fan of ƎlectroYou!
Avatar utente
Foto UtenteGuidoB
13,6k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2051
Iscritto il: 3 mar 2011, 16:48
Località: Madrid

0
voti

[10] Re: Se volete fare impresa in Italia

Messaggioda Foto Utenteelfo » 19 apr 2018, 0:33

Vorrei sfruttare questo thread per fare alcune considerazioni.

L'argomento e' "delicato" e "delicato" vuol essere quello che segue.(1)

In fondo a questo post (2) c'e' un elenco di thread su questo forum (in parte accessibili solo se siete loggati) che riguardano argomenti simili a questo e che mi hanno fatto pensare.

Vorrei cominciare dalla frase
Ditta familiare che risale agli anni venti, passata dalle macchine a vapore, via via, fino alle CNC.

La descrizione mostra come la ditta abbia avuto la capacita' di rimanere aggiornata da un punto di vista tecnico.

Quello che mi chiedo e':

- la crescita manageriale e' andata di pari passo con quella tecnica?
- la dimensione familiare che ruolo ha avuto?

A) Bill Gates:

- Fonte apocrifa: fin dagli albori della sua carriera imprenditoriale ha sempre sostenuto che il SW "andava fatto pagare", in contrapposizione all'ideologia del "Free SW"

- Intervista fatta in Italia anni '90 a rivista informatica italiana (cito a memoria): "E' piu' difficile gestire le persone che scrivere codice efficiente"

B) Andrea (Andrew) Viterbi

E' l'inventore dell'algoritmo Viterbi (3) che ha come applicazione i problemi di trasmissione digitale nell'ambito delle telecomunicazioni (leggi smartphone)

Viterbi e' cofondatore della Qualcomm (quella che fa chip per buona parte degli smartphone top di gamma)

Non posso riportare per motivi di copyright molto stringente nemmeno una piccola parte di una sua intervista che comunque potete leggere integralmente al link in nota (4)

C'e' un punto dell'intervista in cui dice "We got a lawyer to incorporate the company" (assumemmo un avvocato per fondare la ditta) e racconta di come avevano provato a brevettare l'algoritmo.

C) Sergio Marchionne

Non so quanti credono che Marchionne sia in grado di progettare una biella (fosse anche quella del motore di una Panda da 60 CV) ma "sicuramente" e' la persona che - assunta dagli Agnelli - ha salvato la FIAT dalla crisi in cui era 10 anni fa.

E Marchionne e' quello che ha trasferito le sedi della FIA ....ooops FCA:

- legale in Olanda
- finanziaria nel Regno Unito

Ci sarebbero molti altri esempi ma vorrei solo far notare che all'estero, in prosecuzione ad una laurea STEM (science technology engineering and mathematics), spesso segue un MBA (Master in business administration) per chi poi andra' a dirigere.

La domanda finale di questo "pippone" e':

Nel "mondo moderno" (frase fatta) e' sufficiente una (ottima) cultura tecnica per fondare / far sopravvivere una ditta di successo?

----------------------------------------
Note
1)In questo post cerchero' di evitare:

- posizioni da "leone da tastiera"
- discorsi fatti "con il senno di poi"
- frasi fatte "non ci sono piu' le mezze stagioni"

Saro' anche piu' breve di quanto potrei desiderare in quanto il mezzo non consente "discorsi lunghi".

Per favore prendete il tutto come "ragionamenti ad alta voce"

2)
..lavorare a gratis......
viewtopic.php?f=6&t=73522&p=765966#p765966

L'Italia è un paese morto?
viewtopic.php?f=6&t=72379

Ricerca & Ricerca
viewtopic.php?f=21&t=72201&p=750224#p750224

Fare soldi
viewtopic.php?f=6&t=73195

Quante ore al giorno dedicate alla gestione dei vostri soldi
viewtopic.php?f=6&t=73246&p=762282#p762282

Vita e lavoro all'estero
viewtopic.php?f=6&t=72125&p=747249#p747249

3) https://it.wikipedia.org/wiki/Algoritmo_di_Viterbi

4) Andrew Viterbi, an oral history conducted in 1999 by David Morton, IEEE History Center, Hoboken, NJ, USA.
http://ethw.org/Oral-History:Andrew_Viterbi
Avatar utente
Foto Utenteelfo
1.904 3 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 680
Iscritto il: 15 lug 2016, 13:27

Prossimo

Torna a Informazioni varie più o meno utili

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite