Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Consiglio Piano di Studi Magistrale

Aggiornamenti, orientamento, lavoro, attività professionali, riviste, libri, strumenti EY, Tips and tricks, consigli e pareri generici

Moderatori: Foto Utenteadmin, Foto UtenteSjuanez

0
voti

[1] Consiglio Piano di Studi Magistrale

Messaggioda Foto Utentemsb0ne » 8 feb 2019, 21:45

Ciao a tutti ragazzi

spero di aver postato in una sezione corretta... mi sono iscritta al Politecnico di Torino, Laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica, indirizzo progettazione meccanica

A me, oltre ad una parte tecnica e scientifica sulla meccanica, i materiali, ecc... piacerebbe anche approfondire la parte manageriale, mirata ad un lavoro aziendale

Tutti gli esami del primo anno sono obbligatori, non lasciandomi molta scelta a personalizzare il piano di studi, visto che le materie del secondo anno, sostituibili, sono comunque altrettanto importanti secondo me...

C'è qualche anima buona che può aiutarmi? Purtroppo non ho nessun altro con cui confrontarmi al momento

P.S: Non ho messo un link per il piano di studi in questione, si può mettere?
Avatar utente
Foto Utentemsb0ne
81 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 141
Iscritto il: 14 dic 2017, 15:42

3
voti

[2] Re: Consiglio Piano di Studi Magistrale

Messaggioda Foto Utentebrabus » 8 feb 2019, 21:58

Il mio consiglio è di investire la magistrale per formarti in modo completo da un punto di vista tecnico: non sacrificare gli esami specializzanti per far spazio ad infarinature di economia aziendale.
Dopo la specialistica, trova un bel Master di II livello in management aziendale (ce ne sono davvero tanti, da corsi semestrali al MBA della Bocconi) che ti consentirà di completare la tua formazione con una buona base di management e (soprattutto) ti aprirà le porte verso le aziende patrocinanti.

Presentandoti in un'azienda da neolaureato, pur avendo una base di formazione dirigenziale, corri il rischio di essere comunque relegato a un ruolo puramente tecnico. La ratio è semplice: se in azienda serve un ingegnere con basi di management, si assume un gestionale.

Ancora più interessante: trova un'azienda che ti paghi il master finché lavori. :ok:
Alberto.
Avatar utente
Foto Utentebrabus
17,5k 3 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2429
Iscritto il: 26 gen 2009, 15:16

1
voti

[3] Re: Consiglio Piano di Studi Magistrale

Messaggioda Foto Utentemsb0ne » 8 feb 2019, 22:48

ciao Foto Utentebrabus, ti ringrazio molto del messaggio che mi fa pensare molto.

l'esame di economia ed organizzazione aziendale ce l'ho comunque al primo anno e obbligatorio. io volevo vedere di riuscire ad inserire un esame come logistica ed uno di modellazione funzionale dei sistemi meccanici (che include disegno tecnico e certificazione solidworks) ma appunto penso mi potrei pentire di eliminare degli esami più tecnici del secondo anno.

sarai d'accordo sul fatto che un progettista meccanico ha anche il compito di valutare i materiali in ambito di costi, reperibilità, investimenti sul progetto, ecc... oltre ovviamente a tutta la parte tecnica.

potrei inserire queste due materie come crediti liberi, tuttavia avevo anche intenzione di svolgere un tirocinio curriculare, sicuramente esperienza più utile di qualsiasi esame, e questo andrebbe a sostituire due esami da 6 CFU (ossia proprio questi).

forse mi devo proprio rassegnare a cercare di personalizzare e fare semplicemente il percorso di studi predefinito. Secondo te cercare di includere quegli esami è controproducente?

Io ho 27 anni, mi sono iscritta tardi alla triennale in quanto facevo tutt'altro lavoro, spero di non essere già troppo vecchia. Com'è lavorare e fare un master contemporaneamente, fattibile?
Avatar utente
Foto Utentemsb0ne
81 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 141
Iscritto il: 14 dic 2017, 15:42

3
voti

[4] Re: Consiglio Piano di Studi Magistrale

Messaggioda Foto Utentebrabus » 8 feb 2019, 23:12

Guarda, ti dico come ho fatto io: ho inserito nel mio percorso di studi (in elettronica) tutti gli esami tecnici, dando Economia e Organizzazione aziendale solo perché era obbligatorio. Una volta uscito, mi son fatto le ossa in una piccola azienda per due anni, per poi seguire un master in ingegneria del veicolo (della durata di un anno) e approdare all'estero per 5 anni.
Tutte queste esperienze mi portano dove sono ora, ossia a coordinare il team di sviluppo, tenendo sotto controllo proprio ciò che hai detto tu: costi, reperibilità, investimenti, etc.
Riesco a fare ciò che faccio proprio grazie alla competenza tecnica che ho maturato finora. Se un mio collaboratore vuole discutere un aspetto del progetto, posso comprendere fino in fondo ciò che mi sta dicendo e prendere di conseguenza la decisione migliore.

Al tempo stesso ho colleghi nella mia stessa posizione, che hanno una formazione meno tecnica e più dirigenziale: comunicano molto meglio di me, vedono cose che io non vedo ma perdono di vista aspetti talvolta banali ma essenziali del sistema.
Possiamo descrivere così la situazione attuale: io sono project leader, il mio obbiettivo è il raggiungimento dei traguardi tecnici nei tempi e nei costi concordati; il mio orizzonte temporale va da poche settimane ai 12 mesi. I miei colleghi con background dirigenziale sono team leader: il loro orizzonte temporale è molto più lungo, immaginano i prodotti del futuro, portano idee nuove sul tavolo e dirigono il traffico di informazioni con il consiglio di amministrazione.

Io non potrei fare quel lavoro (non mi piace), e loro sarebbero a disagio a svolgere il mio.

Bene, dopo questa lunga chiacchierata, in base a cosa ti piacerebbe fare dopo aver conseguito il titolo, decidi quale percorso è più adatto alle tue aspirazioni.

Riguardo il master, è necessario ricercarne uno adatto anche a lavoratori: alcuni prevedono corsi serali, mentre l'MBA alla Bocconi si fa durante il weekend, per due anni; costa 40.000€ circa, quindi se l'azienda te lo finanzia ti risparmi pure la spesa. Investimento che comunque dovrebbe rientrare dopo un paio d'anni, grazie alla RAL decisamente superiore che si mira ad ottenere dopo l'MBA.

Riguardo l'età, lascia perdere ogni pregiudizio: è la persona che conta. Se riesci a motivare bene le tue scelte durante il colloquio, non c'è motivo per criticare nulla; anzi, l'esperienza che hai fatto finora ti avrà fatto sicuramente crescere.
Se in sede di colloquio ti viene fatta pesare questa cosa, o avverti anche la minima critica, alza i tacchi e cerca un'azienda che sappia apprezzare la professionalità che hai da offrire.
Alberto.
Avatar utente
Foto Utentebrabus
17,5k 3 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2429
Iscritto il: 26 gen 2009, 15:16

0
voti

[5] Re: Consiglio Piano di Studi Magistrale

Messaggioda Foto Utentemsb0ne » 9 feb 2019, 18:13

vorrei sentire anche altre opinioni se possibile, magari c'è qualche ingegnere che ha proprio frequentato il corso Magistrale di Ingegneria Meccanica al Polito?
Avatar utente
Foto Utentemsb0ne
81 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 141
Iscritto il: 14 dic 2017, 15:42

0
voti

[6] Re: Consiglio Piano di Studi Magistrale

Messaggioda Foto Utentemsb0ne » 13 feb 2019, 23:51

up!
Ultima modifica di Foto Utenteclaudiocedrone il 14 feb 2019, 2:03, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: In questo forum non è cosa gradita sollecitare risposte.
Avatar utente
Foto Utentemsb0ne
81 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 141
Iscritto il: 14 dic 2017, 15:42


Torna a Informazioni varie più o meno utili

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti